...

Il Fondo sociale europeo al lavoro - Aiutare le persone

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Il Fondo sociale europeo al lavoro - Aiutare le persone
Il Fondo sociale
europeo al lavoro
Aiutare
le persone
a trovare
lavoro
Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta
l’UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro
migliori, attraverso attività come formazione, riqualificazione, counselling e consulenza di qualità sulla crescita professionale.
I progetti dell’FSE, messi in pratica dalle organizzazioni
locali, consentono di migliorare le prospettive di lavoro
di milioni di cittadini europei, orientandosi in particolare verso quelli che hanno maggiori difficoltà a trovare
un impiego. Tra il 2007 e il 2011, ben 2,4 milioni di
partecipanti a programmi dell’FSE per l’occupazione
hanno trovato un lavoro entro sei mesi dallo svolgimento
del proprio progetto.
L’FSE prepara anche la forza lavoro europea per far
fronte alle mutevoli esigenze dell’economia. I programmi
di formazione aiutano le persone a ottenere il massimo
dalle nuove opportunità che emergono in un’economia
più verde. L’FSE sostiene i cambiamenti di percorso professionale e un insegnamento di livello migliore, affinché
tutti possano mettere in pratica il proprio potenziale.
L’Europa sociale
L’FSE: un approccio
pratico alla creazione
di opportunità
Attraverso un approccio
attivo, affinché le
competenze delle persone
corrispondano alle richieste
del mercato del lavoro…
A causa della crisi economica, molte persone stanno
cercando un lavoro, e riscontrano che le loro competenze non sono richieste nell’area in cui vivono. Inoltre,
le caratteristiche del mercato del lavoro in Europa stanno
cambiando: l’allontanamento dall’industria pesante e
manifatturiera ha portato alla scomparsa di alcune
forme di impiego tradizionali. Contemporaneamente, in
numerosi settori la necessità di manodopera altamente
qualificata rimane insoddisfatta, lasciando scoperte
molte posizioni.
L’FSE supporta molte organizzazioni che offrono corsi di
formazione, oltre a servizi personalizzati e orientamento.
In base alle esigenze locali, può inoltre fornire assistenza
nell’aiutare le persone che seguono percorsi di apprendistato o di formazione professionale.
I lavoratori qualificati rischiano di perdere il posto se
il loro settore è in difficoltà. I progetti dell’FSE offrono
svariate possibilità di formazione, creando spesso nuove
opportunità nella cosiddetta economia a basse emissioni
di carbonio e nelle attività legate alla tutela dell’ambiente. Essi consentono inoltre di potenziare la capacità
di lavorare in altri paesi dell’UE mediante corsi di lingua o
programmi di scambio con i partner, coinvolgendo anche
datori di lavoro di altri paesi.
I servizi pubblici per l’impiego, essendo a stretto contatto
con le persone in cerca di lavoro e con i datori di lavoro,
sono dei partner importanti per i progetti volti ad avvicinare le persone al mondo del lavoro.
La ricetta per il successo
Un programma di formazione in Portogallo, sostenuto
dall’FSE, ha aiutato circa 100 000 persone a sviluppare
preziose competenze necessarie sul mercato del lavoro.
Il Centro di formazione professionale per il settore alimentare (CFPSA) promuove programmi di formazione
nelle aree del controllo della qualità sulla carne e sui
prodotti alimentari e agricoli, della gestione degli alimenti, della pasticceria e della ristorazione.
I corsi sono proposti sia ai giovani in cerca di prima occupazione, sia alle persone già occupate che desiderano
ampliare le loro competenze.
Il tasso di occupazione di chi ha seguito uno degli
8 000 corsi del Centro dimostra quanto il programma
sia efficace: al termine, quasi tutti i partecipanti hanno
trovato un lavoro.
counselling e al coaching nelle competenze informali, le
azioni dell’FSE migliorano notevolmente le prospettive
di occupazione dei partecipanti.
Aiutando le persone a lavorare
più a lungo…
Agevolando l’acquisizione
di nuove competenze a
qualsiasi età…
Le nuove competenze offrono nuove
opportunità
Le azioni dell’FSE hanno l’obiettivo di potenziare le competenze e di incrementare la percentuale di persone
qualificate per il mercato del lavoro attuale. Un concetto
chiave per il raggiungimento di questi obiettivi è l’apprendimento permanente.
L’apprendimento permanente consente di rimuovere gli
ostacoli che impediscono ad alcune persone di ricavare il massimo dai sistemi tradizionali di istruzione e
formazione. Una strategia di successo deve migliorare
e riformare i sistemi di istruzione, fornendo, allo stesso
tempo, sostegno alle persone.
L’FSE è uno dei principali mezzi di finanziamento dei
progetti per l’apprendimento permanente in tutta l’UE.
Nel periodo 2007-2013, per questa priorità sono stati
stanziati 32 miliardi di euro (il 42 % del bilancio totale
dell’FSE). Solo nella prima metà del periodo hanno partecipato circa 5 milioni di giovani, 5,5 milioni di persone
con competenze di basso livello e 576 000 anziani in
tutta l’UE.
Via via che il profilo della forza lavoro europea si modifica, sarà sempre più importante assistere i lavoratori più
anziani. L’esperienza di questo gruppo non viene messa
in discussione, ma lo spostamento delle opportunità
nel mercato del lavoro può richiedere la modifica delle
prassi lavorative e l’introduzione di attività di riqualificazione professionale.
Aiutare i lavoratori più anziani a conservare il posto di
lavoro più adatto per loro comporta anche la necessità da parte dei datori di lavoro di proporre pratiche
lavorative orientate all’età avanzata. L’FSE supporta le
aziende che desiderano offrire più opportunità di lavoro
part-time, orari di lavoro flessibili o un ambiente di lavoro
adattato. In questo modo avranno maggiori possibilità di
continuare ad avvalersi delle competenze dei dipendenti
più anziani, con vantaggi reciproci.
Promuovendo lo spirito
imprenditoriale in Europa…
Il 99 % delle imprese europee sono di piccole e medie
dimensioni e danno lavoro a un totale di circa 65 milioni
di persone in tutta l’UE. Dagli immigrati che avviano
imprese familiari, fino ai genitori con figli piccoli che
propongono servizi on-line da casa per conciliare il
lavoro e le esigenze della famiglia, l’Europa è piena
di idee brillanti.
Per coloro che rischiano di perdere il lavoro, i disoccupati
a lungo termine e coloro che non hanno mai avuto un
impiego, un’ulteriore difficoltà può essere data dalla
mancanza di fiducia. In questi casi, i progetti che prevedono formazione professionale e orientata alle competenze generali oppure indicazioni sulle prima fasi
dell’attività lavorativa possono fornire un aiuto in grado
di fare la differenza.
Ridurre gli ostacoli che le persone si trovano ad affrontare per avviare un’attività, come la difficoltà di accesso
ai finanziamenti, è uno dei modi in cui l’FSE può intervenire per aiutare le piccole aziende a crescere. In molti
paesi, le iniziative dell’FSE propongono dei micro-finanziamenti per le start-up che potrebbero avere difficoltà a
ottenere prestiti attraverso i canali tradizionali.
Collegando tra loro tutti gli elementi dell’apprendimento
permanente, dalla formazione alla consulenza, fino al
I corsi di formazione finanziati dall’FSE migliorano anche
le competenze delle persone in termini di abilità imprenditoriali, trattando argomenti come la contabilità o il
KE-01-13-574-IT-N
diritto del lavoro. È possibile offrire anche consulenza,
soprattutto nelle fasi in cui gli aspiranti imprenditori
redigono i loro business plan. Il networking con titolari
di piccole imprese di successo è un altro modo per incoraggiare chi è agli inizi.
Unire le risorse per accompagnare i
giovani in cerca di lavoro sulla strada
verso il successo
In Scozia, un pacchetto di investimenti da oltre
100 milioni di euro, che raccoglie risorse del governo
locale e di quello nazionale, con il sostegno dell’FSE e con
investimenti da parte dei datori di lavoro, ha l’obiettivo
di aiutare fino a 10 000 giovani ad accedere al mondo
del lavoro, in particolare nelle piccole imprese. Si prevede
che vengano creati 3 000 nuovi posti di lavoro in piccole
imprese di tutto il paese, per lavoratori di tutte le età.
Che cosa ci aspetta?
Il sostegno dell’FSE ai paesi e alle regioni dell’UE per
aiutare le persone a trovare lavoro è più importante che
mai, alla luce dell’attuale crisi economica. La riqualificazione, il potenziamento delle competenze e il counselling
personalizzato hanno aiutato molte persone ad accedere
al mercato del lavoro: l’FSE coinvolge oltre 15 milioni di
partecipanti ogni anno.
Le migliaia di organizzazioni locali, regionali e nazionali
che danno linfa all’FSE continueranno a lavorare su queste esperienze, ma presteranno ancora più attenzione
al finanziamento di quei progetti che mostrano risultati
evidenti. I giovani saranno protagonisti di molte attività.
L’FSE li aiuterà a entrare nel mercato del lavoro migliorando i sistemi di istruzione e di formazione, agevolando
la transizione verso il lavoro, attuando dei programmi
di apprendistato o sostenendo l’imprenditorialità e
la mobilità.
Un altro obiettivo è quello di soddisfare le esigenze dei
lavoratori anziani in Europa. Aiutando i lavoratori a beneficiare dell’apprendimento permanente e sostenendo i
datori di lavoro nell’introdurre modalità di lavoro adeguate, queste persone, sempre più numerose, verranno
aiutate a lavorare nel modo a loro più adatto.
L’FSE investe nelle persone. Sono le persone, senza alcun
dubbio, la ricchezza più importante per l’Europa.
Ulteriori informazioni sull’FSE:
http://ec.europa.eu/esf
Questa pubblicazione è disponibile in formato elettronico in tutte le lingue ufficiali dell'UE.
© Unione europea, 2013
Riproduzione autorizzata con citazione della fonte.
ISBN 978-92-79-34053-6 (epub)
ISBN 978-92-79-33298-2 (online)
https://www.facebook.com/socialeurope
https://twitter.com/EU_Social
doi:10.2767/8278 (online)
doi:10.2767/67218 (epub)
Fly UP