...

Progetto Istituto Tecnico Industriale di Stato "A. Einstein"

by user

on
Category: Documents
1

views

Report

Comments

Transcript

Progetto Istituto Tecnico Industriale di Stato "A. Einstein"
Stralci da una lettera da una professoressa:
Alessandro è tornato dalla Norvegia ITIS Einstein - Roma
La partenza ed il soggiorno di Alessandro in Norvegia e' stata seguita dai suoi compagni e
soprattutto da alcuni docenti della classe fin dall'inizio.
In effetti Alessandro e' stato, nella terza classe un alunno attento e partecipe e per questo ben
voluto da tutti i docenti , e riscuoteva " successo " anche tra i suoi compagni che lo vedevano come
figura centrale nell'ambito della classe. Uno degli aspetti del suo carattere, la grande comunicabilità
, ci ha facilitato a continuare il rapporto con lui " a distanza".
In questo senso, io ed il prof. Paletta ci siamo adoperati per fargli avere da Quipo, il provider che
ha fornito il collegamento Internet alla scuola, un suo indirizzo di posta elettronica, in modo che
potesse rimanere in contatto con noi ,e gli permettesse anche uno scambio di materiali con i suoi
compagni.
(…) Altra nostra cura e' stata quella di masterizzare un CD rom con i runtime dei programmi da
noi usati in modo che il ragazzo potesse leggere i nostri documenti digitali in originale senza
ulteriori rielaborazioni.
Abbiamo inoltre organizzato la classe in modo che per ogni disciplina i compagni " romani "
potessero rielaborare gli appunti degli argomenti principali dei programmi , soprattutto quelli delle
discipline tecniche, che Alessandro non avrebbe affrontato nel tipo di scuola che sarebbe andato a
frequentare: bisogna dire che in questo i suoi compagni si sono mostrati disponibili e che questo
lavoro e' stato importante anche per loro.
Sulla scia di questa idea, si e' pensato di organizzare sulla rete Intranet dell'istituto uno spazio ,
"Spazio effe", dal nome della sezione, in cui convogliare tutti gli appunti delle varie discipline
tecniche; l’'idea e' talmente piaciuta che il lavoro è stato allargato a tutto il triennio e alla fine si e'
creato uno spazio di servizio dove tutti gli alunni del corso F potevano trovare appunti sulle varie
discipline oltre che consigli di "navigazione" con raccolte tematiche di indirizzi di siti segnalati da
docenti ed alunni.
Chiaramente i tempi sono stati quelli dello spazio curricolare e quindi molti lavori sono terminati
con il termine delle lezioni , cioè il periodo di maggio-giugno.
L'idea di spedire via e-mail questi lavori e' stata abbandonata, anche se alcuni compagni , di loro
iniziativa hanno addirittura spedito pagine di appunti passate allo scanner. Dallo scambio di e- mail
tra Alessandro, me, il prof. Paletta e la Prof.ssa Ebranati, (i docenti più disinvolti dal punto di
vista informatico e quindi referenti fra lui ed il consiglio di Classe) e' sembrato evidente che
sarebbe stato controproducente aggravare ulteriormente il suo carico di studio mentre era all’estero,
visto il suo impegno e l’uso di una lingua diversa.
I materiali cosi' rielaborati sono stati masterizzati su un cd rom e sono stati da me consegnati ad
Alessandro nella prima settimana di luglio al suo rientro a Roma : il ragazzo si e' messo a studiare
con impegno .
In questo suo lavoro estivo e' stato seguito ancora da me soprattutto per indicazioni e ulteriori
materiali,
Sono quindi stata il tramite tra lui e gli altri colleghi del consiglio di classe.
Ai primi di settembre il ragazzo ha praticamente studiato da se' il programma di storia e letteratura ,
TDP e la parte iniziale del programma di elettronica.
Con i colleghi abbiamo pensato di inserire Alessandro nei corsi di recupero di Elettronica e
telecomunicazioni che si terranno il pomeriggio e di riprendere comunque al mattino nell'interno
della classe i programmi di sistemi e di matematica. Alessandro verra' sottoposto a valutazione,
nella forma che deciderà il consiglio di classe di fine ottobre ed intanto parteciperà ai test di
valutazione iniziale cui sarà sottoposta tutta la classe già dal 13-9-2000.
Al di la' di ciò che ho descritto ci sono stati tentativi di coinvolgere i docenti norvegesi in situazioni
didattiche comuni (…) e siamo riusciti ad organizzare un forum in ambiente Tappedin.org , un
Moo gestito in lingua inglese (..)
Sul lato umano devo dire che Alessandro ha gestito con grande spontaneità il suo rapporto con me ,
Paletta ed Ebranati , scrivendoci anche dei suoi problemi non scolastici , parlandoci di momenti
personali e regalandoci ricordi affettuosi come gli auguri per telefono a natale e capodanno a
mezzanotte.
Penso che l'esperienza per lui sia stata positiva poiché lo ha portato a maturare un atteggiamento di
grande responsabilità oltre che a conoscere il norvegese in forma scritta ed orale.
Il ragazzo e' tornato pieno di voglia di fare e suppongo che supererà le ovvie difficoltà didattiche
sulle materie che non ha affrontato nel passato anno scolastico con il sostegno di tutto il consiglio
di classe ed i suoi compagni.
Roma 10-9-2000
Prof.ssa Brunella Pellegrini
Fly UP