...

Leggi la rassegna del 16 marzo 2015

by user

on
Category: Documents
1

views

Report

Comments

Transcript

Leggi la rassegna del 16 marzo 2015
Sulla strada – Rassegna stampa 16 marzo 2015
PRIMO PIANO
Sospirolo, fidanzati muoiono in un incidente
Due giovani bellunesi, lui di 27 anni e lei di 21, sono morti in un incidente stradale
avvenuto nella notte a Sospirolo
BELLUNO 16.03.2015 - Tragico incidente stradale stanotte a Sospirolo, nel bellunese: sono
morti due giovani. Si tratta di Valentino Franzolin, 27 anni, e Marta Sanci, una ragazza di 21
anni. Erano entrambi della cittadina in provincia di Belluno. L'incidente è avvenuto intorno alle
2.30 di stanotte: per cause ancora da accertare il guidatore ha perso il controllo della
macchina (una Honda Civic) uscendo da una curva. L'auto si è schiantata contro un muro. Sul
posto sono subito arrivati i vigili del fuoco, i carabinieri e i soccorsi del Suem 118. Per la
ragazza non c'è stato nulla da fare, mentre per il giovane è stata tentata la rianimazione,
purtroppo senza esito.
Fonte della notizia: today.it
NOTIZIE DALLA STRADA
Trasporti, bus e metrò fanno gola agli stranieri
GENOVA 16.03.2015 - Tre colossi papabili, uno dei quali apertamente candidato. Un altro paio
alla finestra, e almeno due possibili outsider. Quindici anni di contratto e tre miliardi di euro
(circa) di finanziamento pubblico. E un destino segnato, lo sbarco di grandi società con il cuore
all’estero. Privati ma atipici, perché nell’orbita dei più influenti Stati d’Europa. Capaci - a
differenza dell’Italia - di aprirsi prima al mercato e di crescere a dismisura, nel giro di pochi
anni. Accumulando così una forza d’urto tale da poter guardare agli altri Paesi, che non
riescono più a reggere con le vecchie logiche, come a un terreno di conquista.
L’ATTESA RIFORMA Ecco lo scenario che si apre, da qui all’inizio del 2016. Così, infine, cambia
pelle il sistema del trasporto pubblico della Liguria. Perché, dopo anni di annunci, la rivoluzione
è qui: un marchio solo e un’unica mente, per tutti i bus, da Imperia alla Spezia. Questo è il
percorso indicato dalla legge di riforma strutturale approvata alla fine del 2013, che ha
eliminato i cinque bacini storici - a ciascuno corrisponde un’azienda, oggi - in favore di uno
soltanto. E gestire questo sistema è quanto metterà in palio la gara che la Regione si appresta
a pubblicare. Obiettivo: a ffidarsi al nuovo gestore unico, che erediterà mezzi e personale delle
aziende attuali, entro la fine dell’anno. È un piatto allettante per diversi gruppi. Due, oltre al
colosso anglo-tedesco Arriva - società di Deutsche Bahn (le ferrovie tedesche) che opera in
tutti i rami di trasporto e logistica, con una presenza in 130 Paesi e fatturato a 10 zeri - quelli
in pole per prendere parte alla sfida: uno è Busitalia, società specializzata in “gomma” del
gruppo Fs. Che, non a caso, ha aperto la strada a operazioni su media scala a Firenze. Segue a
una certa distanza Ratp, compagnia statale francese, che a Genova ha fatto una fugace
apparizione prima che Marta Vincenzi decidesse di riacquisire il 100% delle quote di Amt,
chiudendo la parentesi dei privati. Altri giganti, a oggi, paiono meno interessati, ma potrebbero
rientrare in gioco. Molto dipenderà dalle condizioni del bando.
Fonte della notizia: ilsecoloxix.it
Crotone, protesta degli immigrati del centro Sant'Anna Rimasta bloccata per alcune
ore la statale 106
Un gruppo di circa 300 immigrati ha messo in atto una protesta nei pressi del centro
Sant'Anna a Isola Capo Rizzuto per protestare contro i ritardi nel rilascio della
documentazione necessaria al visto
ISOLA CAPO RIZZUTO (KR) 16.03.2015 - Ennesima protesta da parte di circa 300 immigrati,
ospiti al centro di accoglienza per richiedenti asilo di Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto. I
migranti hanno inscenato stamane una manifestazione di protesta bloccando la statale ionica
106 che passa davanti alla struttura ed al vicino aeroporto. Secondo quanto sarebbe stato
appurato gli immigrati avrebbero inscenato la protesta per denunciare i ritardi con cui vengono
rilasciati i documenti necessari alla concessione del visto, inoltre i migranti chiedono «il wi-fi
libero nella struttura, denaro in luogo dei pocket money e avanzano lamentele per la presenza
nel menu di portate, come le lasagne, a loro non gradite», ha spiegato Leonardo Sacco,
vicepresidente nazionale della Misericordie. Già in passato gli ospiti della struttura hanno
manifestato attuando blocchi parziali o totali del traffico per problemi organizzativi. Sul posto
sono intervenute le forze dell’ordine che hanno gestito la situazione tentando di convincere i
manifestanti a desistere dalla protesta. Proprio a causa della manifestazione si sono venuti a
creare dei rallentamenti al traffico automobilistico tanto che l’Anas ha provvisoriamente chiuso
al transito il tratto posto in prossimità del km 236,6 della statale 106 in località Sant'Anna, nel
comune di Isola di Capo Rizzuto. Sul posto sono presenti le squadre dell’azienda per la
gestione e la deviazione del traffico sulla viabilità locale.
Fonte della notizia: ilquotidianoweb.it
Ruba un'auto e va a sbattere: arrestato e messo ai domiciliari compie un altro furto
NAPOLI 16.03.2015 - Toccherà ai carabinieri trasferirlo rapidamente da un’aula all’altra dato i
due processi per direttissima a cui dovrà essere sottoposto oggi quasi in contemporanea
Salvatore Cirillo, 43enne, di Giugliano, già noto alle forze dell'ordine. Cirillo era stato arrestato
ieri per furto aggravato a Licola, aveva rubato una Fiat Punto il cui proprietario aveva
commesso la leggerezza di lasciarla per pochi istanti incustodita con le chiavi inserite nel
quadro, ma durante la fuga era andato a sbattere sulla Smart di un 55enne puteolano, e subito
dopo l’urto il tentativo di fuga a piedi interrotto dai carabinieri che lo avevano ammanettato e
messo ai domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria. Ma Cirillo dopo poche ore è evaso
dai domiciliari e i carabinieri lo hanno arrestato di nuovo. Appena il tempo di ultimare la
compilazione degli atti del secondo arresto e i militari dovranno accompagnarlo a presenziare
alla prima udienza per direttissima disposta per il furto di ieri. Subito dopo velocemente dovrà
essere trasferito dal tribunale di Napoli al tribunale di Napoli Nord.
Fonte della notizia: ilmattino.it
SCRIVONO DI NOI
Pirata informatico dell'Est sorpreso in una piazzola di sosta
Un 29enne moldavo con documenti romeni, ricercato dalle autorità bielorusse.
Rinchiuso in carcere a Venezia in attesa di estradizione
MIRANO 16.03.2015 - I carabinieri di Mirano hanno arrestato Vasile Cernucoviciuc, 29enne di
origine moldava, ma con documenti romeni, colpito da mandato di cattura internazionale
emesso dalle autorità bielorusse per reati informatici. L'uomo è stato sorpreso a bordo della
sua auto sportiva in una piazzola nei pressi di un distributore a Vetrego; al volante era un
cognato, incensurato. Ai terminali ai dati del passeggero si è accesso uno speciale allarme;
acquisita la certezza dell’identità, sono scattate le manette. Il moldavo sarebbe un pirata
informatico di elevata caratura, che agiva in tutta l'Europa orientale, infiltrandosi abilmente
nelle reti informatiche. È stato condotto in carcere, a Venezia, in attesa dell’estradizione verso
per il Paese sub-baltico.
Fonte della notizia: ilgazzettino.it
Maxi sequestro di sigarette al porto di Gioia Tauro La finanza requisisce 14 tonnellate
di bionde contraffatte
Sigarette contraffatte e realizzate senza i criteri di sicurezza previsti dalla normativa
europea con altissimi rischi cancerogeni sonos tate sequestrate dalla finanza al porto
di Gioia Tauro
REGGIO CALABRIA 16.03.2015 - Maxi sequestro di sigarette al porto di Gioia Tauro dove la
finanza e l'ufficio della dogana ha messo le mani su un carico di 14 tonnellate di sigarette. Il
container proveniva dagli Emirati Arabi ed era formalmente diretto in Montenegro, ma secondo
le Fiamme gialle il carico era in realtà destinato al mercato italiano. L’operazione è stata
coordinata dalla Procura di Palmi. Le sigarette contraffatte sono state prodotte in modo
inaffidabile in quanto non sono sottoposte ai rigidissimi standard di sicurezza europei e
conseguentemente possono potenzialmente contenere materiali scadenti o addirittura
cancerogeni con chiare implicazioni per la salute del consumatore. Sono frequenti i casi di
rinvenimento, nell’impasto finale della sigaretta, di livelli di nicotina, catrame, monossido di
carbonio, piombo, cadmio e arsenico molto più alti rispetto a quelli presenti nelle sigarette
prodotte con criteri europei.
Fonte della notizia: ilquotidianoweb.it
Fugge in moto, slalom sull'A28 inseguito a 220 l'ora dalla Polstrada
Un 37enne della provincia di Venezia voleva sfuggire alla pattuglia che lo aveva
intercettato. Senza patente dal 2007
di Cristina Antonutti
PORDENONE 16.03.2015 - Una potente Yamaha FZ-R1 sfreccia sull’A28. È sabato, metà
pomeriggio, il traffico in direzione Portogruaro è intenso, ma alla pattuglia della Polstrada di
Pordenone non sfugge la targa della moto. È leggermente piegata, come se il motociclista
volesse nascondere i numeri. Mai avrebbero immaginato di dare inizio a un pericoloso
inseguimento che ha toccato i 210/220 chilometri orari. Il motivo di tanta fretta da parte del
motociclista? Era senza patente. Revocata ben otto anni fa, nel 2007. R.M., 37 anni, di
Concordia Sagittaria, è stato quindi denunciato per guida senza patente, la sua moto è sotto
sequestro e oggi negli uffici della Polstrada si valuteranno le contravvenzioni da elevare, a
cominciare da quella per eccesso di velocità, che sarà decisa visionando i dati del tutor posto
sulla tratta Sacile-Portogruaro.
Fonte della notizia: ilgazzettino.it
Fugge a due posti di blocco Maxi multa da 2500 euro
Motociclista fermato a Villa Guardia dalla polizia dopo aver saltato due posti di
controllo. Via anche 27 punti dalla patente. Moto sequestrata
15.03.2015 - Fugge a due posti di controllo per paura di una multa per l’assicurazione scaduta,
finisce con il ritrovarsi con una denuncia penale, 6 contravvenzioni per una somma totale di
2.500 euro, 27 punti in meno sulla patente e la moto sequestrata.
Protagonista un
motociclista di Varese, 20 anni. Nella mattinata di ieri alcune pattuglie della polizia stradale di
Como, impegnate in un servizio di controllo a Montano Lucino, hanno cercato invano di
intimare l’alt a una Suzuki con targa illeggibile. Il motociclista, alla vista degli agenti, invece di
fermarsi ha aumentato la velocità ed è fuggito. I poliziotti allora hanno lanciato la nota di
ricerca via radio ai colleghi e poco dopo, a Villa Guardia, una pattuglia ha intercettato la moto.
Anche in questo caso il giovane è fuggito. Ma questa volta non ha fatto molta strada, perché si
è infilato in una strada a fondo cieco dov’è stato bloccato dalla polizia locale. Il ragazzo ha
giustificato la fuga con la paura di essere multato a causa dell’assenza dell’assicurazione della
sua Suzuki. Portato in Questura a Como il ragazzo è stato: denunciato per resistenza a
pubblico ufficiale, multato per omesso arresto all’alt, sorpasso all’intersezione stradale, velocità
pericolosa, conduzione di un mezzo privo di assicurazione, conduzione del mezzo in assenza di
patente di guida adeguata, superamento della linea continua.
Il cumulo delle sanzioni
amministrative ammonta a 2470 euro con la decurtazione di 27 punti sulla patente, oltre al
sequestro amministrativo e fermo della moto.
Fonte della notizia: laprovinciadicomo.it
Lotta alle stragi del weekend La polizia ritira 18 patenti
CIVITANOVA 15.03.2015 - Nottata di controlli, quella tra ieri e oggi, da parte di due pattuglie
della polizia stradale di Macerata. Ed è stata una strage di patenti in poche ore. Diciotto in
tutto quelle ritirate per guida in stato di ebbrezza. Erano tutti uomini gli automobilisti che ieri
notte si sono messi al volante dopo aver alzato un po' troppo il gomito, di età compresa fra i
20 e i 30 anni. Incappati nei due posti di blocco, uno sulla statale adriatica e l'altro in via
Indipendenza, delle pattuglie della Polstrada. Il record in negativo lo ha battuto un uomo che,
alla prova dell'alcol test, risultava essersi messo alla guida della sua vettura con un tasso
alcolico nel sangue pari a 1.67 g/l: è scattato il sequestro del mezzo.
Fonte della notizia: corriereadriatico.it
PIRATERIA STRADALE
Tampona un'auto e poi fugge: la Polizia rintraccia il pirata della strada e lo arresta
OVADA 16.03.2015 - La Polizia Stradale di Ovada è riuscita a bloccare e arrestare il pirata della
strada che mercoledì scorso, al volante di un Doblò aveva violentemente tamponato una Punto
in via Gramsci a Ovada. Senza fermarsi a soccorre l'automobilista ferito, il pirata della strada
aveva schiacciato il piede sull'acceleratore e aveva poi imboccato l'A26. Scattato l'allarme, gli
agenti della Polstrada erano partiti alla caccia del mezzo, poi individuato e fermato all'altezza
di Masone, in provincia di Genova. L’automobilista, un 26enne nato e residente in provincia di
Napoli , al momento del fermo in auto con la compagna, è stato quindi arrestato. Nel
successivo rito per direttissima il 26enne ha patteggiato una pena da mesi 8 di reclusione. Nei
confronti dell'uomo è scattata anche la sospensione della patente di guida per un anno.
Fonte della notizia: radiogold.it
CONTROMANO
Ubriaco e contromano in galleria: denunciato
Autista irpino fermato dagli agenti della Volante
16.03.2015 - Lo hanno fermato mentre procedeva contromano lungo il raccordo. Aveva
percorso in senso inverso anche la galleria Avellola, per fortuna senza incrociare mezzi che
viaggiavano regolarmente, il conducente di un furgone. Si tratta di una persona della
provincia di Avellino, bloccata ieri mattina dagli agenti della Volante. Condotto in Questura,
all’uomo è stato rilevato un tasso di alcol nel sangue più volte superiore al tetto fissato dalla
legge. Per lui inevitabile la denuncia ed il ritiro della patente. Se ne andava in giro per la città
invece con un’assicurazione falsa il giovane controllato, e poi denunciato dalla Volante, mentre
era al volante di una New Beetle.
Fonte della notizia: ottopagine.it
INCIDENTI STRADALI
Due incidentimortali nel Tarantino
TARANTO 16.03.2015 – Due incidenti stradali mortali sono accaduti nelle ultime ore in
provincia di Taranto. Il primo si è verificato sulla statale 100 che collega Taranto a Bari, in
località
San
Basilio-Mottola.
Un uomo di 44 anni, Nicola Lorusso, originario di Altamura (Bari) ma residente a Gioia del Colle
(Bari), è deceduto per le ferite riportate nello schianto. L'uomo, secondo una prima
ricostruzione degli agenti della polizia, era alla guida di una Ford Kuga che avrebbe tamponato
un mezzo pesante in prossimità di una stazione di servizio.
L'altro incidente è avvenuto sulla strada provinciale 71, in località Mutata, nel comune di
Grottaglie. Vittima una studentessa dell’Istituto Alberghiero, Fabiana Santoro, di 18 anni, era a
bordo di un’auto Fiat Punto uscita fuori strada per cause in corso di accertamento. Feriti sono
rimasti sua sorella e altri due giovani. Sul posto, per i rilievi, gli agenti della sezione
infortunistica della polizia stradale.
Fonte della notizia: lagazzettadelmezzogiorno.it
Terribile incidente stradale: muore Francesca Cerullo
Una 26enne di Giugliano, Francesca Cerullo, ha perso la vita, sull'Asse mediano,
mentre si stava recando al lavoro
16.03.2015 - Una 26enne di Giugliano, Francesca Cerullo, ha perso la vita, sull'Asse mediano,
tra gli svincoli della superstrada tra Aversa Nord e Trentola Ducenta, mentre si stava recando
al lavoro con la sua auto. La ragazza nel pomeriggio di domenica doveva prendere servizio al
negozio Swarovski del centro commerciale Campania. La salma della giovane è stata trasferita
a Caserta per l'esame autoptico. Si indaga sulle cause del tragico incidente, ma pare che
Francesca abbia perso il controllo della sua Fiat Panda, probabilmente a causa del fondo
stradale reso insidioso dalla pioggia. In seguito all'incidente si sono verificate code sull'Asse
Mediano per diverse ore.
Fonte della notizia: napolitoday.it
Tragico schianto sulla Statale, muore giovane mamma
Terribile frontale tra Porto Potenza e Porto Recanati: la vittima è Silvia Tinarelli,
40enne di Porto Potenza
PORTO POTENZA (MACERATA), 16 marzo 2015 - Una mamma 40enne di Porto Potenza, Silvia
Tinarelli, è morta dopo un terribile schianto avvenuto attorno alle 11.30 di oggi, lungo la
Statale 16 tra Porto Potenza e Porto Recanati. Coinvolte nello schianto frontale una Skoda
Octavia e un’Opel Zafira. La dinamica dell’incidente deve essere ancora chiarita, ma lo scontro
potrebbe essere stato causato dall’asfalto reso viscido dalla pioggia. Oltre al marito, la donna
lascia due figli di 7 e 4 anni. Sul posto un’ambulanza, una pattuglia della Stradale e i vigili del
fuoco di Civitanova.
Fonte della notizia: ilrestodelcarlino.it
Scivola in curva e finisce contro un muretto. Motociclista 35 enne di Casarano lascia
la moglie incinta
di Enzo Schiavano
CASARANO 16.03.2015 - La moto che sbanda e la morte dietro la curva. La vittima è di
Casarano: Davide D’Aquino, 35 anni, ha perso la vita ieri pomeriggio su una strada delle
campagne intorno a Casarano. Il ragazzo, come ogni domenica, era in sella alla sua moto e
stava percorrendo via del Carro, una stradina asfaltata alla periferia della città, quando ha
perso il controllo del mezzo ed è andato a sbattere con il capo contro un muro di cinta situato
lungo una stradina che conduce verso Collepasso. Nonostante il casco che proteggeva il capo,
l’uomo è morto sul colpo: questo il primo responso di medici e soccorritori. D’Aquino, che di
mestiere faceva il tecnico informatico, lascia la moglie, incinta da alcuni mesi, e una figlia di 4
anni. Una tragedia tremenda. La passione per le moto è stata fatale a questo tecnico di
computer di Casarano. Il tragico episodio è accaduto ieri pomeriggio, poco prima delle 15, in
contrada “Palla”, in una stradina di campagna, via extraurbana del Carro, che collega la strada
provinciale per Supersano alla zona industriale della città. La dinamica dell’incidente è tutta da
verificare, anche perché all’atto dell’impatto non c’erano testimoni. Secondo le prime ipotesi
formulate dai carabinieri della stazione di Casarano, che hanno effettuato i rilievi di routine, e i
vigili urbani che sono intervenuti sul posto, il mezzo a due ruote, una Kawasaki di grossa
cilindrata, sarebbe scivolato prima di una curva. D’Aquino avrebbe perso il controllo della moto
ed è andato a sbattere con la testa contro un muro di cinta. Uno dei tanti muretti che si
trovano in quella zona dove le proprietà di case e villette sono spesso recintate. E’ stato inutile
l’intervento degli operatori del 118 allertati da un residente della zona, uscito di casa dopo aver
sentito il rombo della moto e, dopo pochi secondi, il rumore dell’impatto del mezzo contro il
muro. Quando i sanitari sono giunti sul posto, hanno visto il giovane esanime a terra e la moto
poco lontano, fuori strada. Dopo un breve controllo delle sue condizioni, i medici si sono
limitati a constatarne la morte. Il corpo dello sfortunato ragazzo, che lascia la moglie incinta e
una bambina di circa quattro anni, è stato trasportato nella camera mortuaria dell’ospedale
Vito Fazzi di Lecce, a disposizione del magistrato di turno per gli eventuali rilievi.
Fonte della notizia: quotidianodipuglia.it
Cade sul Montello con la Yamaha: «Tutto a posto», muore 4 ore dopo
Roberto Lazzaro, 49 anni, era cosciente dopo lo schianto e anche in ospedale, ma
un'emorragia lo ha stroncato
di Bruno De Donà
TREVISO 16.03.2015 - Il pollice alzato per tranquillizzare gli amici entre lo portavano via in
ambulanza. Quasi uno scongiuro di fronte a una morte, vista per un attimo in faccia e appena
schivata da Roberto Lazzaro dopo l’incidente di moto. Ma la fine, silenziosa, stava per
sopraggiungere. È accaduto tutto sabato pomeriggio, nel breve volgere di poche ore. Roberto
Lazzaro, 49 anni, caldaista, verso le 13 stava in sella alla sua moto, una Yamaha enduro. Via
Sernaglia, la strada che percorreva, sta a lato del bosco del Montello. Strada familiare per il
motociclista che viveva con la compagna Paola Sartor a Venegazzù di Volpago. Ad un tratto la
moto gli è scappata di mano. Uscito di strada e sbalzato dalla sella, è andato a schiantarsi
contro un’acacia. Ha preso la pianta in pieno, sbattendo Il torace. La notizia e è rimbalzata
subito al non lontano ristorante Ester Muri, dove Roberto Lazzaro era conosciuto. Ma quando
l’elicottero del 118 è atterrato l’incidente non appariva grave. Roberto era cosciente. Aveva la
frattura di cinque costole. Ma infondeva ottimismo a chi gli era vicino. Ma già un’ora dopo, alla
prima Tac, il cuore ha ceduto probabilmente per un’emorragia interna. Resta da capire che
cosa abbia provocato l’uscita di strada della Yamaha: pare un’auto in senso contrario. Enorme
il dolore tra i parenti e amici. E ieri nella casa di Fontane di Villorba, dove vivono i genitori, e la
sorella Katiuscia è stato un susseguirsi di visite di cordoglio. Oggi probabilmente l’autopsia e la
data sui funerali, che si svolgeranno a Fontane di Villorba.
Fonte della notizia: ilgazzettino.it
Via Tiberina, scontro frontale nella notte: un morto e tre feriti gravi
16.03.2015 - È di un morto e tre feriti il bilancio di un frontale tra auto avvenuto nella notte
su via Tiberina, alla periferia di Roma. Lo si apprende dalla polizia municipale che si occupa dei
rilievi. L'incidente è avvenuto intorno alla mezzanotte. Sul posto sono intervenuti i vigili del
fuoco che hanno estratto i feriti dalle auto. I tre, tutti stranieri, sono stati trasportati in codice
rosso all'ospedale Sant'Andrea.
Fonte della notizia: ilmessaggero.it
Drammatico incidente stradale nel siracusano: auto s’incendia, un morto
16.03.2015 - Una persona e’ morta nell’incendio di un veicolo sulla strada statale 287 di Noto,
in provincia di Siracusa. L’i'incidente e’ avvenuto nel tratto tra Villa Vela e San Corrado di
Fuori, che e’ stato provvissoriamente chiuso al traffico dall’Anas. Sul posto squadre della stessa
azienda e le forze dell’ordine per la gestione della viabilita’ e per i rilievi necessari a stabilire le
cause dell’incendio.
Fonte della notizia: strettoweb.com
Incidente stradale a Doganella. Macchina si ribalta, conducente grave
16.03.2015 - Ancora sangue sulle strade di Latina. Questa mattina, attorno alle 7.00, si è
verificato un incidente sulla strada Ninfina, in località Doganella. Per cause ancora da
accertare, un'auto si è ribaltata su se stessa ed è stato necessario l'intervento dei Vigili del
Fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere. Sul posto un'ambulanza del 118 per trasportare
l'uomo in codice rosso all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina.
Fonte della notizia: ilcaffe.tv
Donna morta investita da bus urbano Bari
Vittima una georgiana di 46 anni, era insieme a figlia e amica
BARI, 15 MAR - 15 MAR - Una donna di 46 anni di nazionalità georgiana è morta a Bari
investita da un bus urbano dell'Amtab mentre attraversava la strada. L'incidente si è verificato
al quartiere Libertà in via Crispi, all'altezza dell'incrocio con via De Cristoforis. Al momento
dell'incidente, le cui cause sono da chiarire, la 46enne era in compagnia della figlia 22enne e di
un'amica. La donna è deceduta poco dopo il ricovero al Policlinico di Bari. Sotto shock l'autista
del bus.
Fonte della notizia: ansa.it
Scontro in costiera, centauro 19enne in coma
di Mario Amodio
MAIORI 15.03.2015 - Doveva essere una giornata allegra, quella di sabato, per una comitiva di
giovani dell’Agro, giunti in Costiera Amalfitana a bordo dei loro scooter. E invece non è andata
così: un loro amico ora sta combattendo contro la morte. E tutto a causa di un grave incidente
stradale tra le curve a picco sul mare. A restare vittima dell’ennesimo impatto sull’asfalto della
statale 163 è stato Francesco Ferrentino, un diciannovenne di Castel San Giorgio che sabato
sera rientrava nell’Agro insieme con una comitiva di amici. Il giovane, che viaggiava a bordo di
uno Yamaha TMax 500, avrebbe impattato, per cause in via di accertamento, contro un’auto
che procedeva in senso contrario. Secondo una sommaria ricostruzione, la velocità potrebbe
non essere stavolta la causa del grave incidente. Infatti, il giovane avrebbe perso il controllo
del ciclomotore scivolando sull’asfalto e impattando con l’autovettura che era diretta verso
Maiori. L’episodio è accaduto all’altezza di Capo d’Orso intorno alle 18.30 quando i giovani
rientravano nei luoghi di residenza dopo una giornata trascorsa in Costiera.
Fonte della notizia: ilmattino.it
Pesaro, moto contro l'auto parcheggiata Gravissimo centauro 32enne
PESARO 15.03.2015 - Grave incidente in via Cilea, una parallela secondaria di via Ponchielli.
Un motociclista ha perso il controllo del mezzo ed è finito contro un’auto in sosta riportando
una serie di traumi. E’ accaduto intorno alle 16.30 per cause ancora in corso di accertamento
da parte della polizia municipale intervenuta sul posto insieme al 118. Pare che il centauro, un
giovane di 32 anni di Monteciccardo, Alessio Natali, abbia fatto tutto da solo senza coinvolgere
altre persone. Trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale San Salvatore i medici ne
hanno disposto il ricovero in Rianimazione. La sua prognosi è riservata.
Fonte della notizia: ilmessaggero.it
Incidente sulla Statale 172, ferito un motociclista
Lo scontro tra una BMW X1 e una moto di grossa cilindrata è avvenuto questa
mattina, domenica 15 marzo, nei pressi della curva "Cesaretta"
15.03.2015 - L’incidente stradale si è verificato in un’ora di punta, intorno alle 12.30, quando
sull’arteria che collega Fasano a Taranto il traffico era piuttosto sostenuto. All’altezza di una
curva a gomito, lo schianto tra una Honda e una Bmw X1. Non è chiara la dinamica
dell’incidente, al vaglio comunque dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della
Compagnia di Fasano, intervenuti sul posto per i rilievi del caso. I primi automobilisti hanno
subito richiesto soccorso al 118: l’ambulanza, giunta sul posto subito dopo, ha trasportato il
32enne tarantino in ospedale ad Ostuni. Inizialmente è stato stabilizzato sul posto e poi
trasferito in ospedale: i medici gli hanno riscontrato una frattura al polso e se la caverà in
poche settimane. Considerato l’impatto, le conseguenze potevano essere anche più gravi.
Illeso, invece, il conducente del fuoristrada, un 38enne della provincia di Bari. È preoccupante
il fenomeno degli incidenti che si verificano di domenica lungo le strade di collina del fasanese
e del monopolitano, in cui restano coinvolti soprattutto giovani alla guida di potenti moto.
Appena due settimane fa, un motociclista di 46 anni, Domenico Elia di Ceglie Messapica, è
rimasto ucciso in un incidente stradale avvenuto sulla strada provinciale 146 Monopoli-
Alberobello. Approfittando della giornata di sole l'uomo era uscito per un giro in moto in
compagnia di altri motociclisti.
Fonte della notizia: fasanolive.com
Ubriaco fa incidente, suo autocarro contro auto con mamme e bambini
Domenica sera, a Vigonza, all'incrocio tra via Cavinello e via Cornara. Un 54enne di
Pianiga è stato trovato alla guida con un tasso alcolico di 2,46 grammi/litro. Gli è
stata ritirata la patente, sequestrato il mezzo
15.03.2015 - Incidente, domenica a Vigonza, all'incrocio tra via Cavinello e via Cornara.
Coinvolti un autocarro, condotto da un 54enne di Pianiga, ed una Fiat Panda, guidata da una
donna di 36 anni, residente a Villanova di Camposampiero, che viaggiava assieme ad un'amica
e ai rispettivi figli, tutti minori.
AUTOSTA UBRIACO. L'autista dell'autocarro, a seguito di accertamenti condotti dai carabinieri
intervenuti peri rilievi, è risultato positivo all'etilometro con un tasso alcolico di ben 2,46
grammi/litro. Immediato è scattato il ritiro della patente di guida. Il mezzo gli è stato invece
sequestrato.
FERITI LIEVI. Per fortuna, gli occupanti dell'auto hanno riportato solo lievi escoriazioni e si
sono recati autonomamente al pronto soccorso per le medicazioni del caso.
Fonte della notizia: padovaoggi.it
Incidente spettacolare in viale Redi: auto si ribalta, salvata la conducente
Nel pomeriggio una ragazza, alla guida di una utilitaria, ha urtato un'auto in sosta. La
macchina, forse per l'alta velocità, si è ribaltata
15.03.2015 - Spettacolare incidente in viale Redi, questo pomeriggio intorno alle 16:30. Una
Citroen C3, guidata da una ragazza, ha urtato violentemente un'auto ferma in sosta. L'auto
condotta dalla giovane, forse a cuasa dell'eccessiva velocità, si è ribaltata cappottandosi sul
lato passeggero. Oltre alla polizia sul posto sono dovuti intervenire i Vigili del fuoco, che sono
riusciti ad estrarre la ragazza dalla vettura. La giovane è stata poi presa in carico dal personale
medico del 118.
Fonte della notizia: firenzetoday.it
Incidente a Monastier: schianto fra due auto, ferito bimbo di 9 mesi
Lo schianto lungo la provinciale 61. Tre le persone ferite, tra cui un bambino e la
mamma, entrambi portati all'ospedale di Treviso in ambulanza
MONASTIER 13.03.2015 - Prima lo schianto, poi le due auto terminano la corsa all’interno del
fossato. Il bilancio è di tre feriti, tra cui un bimbo di soli nove mesi portato all’ospedale in
condizioni piuttosto serie. Un brutto incidente dalle conseguenze fortunatamente non tragiche,
quello avvenuto lungo la strada provinciale 61, a Monastier sabato sera, come scrive la stampa
locale. Due i mezzi coinvolti, che si sarebbero scontrati frontalmente per cause ancora al vaglio
dei carabinieri. Entrambi i veicoli, subito dopo lo scontro, hanno terminato la corsa all’interno
del fossato laterale alla carreggiata. A bordo della prima auto tre persone, una donna, il marito
e il figlio di nove mesi. Quest’ultimo insieme alla mamma è rimasto ferito ed è stato
trasportato al Ca’ Foncello in ambulanza. A lanciare l’allarme è stato proprio il padre del
piccolo, che non avrebbe riportato gravi traumi e sarebbe stato in grado di avvisare i soccorsi.
Ferito e portato al pronto soccorso anche il conducente della seconda auto, finita
inevitabilmente nel fossato dopo l’impatto.
Fonte della notizia: trevisotoday.it
SBIRRI PIKKIATI
Nell’ennese, in manette rumeno: violenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale
NICOSIA 16.03.2015 – Notte movimentata nell’ennese con i militari dell’arma chiamata agli
straordinari. Nella notte tra sabato e domenica scorsa i Carabinieri della Compagnia di Nicosia
hanno tratto in arresto in flagranza di reato il 25enne Matei Adrian di nazionalità rumena,
residente a Nicosia, poiché ritenuto responsabile del reato di violenza, minaccia e lesioni a
pubblico ufficiale. Nel corso della notte, intorno alle 02.30, il Matei mentre si trovava presso il
club Nigro, in via Salomone di Nicosia, richiedeva l’intervento dei Carabinieri chiamando il 112,
in quanto, a suo dire, poco prima era stato buttato fuori dal locale ingiustamente. I militari
hanno preso contatti con il Matei e con il titolare dell’attività. Il cittadino rumeno si mostrava
sin da subito agitato ed in evidente stato di ebbrezza alcolica, particolarmente insofferente alle
domande dei Carabinieri. I militari apprendevano così che, poco prima, il gestore del locale
aveva gentilmente invitato il rumeno ad uscire fuori dalla struttura in quanto ubriaco. Nel corso
delle operazioni il Matei, improvvisamente ed immotivatamente, si scagliava contro i
Carabinieri con violenza colpendoli con calci e pugni. L’uomo a quel punto veniva bloccato e
tratto in arresto. Dopo essere stato condotto presso la locale caserma, in preda ai fumi
dell’alcol continuava a ingiuriare i militari operanti scagliando la sua rabbia e colpendo
violentemente le auto di servizio. Il Matei veniva trattenuto presso le camere di sicurezza come
disposto dal magistrato di turno della Procura della Repubblica di Enna, in attesa del giudizio
direttissimo. I componenti della pattuglia sono stati riscontrati affetti da contusioni e lesioni
varie.
Fonte della notizia: ilfattonisseno.it
Fly UP