...

Tematica 5. QUESTA SCUOLA MI VA STRETTA FILM ATTIMO

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Tematica 5. QUESTA SCUOLA MI VA STRETTA FILM ATTIMO
Settore interdisciplinare di riferimento: Orientamento scolastico.
LABORATORIO “CRESCERE IN AUTONOMIA E CONSAPEVOLEZZE”
CLASSE 3B
a.s. 2011/2012
VISIONE DEL FILM “L’ATTIMO FUGGENTE” (1989)
È iniziato l’ultimo anno del tuo cammino nella scuola secondaria di
primo grado (ex-scuola media). È tempo urgente di aprire qualche
piccola finestra sulla vita, perché la scuola non è soltanto fatta di
nozioni più o meno consapevolmente assimilate e/o subìte. LA SCUOLA
È ESPERIENZA DI RELAZIONI in più direzioni: studente/docente;
studente/genitore; docente/genitore; studen-te/studente.
LA SCUOLA È ESERCIZIO CONTINUO DI DIRITTI E PRATICA DI DOVERI.
La scuola deve creare autonomia di pensiero e d’azione. Se
percepisci che questo non accade, devi farlo presente e proporre
percorsi capaci di aiutarvi a far emergere il “bello” che avete nell’anima.
Stiamo vivendo tempi difficili che necessitano di persone “libere” capaci di “scegliere” le
strade giuste e non necessariamente le più facili. Parlare in famiglia e nelle aule scolastiche
non sempre avviene nel rispetto delle reciproche libertà di pensiero e molte decisioni possono
essere accettate per “obbedienza” o per “rispetto” o per “timore” o per “incapacità di
argomentare” o per “…”. Vi sono poi dei devastanti “cordoni ombelicali” mai tagliati nel
senso che restano pericolosi attaccamenti psicologici dovuti a “paure”, “sfiducie”,
“presunzioni”, “insicurezze”, “ambizioni”, “aspettative”, “schiacciamento di libertà
individuali”. Sostituirsi all’altro/a, “programmargli” la vita, impedirgli/le di effettuare
esperienze, rappresentano un piccolo e incompleto elenco di “errori educativi” che possono
avere ricadute negative sull’equilibrio psico-affettivo-relazionale. E si hanno persone
schiacciate che non crescono né fisicamente, né affettivamente, né psicologicamente. Si
creano disarmonie nel corpo e nello spirito. Si acutizzano tensioni e si facilitano
comportamenti devianti.
Dalla tua classe, questa stupenda 3B, zeppa di umanità vissute e spesso sofferte nel profondo
di ognuno, devono uscire ragazze/i preparati non soltanto culturalmente, ma anche con una
adeguata autonomia di pensiero e consapevoli che vi sono “valori” che non si possono
delegare a nessuno.
Questo film denuncia in modo plateale le ristrettezze di tanti percorsi educativi familiari e
scolastici. Sì, un film provocatorio, drammatico, ma un invito a non abbandonarsi mai alla
tristezza, perché la Vita, quella con l’iniziale maiuscola, quella più autentica intesa come
“servizio” al bene comune della società, deve essere vissuta in pienezza..
DI SEGUITO TI RIPORTO ALCUNE FRASI ASCOLTATE NEL FILM:
1. “Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose
da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a
veder voi stessi. Coraggio!
2. È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un'altra prospettiva.
anche se ci può sembrare sciocco o assurdo, ci dovete provare. Ecco, quando leggete, non
considerate soltanto l’autore, considerate quello che voi pensate. Figlioli dovete combattere
per trovare la vostra voce, più tardi cominciate a farlo, più grosso è il rischio di non trovarla
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
affatto. Thoreau dice: ”Molti uomini hanno vita di quieta disperazione”, non vi rassegnate a
questo, ribellatevi, non affogatevi nella pigrizia mentale, guardatevi intorno… Osate cambiare,
cercate nuove strade!”
“… Rendete straordinarie le vostre vite.”
“Abbiamo molte aspettative su di te. Tu sarai un medico…Tu avrai quello che non ho avuto…”
“Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo.”
“Ci teniamo tutti ad essere accettati ma dovete credere che i vostri pensieri siano unici e vostri,
anche se ad altri sembrano strani ed impopolari. Come ha detto Frost "due strade trovai nel
bosco e io scelsi quella meno battuta, ed è per questo che sono diverso".
“Io vivo per dominare la vita non per esserne schiavo!”
“…Ma non li ho fatti marciare per deriderli, li ho fatti marciare per illustrare la questione del
conformismo: la difficoltà di mantenere le proprie convinzioni di fronte agli altri.”
“Molti uomini hanno vita di quieta disperazione: non vi rassegnate a questo, ribellatevi, non
affogatevi nella pigrizia mentale, guardatevi intorno. Osate cambiare, cercate nuove strade”.
Citando Walt Whitman: “O me, O vita, domande come queste mi perseguitano. Cortei di
infedeli, città gremite di stolti, che v’è di nuovo in tutto questo? O me, O vita… Risposta: che tu
sei qui, che la vita esiste e l’identità, che il potente spettacolo esiste e tu puoi contribuire con
un verso.” Quale sarà il tuo verso?
TI CHIEDO (MOTIVA AMPIAMENTE OGNI RISPOSTA- non accetterò risposte del tipo sì/no):
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
In quale personaggio ti sei maggiormente identificato/a e perché?
In quale personaggio non ti sei identificato/a e perché?
Quale/i immagine/i della scuola vuole trasmettere il film?
Come valuti le scelte e il comportamento del padre di Neil ?
Quanto ti senti libero/a di organizzarti la tua vita e di percorrere le tue strade?
Secondo te il dialogo e l’ascolto tra le persone sono importanti?
Un insegnante deve essere più autoritario o autorevole?
Una persona adulta (genitore, insegnante) può sentirsi autorizzata a program-mare la
vita di un’altra persona (figlio/a, studente).
9. Nella vita di un/una adolescente è importante la relazione con persone di sesso
opposto? E quella con persone dello stesso sesso?
10. Essere diversi è una risorsa o un problema? Perché?
INFINE:
A.
B.
C.
D.
E.
F.
Quali sono i tuoi “valori” della vita ai quali non rinunceresti mai?
Quale domanda, non scritta sopra, avresti voluto leggere?
Che cosa vorresti domandare ai tuoi genitori (uno o entrambi)?
Che cosa chiedi a te stesso/a?
Che cosa vorresti domandare a me, relativamente alle tematiche del film?
Cosa chiedi alla scuola in quanto istituzione?
Leggerò con attenzione, quanto vorrai condividere. Grazie
2
Fly UP