...

Foglio Informativo

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Foglio Informativo
FOGLIO INFORMATIVO
SCOPERTO DI CONTO CORRENTE
I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE
-
BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni
-
Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 – 00187 Roma
Tel +390647021 – http://www.bnl.it
-
Codice ABI 1005
-
Iscritta all’Albo delle banche e capogruppo del gruppo bancario BNL – iscritto all’Albo dei
gruppi bancari presso la Banca d’Italia al n. 5676
-
Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento del socio unico BNP Paribas S.A.
- Parigi
-
Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi
-
Codice Fiscale, Partita Iva e n. di iscrizione nel Registro delle Imprese di Roma al numero
09339391006
-
Dal Bilancio al 31/12/2008:
-
Capitale Sociale Euro 2.076.940.000 i.v. –
-
Riserve 508.635.738
28/08/2009
Pagina 1 di 5
FOGLIO INFORMATIVO
SCOPERTO DI CONTO CORRENTE
CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELL’OPERAZIONE O DEL SERVIZIO
Caratteristiche e rischi tipici
Con questa operazione la Banca mette a disposizione del Cliente, a tempo indeterminato o
determinato, una somma di denaro predeterminata, concedendogli la facoltà di utilizzarla su
uno o più conti correnti
Salvo diverso accordo, il Cliente può utilizzare (anche mediante l’emissione di assegni
bancari), in una o più volte, questa somma e può con successivi versamenti, nonché bonifici o
altri accrediti, ripristinare la disponibilità di credito (cfr. anche il Foglio Informativo relativo al
conto corrente).
28/08/2009
Pagina 2 di 5
FOGLIO INFORMATIVO
SCOPERTO DI CONTO CORRENTE
CONDIZIONI ECONOMICHE DELL’OPERAZIONE O DEL SERVIZIO
T.E.
Tasso annuo nominale con capitalizzazione trimestrale:
Per utilizzi autorizzati
12,30%
12,88%
Per utilizzi autorizzati e garantiti
Per sconfinamenti dall’importo autorizzato
Per scoperti transitori su conti non affidati
12,30%
12,30%
12,30%
12,88%
12,88%
12,88%
Per il calcolo degli interessi si fa riferimento all’anno civile
Interessi di mora pari ai tassi sopraindicati
Il Tasso Effettivo Globale Medio in vigore, relativo all’operazione descritta in questo foglio
informativo, è indicato nell’ apposita tabella contenente i tassi effettivi globali medi alle
operazioni di finanziamento oggetto della rilevazione da parte del Ministero dell’Economia e
delle Finanze, pubblicizzata mediante affissione/esposizione presso i locali aperti al pubblico in
cui l’operazione è offerta.
Commissione sull’affidamento (c.af.) 1
La c.af. remunera la Banca per la messa a disposizione di fondi. E’ una commissione
concordata preventivamente in forma scritta unitamente al tasso debitore al momento della
concessione di un’apertura di credito in conto corrente, e viene applicata dal momento della
messa a disposizione delle somme, indipendentemente dall’utilizzo, in misura percentuale
dell’accordato e proporzionalmente al periodo di durata dell’affidamento. L’addebito è regolato
su un conto corrente ordinario scelto dal cliente con la stessa periodicità di liquidazione
prevista per gli interessi. La formula di calcolo applicata, in caso di periodicità di liquidazione
trimestrale e di disponibilità dei fondi in tutti i giorni del periodo di riferimento è la seguente:
Addebito commissione sull’affidamento. = c.af% trimestrale x Importo affidato . A titolo
esemplificativo, si consideri il caso di un fido di importo pari a 1000 euro con una commissione
sull’affidamento trimestrale (indicata nella formula come c.af %. trimestrale) dello 0,5%,
addebitata su un conto corrente con periodo di liquidazione interessi trimestrale. In questo
1
La commissione sull’affidamento non è attualmente applicabile per motivi di natura tecnica su un numero limitato di clienti poiché
gestiti da una piattaforma informatica che la Banca abbandonerà in tempi brevi . Esclusivamente per questa clientela verrà
applicata la commissione di massimo scoperto ma modificata opportunamente in ottemperanza alla la legge n° 2 del 28 gennaio
2009 e successive integrazioni. Conseguentemente, limitatamente a questa clientela non soggetta alla commissione di
affidamento, la commissione di massimo scoperto viene applicata solo nel caso il conto corrente sia affidato e comunque a
seguito di utilizzi di durata almeno pari a 30 giorni consecutivi. La periodicità di liquidazione è pari a quella degli interessi per un
importo pari alla cms % indicata nel contratto moltiplicata per il massimo saldo scoperto verificato nel periodo.
Il valore di c.m.s. % massima, applicata sul saldo debitore massimo registrato nel periodo, è pari allo 0,95%
28/08/2009
Pagina 3 di 5
FOGLIO INFORMATIVO
SCOPERTO DI CONTO CORRENTE
caso, se la somma è stata messa a disposizione per l’intero periodo, si verificherebbe un
addebito per trimestre, pari a 5 euro
Valore massimo trimestrale (c.af.% trimestrale) fino a
0,5%
Spese di Istruttoria
E’ il corrispettivo pagato dal cliente per compensare le risorse impiegate e le spese sostenute
dalla Banca per l’analisi del merito creditizio, valutando la capacità del cliente di adempiere
agli obblighi assunti nei termini concessi.
Valori massimi applicati 2 :
Per il Mercato Individuals:
50€
100€
150€
500€
1.000€
per accordati fino a 5.000
per accordati fino a 30.000
per accordati fino a 100.000
per accordati fino a 500.000
per accordati oltre i 500.000
100€
200€
300€
500€
1.500€
per accordati fino a 15.000
per accordati fino a 50.000
per accordati fino a 100.000
per accordati fino a 250.000
per accordati oltre i 250.000
Per il Mercato Business:
Per il Mercato Corporate:
4.000€
10.000€
20.000€
30.000€
per accordati fino a 1.000.000
per accordati fino a 2.500.000
Per accordati fino a 5.000.000
per accordati oltre i 5.000.000
Il valore dell’accordato si riferisce ai fidi concessi o rinnovati.
Le spese di istruttoria vengono fissate al momento della concessione e della revisione degli
affidamenti del cliente e potranno essere percepite in un'unica soluzione o con cadenza
trimestrale.
2
I seguenti valori massimi delle Spese di Istruttoria distinti per Mercato e per fasce di accordato non sono attualmente applicabili
per motivi di natura tecnica su un numero limitato di clienti poiché gestiti da una piattaforma informatica che la Banca
abbandonerà in tempi brevi . Esclusivamente per questa clientela, che è la stessa alla quale non è applicabile la commissione
sull’affidamento (vedi nota 1), i valori massimi applicabili sono i seguenti:
0,40% calcolato sull’importo dell’accordato con un minimo 100,00 euro
28/08/2009
Pagina 4 di 5
FOGLIO INFORMATIVO
SCOPERTO DI CONTO CORRENTE
CLAUSOLE CONTRATTUALI CHE REGOLANO L’OPERAZIONE O IL SERVIZIO
Art. 6 – “Le aperture di credito che la Banca ritenesse eventualmente di concedere al
Correntista sono soggette alle seguenti statuizioni:
a) il Correntista può utilizzare in una o più volte la somma messagli a disposizione e
può con successivi versamenti ripristinare la sua disponibilità;
b) se l’apertura di credito è a tempo determinato, il Correntista è tenuto ad eseguire
alla scadenza il pagamento di quanto da lui dovuto per capitali, interessi, spese,
imposte, tasse ed ogni altro accessorio anche senza una espressa richiesta della
Banca;
c) la Banca ha la facoltà di recedere in qualsiasi momento dall’apertura di credito,
ancorché concesse a tempo determinato, nonché di ridurla o di sospenderla; per il
pagamento di quanto dovuto sarà dato al Correntista un preavviso non inferiore a
un giorno. Qualora l’apertura di credito sia concessa ad un consumatore la Banca
ha facoltà di recedere, nonché di ridurla o sospenderla, anche nel caso di apertura
di credito a tempo determinato, senza preavviso in qualsiasi momento, qualora vi
sia un giustificato motivo; per il pagamento di quanto dovuto sarà dato al
consumatore un preavviso non inferiore a tre giorni. La Banca da immediata
comunicazione scritta al cliente della riduzione, sospensione o recesso dell’apertura
di credito. Il Correntista ha facoltà di recedere dall’apertura di credito con effetto di
chiusura dell’operazione mediante pagamento di quanto dovuto.
d) in ogni caso il recesso ha l’effetto di spendere immediatamente l’utilizzo del credito
concesso;
e) le eventuali disposizioni allo scoperto che la banca ritenesse di eseguire dopo la
scadenza convenuta o dopo la comunicazione del recesso non comportano il
ripristino dell’apertura di credito neppure per l’importo delle disposizioni eseguite.
L’eventuale scoperto consentito oltre il limite dell’apertura di credito non comporta
l’aumento di tale limite;
f) le norme sub c) e d) si applicano ad ogni altro credito o sovvenzione comunque e
sotto qualsiasi forma concessi dalla Banca al Correntista”.
28/08/2009
Pagina 5 di 5
Fly UP