...

Biblioteche in cerca di alleati

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Biblioteche in cerca di alleati
Biblioteche
in cerca di alleati
convegno stelline 2013
Cronaca (per immagini)
di un convegno
G
iovedì 14 e Venerdì 15 marzo 2013 si è svolta
a Milano la diciottesima edizione del
Convegno delle Stelline, di cui “Biblioteche oggi”
ha curato, come per gli anni precedenti,
la progettazione scientifica e l’organizzazione.
Il Convegno, che ha avuto come tema “Biblioteche
in cerca di alleati”, si è tenuto al Palazzo delle Stelline
di Milano, promosso dalla nostra rivista,
dalla Regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune
di Milano, in collaborazione con l’Associazione italiana
biblioteche, l’Associazione italiana editori,
la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori,
la Fondazione BEIC, la Fondazione Stelline.
Oltre 2.000 partecipanti, 60 relatori suddivisi
in 8 sessioni, 20 iniziative collaterali e workshop,
un’esposizione (Bibliostar) di servizi, tecnologie e arredi
per le biblioteche con molti visitatori costituiscono
il positivo bilancio di un evento che è divenuto un
appuntamento irrinunciabile per i bibliotecari italiani.
Sorprende che a fronte delle difficoltà economiche
vissute dalle biblioteche si sia addirittura registrato
un significativo incremento nel numero dei partecipanti.
È un segno del radicamento di questa manifestazione
nella comunità professionale dei bibliotecari, dai quali
viene considerata come un’importante occasione
di aggiornamento e di incontro (anzi di mille incontri)
fra colleghi che si ritrovano spontaneamente ma anche
in modo organizzato scambiandosi idee ed esperienze.
Lo dimostra, ad esempio, la fioritura di riunioni
di gruppi e associazioni professionali di “ambito
tematico”: dai bibliotecari wikipediani ai bibliotecari
biomedici, da quelli aderenti al MAB (Musei, Archivi,
Biblioteche) a quelli che aderiscono alla federazione
IDEM e a tante altre espressioni associative,
oltre naturalmente alle riunioni programmate dall’AIB.
Il successo della manifestazione va tuttavia ricercato
principalmente nello svolgimento dei lavori
del convegno, nell’attualità e novità dei temi affrontati,
nella qualità delle relazioni che si sono succedute
nelle diverse sessioni.
Ciò che è emerso con chiarezza dai lavori è che
in un periodo difficile per le biblioteche, alle prese
Biblioteche oggi • aprile 2013
con i tagli delle risorse e gli effetti della crisi, occorre
puntare decisamente sul cambiamento, spingendo
le biblioteche a ricercare nuove soluzioni e favorendo
un cambio di paradigma e di pratiche. In particolare
diviene essenziale per le biblioteche ricercare in modo
sistematico e al tempo stesso creativo nuove alleanze,
non limitandosi a riconfermare le pur utili politiche
di cooperazione interbibliotecaria, ma orientando
decisamente le proprie strategie verso la condivisione,
una scelta che renda cioè partecipi del progetto della
biblioteca la pluralità di attori con i quali essa si trova
a relazionarsi. È un processo di condivisione che deve
vedere come primi protagonisti e alleati gli utenti
per arrivare a coinvolgere i cittadini, le comunità
di riferimento e i numerosi interlocutori con cui la
biblioteca interagisce sul territorio, nelle università,
nei circuiti della comunicazione scientifica, nel sistema
delle istituzioni della memoria e della cultura, nella
scuola, nella filiera del libro e dell’informazione, nella
rete dei servizi sociali e del volontariato. Una strategia
che punti a rendere gli altri attivamente partecipi del
progetto della biblioteca, sviluppando al tempo stesso
da parte della biblioteca una propensione a condividere
il progetto degli altri in una logica di integrazione
e di arricchimento reciproco.
Impossibile rendere conto delle tantissime iniziative
collaterali, i cui contenuti i diversi enti o associazioni
“titolari” provvederanno autonomamente a pubblicizzare
attraverso i canali più vari a cominciare dai loro siti.
Difficile rappresentare anche la complessità
e la ricchezza di contenuti delle otto sessioni principali,
di cui – in attesa della pubblicazione degli atti
in formato e-book – offriremo alcuni assaggi
già a partire da questo numero di “Biblioteche oggi”.
Nelle pagine seguenti abbiamo voluto tracciare
una sorta di percorso fotografico tra le sessioni
del convegno, che vuole essere anche un modo
per ringraziare i numerosi relatori che hanno
contribuito al successo della manifestazione.
Ma un ringraziamento speciale va ancora una volta
ai bibliotecari che non hanno mancato di dimostrarci
il loro sostegno e il loro interesse partecipando numerosi.
5
apertura dei lavori
1. Salutidelleautorità: da sinistra Stefano Parise (Presidente
dell’Associazione Italiana Biblioteche), Marco Polillo (Presidente
dell’Associazione Italiana Editori), Novo Umberto Maerna
(Vicepresidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Milano) 1
2. Aldo Pirola, Direttore del Settore Biblioteche del Comune
di Milano, ha coordinato la sessione inaugurale
3. Salutidelleautorità: da sinistra, Maria Pia Redaelli (Dirigente di Regione Lombardia
in rappresentanza dell’Assessore Valentina Aprea), PierCarla Delpiano (Presidente
della Fondazione Stelline), Stefano Boeri (Assessore alla Cultura del Comune di Milano)
4. Dopo la registrazione, i partecipanti al Convegno “Biblioteche in cerca di alleati”
si avviano verso la Sala Manzoni dove sta per avere inizio la sessione inaugurale
5. Veduta di una parte
dell’affollata sala
durante la sessione
inaugurale
2
3
5
4
Cambio di prospettiva
Èlasessionechehaintrodottoilavoridelconvegnoaffrontando
alcunitemiportantiecontribuendoaindividuarealcunelinee
delcambiamento.Scenarietendenzesulcuisfondocostruire
nuoveprospettivedicondivisioneperlabiblioteca.
6. Luca De Biase ha aperto i lavori di questa sessione fornendo spunti e
suggestioni per interpretare la rete in una prospettiva di condivisione
Le fotografie sono di Erica Brusamolin
Istituto di istruzione superiore “Pier Paolo Pasolini”, Milano
6
6
Biblioteche oggi • aprile 2013
I nuovI confInI delle
bIblIoteche accademIche
Al centro le biblioteche delle università e la loro
progettualità nella definizione di un rapporto
rinnovato con la didattica, la comunità
scientifica, l’editoria e il territorio.
7
8
9
7. Massimo Coen Cagli durante il suo intervento dedicato alle nuove strategie di fundraising
8. Giovanni Solimine affronta il tema “Biblioteche moltiplicatrici di welfare e biblioteconomia sociale”
9. Il passaggio dal paradigma dell’accesso al paradigma della condivisione è stato trattato da Anna Maria Tammaro
la condIvIsIone come progetto
Percorsi, approfondimenti ed esperienze nel segno della ricerca di alleanze.
Nella seconda parte della sessione il focus si sposterà sui social network
come strumenti di condivisione.
10. Claudio Gamba (Dirigente Struttura Musei Ecomusei Biblioteche e Archivi
di Regione Lombardia) ha coordinato i lavori della sessione pomeridiana
I cIrcuItI
sapere
11.
Da sinistradel
a destra:
Maria Stella Rasetti (La biblioteca partecipata:
dal
bilancio
sociale
a
nuovi
modelli di condivisione del valore),
traLuca
cooperazIone
e competIzIone
Ferrieri (Leggere con ogni mezzo: le alleanze digitali della biblioteca),
Con
la partecipazione
più grande
Letizia
Valli (Alleanze fradel
pubblico,
privati enetwork
cittadini nell’esperienza
del
Multiplo)
e
Waldemaro
Morgese
(Le ecobiblioteche:
condivisioni
bibliotecario del mondo e di esponenti
della
e
alleanze
fondate
su
contenuti
strategici)
grande editoria scientifica un confronto serrato
12. Liù Palmieri durante il suo intervento su biblioteche e social network
sulle
nuove frontiere della cooperazione e sulla
13. Fabio Venuda e Susanna Giaccai sono intervenuti, rispettivamente,
ricerca
di un dei
terreno
comuneperper
lo sviluppo
sullo studio
social network
rilevare
la reputazione delle istituzioni
culturali
e sul ruolo collaborativo dei bibliotecari in Wikipedia
delle
biblioteche.
10
12
13
11
7
I nuovI confInI delle bIblIoteche accademIche
Di scena le biblioteche delle università e il loro sforzo progettuale
nella definizione di un rapporto rinnovato con la didattica,
la comunità scientifica, l’editoria e il territorio.
14. Maria Cassella apre i lavori della sessione individuando le linee strategiche
del progetto di cooperazione e condivisione delle biblioteche accademiche
e di ricerca
15. Antonella De Robbio affronta il tema della ridefinizione del ruolo
delle biblioteche accademiche nella filiera della comunicazione scientifica
16. Da sinistra a destra: Paola Coppola (La collaborazione tra docenti e
bibliotecari nella formazione universitaria), Alberto Salarelli che ha coordinato
la sessione, Mirka Giacoletto Papas (intervenuta in rappresentanza dell’Aie,
ha affrontato il tema “Editoria accademica: la capacità di vivere il futuro”)
17. Laura Ballestra è intervenuta sul tema: “Università-scuola-città: la trasmissione
dei saperi bibliografico-documentali ai ragazzi della scuola superiore”
14
15
16
17
I cIrcuItI del sapere tra cooperazIone e competIzIone
Con la partecipazione del più grande network bibliotecario
del mondo e di esponenti della grande editoria scientifica
un confronto serrato sulle nuove
frontiere della cooperazione
e sulla ricerca di un terreno
comune per lo sviluppo
delle biblioteche.
18. Tommaso Giordano,
Vicedirettore della Biblioteca
dell’Istituto Europeo di Fiesole,
ha coordinato questa sessione
19. Eric van Lubeek illustra le
strategie collaborative di OCLC
18
8
19
Biblioteche oggi • aprile 2013
20
21
22
20. Giuseppe Vitiello ha esaminato le diverse opzioni strategiche
per l’open access e lo stato dell’informazione scientifica in Italia
21. Lluís Anglada i de Ferrer si è soffermato sugli effetti
del cambiamento di paradigma per le biblioteche
e la ricerca di nuove alleanze
22. Piero Attanasio ha illustrato le esperienze europee nello scambio
di metadati fra editori e biblioteche
23. Dagmar Laging si è interrogata sul rapporto fra la grande
editoria internazionale e i network bibliotecari
24. Guido Badalamenti ha tracciato le linee di una possibile
partnership tra biblioteche universitarie e editoria scientifica
25
23
24
26
25. Il punto di distribuzione delle relazioni “preso d’assalto” a conclusione di una sessione di lavoro
26. Una veduta dell’area relax, novità particolarmente apprezzata dell’edizione 2013 di Bibliostar
Biblioteche oggi • aprile 2013
9
Se la mappa è il teSoro... Nuovi StrumeNti
per coNoScere il territorio e creare alleaNze
È il titolo della sessione che quest’anno ha curato la Fondazione
Arnoldo e Alberto Mondadori. Una mappa per conoscere il palinsesto
urbano, per appropriarsi della nostra identità, per costruire reti
e alleanze, per partecipare consapevolmente, per viaggiare nel tempo,
per incontrare e condividere, per tracciare
sentieri di conoscenza e consapevolezza.
Una mappa per amplificare il ruolo di
biblioteche e scuole, musei e librerie, teatri
e sale cinematografiche, università e istituti
culturali, come presidi sul territorio.
26. Lo scrittore Gianni Biondillo ha intrattenuto
il pubblico sul tema “Raccontare la città”
27. Da sinistra a destra: Giovanni Mometto
(Appartenere alla città: una piattaforma
per promuovere la cittadinanza attiva),
27
Giovanni Baule (Mappe per il palinsensto
urbano) e Luisa Finocchi, Direttore della Fondazione
Arnoldo e Alberto Mondadori, che ha coordinato
i lavori della sessione
28. Gianluca Migliavacca (Sentieri metropolitani:
una infrastruttura concettuale)
29-30-31-32. Paola Dubini, Carla Ida Salviati, Sergio Conti
e Matteo Pavesi sono stati i protagonisti della tavola
rotonda “Geolocalizzati ovvero alleati: biblioteche,
scuole, sale cinematografiche”
33. Uno scorcio della Sala Volta dove si è svolta la sessione
26
28
29
30
31
33
32
10
Biblioteche oggi • aprile 2013
prove
partecIpazIone
I nuovIdIconfInI
delle
bIblIoteche
accademIche
Il
coinvolgimento
del territorio e la mobilitazione delle sue risorse, sfide vitali
per
le biblioteche,
in una sessione
che si propone
unire approfondimenti metodologici,
Al centro
le biblioteche
delle università
e la di
loro
buone
pratiche nella
e confronto
sui diversi
modelli
interpretativi.
progettualità
definizione
di un
rapporto
33.
Claudio Martino,
rinnovato
con Direttore del Settore Cultura
e
Beni
culturali
della Provincia di Milano,
la didattica,
ha coordinato la sessione
la comunità
34. Marianella Sclavi è intervenuta sulla progettazione
scientifica,
e facilitazione dei processi partecipativi
35. Antonella Agnoli ha parlato dei volontari in biblioteca
come esempio di cittadinanza attiva
36. Anche Nerio Agostini si è occupato dei volontari
in biblioteca: una risorsa o un problema?
37. Vittorio Ponzani è ritornato sui temi del fundraising
individuandone le opportunità (e alcuni rischi)
33
per una biblioteca in cerca di alleanze
38. Federico Pasotti ha illustrato le esperienze delle biblioteche rionali di Milano
nel coinvolgimento del territorio
39. Marilena Cortesini ha presentato una campagna di azionariato popolare promossa dalla
Biblioteca di Cologno Monzese
40. Nicola Marton Horvath
ha riportato i risultati
di un’indagine condotta da un
gruppo di lavoro dell’Università
statale di Milano sulla
non utenza e gli utenti marginali
In visita agli
di “Bibliostar.
I41.cIrcuItI
delstand
sapere
Diciottesima esposizione
tradicooperazIone
servizi, tecnologie e
e arredi per le biblioteche”
36
37
competIzIone
34
35
38
Con la partecipazione
del più grande network
bibliotecario del
mondo e di esponenti
della grande editoria
scientifica un confronto
serrato sulle nuove
39
40
Biblioteche oggi • aprile 2013
41
11
BiBlioteche, archivi, musei: la convergenza possiBile
Il tema sempre più attuale, recentemente rilanciato
dagli Stati generali delle professioni dei beni
culturali, è stato ripreso e approfondito privilegiando
l’individuazione di strategie e linguaggi, supportati
anche da casi di studio, che possano permettere
alle istituzioni culturali della memoria di realizzare
forme avanzate di integrazione.
42. Alberto Garlandini, Presidente ICOM
Italia, ha coordinato la sessione
43. Maurizio Vivarelli ha svolto una relazione sul tema
“Il dialogo tra le istituzioni della memoria e la città”
44. Federico Valacchi (Dalla descrizione del documento
alla comunicazione attraverso il web)
45. Salvatore Vassallo (L’integrazione tra archivi
e biblioteche alla prova del web semantico)
46. Cinzia Rossi si è soffermata sugli aspetti
condivisi dei professionisti del patrimonio
culturale
47. Giulia Del Vecchio (La percezione
dello spazio nella biblioteca e nel museo:
ipotesi di percorsi comuni)
48. Gianluca Didino (L’architettura informativa
46
del Museo Torino: un caso di integrazione)
43
42
44
45
47
48
gli editori e la via d’oro dell’accesso aperto
49
È il titolo della sessione curata da Editech e Gruppo
accademico professionale AIE. Come si pongono
gli editori di fronte al fenomeno emergente dell’Open
Access? Un panorama italiano e europeo di posizioni
e soluzioni tese a realizzare
un equilibrio tra accesso libero
alla conoscenza e sostenibilità.
Sono intervenuti:
49. Mirka Giacoletto Papas, Presidente Gruppo accademico
professionale AIE, che ha moderato la sessione
50. Michael Mabe (STM International Association of Scientific,
Technical & Medical Publishers)
51. Maria Cassella (Sistema Bibliotecario
di Ateneo, Università di Torino)
52. Paola Dubini (Università Bocconi)
53. Piero Attanasio (Responsabile
progetti internazionali, AIE)
54. Eva Maria Scheer (Senior Sales
Manager, Wiley Open Access)
52
12
50
51
53
54
Biblioteche oggi • aprile 2013
Fly UP