...

Regolamento negoziazione conto proprio v2

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Regolamento negoziazione conto proprio v2
REGOLAMENTO DELL’ATTIVITA’ DI NEGOZIAZIONE PER CONTO PROPRIO SVOLTA DALLA
BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA Soc.Cooperativa
DATA INIZIO OPERATIVITÀ
22 MAGGIO 2009
ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA
REGOLE DI
FUNZIONAMENTO
Il sistema è costituito da un insieme di titoli sui quali la Banca svolge la
funzione di negoziatore per conto proprio in qualità di “soggetto
abilitato”. Tale attività, a sostegno della liquidità sugli strumenti
finanziari ammessi alle negoziazioni, prevede la costante esposizione
– per ogni strumento finanziario – di quote e di prezzi in acquisto ed in
vendita.
Struttura del sistema
E’ disponibile in ogni filiale della banca un “paniere” contente i titoli sui
quali la Banca è disposta a porsi come controparte nelle operazioni
con clientela operante su dossier “a custodia”.
Al di fuori del “paniere” la banca è disposta a porsi come controparte
nelle operazioni riguardanti depositi gestiti (di seguito dossier “gespat”)
relativi a gestione di patrimonio.
Criteri di selezione dei titoli
scambiati
Trasmissione degli ordini
I criteri che guidano le scelte della composizione quali-quantitativa del
paniere, derivano essenzialmente dalla presumibile richiesta/offerta di
strumenti finanziari da parte degli investitori, nonché dall’opportunità,
per la Banca, di ottenere ricavi conseguenti alla negoziazione dei titoli
in contropartita diretta. Il Responsabile della struttura di Negoziazione
è competente nelle scelte che riguardano la composizione del paniere,
sentito il Responsabile del Servizio Intermediazione Mobiliare. I titoli
sui quali la banca svolge la funzione di negoziazione per conto proprio
(tramite “paniere” e “fuori paniere”) sono scelti tra quelli che
compongono il portafoglio di negoziazione e possono essere
esclusivamente:
•
Obbligazioni (strutturate e non) di propria emissione non
quotate su mercati regolamentati
•
Titoli di stato italiani denominati in euro
La Banca organizza l’operatività sui titoli mediante apposite transazioni
della propria procedura titoli. La procedura consente la stampa di un
modulo (attestazione d’ordine) che riporta tutte le indicazioni del titolo
negoziato (codice interno del titolo, prezzo, commissioni, valuta,
quantità, orario, ecc.); tale procedura è a disposizione in tutte le filiali
della Banca.
Altre regole adottate
In funzione delle variazioni delle condizioni di mercato e delle
disponibilità di strumenti finanziari del portafoglio di negoziazione titoli
della banca, sono aggiornati i parametri relativi agli strumenti finanziari
negoziati per conto proprio. Inoltre, in presenza di forti oscillazioni dei
prezzi o di elementi turbativi del mercato finanziario, il responsabile
della gestione dell’attività di negoziazione può provvisoriamente
sospendere l’operatività.
CRITERI DI FORMAZIONE
PREZZI
Titoli di Stato italiani denominati in euro
Per i Titoli di stato italiani è indicato, un prezzo DENARO/LETTERA
aggiornato in tempo reale secondo le seguenti modalità:
1. per ordini impartiti su dossier “a custodia”:
• dalle ore 8.00 alle ore 9.01 prezzo ufficiale ultimo
disponibile rilevato sul mercato MOT (mercato di
riferimento per i titoli di stato italiani).
• dalle ore 9.02 alle ore 17.30 miglior denaro/lettera
rilevato on line presente sul mercato MOT.
2. per ordini impartiti su dossier “gespat” :
• dalle ore 8.00 alle ore 17.30 miglior denaro/lettera
rilevato on line presente sul mercato MTS (mercato
all’ingrosso dei titoli di stato).
Obbligazioni di propria emissione
Per le obbligazioni ordinarie a tasso fisso e variabile non quotate
emesse dalla Bper, i prezzi sono determinati giornalmente mediante
una procedura informatica denominata Kondor+ ed applicati nel
sistema; detti prezzi sono formati in considerazione dell’andamento
giornaliero dei tassi di mercato (curva zero coupon) omogeneo per vita
residua, maggiorati di uno spread corrispondente al rischio di credito
riferito alla Banca (rilevazione mensile dello specifico Ufficio Risk
Management).
Per le obbligazioni strutturate emesse dalla Bper, i prezzi sono
determinati dalla somma delle componenti cosiddette elementari dei
titoli: quanto all’obbligazione nuda, il calcolo è analogo a quello
descritto sopra per i titoli a tasso fisso e variabile, per la
determinazione della parte derivativa implicita, sono utilizzati criteri e
tecniche di pricing di comune uso agli operatori di mercato dei derivati
non quotati. Solamente per un limitato numero di emissioni
(obbligazioni strutturate definite “equity linked” ed assimilabili) il prezzo
evidenziato all’interno del sistema è comprensivo, in ragione
dell’esiguo numero degli scambi registrati su dette obbligazioni e della
conseguente limitata liquidità del mercato secondario, anche di uno
spread variabile, in funzione della durata residua dei titoli secondo la
seguente tabella:
Vita residua
Spread totale
applicato
Spread applicato
in acquisto
Spread applicato
in vendita
Da 0 a 12 mesi
Da 12 a 24 mesi
Oltre 24 mesi
20 b.p.
50 b.p.
100 b.p.
10 b.p.
25 b.p.
50 b.p.
10 b.p.
25 b.p.
50 b.p.
Solamente per questo limitato numero di emissioni strutturate
(obbligazioni strutturate definite “equity linked” ed assimilabili) la
valutazione dei prezzi relativamente alla sola componente derivativa
avviene decadalmente.
GIORNATE ED ORARIO DI
Tutte le giornate di Banca aperta con Borsa italiana aperta negli orari
FUNZIONAMENTO
di apertura al pubblico delle filiali.
LIQUIDAZIONE E
REGOLAMENTO CONTRATTI L’esecuzione dell’operazione (mediante apposita transazione operativa
della procedura informatica) produce un “impegno” dei titoli oggetto di
compravendita, a valere sul c/titoli di pertinenza della parte venditrice.
Il regolamento dei titoli e dei corrispettivi oggetto del contratto viene
effettuato automaticamente sui conti della clientela con la valuta di
liquidazione concordata con il cliente (di norma il terzo giorno lavorativo
successivo a quello di esecuzione dell’operazione), ed indicata sulla
“nota informativa su operazioni eseguite”.
La materiale esecuzione del regolamento viene eseguita in data pari
alla valuta di liquidazione suddetta.
Le operazioni cd. “brucianti” (con valuta di liquidazione uguale alla data
di esecuzione dell’operazione) vengono regolarmente regolate nel
corso della giornata lavorativa successiva a quella di esecuzione
dell’operazione.
STRUTTURE UTILIZZATE E
RELATIVE MODALITÀ DI
FUNZIONAMENTO
Strutture informatiche proprie
La Banca organizza l’operatività sui titoli a “paniere” e “fuori paniere”
mediante apposite transazioni della propria procedura titoli. Per il
reperimento delle quotazioni aggiornate, ci si avvale dei servizi di
informativa finanziaria fornito dall’info provider Borsa Italiana.
Outsourcing
Protezione dati
Ogni transazione di compravendita viene registrata nell’archivio
elettronico della Banca con l’indicazione dei dati essenziali per
l’identificazione. Contestualmente viene aggiornata in tempo reale la
rimanenza finale dei titoli.
Accesso ai prezzi
La clientela viene informata dei prezzi DENARO/LETTERA presso tutte
le filiali della Banca.
e informativa pre e post
negoziazione
Inoltre la procedura titoli consente tramite apposita applicazione le
seguenti funzioni d’interrogazione:
-Informazioni relative alla giornata corrente.
-migliori condizioni di prezzo e relative quantità disponibili
-prezzo,quantità,data e ora dell’ultimo contratto concluso
Informazioni relative alla giornata di negoziazione precedente:
-
numero dei contratti conclusi con quantità complessivamente
scambiata e relativo controvalore
-
prezzo minimo e massimo e prezzo dell’ultimo contratto concluso
Informazioni relative al mese solare precedente:
-
numero dei contratti conclusi tramite il sistema e le quantità
complessivamente trattate.
-
Prezzo minimo,medio e massimo registrato nel mese di
riferimento
-
Il prezzo, la quantità e la data dell’ultimo contratto concluso nel
sistema
-
Ulteriore informativa post
negoziazione sui titoli di stato
italiani
Per gli ordini impartiti sui dossier “gespat” relativi a titoli di stato
italiani, l’informativa sui prezzi DENARO/LETTERA è fornita “a
richiesta”, tenendo conto che gli ordini pervengono da strutture
che hanno accesso a livello informativo alle quotazioni del
mercato MTS.
La banca si è dotata di un ulteriore sistema di informativa postnegoziazione relativamente alle operazioni effettuate sui titoli di stato
italiani. Tale sistema prevede un accordo con la società BIt Systems
(gruppo Borsa Italiana) che provvede quotidianamente, a rendere
pubbliche le seguenti informazioni post negoziazione:
codice titolo, valore nominale, prezzo, data e ora operazione.
OPERATORI AMMESSI
Il sistema prevede un negoziatore unico (Banca popolare dell’Emilia
Romagna) che svolge l’attività di negoziazione per conto proprio
Banche
Imprese di investimento
Imprese di assicurazione
Oicr
Altri operatori (clienti finali)
Per i dossier “a custodia” tutte le filiali della Banca.
Per i dossier “gespat” le banche del gruppo Bper
STRUMENTI FINANZIARI E
RELATIVI EMITTENTI
Titoli di Stato
Si.
Azioni quotate su mercati
regolamentati
No.
Azioni non quotate
No.
Azioni di propria emissione
No.
Obbligazioni quotate su
mercati regolamentati
No.
Obbligazioni non quotate
No.
Obbligazioni di propria
emissione
Si.
Pronti contro termine
No.
Altri strumenti finanziari
(covered warrants, etc.)
No.
MODALITÀ DI ESERCIZIO
DELLA VIGILANZA
-
Diffusione nei modi d’uso (copia cartacea del presente
regolamento) sulla descrizione del regolamento dell’attività di
negoziazione per conto proprio;
Attività di controllo da parte del Responsabile della struttura di
negoziazione sui prezzi e sulle categorie degli strumenti finanziari
immessi nel sistema;
Obbligo di tempestiva informazione, qualora siano rilevate
violazione delle norme, alla funzione di compliance e revisione
interna per la attività di loro competenza.
Vigilanza della funzione di compliance sul rischio di non conformità
alla normativa;
Vigilanza della revisione interna sul corretto funzionamento
dell’attività di negoziazione per conto proprio
Fly UP