...

Proposta di bando-tipo presentata il 6 luglio all`ANAC

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

Proposta di bando-tipo presentata il 6 luglio all`ANAC
Autorità Nazionale Anticorruzione
Bando-tipo per l’affidamento di contratti pubblici di
Servizi e Forniture
Schema di disciplinare di gara
PROPOSTA DALLA RETE DELLE PROFESSIONI TECNICHE
BANDO-TIPO
CON INTEGRAZIONI/MODIFICHE
PER I SERVIZI ATTINENTI ALL’ARCHITETTURA E ALL’INGEGNERIA
Sommario
ISTRUZIONI SINTETICHE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO .............................. 2
A.
Informazioni da riportare in base alle specifiche esigenze ........................................................ 2
B.
Ipotesi alternative ......................................................................................................................... 2
C.
Cause di esclusione ...................................................................................................................... 3
D. Soccorso istruttorio....................................................................................................................... 3
E.
Parti facoltative ............................................................................................................................. 3
F.
Parti vincolanti.............................................................................................................................. 4
G.
Testi disposti su colonne ............................................................................................................. 4
DISCIPLINARE TIPO
Premesse ............................................................................................................................................... 5
1.
Prestazioni oggetto dell’appalto, modalità di esecuzione e importo a base di gara ................. 6
2.
Soggetti ammessi alla gara ............................................................................................................... 7
3.
Condizioni di partecipazione ....................................................................................................... 7
4.
Presa visione della documentazione di gara e sopralluogo ........................................................ 8
5.
Chiarimenti ................................................................................................................................... 9
6.
Modalità di presentazione della documentazione ...................................................................... 9
7.
Comunicazioni ........................................................................................................................... 10
8.
Subappalto .................................................................................................................................. 10
9.
Ulteriori disposizioni .................................................................................................................. 11
10. Cauzioni e garanzie richieste ..................................................................................................... 12
11. Pagamento a favore dell’Autorità .............................................................................................. 15
12. Requisiti idoneità professionale, capacita economico-finanziaria e tecnico-organizzativa..15
13
Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte............................................ 19
14
Contenuto della Busta “A - Documentazione amministrativa” .............................................. 20
15
Contenuto della Busta “B - Offerta tecnico-organizzativa”..................................................... 29
16
Contenuto della Busta “C – Offerta economica” ..................................................................... 31
17
Modalità di verifica dei requisiti di partecipazione .................................................................. 31
18
Criterio di aggiudicazione.......................................................................................................... 32
19
Operazioni di gara ...................................................................................................................... 34
20
Verifica di anomalia delle offerte ............................................................................................... 36
21. Definizione delle controversie ................................................................................................... 37
22. Trattamento dei dati personali .................................................................................................. 37
ALLEGATO 1 MODELLO .. busta “C” – offerta economica......................................................... 39
1
ISTRUZIONI SINTETICHE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO
A. Informazioni da riportare in base alle specifiche esigenze
Le parti indicate in corsivo sono liberamente compilabili in base alle caratteristiche specifiche
dell’appalto. In tali parti, talvolta evidenziate tra parentesi quadre, sono spesso contenuti esempi o è
fornita una descrizione di come potrebbe essere riempito il relativo paragrafo da parte delle stazioni
appaltanti.
--- esempio --… avere validità per ... [almeno 180 gg / ovvero altro termine, in relazione alla durata prevista per la
validità dell’offerta] ... giorni dal termine ultimo per la presentazione dell’offerta.
Al fine di presentare la loro offerta economica, i soggetti che partecipano ad una gara
potranno utilizzare l’allegato 1, dichiarazione al disciplinare di gara, il cui contenuto è
meramente esemplificativo.
B. Ipotesi alternative
Le ipotesi alternative sono segnalate da una parentesi graffa a sinistra contenente una formula che
invita il redattore del bando a scegliere tra diverse ipotesi che sono intervallate dall’avviso “[o in
alternativa] “
--- esempio ---
Nella redazione del
bando/disciplinare
scegliere
una
opzione
Non si procederà all’aggiudicazione della gara in presenza di una/due
sola/e offerta/e valida/e, che non verrà/verranno aperta/e.
[o in alternativa]
Si procederà all’aggiudicazione, anche in presenza di una sola offerta
valida, sempre che sia ritenuta congrua e, conveniente ai sensi dell’art.
86, comma 3, del Codice.
2
C. Cause di esclusione
Sono indicate nel testo con le formule “a pena di esclusione”, “è causa di esclusione” o similari
ed evidenziate con il simbolo “►” all’inizio del paragrafo nel quale sono inserite.
--- esempio --► Il plico contenente l’offerta e la documentazione, a pena di esclusione, deve essere sigillato e
deve pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale entro le ore [……. del giorno ……,
esclusivamente all’indirizzo …. ]..
D. Soccorso istruttorio
I casi di mancanza, incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e delle dichiarazioni
sostitutive di cui al comma 2 dell’art. 38 del d.lgs. 163/06 e al comma 1-ter dell’art. 46 del Codice, che
possono essere sanati ai sensi del comma 2-bis del citato art. 38 dietro pagamento della sanzione
pecuniaria nella misura stabilita dal bando di gara, sono evidenziati con il simbolo “■”
--- esempio --Nella busta “A – Documentazione amministrativa” devono essere contenuti i seguenti documenti:
15.1. ■ domanda di partecipazione sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente, con allegata la copia
fotostatica di un documento d’identità del sottoscrittore; la domanda può essere sottoscritta anche da un
procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va allegata, a pena di esclusione, copia conforme all’originale
della relativa procura;
E. Parti facoltative
Prima della parte facoltativa è inserita, in grassetto tra parentesi quadre, un’indicazione del tipo
“[Facoltativo]”, “[Se richiesti requisiti di fatturato]”, “[In caso di avvalimento]”, etc., nella
quale è anche specificato il paragrafo/paragrafi cui l’indicazione si riferisce.
--- esempio --[Facoltativo: f)]
f) certificazione di qualità …………[indicare il/i tipo/i di certificazione idonei, proporzionati e
pertinenti ai servizi/forniture da affidare; esempi……. Etica (SA 8000); UNI EN 14000; BS OHSAS
18000;]………., o prove relative all’impiego di misure equivalenti;
3
F. Parti vincolanti
Le restanti parti, indicate con carattere normale, sono vincolanti nel senso indicato nella nota
illustrativa.
G. Testi disposti su colonne
I commi disposti su colonne ed in un riquadro, come il seguente esempio, sono relativi a profili tipici
delle gare per contratti di servizi (prima colonna) o gare per contratti di forniture (seconda colonna);
le clausole indicate saranno pertanto vincolanti per i relativi bandi, mentre dovranno essere
opportunamente integrate nel caso di appalti misti.
--- esempio ---
Servizi
Forniture
1.2 La durata dell’appalto è di …[mesi/anni…],
dalla data di …[indicare il termine iniziale; es. la
1.2 La fornitura dovrà essere effettuata ...[indicare
i termini per l’ esecuzione della fornitura es. 30
giorni; es con cadenza quindicinale secondo quanto
specificato del capitolato descrittivo prestazionale
sottoscrizione del contratto]...
...]…, dalla data di …[indicare il termine
contratto]
Per un corretto utilizzo del modello, si raccomanda un’attenta lettura della nota illustrativa.
4
DISCIPLINARE DI GARA
SERVIZI DI ARCHITETTURA E INGEGNERIA
GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L’APPALTO DI
… [sintetica descrizione del/i servizi oggetto dell’appalto] …
Premesse
Il presente disciplinare di gara contiene le norme integrative al bando relative alle modalità di
partecipazione
alla
procedura
di
gara
indetta
da…[indicare
la
stazione
appaltante
e
l’ufficio/ripartizione/articolazione]…, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai
documenti da presentare a corredo della stessa e alla procedura di aggiudicazione nonché le altre
ulteriori informazioni relative all’appalto avente ad oggetto …. …[ l’espletamento dell’attività concernente servizi
tecnici
di
architettura
e
ingegneria
di
_________________________
inerenti
i
lavori
di
______________________________________] come meglio specificato nel capitolato tecnico
prestazionale allegato.
L’affidamento in oggetto è stato disposto con delibera a contrarre del ………….…………………………
………………………………………………………………,
e avverrà mediante procedura aperta e con
il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi degli artt. 54, comma 2, e 83 del d.lgs. 12
aprile 2006, n. 163 (nel prosieguo, Codice) e dell’articolo 266 del decreto del presidente della Repubblica 10
dicembre 2010, n. 207 (nel prosieguo, Regolamento). Il bando di gara è stato …….[indicare tutti gli estremi di
pubblicazione del bando es: pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità europea del ……………. n……. ,
sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del
…………………….. n…… sul profilo del committente http//www………………,e: …. del ……….., del
…………., etc. etc.]……….
[In caso di validazione del progetto del servizio]
Il progetto è stato validato ……………………………………………………
Il luogo di svolgimento del servizio è ......................................................
CIG……………………………………………………………… [e CUP …………………………]
La documentazione di gara comprende:
1)
2)
3)
Documento di programmazione ai sensi dell’art. 271 del D.P.R. n. 207/2010 e/o di
progettazione ai sensi dell’art. 279 del D.P.R. n. 207/2010, con i contenuti ivi previsti [se
esistenti]
Bando di gara
Disciplinare di gara
5
4)
5)
6)
Capitolato speciale descrittivo e prestazionale
DUVRI [se previsto]
Schema di contratto
Il Responsabile del procedimento, ai sensi dell’art. 10 del Codice è il/la ………[nome e cognome ed
indirizzo mail] ……….
[Nel caso di appalto di importo superiore a 500.000 euro o negli altri casi di cui all’art. 300,
comma 2, lett. b), del Regolamento]
Il direttore dell’esecuzione è … [indicare il nominativo o i termini per la comunicazione del nominativo; es. alla firma
del contratto …].
1.
Prestazioni oggetto dell’appalto, modalità di esecuzione e importo a base di gara
1.1 Le singole prestazioni ai sensi dell’articolo 118, comma 2 del Codice e gli importi complessivi, compresi
gli oneri per la sicurezza, e le classi e categorie individuati, ai sensi dell’articolo 5 della Legge 7 agosto
2012, n. 134, sulla base delle elencazioni contenute nel D.M. 143/2013 1 dei lavori oggetto del servizio
attinente all’architettura e all’ingegneria da affidare sono i seguenti:
CATEGORIA
DESTINAZIONE
FUNZIONALE
ID
OPERE
GRADO DI
COMPLESSITÀ
CORRISPONDENZA
L. 143/49
CLASSI E
CATEGORIE
IMPORTO
TOTALE
Si specifica che:
1) ai sensi dell’art. 8 del DM 143/2013, “gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità
2
inferiore all'interno della stessa categoria d'opera” ;
2) nel caso di incertezze nella comparazione di classi e categorie di cui al del DM 143/2013, rispetto alle
classificazioni precedenti, prevale il contenuto oggettivo della prestazione professionale, in relazione
all’identificazione delle opere.
1
Con la determinazione n°4/2015 dell’ANAC è stato richiamato “l’obbligo per le stazioni appaltanti di determinare i
corrispettivi per i servizi di ingegneria e architettura applicando rigorosamente le aliquote di cui al d.m. 143/2013; tale
determinazione deve risultare da un quadro analitico delle prestazioni da affidare e dei corrispettivi da porre a base di gara.
Ciò, oltre che per evidenti motivi di consentire la formulazione di offerte congrue ed adeguatamente valutate da parte dei
concorrenti, anche per evitare che una sottostima dell’importo dei servizi da affidare sia elusiva delle soglie di importo
previste dal Codice e dal Regolamento per il ricorso procedure più rigorose imposte dalla corretta determinazione
dell’importo da porre a base di gara.”
2
Al fine di meglio chiarire i contenuti dell’art.8 del DM 143/2013, si faccia riferimento alla Determinazione ANAC 4/2015,
punto 4: “le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica
destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a
quello dei servizi da affidare. …Esemplificando, l’aver svolto servizi tecnici per la realizzazione di ospedali (E.10),
caratterizzati dal grado di complessità pari a 1,20, può ritenersi idoneo a comprovare requisiti per servizi tecnici
caratterizzati da pari complessità, quali quelli per la realizzazione di tribunali (E.16), o da minore complessità, quali quelli
per la realizzazione di scuole (E.09 con grado di complessità pari a 1,15)….”
6
L’affidamento del servizio richiesto comprende le seguenti prestazioni:
[esempio]:
1.1.1. la direzione dei lavori
1.1.2. Il coordinamento per la sicurezza in fase di esecuzione
1.1.3. Le prestazioni normali comprendono:
1.1.3.1. la Direzione lavori - aliquote QcI.01, QcI.02, Qcl.05 e Qcl.06. (Cfr. DM 143/2013)
1.1.4. Le prestazioni speciali comprendono:
1.1.4.1. coordinamento sicurezza per la fase di esecuzione-aliquota QcI.12 (Cfr DM 143/2013);
1.1.4.2. contabilità e misura dei lavori - aliquota QcI.10;
1.1.5. Le prestazioni accessorie comprendono:
1.1.5.1. assistenza giornaliera in cantiere;
1.1.5.2. le attività in materia di prevenzioni incendi, per quanto di competenza;
1.1.5.3. le attività di certificazione energetica, per quanto di competenza;
1.1.5.4. ogni altra prestazione accessoria che si rendesse necessaria, nell’ambito dell’incarico in oggetto;
1.1.6. Nel computo della spesa, ai fini della stima dell’importo del corrispettivo da porre a base di gara è previsto un
ufficio di direzione dei lavori con un direttore operativo (oltre al direttore dei lavori) oltre all’assistenza
giornaliera in cantiere.]
1.2. La durata del servizio è di ___________, dalla data di ________________________;
1.3. L’importo a base di gara, IVA esclusa, determinato, come da prospetto allegato, nel rispetto
dell’articolo 264, comma 1 lett. d) del Regolamento, dell’art. 5 della L.134/2012 e della det. ANAC
4/2015 (vedi nota 1), è pari a € ______________, diconsi (euro _______________________________),
IVA esclusa;
1.4. L’appalto è finanziato con ___________________________ (descrivere le fonti di finanziamento);
1.5. Il pagamento del corrispettivo della prestazione oggetto dell’appalto verrà effettuato nel rispetto dei
termini previsti dal d.lgs. 9 ottobre 2002, n. 231. Il contratto è soggetto agli obblighi in tema di
tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della l. 13 agosto 2010, n. 136.»
2. Soggetti ammessi alla gara
2.1. Sono ammessi alla gara i soggetti di cui all’articolo 90, comma 1, lett. d), e), f), f bis) ed h) del Codice,
in possesso dei requisiti prescritti dal successivo paragrafo 12.
3. Condizioni di partecipazione
3.1. Non è ammessa la partecipazione alla gara di concorrenti per i quali sussistano:
1)
►le cause di esclusione di cui all’art. 38, comma 1, lettere a), b), c), d), e), f), g), h), i), l), m),
m-bis), m-ter ed m-quater), del Codice;
2)
►le cause di divieto, decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 del d.lgs. 6 settembre
2011, n. 159.
3)
►le condizioni di cui all’art. 53, comma 16-ter, del d.lgs. del 2001, n. 165 o di cui all’art. 35
del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90 convertito con modificazioni dalla Legge 11 agosto
7
2014, n. 114 o che siano incorsi, ai sensi della normativa vigente, in ulteriori divieti a
contrattare con la pubblica amministrazione.
3.2. ► I concorrenti aventi sede, residenza o domicilio nei paesi inseriti nelle c.d. “black list” di cui al
decreto del Ministro delle finanze del 4 maggio 1999 e al decreto del Ministro dell’economia e
delle finanze del 21 novembre 2001 devono essere in possesso, pena l’esclusione dalla gara,
dell’autorizzazione in corso di validità rilasciata ai sensi del d.m. 14 dicembre 2010 del Ministero
dell’economia e delle finanze ai sensi (art. 37 del d.l. 3 maggio 2010, n. 78, oppure, avere in corso
un procedimento per il rilascio della predetta autorizzazione.
3.3. ► Ai soggetti di cui alle lettere d), e), f), f-bis) e h) dell’articolo 90, comma 1 del Codice, concorrenti
ai sensi dell’articolo 37 comma 7 del Codice è vietato partecipare alla gara in più di un
raggruppamento temporaneo o di un consorzio, ovvero partecipare alla gara anche in forma
individuale qualora gli stessi abbiano partecipato alla gara medesima in raggruppamento.
3.4. ► Ai soggetti componenti di un consorzio di cui all’articolo 90, comma 1, lettera h (consorzi stabili
di società di professionisti e di società di ingegneria) ai sensi dell’art. 253, comma 1, del Codice, è
vietato partecipare in qualsiasi altra forma alla medesima gara..
4. Presa visione della documentazione di gara e sopralluogo
4.1 La documentazione …[indicare con precisione gli estremi della documentazione di gara: tipologia, numero e
data]… è disponibile sul sito internet: http://www ...[indicare l’indirizzo completo delle pagine relative]
[Facoltativo: 4.2 e 4.3]
4.2 La documentazione …[indicare con precisione gli estremi della documentazione di gara: tipologia, numero e
data]… è disponibile anche ….. [indicare luogo orari e condizioni. es. presso gli uffici del RUP siti
in……………………………. nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore ……. alle ore ……., previo
appuntamento telefonico al numero ……….… entro il ...(data del termine per la presa visione)…]…...
4.3 Il soggetto incaricato dal concorrente della visione della documentazione dovrà dimostrare la
propria titolarità alla rappresentanza tramite delega firmata dal titolare o legale rappresentante del
soggetto che intende concorrere.
[Facoltativo: da 4.4 a 4.9]
4.4 ► Il sopralluogo su …[indicare eventuali aree/locali/ oggetto di sopralluogo interessati ai servizi …] è
obbligatorio. La mancata effettuazione del sopralluogo sarà causa di esclusione dalla procedura di
gara.
4.5 Ai fini dell’effettuazione del prescritto sopralluogo, i concorrenti devono …….[ descrivere modalità; es.
inviare alla stazione appaltante, non oltre ……………. giorni dalla data di pubblicazione del bando di gara,
all’indirizzo di posta elettronica/ PEC/FAX……………., una richiesta di sopralluogo indicando nome e
cognome, con i relativi dati anagrafici delle persone incaricate di effettuarlo. La richiesta deve specificare l’indirizzo di
posta elettronica/ PEC FAX, cui indirizzare la convocazione].
4.6 Il sopralluogo verrà effettuato nei …. [descrivere modalità; es. soli giorni stabiliti dall’stazione appaltante
aggiudicatrice. Data e luogo del sopralluogo sono comunicati con almeno ……. giorni di anticipo. All’atto del
sopralluogo ciascun incaricato deve sottoscrivere il documento, a conferma dell’effettuato sopralluogo e del ritiro della
relativa dichiarazione attestante tale operazione- ed anche; es nei seguenti luoghi: …(totalità o siti
rappresentativi)… es: in forma individuale con la presenza di tutti/del singolo concorrenti/e che ne abbia/no fatto
richiesta]…… .
4.7 Il sopralluogo deve essere effettuato da un rappresentante legale, o da un direttore tecnico del
concorrente, come risultanti da certificato CCIAA in caso di concorrenti in forma societaria, dal
8
professionista singolo o associato nei casi di cui all’articolo 90, comma 1, lettera d) o fbis) se riferito a
concorrenti con le medesime caratteristiche dei soggetti di cui alla citata lettera d); o da soggetto
diverso munito di delega.
4.8 In caso di raggruppamento temporaneo sia già costituiti che non ancora costituiti, in relazione al
regime della solidarietà di cui all’articolo 37, comma 5, del Codice, tra i diversi soggetti il sopralluogo
può essere effettuato a cura di uno qualsiasi dei soggetti raggruppati.
4.9 In caso di consorzio stabile, il sopralluogo deve essere effettuato a cura del consorzio oppure della
società consorziata indicata come esecutrice dei servizi.
5. Chiarimenti
5.1 É possibile ottenere chiarimenti sulla presente procedura mediante la proposizione di quesiti
scritti da inoltrare al RUP, all’indirizzo di …[ FAX/ posta elettronica/PEC …]., almeno …[indicare
numero dei giorni, es. 10 ]... giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle
offerte. Non saranno, pertanto, fornite risposte ai quesiti pervenuti successivamente al termine
indicato.
5.2 Le richieste di chiarimenti dovranno essere formulate esclusivamente in lingua italiana. Le
risposte a tutte le richieste presentate in tempo utile verranno fornite almeno …[indicare numero dei
giorni coordinato con il termine di cui il comma precedente, e comunque non inferiore a 6]... giorni prima della
scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte.
5.3 Le risposte alle richieste di chiarimenti e/o eventuali ulteriori informazioni sostanziali in merito alla
presente procedura, saranno pubblicate in forma anonima all’indirizzo internet http://www.
......
6. Modalità di presentazione della documentazione
6.1 Tutte le dichiarazioni sostitutive richieste ai fini della partecipazione alla presente procedura di gara:
a) devono essere rilasciate ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e
ss.mm. ii. in carta semplice, con la sottoscrizione del dichiarante (rappresentante legale del
candidato o altro soggetto dotato del potere di impegnare contrattualmente il candidato
stesso); a tale fine le stesse devono essere corredate dalla copia fotostatica di un documento di
riconoscimento del dichiarante, in corso di validità; per ciascun dichiarante è sufficiente una
sola copia del documento di riconoscimento anche in presenza di più dichiarazioni su più fogli
distinti;
b) potranno essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentati ed in tal caso va
allegata copia conforme all’originare della relativa procura;
c) devono essere rese e sottoscritte dai concorrenti, in qualsiasi forma di partecipazione, singoli,
raggruppati, consorziati, aggregati in rete di imprese, ancorché appartenenti alle eventuali
imprese ausiliarie, ognuno per quanto di propria competenza; la documentazione da produrre,
ove non richiesta espressamente in originale, potrà essere prodotta in copia autenticata o in
copia conforme ai sensi, rispettivamente, degli artt. 18 e 19 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n.
445.
6.2 In caso di concorrenti non stabiliti in Italia, la documentazione dovrà essere prodotta in modalità
idonea equivalente secondo la legislazione dello Stato di appartenenza; si applicano l’art. 38,
comma 5, l’art. 39, comma 2, l’art. 45, comma 6, e l’art. 47 del Codice.
6.3 Tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua
straniera, deve essere corredata da traduzione giurata in lingua italiana. In caso di contrasto tra
9
testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a
rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione.
[Facoltativo: 6.4]
6.4 La/e dichiarazione/i …[specificare quale/i]… potrà/anno essere redatta/e sui modelli predisposti e
messi a disposizione all’indirizzo internet http://www. …[indicare indirizzo completo delle pagine
relative]… .
6.5 La mancanza, l’incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e delle
dichiarazioni sostitutive potrà essere sanata ai sensi dell’art. 38, comma 2 bis e art. 46, comma 1 ter
del Codice, dietro pagamento in favore della stazione appaltante della sanzione pecuniaria stabilita
in misura pari a....... [la sanzione non può essere inferiore all‘uno per mille e non superiore all‘uno per cento del
valore della gara e comunque non superiore a 50.000 euro]. Le irregolarità essenziali ai fini di quanto
previsto dall’art. 38 comma 2-bis coincidono con le irregolarità che attengono a dichiarazioni ed
elementi inerenti le cause tassative di esclusione previsti nel presente disciplinare di gara e nella
legge.
6.6 Ai fini della sanatoria di cui al precedente punto 6.5, si assegnerà al concorrente un termine di
……. giorni [non superiore a dieci] perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni
necessarie.
6.7 In caso di inutile decorso del termine di cui al punto 6.6 la stazione appaltante procederà
all’esclusione del concorrente dalla procedura con le conseguenze di cui al paragrafo 19.10.
6.8 Ai sensi dell’art. 46, comma 1, del Codice, la stazione appaltante si riserva di richiedere ai
concorrenti chiarimenti in ordine al contenuto dei certificati, documenti e dichiarazioni presentati
necessari alla verifica della sussistenza dei requisiti di partecipazione, senza applicazione della
sanzione di cui all’art. 38, comma 2-bis, del Codice.
6.9 Si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni contenute nel d.lgs. 7 marzo, 2005, n. 82
recante il Codice dell’amministrazione digitale (di seguito anche CAD).
7. Comunicazioni
7.1 Salvo quanto disposto nel paragrafo 5 del presente disciplinare, tutte le comunicazioni e tutti gli
scambi di informazioni tra stazione appaltante e concorrenti si intendono validamente ed
efficacemente effettuate qualora rese all’indirizzo [scegliere uno o più dei mezzi di seguito indicati: domicilio
eletto, indirizzo di posta elettronica, indirizzo PEC, numero di FAX] indicati dai concorrenti]. Ai sensi
dell’art. 79, comma 5-bis, del Codice e dell’art. 6 del d.lgs. n. 82/2005, in caso di indicazione di
indirizzo PEC le comunicazioni verranno effettuate in via esclusiva /o principale attraverso PEC.
Eventuali modifiche dell’indirizzo PEC o del numero di fax o problemi temporanei nell’utilizzo di
tali forme di comunicazione, dovranno essere tempestivamente segnalate all’ufficio, diversamente
l’amministrazione declina ogni responsabilità per il tardivo o mancato recapito delle comunicazioni.
7.2 In caso di raggruppamenti temporanei, anche se non ancora costituiti formalmente, la
comunicazione recapitata al mandatario si intende validamente resa a tutti i soggetti raggruppati.
7.3 In caso di avvalimento, la comunicazione recapitata all’offerente si intende validamente resa a tutti
i soggetti ausiliari.
8. Subappalto
8.1 Il concorrente deve indicare, all’atto dell’offerta, le parti del servizio che intende subappaltare in
conformità a quanto previsto dall’art. 118 del Codice ed entro i limiti di cui all’articolo 91, comma 3
del Codice.
10
8.2 Si precisa che la quota percentuale subappaltabile deve essere contenuta entro il limite massimo del
30% dell’importo contrattuale.
8.3 La stazione appaltante provvederà a corrispondere direttamente al/ai subappaltatore/i l’importo
dovuto per le prestazioni dal/dagli stesso/i eseguite, previa trasmissione, da parte dell’appaltatore,
della comunicazione delle prestazioni eseguite dal/dagli subappaltatore/i, con la specificazione del
relativo importo e con proposta motivata di pagamento, ai sensi dell’art. 118, comma 3, del
Codice.
[o in alternativa]
8.3 La stazione appaltante non provvederà al pagamento diretto del/degli subappaltatore/i e i
pagamenti verranno effettuati all’appaltatore che dovrà trasmettere alla stazione appaltante,
entro venti giorni dal relativo pagamento, copia delle fatture quietanzate, emesse dal/dagli
subappaltatore/i.
9. Ulteriori disposizioni
9.1 Non si procederà all’aggiudicazione della gara in presenza di una/due [scegliere una o due] sola/e
offerta/e valida/e, che non verrà/verranno aperta/e. A tal fine, la procedura di valutazione
delle offerte si interromperà quando resterà/resteranno una/due offerte valide, che non saranno
aperte.
[o in alternativa]
9.1 Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che sia
ritenuta congrua e conveniente ai sensi dell’art. 86, comma 3, del Codice.
9.2 È facoltà della stazione appaltante di non procedere all’aggiudicazione della gara qualora nessuna
offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto o, se aggiudicata, di non
stipulare il contratto d’appalto.
9.3 L’offerta vincolerà il concorrente per …[indicare il numero dei giorni (almeno 180 giorni)]…dalla
scadenza del termine indicato per la presentazione dell’offerta, salvo proroghe richieste dalla
stazione appaltante e comunicate sul sito, alla pagina…………………..
9.4 Fatto salvo l’esercizio dei poteri di autotutela nei casi consentiti dalle norme vigenti e l’ipotesi di
differimento espressamente concordata con l’aggiudicatario, il contratto di appalto verrà stipulato
nel termine di …[indicare il numero dei giorni]… giorni che decorre dalla data in cui
l’aggiudicazione definitiva è divenuta efficace e, comunque, non prima di 35 giorni dalla data di
invio dell’ultima comunicazione del provvedimento di aggiudicazione definitiva. Le spese relative
alla stipulazione del contratto sono a carico dell’aggiudicatario.
9.5 La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla
normativa vigente in materia di lotta alla mafia ed al controllo del possesso dei requisiti prescritti.
[In caso di pubblicazione del bando sui quotidiani, fino al 31 dicembre 2015: 9.6]
9.6 Le spese relative alla pubblicazione del bando sui quotidiani, secondo le modalità di cui all’art. 66,
comma 7, secondo periodo, del Codice, pari a € ..…[in cifre] (euro……[in lettere]), sono a carico
dell’aggiudicatario e dovranno essere rimborsate alla stazione appaltante entro il termine di sessanta
giorni dall’aggiudicazione. In caso di suddivisione dell’appalto in lotti funzionali, le spese relative
alla pubblicazione saranno suddivise tra gli aggiudicatari dei lotti in proporzione al relativo valore.
[Dal 1° gennaio 2016]
9.6 Le spese relative alla pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana pari
a € ..…[in cifre], (euro……[in lettere]), sono a carico dell’aggiudicatario e dovranno essere
rimborsate alla stazione appaltante entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione. In caso di
11
suddivisione dell’appalto in lotti funzionali, le spese relative alla pubblicazione saranno suddivise
tra gli aggiudicatari dei lotti in proporzione al relativo valore.
9.7 In analogia a quanto stabilito dall’art. 140 del Codice, in caso di fallimento o di liquidazione
coatta e concordato preventivo dell'appaltatore o di risoluzione del contratto ai sensi degli
articoli 135 e 136 del Codice o di recesso dal contratto ai sensi dell’art. 92, comma 4, del d.lgs. 6
settembre 2011, n. 159, la stazione appaltante si riserva la facoltà di interpellare progressivamente i
soggetti che hanno partecipato alla procedura di gara, risultanti dalla relativa graduatoria, al fine di
stipulare un nuovo contratto per l'affidamento del completamento del servizio.
[Qualora per l’espletamento del servizio siano richiesti particolari autorizzazioni o
iscrizioni: 9.8]
9.8 Per l’esecuzione del servizio oggetto del presente appalto è richiesta …[inserire il tipo di iscrizione
richiesta es. iscrizione all’albo professionale], pertanto non si procederà alla stipulazione del contratto in
mancanza del possesso della relativa … [indicare estremi dell’iscrizione…].
10. Cauzioni e garanzie richieste
10.1 ■ L’offerta dei concorrenti, nei casi previsti dall’articolo 268 del Regolamento, deve essere corredata
da cauzione provvisoria 3 , come definita dall’art. 75 del Codice, pari a …[2% o altra percentuale fino al
2% nelle ipotesi di cui al secondo periodo del comma 1 dell’art. 75 del Codice] dell’importo complessivo
dell’appalto e precisamente ad € ..…[in cifre], (euro……[in lettere]).
[Nei casi previsti dall’articolo 268 del Regolamento]
10.2 Ai sensi dell’art. 38, comma 2 bis, del Codice, la cauzione provvisoria garantisce altresì il
versamento della sanzione pecuniaria di cui al punto 6.5 del presente disciplinare e dovrà essere
reintegrata qualora la stessa venisse parzialmente escussa per il pagamento della predetta sanzione.
[Nei casi previsti dall’articolo 268 del Regolamento - Facoltativo: 10.3]
10.3 La cauzione provvisoria garantisce, altresì, il possesso dei requisiti di ordine generale dichiarati dai
concorrenti e, pertanto, si procederà all’incameramento della stessa nell’ipotesi di mancata
integrazione ai sensi dell’art. 38, comma 2 bis, del Codice, dipendente da una carenza del
requisito dichiarato.
[Nei casi previsti dall’articolo 268 del Regolamento: 10.4 – 10.5 – 10.6 – 10.7 – 10.8 – 10.9 –
10.10 – 10.11 – 10.12]
10.4 La cauzione provvisoria è costituita, a scelta del concorrente:
a. in titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato depositati presso una sezione di tesoreria
provinciale o presso le aziende autorizzate, a titolo di pegno, a favore della stazione
appaltante; il valore deve essere al corso del giorno del deposito;
b. in contanti (assegno o bonifico bancario/postale), con versamento presso …[indicare gli
estremi per il deposito mediante bonifico bancario o postale];
c. da fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari iscritti nell’albo di cui
3
La determinazione n°4/2015 dell’ANAC , riprendendo i contenuti dell’art.268 del Regolamento (DPR207/2010), chiarisce
che “…non può essere richiesta alcuna cauzione, provvisoria o definitiva, per partecipare a una gara d’appalto avente ad
oggetto la redazione della progettazione e del piano di sicurezza e di coordinamento”, mentre dovranno essere richieste,
con le modalità di cui agli artt. 75 e 113 del Codice, per i restanti servizi di cui all’art. 252. Pertanto, la stazione appaltante
può chiedere al progettista soltanto la prestazione di una copertura assicurativa per la responsabilità civile e professionale,
per i rischi derivanti dallo svolgimento delle attività di competenza, ai sensi dell’art. 111 del Codice...”
12
all’art. 106 del d.lgs. 1 settembre 1993, n. 385 che svolgono in via esclusiva o prevalente
attività di rilascio di garanzie e che sono sottoposti a revisione contabile da parte di una
società di revisione iscritta nell’albo previsto dall’art. 161 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58.
10.5 In caso di prestazione della cauzione provvisoria in contanti o in titoli del debito pubblico dovrà
essere presentata anche una dichiarazione di un istituto bancario o assicurativo o altro soggetto di
cui al comma 3 dell’art. 75 del Codice, contenente l’impegno verso il concorrente a rilasciare, qualora
l’offerente risultasse aggiudicatario, garanzia fideiussoria relativa alla cauzione definitiva in favore
della stazione appaltante, valida fino alla data di emissione del certificato di verifica di conformità di
cui all’art. 324 del Regolamento o comunque decorsi 12 (dodici) mesi dalla data di ultimazione dei
servizi/fornitura risultante dal relativo certificato.
10.6 In caso di prestazione della cauzione provvisoria sotto forma di fideiussione questa dovrà:
1) essere conforme agli schemi di polizza tipo di cui al comma 4 dell’art. 127 del Regolamento
(nelle more dell’approvazione dei nuovi schemi di polizza-tipo, la fideiussione redatta
secondo lo schema tipo previsto dal Decreto del Ministero delle attività produttive del 23
marzo 2004, n. 123, dovrà essere integrata mediante la previsione espressa della rinuncia
all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del codice civile, mentre ogni riferimento all’art. 30
della l. 11 febbraio 1994, n. 109 deve intendersi sostituito con l’art. 75 del Codice).
2) essere prodotte in originale, o in copia autenticata ai sensi dell’art. 18 del D.P.R. 28 dicembre
2000, n. 445 e ss.mm. ii., con espressa menzione dell’oggetto e del soggetto garantito;
[Facoltativo: 3-4-5]
3) riportare l’autentica della sottoscrizione;
4) essere corredata da una dichiarazione sostitutiva di atto notorio del fideiussore che attesti il
potere di impegnare con la sottoscrizione la società fideiussore nei confronti della stazione
appaltante;
5) essere corredata dall’impegno del garante a rinnovare, su richiesta della stazione appaltante, la
garanzia per ulteriori [..….] giorni, nel caso in cui al momento della sua scadenza non sia ancora
intervenuta l’aggiudicazione;
6) avere validità per ... giorni [almeno 180 gg. - ovvero altro termine, in relazione alla durata prevista per la
validità dell’offerta come indicata nel precedente paragrafo 9.3] dal termine ultimo per la presentazione
dell’offerta;
7) qualora si riferiscano a raggruppamenti temporanei, aggregazioni di imprese di rete o
consorzi ordinari o GEIE, a partecipanti con idoneità plurisoggettiva non ancora costituiti,
essere tassativamente intestate a tutti i soggetti che costituiranno il raggruppamento;
8) prevedere espressamente:
a. la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all’art.
1944 del codice civile, volendo ed intendendo restare obbligata in solido con il debitore;
b. la rinuncia ad eccepire la decorrenza dei termini di cui all’art. 1957 del codice civile;
c. la loro operatività entro quindici giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante;
d. la dichiarazione contenente l’impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell’appalto, a
richiesta del concorrente, una garanzia fideiussoria, relativa alla cauzione definitiva di cui
all’art. 113 del Codice, in favore della stazione appaltante, valida fino alla data di
emissione del certificato di verifica di conformità di cui all’art. 324 del Regolamento o
comunque decorsi 12 (dodici) mesi dalla data di ultimazione delle prestazioni risultante dal
relativo certificato.
10.7 ■ La mancata presentazione della cauzione provvisoria, la presentazione di una cauzione di
13
valore inferiore o priva di una o più caratteristiche tra quelle sopra indicate, oppure la mancata
reintegrazione ai sensi del paragrafo 10.2 potrà essere sanata ai sensi dell’art. 38, comma 2 bis, e 46,
comma 1 ter, del Codice, previo pagamento alla Stazione Appaltante della sanzione pecuniaria di
cui al paragrafo 6.5 del presente disciplinare, a condizione che la cauzione sia stata già costituita alla
data di presentazione dell’offerta e che decorra da tale data.
10.8 ► In caso di mancata sanatoria la Stazione Appaltante procederà all’esclusione del concorrente
dalla procedura di gara.
10.9 Ai sensi dell’art. 75, comma 6, del Codice, la cauzione provvisoria verrà svincolata
all’aggiudicatario automaticamente al momento della stipula del contratto, mentre agli altri
concorrenti, ai sensi dell’art. 75, comma 9, del Codice, verrà svincolata entro trenta giorni dalla
comunicazione dell’avvenuta aggiudicazione;
10.10 All’atto della stipulazione del contratto l’aggiudicatario deve presentare, ove previsto (vedi nota 3), la
cauzione definitiva nella misura e nei modi previsti dall’art. 113 del Codice, che sarà svincolata ai
sensi e secondo le modalità previste dall’art. 113 del Codice e dall’art. 123 del Regolamento;
10.11 L’importo della cauzione provvisoria e della cauzione definitiva è ridotto del cinquanta per
cento per i concorrenti ai quali sia stata rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme
europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la
certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie EN ISO 9000.
10.12 Si precisa che:
a. in caso di partecipazione in RTI orizzontale, sensi dell’art. 37, comma 2, del Codice, o
consorzio ordinario di concorrenti di cui all’art. 34, comma 1, lett. e), del Codice, il
concorrente può godere del beneficio della riduzione della garanzia solo se tutte le imprese che
costituiscono il raggruppamento e/o il consorzio ordinario siano in possesso della predetta
certificazione;
b. in caso di partecipazione in RTI verticale, nel caso in cui solo alcune tra le imprese che
costituiscono il raggruppamento verticale siano in possesso della certificazione, il
raggruppamento stesso può beneficiare di detta riduzione in ragione della parte delle
prestazioni contrattuali che ciascuna impresa raggruppata e/o raggruppanda assume nella
ripartizione dell’oggetto contrattuale all’interno del raggruppamento;
c. in caso di partecipazione in consorzio di cui alla lett. h) dell’art. 90, comma 1, del Codice, il
concorrente può godere del beneficio della riduzione della garanzia nel caso in cui la predetta
certificazione sia posseduta dal consorzio.
[Se i servizi comprendono la progettazione posta a base di gara e in ogni caso la
progettazione esecutiva : 10.13]
10.13 Il professionista o i professionisti incaricati della progettazione posta a base di gara e in ogni caso
della progettazione esecutiva devono essere muniti, a far data dall'approvazione rispettivamente del
progetto posto a base di gara e del progetto esecutivo, di una polizza di responsabilità civile
professionale per i rischi derivanti dallo svolgimento delle attività di propria competenza, per tutta la
durata dei lavori e sino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio ai sensi
dell’articolo 111 del Codice.
11. Pagamento a favore dell’Autorità
► I concorrenti devono effettuare il pagamento del contributo previsto dalla legge in favore
dell’Autorità, per un importo pari ad € ..…[in cifre], (euro……[in lettere]) scegliendo tra le
modalità di cui alla deliberazione dell’A.N.AC. del …..[ es., del 9 dicembre 2014- in caso di nuove
indicazioni da parte dell’Autorità, indicare la relativa deliberazione].
14
■ La mancata dimostrazione dell’avvenuto pagamento potrà essere sanata ai sensi dell’art. 38,
comma 2 bis, e 46, comma 1 ter, del Codice, previo pagamento alla Stazione Appaltante della
sanzione pecuniaria di cui al paragrafo 6.5 del presente disciplinare, a condizione che il pagamento
sia stato già effettuato prima della scadenza del termine di presentazione dell’offerta.
► In caso di mancata sanatoria la Stazione Appaltante procederà all’esclusione del concorrente
dalla procedura di gara.
12. Requisiti idoneità professionale, capacita economico-finanziaria e tecnico-organizzativa
12.1 ► Il concorrente, a pena di esclusione, deve indicare:
a. I professionisti in possesso dei seguenti requisiti professionali e abilitativi, corredando le indicazioni
con gli estremi di iscrizione ai relativi Ordini, Albi o altri elenchi ufficiali imposti o necessari in base
alle norme giuridiche sulle professioni tecniche (da adattare alle singole fattispecie):
[ esempio]:
a.1) un architetto/chimico/dottore agronomo e/o forestale/geometra, ingegnere, perito agrario/perito industriale,ecc.
a.2)un soggetto abilitato al coordinamento per la sicurezza e la salute nei cantieri (articolo 98 D.Lgs.81/2008);
a.3)un geologo (per le competenze riservate alla sua figura professionale)
a.4)altre eventuali figure professionali a supporto della progettazione e/o Direzione dei Lavori
b. è ammessa la coincidenza nello stesso soggetto (persona fisica) delle seguenti figure professionali tra
quelle di cui alla precedente lettera a) (da adattare alle singole fattispecie):
[ esempio] il soggetto abilitato al coordinamento per la sicurezza di cui alla lettera a), punto a.2), con uno dei soggetti
di cui alla lettera a), punti a.1 purché in possesso dei requisiti di cui all'articolo 98 del decreto legislativo n. 81 del
2008.]
12.1.1 I concorrenti devono essere in possesso dei requisiti previsti per l’affidamento dei servizi
attinenti l’architettura e l’ingegneria di cui all’articolo 263 del Regolamento.
12.1.2 I requisiti di cui alle lettere a), b), c) e d) dell’articolo 263, comma 1, del Regolamento sono
costituiti, qualsiasi sia l’articolazione della struttura operativa di progettazione (professionista singolo o
raggruppamento temporaneo di tipo orizzontale, verticale o misto), da:
a. fatturato globale 4 per servizi di cui all’articolo 252 5, espletati nei migliori cinque esercizi degli
4
Le stazioni appaltanti possono ricorrere al requisito del fatturato solo se ciò viene adeguatamente motivato nel bando , ai sensi dell’articolo 41, comma 2 del Codice;
5
- Il Regolamento, pur richiamandosi ad importi dei lavori di entità in genere particolarmente elevati, si riferisce genericamente a servizi
di cui all’articolo 252 del medesimo Regolamento, ovvero a “i servizi attinenti all’architettura ed all’ingegneria anche integrata,
concernenti la redazione del progetto preliminare, del progetto definitivo, del progetto esecutivo e del piano di sicurezza e di
coordinamento nonché le attività tecnico-amministrative connesse alla progettazione, secondo le procedure e con le modalità previste
dalle disposizioni della presente parte. Sono altresì affidabili la direzione dei lavori, nel rispetto delle disposizioni di cui all’articolo 130
del codice, le attività tecnico-amministrative connesse alla direzione dei lavori, il coordinamento per la sicurezza in fase di esecuzione,
nonché gli altri servizi tecnici, ivi compresi analisi di laboratorio, prove di carico e controlli.”.
Secondo l’Autorità (ANAC) «Nella generica definizione sopra riportata potrebbero essere ricompresi anche gli studi di fattibilità relativi
ad opere pubbliche realizzate, anche tramite finanza di progetto, e ogni altro servizio propedeutico alla progettazione che conduca alla
realizzazione di un’opera pubblica o di pubblico interesse.
Pertanto, il requisito in argomento non può essere inteso nel senso di limitare il fatturato ai soli servizi specificamente posti a base di
gara. Ne discende che, ad esempio, nell’ipotesi di affidamento della progettazione e della direzione lavori, ai fini della dimostrazione
della specifica esperienza pregressa, anche per i servizi c.d. “di punta”, in relazione ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si
riferiscono i servizi da affidare, detti requisiti sono dimostrati con l’espletamento pregresso di incarichi di progettazione e direzione
lavori, di sola progettazione ovvero di sola direzione lavori. Si deve, infatti, considerare che, per consolidata giurisprudenza, la logica
sottesa alla richiesta del requisito del “servizio di punta” è quella di aver svolto singoli servizi di una certa entità complessivamente
considerati e non di aver svolto servizi identici a quelli da affidare (cfr. ex multis, parere di precontenzioso n. 33 del 13/02/2014). ANAC Documento di consultazione Revisione ed aggiornamento della determinazione del 7 luglio 2010, n. 5 “Linee guida per l’affidamento dei
servizi attinenti all’architettura all’ingegneria”
15
ultimi dieci anni (6) antecedenti la pubblicazione del bando, per un importo pari a €
__________ diconsi (euro______________) (variabile tra 2 e 4 volte l'importo a base d'asta) (7);
b. espletamento – nel decennio precedente la data di pubblicazione del presente bando – di
servizi tecnici, individuati al punto 1.1 del presente disciplinare, riguardanti lavori di importo
globale pari ad almeno:
1. per lavori appartenenti alle classi e categorie indicate nella tabella che segue (D.M. 143/
2013) per l’importo globale per ciascuna di esse, riferito alla ____________________
[indicare la tipologia dello specifico servizio da documentare], indicato a fianco delle medesime classi
e categorie:
CORRISPONDENZA
CATEGORIA
DESTINAZIONE FUNZIONALE
ID
OPERE
GRADO DI
COMPLESSITÀ
L. 143/49
IMPORTO
CLASSI E CATEGORIE
TOTALE
1) ai sensi dell’art. 8 del DM 143/2013, “gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore
all'interno della stessa categoria d'opera” (vedi nota 2);
2) nel caso di incertezze nella comparazione di classi e categorie di cui al del DM 143/2013, rispetto alle classificazioni
precedenti, prevale il contenuto oggettivo della prestazione professionale, in relazione all’identificazione delle opere.
c. espletamento negli ultimi dieci anni decorrenti dalla data di pubblicazione del bando, di due
servizi tecnici 8 per ciascuna classe e categoria indicata al punto 1.1 del presente disciplinare,
riguardanti lavori di importo complessivo pari ad almeno:
(6)
- Ai sensi dell’articolo 253, comma 15bis, del Codice, 15-bis “In relazione alle procedure di affidamento di cui articolo 91, fino al 31
dicembre 2015 per la dimostrazione dei requisiti di capacità tecnico-professionale ed economico-finanziaria, il periodo di attività
documentabile è quello relativo ai migliori tre anni del quinquennio precedente o ai migliori cinque anni del decennio precedente la data di
pubblicazione del bando di gara. Le presenti disposizioni si applicano anche agli operatori economici di cui all’articolo 47, con le modalità
ivi previste.”
(7)
- I valori superiori a 2 volte sono in contrasto con la nuova Direttiva 2014/24/CE (cfr. articolo 58), che ritiene congruo e
proporzionato un requisito non superiore al doppio dell’importo a base di gara. L’ANAC, con la determinazione n°4/2015, si è
chiaramente espressa in linea con tale asserto.
(8) Il requisito ai sensi dell’articolo 261, comma 8 del Regolamento non è frazionabile per i raggruppamenti temporanei. Nella
determinazione dell’Autorità n. 2/2012, al punto 5, si specifica che “l’avvalimento può trovare applicazione anche ai servizi di
ingegneria ed architettura, ed in particolare ai requisiti previsti dall’articolo 263, comma 1, del Regolamento. Si rammenta, tuttavia, che
i cd “ servizi di punta” (art. 263, comma 1, lett. c) del Regolamento) ai sensi del comma 8 dell’art. 261 del Regolamento non sono
frazionabili; di conseguenza, si può concludere nel senso che ognuno dei due “servizi di punta” richiesti per ciascuna classe e categoria
dovrà esser stato svolto interamente da uno dei soggetti del raggruppamento”. Indipendentemente dal ruolo ricoperto nel
raggruppamento e dalla quota di partecipazione del singolo raggruppato, per ciascuna classe e categoria individuata nel bando, la
coppia di servizi di punta può essere spesa come requisito da uno qualsiasi degli associati.
16
CORRISPONDENZA
CATEGORIA
DESTINAZIONE FUNZIONALE
ID
OPERE
GRADO DI
COMPLESSITÀ
L. 143/49
IMPORTO
9
CLASSI E CATEGORIE
TOTALE
1) ai sensi dell’art. 8 del DM 143/2013, “gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore
all'interno della stessa categoria d'opera” (vedi nota 2);
2) nel caso di incertezze nella comparazione di classi e categorie di cui al del DM 143/2013, rispetto alle classificazioni
precedenti, prevale il contenuto oggettivo della prestazione professionale, in relazione all’identificazione delle opere
d. numero medio annuo del personale impiegato relativo ai migliori tre (10) anni del
quinquennio precedente la data di pubblicazione del bando (comprendente i soci attivi, i
dipendenti, i consulenti su base annua iscritti ai relativi albi professionali, ove esistenti, e
muniti di partiva IVA e che firmino il progetto, e che abbiano fatturato nei confronti della
società offerente una quota superiore al cinquanta per cento del proprio fatturato annuo,
risultante dall’ultima dichiarazione IVA, e i collaboratori a progetto in caso di soggetti non
esercenti arti e professioni), in misura di almeno ________ (consentito da 2 a 3) volte il
numero necessario per l’ attività di progettazione stimato pari a __________; il numero
medio annuo è dato dalla somma del personale impiegato da ciascun componente del
raggruppamento candidato distinto per classe e categoria dei lavori rapportato al periodo
richiesto. Nel caso di liberi professionisti(11) singoli o associati di cui all’articolo 90, comma 1,
lettera d), del Codice, nel numero medio annuo può essere computato anche il titolare dello
studio.
Si precisa che i servizi di cui alla precedente lettera c) non possono essere frazionati, ma possono invece
essere stati svolti anche da due diversi soggetti purché appartenenti allo stesso raggruppamento.
Si precisa e stabilisce che:
[Facoltativo:lettera a)]
a) la percentuale minima dei requisiti della mandataria dei raggruppamenti temporanei
(12)
è fissata, ai
(9) L’importo totale dei due servizi di punta deve risultare non inferiore ad un valore compreso fra 0,40 e 0,80 volte l'importo stimato dei
lavori cui si riferisce la prestazione, calcolato con riguardo ad ognuna delle classi e categorie individuate al punto 1.1 del disciplinare.
(10) - In base all’attuale articolo 253, comma 15bis, del Codice, fino al 31 dicembre 2015, per la dimostrazione dei requisiti di capacità
tecnico-professionale ed economico-finanziaria, il periodo di attività documentabile è quello relativo ai migliori tre anni del quinquennio
precedente o ai migliori cinque anni del decennio precedente la data di pubblicazione del bando di gara.
(11) –Alla luce della norma primaria contenuta nell’articolo 90, comma 1, lett. d), del Codice, che permette la partecipazione alle gare di
professionisti singoli e associati ed al fine di non chiudere il mercato ai soggetti che non siano in possesso di strutture professionali con
un grande numero di dipendenti,, l’ANAC con determinazione n°4/2015 ha chiarito; “ Questi ultimi (liberi professionisti) potranno
raggiungere il numero di unità fissate nel bando di gara mediante la costituzione di un raggruppamento temporaneo di professionisti.
Si evidenzia alle stazioni appaltanti la necessità di effettuare un’attenta valutazione in ordine alle unità minime richieste ai
concorrenti. Tale analisi deve essere volta a bilanciare opportunamente l’esigenza di avere un organico idoneo per l’espletamento
dell’incarico con la necessità di garantire la più ampia partecipazione alla gara”.
(12)
Se l’appalto prevede l’affidamento di servizi appartenenti ad una sola classe e categoria, possono partecipare all’appalto
17
sensi di quanto consente il disposto di cui all’articolo 261, comma 7, del Regolamento, nella misura
pari al _____________ (13) per cento di quanto stabilito per il concorrente singolo;
b) i rapporti fra importo dei lavori oggetto dei servizi da affidare per ciascun componente il
raggruppamento, appartenenti alle singole categorie e destinazioni funzionali di cui al D.M. n.
143/2013, e l’ importo totale dei relativi lavori sono calcolati con arrotondamento alla unità
superiore qualora la terza cifra decimale sia pari o superiore a cinque;
c) le percentuali delle misure dei prescritti requisiti sono calcolate con arrotondamento all’unità
superiore;
d) ai fini di dimostrare i requisiti di cui all’articolo 263 del Regolamento, all’importo dei lavori
progettati si applicano i seguenti coefficienti riduttivi 14: 0,25 qualora il progetto sia preliminare,
0,35 qualora il progetto sia definitivo; 0,40 qualora il progetto sia esecutivo; nel caso di requisiti di
direzione dei lavori il coefficiente riduttivo è pari a 0,40;
e) ai fini di dimostrare i requisiti di cui all’articolo 263 del Regolamento, qualora sia stato progettato
più di un livello progettuale (preliminare, definitivo, esecutivo) il coefficiente riduttivo è pari alla somma
dei relativi coefficienti; in ogni caso il coefficiente non può superare l’unità;
f) i raggruppamenti temporanei previsti dall’articolo 90, comma 1, lett. g), del Codice, devono
prevedere, ai sensi dell’articolo 90, comma 7, del Codice e dell’articolo 253, comma 5, del
Regolamento, quale progettista la presenza di almeno un professionista (15) laureato abilitato da
meno di cinque anni all’esercizio della professione secondo le norme dello Stato membro
dell’Unione Europea di residenza;
g) con riferimento alla tavola Z-1 allegata al D.M. 143/2013, ai sensi dell’articolo 8 del medesimo
decreto “gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore
all'interno della stessa categoria d'opera” (16);
h) i raggruppamenti temporanei previsti dall’articolo 90, comma 1, lett. g), del Codice, ai sensi
dell’articolo articolo 37, comma 4, del Codice, nell’offerta devono specificare le parti del servizio
che saranno eseguite dai singoli soggetti riuniti o consorziati. L’obbligo (17) di cui al citato articolo
concorrenti singoli e raggruppamenti temporanei di tipo orizzontale; se l’appalto prevede l’affidamento di servizi appartenenti a più
classi e categorie possono partecipare concorrenti singoli e concorrenti in raggruppamento di tipo verticale o misto (articolo37, comma 6
Codice).
(13)
- Si precisa che, nel caso di raggruppamenti orizzontali, il requisito di cui all’articolo 261, comma 7, del Regolamento, per la
mandataria riguarda una percentuale di requisiti minimi, che la stazione appaltante può fissare entro il limite massimo del 60%, ma ciò
non impedisce ad un soggetto che abbia una quota superiore di requisiti (ad esempio, il 70%) di assumere il ruolo di mandatario. Le
mandanti devono coprire la restante quota del limite stabilito per la mandataria. Per esempio, se è stabilito che la mandataria debba
possedere i requisiti nella misura minima del 55%, la somma dei requisiti posseduti dalle mandanti deve essere pari ad almeno il restante
45% e ciò anche se la mandataria possieda in realtà i requisiti nella misura del 80%. Sulla base di quanto sopra evidenziato, in caso di
raggruppamento di tipo misto, qualora il bando preveda una prestazione principale e più prestazioni secondarie, deve essere presente per
ogni classe e categoria un concorrente che possieda i requisiti nella percentuale almeno pari a quella indicata nei documenti di gara
come requisiti minimi della mandataria. La restante percentuale deve essere posseduta da altri concorrenti. Qualora l’importo dei lavori
da progettare riguardi più classi e categorie (per esempio, si tratta della progettazione di un organismo edilizio che normalmente
appartiene alla classe I-c oppure I-d -architettonico-, alla classe I-g -strutture- e alla classe III- a-b-c -impianti) deve essere presente (per
esempio, nella classe I-c oppure I-d -architettonico- se l’importo dei lavori da progettare è quello massimo) un concorrente che possieda
il requisito nella percentuale pari al 60% (se questa è percentuale stabilita nel bando) e altri concorrenti che devono possedere requisiti
nella classe Ic oppure I-d la cui somma è pari al restante 40%. (Consultazione ANAC).
(14)
(15)
Riferimento: Consultazione On-line marzo 2015 - AVCP/ANAC - Bandi tipo (Modello 3- appalto integrato)
- “la presenza di un professionista abilitato da meno di cinque anni all’esercizio della professione” non comporta per il giovane
professionista la necessità di essere parte contrattuale del raggruppamento, ne di possedere i requisiti richiesti dal bando. La
giurisprudenza ha affermato che è sufficiente, al fine di dimostrare la sua “presenza” nel raggruppamento, che egli faccia parte (come
collaboratore o dipendente) di una delle strutture che danno luogo al raggruppamento; per quanto attiene ai requisiti ha ritenuto che gli
obblighi di qualificazione non sono operanti nei confronti del giovane professionista (TAR Calabria, 8 maggio 2013, n. 268).
(16)
- Cfr. articolo 8 del D.M. 143/2013 (vedi anche nota 2).
(17) - Cfr. Adunanza plenaria del 5 luglio 2012, n. 26, Consiglio di Stato.
18
37, comma 4, di specificazione delle parti del servizio, si ritiene assolto in caso di indicazione, in
termini descrittivi, sia delle singole parti del servizio da cui sia evincibile il riparto di esecuzione tra
loro, sia di indicazione, in termini percentuali, della quota di riparto delle prestazioni che saranno
eseguite dai singoli raggruppati. L’obbligo di indicare le parti del servizio da eseguire spetta
indistintamente ai raggruppamenti orizzontali e verticali.
12.2 In attuazione dei disposti dell’articolo 49 del Codice, il concorrente singolo o consorziato o
raggruppato può dimostrare il possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e
organizzativo avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto. Ai fini di quanto sopra, dovrà essere
fornita - a pena di esclusione - in sede di domanda di partecipazione, tutta la documentazione
prevista al comma 2 del suddetto articolo 49 del Codice.
12.3 Il concorrente e l’impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione
appaltante in relazione alle prestazioni oggetto del contratto. Non è consentito - a pena di
esclusione - che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente, e che partecipino
alla gara sia l’impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti.
13 Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte
13.1 ► Il plico contenente l’offerta e la documentazione, a pena di esclusione, deve essere sigillato e
deve pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale entro le ore [……. del giorno ……,
esclusivamente all’indirizzo …. ]. Si precisa che per “sigillatura” deve intendersi una chiusura
ermetica recante un qualsiasi segno o impronta, apposto su materiale plastico come striscia
incollata o ceralacca o piombo, tale da rendere chiusi il plico e le buste, attestare l’autenticità della
chiusura originaria proveniente dal mittente, nonché garantire l’integrità e la non manomissione
del plico e delle buste.
13.2 È altresì facoltà dei concorrenti consegnare a mano il plico, [specificare modalità, es. tutti i giorni
feriali, escluso il sabato, dalle ore …….. alle ore ……… presso l’ufficio protocollo della stazione appaltante, sito
in … ]. Il personale addetto rilascerà ricevuta nella quale sarà indicata data e ora di ricezione del
plico. Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio dei mittenti.
13.3 Il plico deve recare, all’esterno, le informazioni relative al soggetto concorrente [denominazione o
ragione sociale, codice fiscale, indirizzo PEC per le comunicazioni ] e riportare la dicitura ...[indicare la dicitura
che individui univocamente la gara regolata dal disciplinare, CIG, ecc. .…]….. Nel caso di concorrenti con
idoneità plurisoggettiva (raggruppamenti temporanei) vanno riportati sul plico le informazioni di
tutti i singoli partecipanti, già costituiti o da costituirsi.
13.4 Il plico deve contenere al suo interno tre buste chiuse e sigillate, recanti l’intestazione del
mittente, l’indicazione dell’oggetto dell’appalto e la dicitura, rispettivamente:
1)
“A - Documentazione amministrativa”;
2)
“ B - Offerta tecnica”;
3)
“ C - Offerta economica”.
13.5 ► La mancata separazione dell’offerta economica dall’offerta tecnica, ovvero l’inserimento di
elementi concernenti il prezzo in documenti non contenuti nella busta dedicata all’offerta
economica, costituirà causa di esclusione.
13.6 ► Saranno escluse le offerte plurime, condizionate, tardive, alternative o espresse in aumento
rispetto all’importo a base di gara.
14 Contenuto della Busta “A - Documentazione amministrativa”
Nella busta “A – Documentazione amministrativa” devono essere contenuti i seguenti documenti:
19
14.1 ■ domanda di partecipazione sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente, con allegata la
copia fotostatica di un documento d’identità del sottoscrittore; la domanda può essere
sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va allegata copia
conforme all’originale della relativa procura 18.
14.2 ■ dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e
ss.mm.ii., oppure, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea equivalente
secondo la legislazione dello Stato di appartenenza, con la quale il concorrente attesta, indicandole
specificatamente, di non trovarsi nelle condizioni previste nell’art. 38, comma 1, lettere a), b), c),
d), e), f), g), h), i), l), m), m-bis), m-ter) e m-quater), del Codice e precisamente:
a) ■ di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta o di concordato
preventivo e che nei propri riguardi non è in corso un procedimento per la
dichiarazione di una di tali situazioni;
(oppure, in caso di concordato preventivo con continuità aziendale)
a) ■ di avere depositato il ricorso per l’ammissione alla procedura di concordato
preventivo con continuità aziendale, di cui all’art. 186-bis del R.D. 16 marzo 1942, n. 267,
oppure domanda di concordato preventivo ex art. 161, comma 6, del R.D. 16 marzo
1942 n. 267 (c.d. concordato in bianco) e di essere stato autorizzato alla
partecipazione a procedure per l’affidamento di contratti pubblici dal Tribunale di …
[inserire riferimenti autorizzazione, n., data, ecc., …]: per tale motivo, dichiara di non
partecipare alla presente gara quale impresa mandataria di un raggruppamento di
imprese; alla suddetta dichiarazione devono essere, altresì, allegati i seguenti
documenti:
(oppure)
a)
■ di trovarsi in stato di concordato preventivo con continuità aziendale, di cui all’art. 186bis del R.D. 16 marzo 1942, n. 267, giusto decreto del Tribunale di ……..[inserire riferimenti
n., data, ecc., …]: per tale motivo, dichiara di non partecipare alla presente gara quale
impresa mandataria di un raggruppamento di imprese; alla suddetta dichiarazione devono
essere, altresì, allegati i seguenti documenti:
a.1. ■ relazione di un professionista in possesso dei requisiti di cui all’art. 67, lett. d), del
R.D. 16 marzo 1942, n. 267, che attesta la conformità al piano di risanamento e la
ragionevole capacità di adempimento del contratto;
a.2. ■ dichiarazione sostitutiva con la quale il concorrente indica il soggetto che, in
qualità di impresa ausiliaria, metterà a disposizione, per tutta la durata dell’appalto, le
risorse e i requisiti di capacità finanziaria, tecnica, economica nonché di certificazione
richiesti per l’affidamento dell’appalto e potrà subentrare in caso di fallimento nel corso
della gara oppure dopo la stipulazione del contratto, ovvero nel caso in cui non sia
più in grado per qualsiasi ragione di dare regolare esecuzione all’appalto;
a.3. ■ dichiarazione sostitutiva con la quale il legale rappresentante di altro soggetto, in
qualità di impresa ausiliaria:
1) ■ attesta il possesso, in capo all’impresa ausiliaria, dei requisiti generali di cui all’art.
38 del Codice, l’inesistenza di una delle cause di divieto, decadenza o
sospensione di cui all’art. 67 del d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159, e il possesso di tutte
le risorse e i requisiti di capacità finanziaria, tecnica, economica nonché di
certificazione richiesti per l’affidamento dell’appalto;
18
Nel caso di raggruppamento temporaneo non ancora costituito, la domanda, deve essere sottoscritta da tutti i soggetti
che costituiranno il raggruppamento;
20
2) ■ si obbliga verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a
disposizione, per tutta la durata dell’appalto, le risorse necessarie all’esecuzione del
contratto ed a subentrare all’impresa ausiliata nel caso in cui questa fallisca nel
corso della gara oppure dopo la stipulazione del contratto, ovvero non sia più in
grado per qualsiasi ragione di dare regolare esecuzione all’appalto;
3) ■ attesta che l’impresa ausiliaria non partecipa alla gara in proprio o associata o
consorziata ai sensi dell’art. 34 del Codice;
a.4 ■ originale o copia autentica del contratto, in virtù del quale l’impresa ausiliaria si
obbliga, nei confronti del concorrente, a fornire i requisiti e a mettere a disposizione
tutte le risorse necessarie all’esecuzione del contratto per tutta la durata dell’appalto e a
subentrare allo stesso in caso di fallimento oppure, in caso di avvalimento nei confronti di
una impresa che appartiene al medesimo gruppo, dichiarazione sostitutiva attestante il
legame giuridico ed economico esistente nel gruppo;
b) ■ che non è pendente alcun procedimento per l’applicazione di una delle misure di prevenzione
o di una delle cause ostative di cui rispettivamente all’art. 6 e all’art. 67 del d.lgs. 6 settembre, n.
159 del 2011 (art. 38, comma 1, lett. b), del Codice), che nei propri confronti non sussiste alcuna
causa di divieto, decadenza o sospensione di cui all’art. 67 del d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159;
c) ■ che nei propri confronti non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato o
emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena
su richiesta ai sensi dell'art. 444 del Codice di procedura penale (art. 38, comma 1, lett. c), del
Codice);
(o in alternativa, se presenti condanne dichiara)
c) ■ tutte le sentenze di condanna passate in giudicato, i decreti penali di condanna divenuti
irrevocabili, le sentenze di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del Codice di
procedura penale emessi nei propri confronti, ivi comprese quelle per le quali abbia beneficiato
della non menzione, ad esclusione delle condanne per reati depenalizzati o per le quali è
intervenuta la riabilitazione o quando il reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna o in
caso di revoca della condanna medesima;
d) ■ di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all’art. 17 della l. 19 marzo 1990,
n. 55 e ss.mm.ii. o, altrimenti, che è trascorso almeno un anno dall’ultima violazione accertata
definitivamente e che questa è stata rimossa (art. 38, comma 1, lett. d), del Codice);
e) ■ di non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza
e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro, risultanti dai dati in possesso
dell’Osservatorio dei contratti pubblici dell’A.N.AC. (art. 38, comma 1, lett. e), del Codice);
f) ■ di non aver commesso grave negligenza o malafede nell’esecuzione di prestazioni affidate da
questa stazione appaltante e di non aver commesso errore grave nell’esercizio della sua attività
professionale (art. 38, comma 1, lett. f), del Codice);
g) ■ di non aver commesso, ai sensi dell’art. 38, comma 2, del Codice, violazioni gravi,
definitivamente accertate, rispetto gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse,
secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui è stabilito (art. 38, comma 1, lett. g),
del Codice);
h) ■ che nel casellario informatico delle imprese, istituito presso l’Osservatorio dell’A.N.AC., non
risulta nessuna iscrizione per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione in
merito a requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara e per
l’affidamento di subappalti (art. 38, comma 1, lett. h), del Codice);
i) ■ di non aver commesso, ai sensi dell’art. 38, comma 2, violazioni gravi, definitivamente
21
accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali ed assistenziali secondo la
legislazione italiana o quella dello Stato in cui è stabilito (art. 38, comma 1, lett. i), del Codice);
l) ■ di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, ai sensi della l.
12 marzo 1999, n. 68 (art. 38, comma 1, lett. l), del Codice);
m) ■ che nei propri confronti:
•
non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’art. 9, comma 2, lett. c), del d.lgs. 8
giugno 2001, n. 231, e non sussiste alcun divieto di contrarre con la pubblica
amministrazione, compresi i provvedimenti interdittivi di cui all’art. 14 del d.gs. 9 aprile
2008, n. 81 (art. 38, comma 1, lett. m), del Codice);
•
non sussiste la causa interdittiva di cui all’art. 53, comma 16-ter, del d.lgs. del 2001, n. 165
(ovvero di non aver concluso contratti di lavoro subordinato o autonomo e comunque non
aver conferito incarichi ai soggetti di cui al citato art. 53 comma 16-ter [ex dipendenti di
pubbliche amministrazioni che, negli ultimi tre anni di servizio, hanno esercitato poteri
autoritativi o negoziali per conto delle medesime pubbliche amministrazioni nei confronti
dell’impresa concorrente destinataria dell’attività della pubblica amministrazione svolta
attraverso i medesimi poteri] per il triennio successivo alla cessazione del rapporto di
pubblico impiego);
•
non sussiste la causa interdittiva di cui all’art. 35 del d.l. n. 90/2014 (ovvero di non essere
società o ente estero, per il quale, in virtù della legislazione dello Stato in cui ha sede, non
è possibile l'identificazione dei soggetti che detengono quote di proprietà del capitale o
comunque il controllo oppure che nei propri confronti sono stati osservati gli obblighi di
adeguata verifica del titolare effettivo della società o dell’ente in conformità alle
disposizioni del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231);
m-bis) ■ che nel casellario informatico delle imprese, istituito presso l’Osservatorio dell’ A.N.AC.,
non risulta nessuna iscrizione per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione ai
fini del rilascio dell’attestazione SOA (art. 38, comma 1, lett. m- bis), del Codice);
m-ter)
■ di non trovarsi nelle condizioni di cui all’art. 38, comma 1, lettera m-ter), del Codice;
m-quater) ■ ai sensi e per gli effetti di cui al comma 1, lettera m-quater), e comma 2 dell’art. 38
del Codice, dichiara:
•
di non essere in una situazione di controllo di cui all’art. 2359 del codice civile con altri
concorrenti e di aver formulato l’offerta autonomamente;
(oppure)
•
di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di altri
concorrenti che si trovano, nei suoi confronti, in una delle situazioni di controllo di cui
all’art. 2359 del codice civile e di aver formulato autonomamente l’offerta;
(oppure)
•
di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di altri concorrenti
che si trovano, nei suoi confronti, in una delle situazioni di controllo di cui all’art. 2359 del
codice civile e di aver formulato autonomamente l’offerta.
Si precisa che:
1)
■ le attestazioni di cui al presente paragrafo 14.2, nel caso di raggruppamenti temporanei, devono
essere rese da tutti i concorrenti che partecipano alla procedura in forma congiunta;
2)
■ le attestazioni di cui al presente paragrafo 14.2, nel caso di consorzi stabili, devono essere rese
22
anche dai consorziati per conto dei quali il consorzio concorre;
3)
■ le attestazioni di cui di cui al presente paragrafo 14.2 lett. b), c) ed m-ter, devono essere rese o
devono riferirsi ai soggetti indicati nell’art. 38, comma 1, lettera b), del Codice (per le imprese
individuali: titolare e direttore tecnico; per le società in nome collettivo: socio e direttore tecnico;
per le società in accomandita semplice: soci accomandatari e direttore tecnico; per le altre
società: amministratori muniti di poteri di rappresentanza, direttore tecnico, socio unico persona
fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci). Nel caso di
società, diverse dalle società in nome collettivo e dalle società in accomandita semplice, nelle
quali siano presenti due soli soci, ciascuno in possesso del cinquanta per cento della
partecipazione azionaria, le dichiarazioni devono essere rese da entrambi i soci.
4)
■ l’attestazione del requisito di cui al presente paragrafo 14.2 lett. c), deve essere resa
personalmente anche da ciascuno dei soggetti indicati nell’art. 38, comma 1, lettera c) del Codice
cessati nella carica nell’anno precedente la data di pubblicazione del bando di gara (per le imprese
individuali: titolare e direttore tecnico; per le società in nome collettivo: socio e direttore
tecnico; per le società in accomandita semplice: soci accomandatari e direttore tecnico; per le
altre società: amministratori muniti di poteri di rappresentanza, e direttore tecnico, socio unico
persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci);
nel caso di società, diverse dalle società in nome collettivo e dalle società in accomandita
semplice, nelle quali siano presenti due soli soci, ciascuno in possesso del cinquanta per cento
della partecipazione azionaria, le dichiarazioni devono essere rese da entrambi i soci. In caso di
incorporazione, fusione societaria o cessione d’azienda, le suddette attestazioni devono essere
rese anche dagli amministratori e da direttori tecnici che hanno operato presso la società
incorporata, fusasi o che ha ceduto l’azienda nell’ultimo anno antecedente la data di pubblicazione
del bando di gara. Qualora i suddetti soggetti non siano in condizione di rendere la richiesta
attestazione, questa può essere resa dal legale rappresentante, mediante dichiarazione
sostitutiva ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, nella quale si dichiari il possesso
dei requisiti richiesti, indicando nominativamente i soggetti per i quali si rilascia la dichiarazione.
[Facoltativo:5)]
5)
■ Le attestazioni di cui al presente paragrafo 14.2, lett. b), c) ed m-ter), devono essere rese anche dai
titolari di poteri institori ex art. 2203 del c.c. e dai procuratori speciali delle società muniti di
potere di rappresentanza e titolari di poteri gestori e continuativi, ricavabili dalla procura.
6) L'accertamento dell’assenza della cause di esclusione e del possesso dei requisiti,
comporta:
1) l’identificazione del candidato e del relativo personale tecnico che si intende impiegare nello
svolgimento del servizio, con l'indicazione del rapporto giuridico intercorrente tra le persone
fisiche indicate e il candidato stesso, come segue:
a. indicazione dei soggetti titolari, rappresentanti legali e responsabili delle prestazioni, come
segue:
a.1.
nel caso di liberi professionisti singoli, il titolare dello studio;
a.2. nel caso di associazioni professionali di liberi professionisti (studi associati),
costituite in vigenza della legge n. 1815 del 1939, anteriormente alla sua abrogazione, tutti
i professionisti associati;
a.3. nel caso di società di professionisti (costituite esclusivamente da professionisti iscritti
negli appositi albi, ai sensi dell'articolo 90, comma 2, lettera a), del Codice), tutti i soci
professionisti;
a.4. nel caso società di ingegneria (costituite ai sensi dell'articolo 90, comma 2, lettera b),
del Codice):
23
a.4.1.
i professionisti amministratori muniti di potere di rappresentanza;
a.4.2.
il direttore tecnico di cui all'articolo 254 del Regolamento;
a.4.3.
gli amministratori muniti di potere di rappresentanza non professionisti;
a.4.4.
qualora la società di ingegneria abbia meno di quattro soci, il socio unico o
il socio di maggioranza, se diversi dai soggetti già indicati;
b.1.
professionisti dipendenti;
b.2. professionisti consulenti con contratto su base annua che abbiano fatturato nei
confronti del candidato una quota superiore al 50 per cento del proprio fatturato annuo
risultante dall'ultima dichiarazione IVA;
• tutti i soci in caso di società di persone;
• tutti gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza, in caso di società di capitali,
di società cooperative o di consorzio;
• il socio unico o i soci di maggioranza in caso di società di capitali con meno di quattro
soci.
14.2.1 Le attestazioni di cui al presente paragrafo 14.2 devono essere rese personalmente da ciascuno
dei soggetti sopra indicati (art. 38, comma 1, lettera b), del Codice, oppure, dal rappresentante
legale del concorrente con indicazione nominativa dei soggetti cui i requisiti si riferiscono.
14.3 ■ dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n.
445 e ss.mm.ii attestante:
a. ■ l’iscrizione nel registro 19 della Camera di Commercio, industria, artigianato e agricoltura o nel
registro delle Commissioni provinciali per l’artigianato, o presso i competenti Ordini
professionali 20, con espressa indicazione della Camera di Commercio nel cui registro delle
imprese è iscritto, degli estremi d’iscrizione (numero e data), della forma giuridica ovvero di
altro registro o albo equivalente secondo la legislazione nazionale di appartenenza; per i
concorrenti non residenti in Italia, l’iscrizione secondo la legislazione nazionale di appartenenza
in uno dei registri professionali o commerciali di cui all’allegato … [indicare allegato XI B per
forniture oppure XI C per servizi ] al Codice.
b. ■ i dati identificativi (nome, cognome, luogo e data di nascita, qualifica) del titolare dell’impresa
individuale, ovvero di tutti i soci in nome collettivo, ovvero di tutti i soci accomandatari,
nel caso di società in accomandita semplice, nonché di tutti gli amministratori muniti di poteri di
rappresentanza, di tutti i direttori tecnici, gli institori e i procuratori speciali muniti di potere
di rappresentanza e titolari di poteri gestori e continuativi;
c. ■ che nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara non vi sono stati
soggetti cessati dalle cariche societarie indicate nell’art. 38, comma 1, lett. c), del Codice,
ovvero indica l’elenco degli eventuali soggetti cessati dalle cariche societarie suindicate nell’anno
antecedente la data di pubblicazione del bando;
d. ■ di aver espletato nel decennio precedente la data di pubblicazione del bando servizi di
__________________________ riguardanti lavori appartenenti alle classi e categorie indicate nella
tabella di cui al punto 12.1.2 lettera b) del presente disciplinare per l’importo globale per ciascuna di
esse non inferiore a quello indicato a fianco delle medesime classi e categorie e precisamente:
19
20
Per le società di professionisti, società di ingegneria e società consortili
Per tutti i soggetti individuati al punto 6 delle precisazioni del paragrafo 14.2 del disciplinare
24
Tabella 2 – [Esempio di tabella contenente la descrizione dei servizi eseguiti]
Anno
Oggetto dell’affidamento
..[2013]..
[descrizione dell’attività]
..[2013]..
[descrizione dell’attività]
..[2012]..
[descrizione dell’attività]
..[20..]..
[descrizione dell’attività]
..[20..]..
[descrizione dell’attività]
ID
OPERE/GRADO
DI
21
COMPLESSITA’
CORRISPOND.
L. 143/49
CLASSI E
CATEGORIE
Committente
Soggetto che ha
eseguito il
servizio
IMPORTO
TOTALE
e. ■ di aver svolto nel decennio precedente la data di pubblicazione del bando due servizi di
____________________________, appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori
indicate al punto 12.1.2 lettera c) del disciplinare, per un importo totale non inferiore al valore
indicato nell’ultima colonna della tabella riportata al predetto punto 12.1.2 lettera c), e precisamente:
Tabella 3 – [Esempio di tabella contenente la descrizione dei servizi di punta eseguiti]
Anno
Oggetto dell’affidamento
..[2013]..
[descrizione dell’attività]
..[2013]..
[descrizione dell’attività]
..[2012]..
[descrizione dell’attività]
..[20..]..
[descrizione dell’attività]
..[20..]..
[descrizione dell’attività]
ID
OPERE/GRADO
DI
22
COMPLESSITA’
CORRISPOND.
L. 143/49
CLASSI E
CATEGORIE
Committente
Soggetto che ha
eseguito il
servizio
IMPORTO
TOTALE
f. ■ di aver avuto nell’ultimo triennio [fino al 31 dicembre 2015 – nei migliori tre anni dell’ultimo
quinquennio], un numero medio annuo del personale tecnico utilizzato (comprendente i soci attivi, i
dipendenti, i consulenti su base annua iscritti ai relativi albi professionali, ove esistenti, e muniti di partiva IVA e che
firmino il progetto, ovvero firmino i rapporti di verifica del progetto, ovvero facciano parte dell’ufficio di direzione lavori
e che abbiano fatturato nei confronti della società offerente una quota superiore al cinquanta per cento del proprio
fatturato annuo, risultante dall’ultima dichiarazione IVA, e i collaboratori a progetto in caso di soggetti non esercenti
arti e professioni), in misura pari a ______ unità.
[Se tra i requisiti di capacità tecnica sono previste certificazioni: lett. d)]
g. ■ il possesso delle certificazioni richieste ...[indicare gli estremi delle certificazioni]… ovvero di
prove relative all’impiego di misure equivalenti;
[Se tra i requisiti di capacità economica è previsto il fatturato globale di cui all’art. 263, comma 1,
lett. a) del Regolamento (deve essere motivato ai sensi dell’art.41 comma 2 del Codice dei Contratti)]
h. ■ di aver realizzato complessivamente negli ultimi cinque esercizi antecedenti la pubblicazione del
21
22
Riferimento tavola Z-1 DM143/2013
Riferimento tavola Z-1 DM143/2013
25
bando [fino al 31 dicembre 2015 – nei migliori cinque anni dell’ultimo decennio] un
fatturato…[inserire la tipologia dei dati descrittivi richiesti, ad es., fatturato globale/specifico per la
prestazione dei servizi/forniture di … di €. … [in cifre] … (euro……[in lettere]…….), anche adottando una
tabella per la presentazione da parte dei concorrenti come la seguente] …
Tabella 4 – Esempio di tabella contenente le informazioni relative al fatturato globale per servizi
attinenti l’architettura e l’ingegneria
Anno
Importo fatturato globale
Soggetto che ha realizzato il fatturato
globale
..[2013]..
…….[euro] ……
…….[euro] ……
..[2012]..
…….[euro] ……
…….[euro] ……
..[2011]..
…….[euro] ……
…….[euro] ……
14.4 ■ in caso dell’avvalimento, il concorrente dovrà allegare alla domanda:
a. ■ dichiarazione sostitutiva con cui il concorrente indica specificatamente i requisiti di
partecipazione di carattere economico-finanziario, tecnico-organizzativo per i quali intende
ricorrere all’avvalimento ed indica l’impresa ausiliaria;
b. ■ dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa ausiliaria, con la
quale:
1) attesta il possesso, in capo all’impresa ausiliaria, dei requisiti generali di cui all’art. 38 del
Codice, l’inesistenza di una delle cause di divieto, decadenza o sospensione di cui all’art. 67
del d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159, e il possesso dei requisiti tecnici e delle risorse oggetto
di avvalimento;
2) si obbliga verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione, per tutta
la durata dell’appalto, le risorse necessarie di cui è carente il concorrente;
3) attesta che l’impresa ausiliaria non partecipa alla gara in proprio o come associata o
consorziata ai sensi dell’art. 34 del Codice;
c. ■ originale o copia autentica del contratto, in virtù del quale l’impresa ausiliaria si obbliga, nei
confronti del concorrente, a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie, che
devono essere dettagliatamente descritte, per tutta la durata dell’appalto, oppure, in caso di
avvalimento nei confronti di un’impresa che appartiene al medesimo gruppo, dichiarazione
sostitutiva attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo; dal contratto e dalla
suddetta dichiarazione discendono, ai sensi dell’art. 49, comma 5, del Codice, nei confronti
del soggetto ausiliario, i medesimi obblighi in materia di normativa antimafia previsti per il
concorrente;
14.5 PASSOE di cui all’art. 2, comma 3.2, delibera n. 111 del 20 dicembre 2012 dell’AVCP, relativo al
concorrente; in aggiunta, nel caso in cui il concorrente ricorra all’avvalimento ai sensi dell’art. 49 del
Codice anche il PASSOE relativo all’impresa ausiliaria.
14.6 ■ dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e
ss.mm.ii., oppure, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea equivalente
secondo la legislazione dello Stato di appartenenza, con la quale il concorrente:
1. ■ dichiara remunerativa l’offerta economica presentata giacché per la sua formulazione ha preso
26
atto e tenuto conto:
a) delle condizioni contrattuali e degli oneri compresi quelli eventuali relativi in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di previdenza e assistenza in vigore nel
luogo dove devono essere svolti i servizi;
b) di tutte le circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che possono
avere influito o influire sia sulla prestazione dei servizi sia sulla determinazione della propria
offerta.
[In caso di vigenza di patti/protocolli di legalità: 2]
2. ■ accetta il patto di integrità/protocollo di legalità … [indicare il riferimento normativo o
amministrativo, es. legge regionale n. … del, delibera n… del … da cui discende l’applicazione del suddetto
patto/protocollo….] allegato alla documentazione di gara (art. 1, comma 17, della l. 6 novembre
2012, n. 190);
[in caso di vigenza di codice di comportamento della stazione appaltante: 3]
3. ■ dichiara di essere edotto degli obblighi derivanti dal codice di comportamento adottato dalla
stazione appaltante …[indicare gli estremi del Codice di comportamento]... allegato a …[indicare allegato o
estremi del codice di comportamento]... e si impegna, in caso di aggiudicazione, ad osservare e a far
osservare ai propri dipendenti e collaboratori il suddetto codice, pena la risoluzione del
contratto.
4. ■ accetta, senza condizione o riserva alcuna tutte le norme e disposizioni contenute nella
documentazione di gara di cui alle premesse del presente disciplinare di gara;
[Nei casi previsti dall’articolo 268 del Regolamento: 14.10]
14.7 ■ documento attestante la cauzione provvisoria di cui il paragrafo 10, con allegata la dichiarazione,
di cui all’art. 75, comma 8, del Codice, concernente l’impegno a rilasciare la cauzione
definitiva 23.
[Nei casi previsti dall’articolo 268 del Regolamento in cui la cauzione provvisoria venga prestata
in misura ridotta, ai sensi del comma 7 dell’art. 75 del Codice: 14.10]
14.8
■ dichiarazione sostitutiva con la quale il concorrente attesta il possesso del sistema di qualità
conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000 ovvero copia conforme della
suddetta certificazione;
[Se è previsto il sopralluogo obbligatorio: 14.9]
14.9
■ dichiarazione sostitutiva con la quale il concorrente attesta di aver preso visione dei luoghi
ovvero certificato rilasciato dalla stazione appaltante attestante la presa visione dello stato dei
luoghi in cui deve essere eseguita la prestazione.
14.10
■ ricevuta di pagamento del contributo a favore dell’Autorità di € ..…[in cifre] … (euro……[in
lettere]…….) di cui al paragrafo 11 del presente disciplinare di gara.
14.11
dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n.
445 e ss.mm. ii. oppure, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea
equivalente secondo la legislazione dello Stato di appartenenza, con la quale il concorrente:
a. indica il domicilio fiscale, il codice fiscale, la partita IVA, l’indirizzo di PEC o posta
23
Le Stazioni appaltanti non possono prevedere il versamento di alcuna cauzione per i servizi di progettazione e di
redazione del piano di sicurezza e coordinamento ex D.Lgs.81/2008, come prescritto dall’art.268 del Regolamento e
ribadito dalla determinazione ANAC n°4/2015.
27
elettronica non certificata o il numero di fax il cui utilizzo autorizza, ai sensi dell’art.
79, comma 5, del Codice, per tutte le comunicazioni inerenti la presente procedura di gara;
[in caso di società tra professionisti e società d’ingegneria: b)]
b. indica le posizioni INPS e INAIL e l’agenzia delle entrate competente per territorio;
c. autorizza qualora un partecipante alla gara eserciti la facoltà di “accesso agli atti”, la
stazione appaltante a rilasciare copia di tutta la documentazione presentata per la
partecipazione alla gara;
(oppure )
c. non autorizza, qualora un partecipante alla gara eserciti la facoltà di “accesso agli atti”, la
stazione appaltante a rilasciare copia dell’offerta tecnica e delle giustificazioni che saranno
eventualmente richieste in sede di verifica delle offerte anomale, in quanto coperte da segreto
tecnico/commerciale. Tale dichiarazione dovrà essere adeguatamente motivata e comprovata ai
sensi dell’art. 13, comma 5, lett. a), del Codice. La stazione appaltante si riserva di valutare la
compatibilità dell’istanza di riservatezza con il diritto di accesso dei soggetti interessati;
d. indica con i limiti e i divieti dell’articolo 91, comma 3 del Codice, le prestazioni che intende
affidare in subappalto;
e. attesta di essere informato, ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196,
che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente
nell’ambito del procedimento per il quale la dichiarazione viene resa.
INDICAZIONI PER I CONCORRENTI CON IDONEITÀ PLURISOGGETTIVA E PER I CONSORZI
[per i consorzi stabili ex art.90, comma 1, lettera h) del Codice:14.12 – 14.13]
14.12 ■ atto costitutivo e statuto del consorzio in copia autentica, con indicazione delle società di
professionisti e/o società d’ingegneria consorziate;
14.13 ■ dichiarazione in cui si indica il/i consorziato/i per i quale/i il consorzio concorre alla gara;
qualora il consorzio non indichi per quale/i consorziato/i concorre, si intende che lo
stesso partecipa in nome e per conto proprio.
nel caso di raggruppamento temporaneo già costituito
14.14 ■ mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria per atto
pubblico o scrittura privata autenticata, con indicazione del soggetto designato quale
mandatario, nella forma prescritta, prima della data di presentazione dell’offerta.
14.15 ■ dichiarazione in cui si indica, ai sensi dell’art. 37, comma 4, del Codice, le parti del
servizio che saranno eseguite dai singoli soggetti consorziati o raggruppati.
nel caso di raggruppamento temporaneo non ancora costituiti
14.16 ■ dichiarazione resa da ciascun concorrente attestante:
a. il soggetto al quale, in caso di aggiudicazione, sarà conferito mandato speciale con
rappresentanza o funzioni di capogruppo;
b. l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla disciplina vigente con riguardo
ai raggruppamenti temporanei;
c. le parti del servizio o della fornitura che saranno eseguite dai singoli soggetti riuniti ai
sensi dell’art. 37, comma 4, del Codice.
14.17
■ La mancanza, l’incompletezza e ogni altra irregolarità delle attestazioni, dichiarazioni ed
28
elementi di cui al paragrafo 14 potranno essere sanate ai sensi dell’art. 38, comma 2 bis e art. 46,
comma 1-ter, del Codice, purché i requisiti dichiarati siano sussistenti al momento della
presentazione della domanda e dietro pagamento in favore della stazione appaltante, della
sanzione pecuniaria prevista al paragrafo 6.5 del presente disciplinare.
► In caso di mancata sanatoria, la Stazione Appaltante procederà all’esclusione del
concorrente dalla procedura di gara.
15 Contenuto della Busta “B - Offerta tecnico-organizzativa”
15.1 ► La busta “B-Offerta Tecnico-organizzativa”, deve contenere, a pena di esclusione, i seguenti
documenti:
a. documentazione con la quale il Concorrente descriva - indicando anche i committenti, gli importi
e il periodo di svolgimento – al massimo 3 (tre) servizi di __________________ [indicare i
servizi specifici attinenti all’architettura e all’ingegneria richiesti per l’oggetto e la natura delle prestazioni
professionali in gara, es. progettazione, direzione lavori, misura e contabilità etc.] mediante la presentazione
per ciascun servizio di schede numerate di formato A3 (per un massimo di ____) o formato A4 (per
un massimo di _____) - scelti fra interventi qualificabili affini a quelli oggetto dell'affidamento,
secondo i criteri desumibili dal D.M. 143/2013, ricompresi nelle classi e categorie indicate al
punto 1.1 del presente disciplinare, ritenuti significativi della propria capacità a realizzare la
prestazione sotto il profilo tecnico;
b. una relazione tecnico-metodologica, costituita da un numero massimo di _____ (______)
cartelle numerate, che illustri le modalità con cui saranno svolte le prestazioni di
_________________________________________, oggetto dell'incarico, con riferimento ai
seguenti aspetti:
1. __________________________________;
2. __________________________________;
3. Elenco dei documenti prodotti richiesti nei precedenti punti.
Si precisa che ai fini della valutazione dell’offerta tecnica non si terrà conto delle schede e
delle cartelle prodotte dal Concorrente in numero superiore a quanto indicato ai punti a) e b)
che precedono.
Non sono ammesse offerte tecniche sottoposte a condizione e non verranno valutate prestazioni
diverse e/o ulteriori rispetto a quelle previste nei documenti di gara.
[facoltativo]
Ai sensi dell’articolo 266, c. 3, del Regolamento si precisa che qualora la valutazione
dell’offerta tecnica del Concorrente non raggiunga complessivamente un punteggio minimo
pari a ________ rispetto al punteggio massimo attribuibile all’offerta tecnica pari a ________,
il concorrente non verrà ammesso alle fasi successive della gara e pertanto non si procederà
all’apertura della busta “C - Offerta Economica” presentata dal medesimo Concorrente.
L’offerta tecnica dovrà contenere l’eventuale indicazione espressa delle parti che costituiscono,
secondo motivata e comprovata dichiarazione dell’offerente, segreti tecnici o commerciali e che
pertanto necessiterebbero, ai sensi dell’articolo 13 del Codice, di adeguata e puntuale tutela in caso di
accesso agli atti da parte di terzi. In ogni caso il Responsabile del Procedimento valuterà, sulla base
delle proprie conoscenze tecniche, se l’offerta contiene segreti tecnici o commerciali ai sensi
dell’articolo 79 comma 4 del Codice.
La documentazione e le relazioni elencate ai punti a) e b) che precedono costituenti l'offerta tecnica
devono essere sottoscritte, a pena di esclusione, dal Concorrente (nel caso di professionista singolo ai sensi
29
dell'articolo 90, comma 1, lett. d, del Codice) ovvero dal legale rappresentante del Concorrente o da persona
munita di idonei poteri (si precisa che nel caso di procuratore speciale, il Concorrente dovrà allegare copia conforme ai
sensi del D.P.R. 445/2000 della procura speciale) negli altri casi previsti dall’articolo 90 del Codice.
15.2 ■ Qualora il Concorrente sia un Raggruppamento temporaneo non ancora costituito di cui all'articolo
90, comma 1, lett. g), del Codice, la documentazione e le relazioni elencate ai punti a) e b) che
precedono, costituenti l'offerta tecnica, devono essere sottoscritte, a pena di esclusione, da tutti i
soggetti che costituiranno il Concorrente ovvero dal loro legale rappresentante o da persona munita di
idonei poteri (se procuratore speciale, il Concorrente dovrà allegare copia conforme ai sensi del D.P.R. 445/2000
della procura speciale) di ciascun componente i medesimi soggetti giuridici.».
15.3 ■ La mancata sottoscrizione dell’offerta potrà essere sanata ai sensi dell’art. 38, comma 2 bis e art.
46, comma 1 ter, del Codice a condizione che sia riconducibile al concorrente e dietro
pagamento in favore della stazione appaltante, della sanzione pecuniaria prevista al paragrafo 6.5 del
presente disciplinare.
► In caso di mancata sanatoria la Stazione Appaltante procederà all’esclusione del
concorrente dalla procedura di gara.
16 Contenuto della Busta “C – Offerta economica”
16.1 ► Nella busta “C – Offerta Economica”, a pena di esclusione, deve essere contenuta l'offerta
economica, compilando preferibilmente l’allegato “3 – Offerta economica”, costituita dal ribasso
percentuale unico offerto fino alla seconda cifra decimale, espresso in cifre ed in lettere.
Ai sensi dell'articolo 266, comma 1, lettera c), n. 1, del Regolamento, si precisa che qualora il ribasso
offerto sia superiore al _____ % (______ per cento) sul prezzo a base d'asta verrà comunque
considerata la ponderazione pari a _____ punti. In caso di discordanza tra le cifre e le lettere e tra
l’indicazione del ribasso percentuale e l’offerta espressa in forma esplicita, verrà comunque preso in
considerazione il ribasso percentuale indicato in lettere.
Non sono ammesse offerte economiche parziali o sottoposte a condizione e non verranno valutate
prestazioni diverse e/o ulteriori rispetto a quelle previste nei documenti di gara.
Non sono ammesse offerte in aumento.
L'offerta economica deve essere sottoscritta, a pena di esclusione, dal Concorrente (nel caso in cui il
Concorrente sia un professionista singolo ai sensi dell'articolo 90, comma 1, lett. d, del Codice),
ovvero dal legale rappresentante del Concorrente o da persona munita di idonei poteri (se procuratore
speciale, il Concorrente dovrà allegare copia conforme ai sensi del D.P.R. 445/2000 della procura
speciale).
Qualora il Concorrente sia un Raggruppamento temporaneo non ancora costituito di cui all'articolo
90, comma 1, lett. g), del Codice, l’offerta economica dovrà essere sottoscritta, a pena di esclusione, da
tutti i soggetti che costituiranno il Concorrente ovvero dal loro legale rappresentante o da persona
munita di idonei poteri (se procuratore speciale, il Concorrente dovrà allegare copia conforme ai sensi
del D.P.R. 445/2000 della procura speciale) di ciascun componente i medesimi soggetti giuridici..
[Facoltativo: 16.2]
16.2 All’interno della busta “C–offerta Economica”, il concorrente può inserire, in separata busta
chiusa e sigillata, le giustificazioni di cui all’art. 87, comma 2, del Codice. La busta dovrà
riportare esternamente le indicazioni del concorrente ovvero la denominazione o ragione sociale
dell’impresa e la seguente dicitura … [inserire dicitura : es. “gara per …. - Giustificazioni”]… .
30
17
Modalità di verifica dei requisiti di partecipazione
17.1 La verifica del possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economicofinanziario avverrà, ai sensi dell'art. 6-bis del Codice, attraverso l'utilizzo del sistema AVCpass, reso
disponibile dall'A.N.A.C. con la delibera attuativa n. 111 del 20 dicembre 2012 e ss.mm.ii., fatto
salvo quanto previsto dal comma 3 del citato art. 6-bis e con le modalità di cui agli artt. 5 e 6 della
predetta delibera.
17.2 I requisiti speciali di partecipazione di cui al paragrafo 12, salvo quanto previsto dall’art. 41,
comma 3, del Codice, potranno essere comprovati attraverso la seguente documentazione:
a) quanto al requisito di cui al precedente paragrafo 12.1 n. 1), se si tratta di un cittadino di altro
Stato Membro non residente in Italia, mediante dichiarazione giurata o secondo le modalità
vigenti nello Stato membro nel quale è stabilito, inserita nel sistema AVCpass dal concorrente.
Resta ferma la facoltà della Stazione Appaltante di verificare la veridicità ed autenticità della
documentazione inserita;
[Se tra i requisiti di capacità economica è previsto il fatturato globale: b)]
b) quanto al requisito relativo al fatturato […globale/specifico…] di cui al precedente paragrafo
12.1.2 lettera a), mediante i bilanci delle società di capitali corredati della nota integrativa oppure
mediante il fatturato globale e gli ammortamenti risultanti dal Modello Unico o dalla Dichiarazione
IVA dei concorrenti costituiti in forma d’impresa individuale ovvero società di persone, acquisiti
presso la BDNCP e resi disponibili attraverso il Sistema AVCPASS;
[Se tra i requisiti di capacita tecnica è richiesta l’esecuzione di servizi analoghi o di punta: c)]
c) quanto al requisito relativo ai servizi analoghi o di punta di cui ai precedenti paragrafo 12.1.2
lettere b) e c), l’attestazione delle prestazioni con l’indicazione degli importi, delle date e dei
destinatari, pubblici o privati, dei servizi è comprovata:
18
i.
se trattasi di servizi prestati a favore di amministrazioni o enti pubblici, da certificati
rilasciati in originale o in copia conforme e vistati dalle amministrazioni o dagli enti
medesimi, inseriti nel sistema AVCpass dai concorrenti in mancanza di detti certificati, i
concorrenti possono inserire nel predetto sistema le fatture relative all’avvenuta esecuzione
indicando, ove disponibile, il CIG del contratto cui si riferiscono, l’oggetto del contratto
stesso e il relativo importo, il nominativo del contraente pubblico e la data di stipula del
contratto stesso;
ii.
se trattasi di servizi prestati a privati, mediante certificazione rilasciata dal committente o
mediante copia autentica dei contratti e delle relative fatture emesse, inseriti nel sistema
AVCpass dai concorrenti. Resta ferma la facoltà della Stazione Appaltante di verificare la
veridicità ed autenticità della documentazione inserita.
Criterio di aggiudicazione
18.1 Ai sensi dell’articolo 83 del Codice, le offerte saranno valutate con il criterio dell’offerta
economicamente più vantaggiosa, prendendo in considerazione i seguenti criteri (con i relativi criteri
motivazionali) e sub-criteri, pesi e subpesi:
31
Elemento di valutazione
1
2
Subelemento di
valutazione
Subpeso
Peso
PREZZO
Adeguatezza dell’offerta relativamente ai servizi di ______________
___________________________________________ dalle documentazioni
prodotte dal Concorrente ai sensi del punto n. 1 della Sezione II.2) Busta “B – Offerta
tecnica” del presente Disciplinare di Gara per un massimo di 3 (tre) servizi di
___________________________________________.
CRITERIO MOTIVAZIONALE: La valutazione riguarda la capacità di realizzare la
prestazione sotto il profilo tecnico, evidenziando le modalità seguite
__________________________________________________________________.
Le documentazioni sui sub-criteri saranno prodotte per ciascuna classe e categoria
prevista nell’appalto:
2.1
Servizi
rientranti nella
____________
2.2
Servizi
rientranti nella
____________
2.3
Etc.
Caratteristiche metodologiche dell’offerta desunte dalla illustrazione delle modalità di
svolgimento delle prestazioni oggetto dell'incarico.
3
CRITERI MOTIVAZIONALI: La valutazione riguarda la modalità con cui saranno
svolte le prestazioni di
______________________________________________________________,
oggetto dell'incarico, con riferimento ai seguenti
__________________________________________________________________
__________________________________________________________________
SOMMANO
18.2
100
Metodo di calcolo per l’attribuzione dei coefficienti e dei punteggi
L’attribuzione dei punteggi avverrà con l’applicazione della formula prevista dall’allegato M al
Regolamento, ovvero:
Ki = A1i * PA1 + A2i * PA2 + Bi * PB + Ci * PC
dove:
Ki è il punteggio attribuito al concorrente iesimo;
A1i, A2i, Bi e Ci sono coefficienti compresi tra 0 ed 1, espressi in valore centesimali, attribuiti al
concorrente iesimo:
− il coefficiente è pari a zero in corrispondenza della prestazione minima possibile;
− il coefficiente è pari ad uno in corrispondenza della prestazione massima offerta.
PA1, PA2, PB e PC sono i fattori ponderali attribuiti rispettivamente ai criteri di valutazione di natura
qualitativa “2”, “3”, e “4” e all’elemento di valutazione quantitativa ”1”.
I punteggi verranno attribuiti moltiplicando i coefficienti per i relativi sub-pesi.
32
I coefficienti A1i, A2i e Bi saranno calcolati con il metodo del confronto a coppie, secondo le linee
guida contenute nell’allegato G, con impiego di matrice quadrata con valutazione dell’indice di
consistenza in conformità al metodo analityc hierarchy process (AHP) approssimato.
RIPARAMETRAZIONE: I punteggi assegnati ad ogni concorrente in base ai sub-criteri ed ai sub-pesi
verranno riparametrati con riferimento ai pesi previsti per l’elemento di partenza.
1. Ai fini della determinazione dei coefficienti relativi agli elementi di valutazione di natura qualitativa, nel
caso le offerte da valutare siano inferiori a tre, si precisa che gli stessi saranno determinati mediante la
media dei coefficienti attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari. In tal caso la valutazione dei
sub-criteri, relativi ai criteri 2, 3 e 4 avverrà con attribuzione di un punteggio da parte dei singoli
commissari che varierà da “ottimo”, “buono”, “sufficiente”, “minimo”, “ assolutamente non
adeguato”, in base al livello di professionalità meglio rispondente all’obiettivo di garanzia di
espletamento dell’incarico nel più elevato rispetto di standard qualitativi e alla migliore concezione
organizzativa e struttura tecnico- organizzativa offerta. In particolare, la Commissione, a proprio
insindacabile giudizio, valuterà le offerte attribuendo il punteggio a ciascun sub-criterio di valutazione,
secondo i seguenti parametri:
Valutazione
Descrizione
Ottimo
Il requisito è trattato in modo completamente esauriente e
quanto proposto risponde in modo assolutamente
migliorativo alle attese.
Buono
Il requisito è trattato in modo esauriente e quanto proposto
risponde pienamente alle attese
Sufficiente
Il requisito è trattato in modo accettabile e quanto proposto
risponde in misura soddisfacente alle attese
Minimo
Il requisito, è trattato in modo appena sufficiente e quanto
proposto è appena adeguato alle attese
Assolutamente non
adeguato
Assolutamente non adeguato
Peso
punteggio
1
0,75
0,50
0,25
0
Si precisa che i punteggi tecnici verranno arrotondati alla seconda cifra decimale.
18.3 Ai fini della determinazione del coefficiente Ci, secondo quanto previsto all’allegato M del
Regolamento, la commissione giudicatrice impiegherà la seguente formula:
− Ci (per Si <= Ssoglia) = X * Si / Ssoglia;
− Ci (per Si > Ssoglia) = X + (1,00 – X) * [( Si - Ssoglia)/(Smax- Ssoglia)]
dove:
Ci = coefficiente attribuito al concorrente i-esimo;
Si = valore dell’offerta (ribasso) del concorrente i-esimo;
Ssoglia = media aritmetica dei valori delle offerte (ribasso sul prezzo) dei concorrenti; X = 0,80;
Smax = valore dell’offerta (ribasso) più conveniente.
33
Il punteggio verrà attribuito moltiplicando il coefficiente Ci per il relativo peso ponderale (30).
Si precisa che qualora il ribasso offerto sia superiore al _____% (_______ per cento) sul prezzo a base
d'asta, verrà comunque considerata la ponderazione pari a _____ punti.
19
Operazioni di gara
19.1 La prima seduta pubblica avrà luogo presso … [indicare l’indirizzo] … il giorno …….., alle ore
……… e vi potranno partecipare i legali rappresentanti dei soggetti interessati oppure persone
munite di specifica delega, loro conferita da suddetti legali rappresentanti. Le operazioni di gara
potranno essere aggiornate ad altra ora o ai giorni successivi.
19.2 Le successive sedute pubbliche avranno luogo … [inserire indicazioni: es. presso la medesima sede] in
data e orari che saranno comunicati ai concorrenti a mezzo [specificare mezzo: es. pubblicazione sul
sito informatico/PEC/ fax] … almeno …[indicare il numero]… giorni prima della data fissata.
19.3 Sulla base della documentazione contenuta nella busta A, la Commissione, nella prima seduta,
procederà:
(i) alla verifica della tempestività dell’arrivo dei plichi inviati dai concorrenti, della loro integrità
e, una volta aperti, al controllo della completezza e della correttezza formale della
documentazione amministrativa;
(ii) a verificare che i consorziati per conto dei quali i consorzi di cui all'art. 34, comma 1, lettere
b) e c), del Codice (consorzi cooperative e artigiani e consorzi stabili) concorrono, non
abbiano presentato offerta in qualsiasi altra forma ed in caso positivo ad escludere dalla
gara il consorzio ed il consorziato;
(iii) a verificare che nessuno dei concorrenti partecipi in più di un raggruppamento temporaneo,
GEIE, aggregazione di imprese di rete o consorzio ordinario, ovvero anche in forma
individuale qualora gli stessi abbiano partecipato alla gara medesima in raggruppamento,
aggregazione o consorzio ordinario di concorrenti e in caso positivo ad escluderli dalla gara;
(iv) ad escludere dalla gara i concorrenti che non soddisfino le condizioni di partecipazione
stabilite dal Codice, dal regolamento e dalle altre disposizioni di legge vigenti;
(v) in caso di mancanza, incompletezza ed ogni altra irregolarità essenziale della
documentazione amministrativa, a richiedere, ai sensi degli artt. 38 comma 2-bis e art. 46
comma 1-ter del Codice, le necessarie integrazioni e chiarimenti, assegnando ai destinatari
un termine ……….[non superiore ai dieci giorni], e a sospendere la seduta fissando la data della
seduta successiva e disponendone la comunicazione ai concorrenti non presenti; nella
seduta successiva, la Commissione provvederà ad escludere dalla gara i concorrenti che non
abbiano adempiuto alle richieste di regolarizzazione o che, comunque, pur adempiendo,
risultino non aver soddisfatto le condizioni di partecipazione stabilite dal Codice, dal
regolamento e dalle altre disposizioni di legge vigenti.
(vi) nella stessa seduta pubblica oppure nella seduta pubblica successiva laddove sia stata attivata
la procedura di soccorso istruttorio di cui al punto (v) che precede, a sorteggiare, ai sensi
dell'art. 48, comma 1, del Codice, un numero di concorrenti non inferiore al 10% delle
offerte presentate da sottoporre a verifica del possesso dei requisiti speciali di cui al
paragrafo 12; all’esito di tali verifiche la Commissione provvede all'esclusione dalla gara dei
concorrenti per i quali non risulti confermato il possesso dei requisiti.
19.4 La Commissione, nella medesima seduta pubblica o in una successiva, procederà quindi
all’apertura della busta concernente l’offerta tecnica ed alla verifica della presenza dei documenti
richiesti dal presente disciplinare. In caso di carenza della sottoscrizione dell’offerta tecnica che sia
34
comunque riconducibile all’offerente, la Commissione richiede, ai sensi degli artt. 38 comma 2-bis
e art. 46 comma 1-ter del Codice, la necessaria regolarizzazione, assegnando ai destinatari un
termine ……….[non superiore ai dieci giorni].
19.5 In seduta riservata, la Commissione procederà all’esame dei contenuti dei documenti presentati
con l’attribuzione dei punteggi relativi all’offerta tecnica secondo i criteri e le modalità descritte al
paragrafo 18.
19.6 Al termine dell’operazione di valutazione delle offerte tecniche, in seduta pubblica, la
Commissione comunicherà i punteggi attribuiti alle offerte tecniche ammesse nonché le eventuali
esclusioni dalla gara dei concorrenti che non hanno provveduto alla regolarizzazione di cui al
paragrafo 19.4 [in caso di previsione di una soglia di sbarramento: o che non hanno superato la soglia di
sbarramento]; procederà poi all’apertura delle buste contenenti le offerte economiche, dando
lettura dei prezzi e dei ribassi offerti. In caso di carenza della sottoscrizione dell’offerta
economica che sia comunque riconducibile all'offerente, la Commissione richiede, ai sensi degli
artt. 38 comma 2-bis e art. 46 comma 1-ter del Codice, la necessaria regolarizzazione,
assegnando ai destinatari un termine ……….[non superiore ai dieci giorni], sospende la seduta
fissando la data della seduta successiva e dispone la comunicazione ai concorrenti non presenti.
19.7 Successivamente, la Commissione provvede ad escludere dalla gara i concorrenti che non
abbiano adempiuto alle eventuali richieste di regolarizzazione e nella medesima seduta o in
seduta pubblica successiva procede alla valutazione delle offerte economiche, secondo i criteri e le
modalità descritte al paragrafo 18 e all’attribuzione dei punteggi complessivi.
19.8 Qualora la Commissione accerti, sulla base di univoci elementi, che vi sono offerte che non
sono state formulate autonomamente, ovvero sono imputabili ad un unico centro decisionale,
procede ad escludere i concorrenti per i quali è accertata tale condizione. In tal caso, se
necessario, la Commissione provvederà a ricalcolare i punteggi già attribuiti alle singole offerte
senza modificare i giudizi già espressi.
19.9 All’esito delle operazioni di cui ai punti precedenti provvede alla formazione della graduatoria
provvisoria di gara.
19.10 La Commissione comunica, in caso di esclusioni, quanto avvenuto alla stazione appaltante per
l’eventuale escussione della cauzione provvisoria e per l’eventuale segnalazione del fatto
all’Autorità ai fini dell’inserimento dei dati nel casellario informatico delle imprese e
dell’eventuale applicazione delle norme vigenti in materia di dichiarazioni non veritiere.
19.11 Qualora il punteggio relativo al prezzo e la somma dei punteggi relativi agli altri elementi di
valutazione delle offerte siano entrambi pari o superiori ai limiti indicati dall'art. 86, comma 2, del
Codice, ovvero quando ritiene che siano presenti le condizioni di cui al successivo comma 3) del
medesimo articolo, la Commissione chiude la seduta pubblica e ne dà comunicazione ai presenti e
al RUP, che procede ai sensi dell’art. 88 del Codice alla verifica delle giustificazioni presentate dai
concorrenti ai sensi dell'art. 87, comma 1, del Codice, avvalendosi degli uffici o organismi tecnici
della stazione appaltante ovvero della commissione di gara. La stazione appaltante esclude
l'offerta che, in base all'esame degli elementi forniti con le giustificazioni e le precisazioni, nonché
in sede di convocazione, risulta, nel suo complesso, inaffidabile.
19.12 Nel caso in cui le offerte di due o più concorrenti ottengano lo stesso punteggio complessivo, ma
punteggi parziali per il prezzo e per tutti gli altri elementi di valutazione differenti, sarà posto
prima in graduatoria il concorrente che ha ottenuto il miglior punteggio sul prezzo.
[o in alternativa]
sull’offerta tecnica.
19.13 Nel caso in cui le offerte di due o più concorrenti ottengano lo stesso punteggio complessivo e gli
stessi punteggi parziali per il prezzo e per l’offerta tecnica, si procederà mediante sorteggio in
35
seduta pubblica.
19.14 All’esito delle operazioni di cui sopra, la Commissione, in seduta pubblica, redige la graduatoria
definitiva e aggiudica l’appalto al concorrente che ha presentato la migliore offerta.
20
Verifica di anomalia delle offerte
20.1 La verifica delle offerte anormalmente basse avviene attraverso la seguente procedura:
a) si verifica la prima migliore offerta, e, qualora questa sia esclusa all’esito del procedimento di
verifica perché appare anormalmente bassa, si procede nella stessa maniera progressivamente nei
confronti delle successive migliori offerte, fino ad individuare la migliore offerta ritenuta non
anomala in quanto adeguatamente giustificata;
[facoltativa: lett. b)]
b) la stazione appaltante si riserva, comunque, la facoltà di procedere contemporaneamente alla
verifica di anomalia delle migliori offerte, non oltre la quinta, fino ad individuare la migliore
offerta ritenuta non anomala in quanto adeguatamente giustificata;
c) si richiede per iscritto all’offerente di presentare le giustificazioni; nella richiesta la stazione
appaltante può indicare le componenti specifiche dell’offerta ritenute anormalmente basse ed
invitare l’offerente a fornire tutte le giustificazioni che ritenga utili;
d) si assegna all’offerente un termine perentorio di …[indicare il numero di gg., minimo 15 (quindici)]…
giorni dal ricevimento della richiesta per la presentazione, in forma scritta, delle giustificazioni;
e) la stazione appaltante, se del caso mediante una commissione tecnica, esamina gli elementi
costitutivi dell’offerta tenendo conto delle giustificazioni fornite, e ove non le ritenga sufficienti
ad escludere l’incongruità dell’offerta, chiede per iscritto ulteriori precisazioni;
f) si assegna all’offerente un termine perentorio di …[indicare il numero di gg - minimo 5 (cinque)]…
giorni dal ricevimento della richiesta per la presentazione, in forma scritta, delle ulteriori
precisazioni;
g) la stazione appaltante, ovvero la commissione tecnica, se istituita, esamina gli elementi
costitutivi dell’offerta tenendo conto delle ulteriori precisazioni fornite;
h) prima di escludere l’offerta, ritenuta eccessivamente bassa, la stazione appaltante convoca
l’offerente con un anticipo di almeno 3 (tre) giorni lavorativi e lo invita a indicare ogni
elemento che ritenga utile;
i) la stazione appaltante può escludere l’offerta a prescindere dalle giustificazioni e dall’audizione
dell’offerente qualora questi non presenti le giustificazioni o le precisazioni entro il termine
stabilito ovvero non si presenti all’ora e al giorno della convocazione;
j) la stazione appaltante esclude l’offerta che, in base all’esame degli elementi forniti con le
giustificazioni e le precisazioni, nonché in sede di convocazione, risulta, nel suo complesso,
inaffidabile.
21. Definizione delle controversie
[nel caso si escluda la competenza arbitrale ex art. 241 del Codice]
Tutte le controversie derivanti da contratto sono deferite alla competenza dell’Autorità giudiziaria
del Foro di (……), rimanendo esclusa la competenza arbitrale.
[o, in alternativa nel caso si ammetta la competenza arbitrale ex art. 241 del Codice]
Tutte le controversie derivanti dal contratto sono deferite alla competenza arbitrale, giusto
36
provvedimento di autorizzazione reso da ..…[indicare il provvedimento]….in data……….,
mediante clausola compromissoria da inserire nel contratto, salvo ricusazione da parte
dell’aggiudicatario, da comunicare alla stazione appaltante entro venti giorni dalla conoscenza
dell’aggiudicazione.
22. Trattamento dei dati personali
I dati raccolti saranno trattati, ai sensi del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e ss.mm.ii.,
esclusivamente nell’ambito della gara regolata dal presente disciplinare di gara.
37
ALLEGATO 1 - MODELLO busta “C” – offerta economica
Procedura Aperta per l’affidamento del servizio …………..
[ESEMPIO DI]
DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA
Il/la sottoscritto/a
(cognome e nome)
nato a
(
), il
(luogo) (prov.) (data)
residente a
( ), Via
, n.
(luogo) (prov.) (indirizzo)
in nome del concorrente “
“
con sede legale in
(
Via
(luogo) (prov.) (indirizzo)
, n.
),
,
nella sua qualità di:
(barrare la casella che interessa)
 Titolare o Legale rappresentante
 Procuratore speciale / generale
soggetto che partecipa alla gara in oggetto nella sua qualità di:
(barrare la casella che interessa)
☐
☐
☐
concorrente singolo;
mandatario capogruppo di:
mandante in:
raggruppamento temporaneo ai sensi dell’articolo 90, comma 1, lettera g), del D.Lgs.
163/2006, come da dichiarazione al successivo numero 8);
con la seguente forma tra quelle di cui all’articolo 90, comma 1, del decreto legislativo n. 163 del 2006:
☐ libero professionista singolo od associato nelle forme di di legge di cui all’art. 90, commi 1, lett. d), decreto legislativo n. 163
del 2006
☐ società di professionisti, art. 90, commi 1, lett. e), e 2, lettera a), decreto legislativo n. 163 del 2006
39
☐ società di ingegneria, art. 90, commi 1, lett. f), e 2, lettera b), decreto legislativo n. 163 del 2006
consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria, anche in forma mista, formati da non meno di tre
☐ consorziati che abbiano operato nel settore dei servizi di ingegneria e architettura, per un periodo di tempo non inferiore a
cinque anni, e che abbiano deciso di operare in modo congiunto secondo le previsioni del comma 1 dell'articolo 36.
☐ prestatori di servizi di ingegneria ed architettura di cui alla categoria 12 dell'allegato II A stabiliti in altri Stati membri, costituiti
conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi ai sensi dell’art.90 comma 1, lett.f-bis
OFFRE
per l’appalto del servizio in epigrafe un prezzo complessivo e incondizionato di €.________ (in cifre),
(dicasi____________virgola____) (in lettere), corrispondente al ribasso del___________ %(in cifre), (dicasi
virgola
)(in lettere), sull’importo posto a base di gara, oneri di sicurezza non soggetti al ribasso
esclusi di €___________________, (in cifre), (dicasi_________virgola______)(in lettere),
, lì
(luogo, data)
Firma
(timbro e firma leggibile)
N.B.
In caso di raggruppamento temporaneo di concorrenti, non ancora costituiti, ai sensi del comma 8, art.
37, d.lgs. 163/2006, ai fini della sottoscrizione in solido dell’offerta, in rappresentanza dei soggetti
concorrenti mandanti.
firma
per il soggetto
(timbro e firma leggibile)
firma
per il soggetto
(timbro e firma leggibile)
firma
per il soggetto
(timbro e firma leggibile)
N.B ogni pagina del presente modulo dovrà essere corredato di timbro della società e sigla del
legale rappresentante
39
Fly UP