...

Lo studio PASSI d`Argento in Emilia-Romagna. Integrazione tra reti

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Lo studio PASSI d`Argento in Emilia-Romagna. Integrazione tra reti
Lo studio PASSI d’Argento in Emilia-Romagna.
Integrazione tra reti sanitarie e sociali e collaborazione con la sorveglianza PASSI
Carrozzi G1, Bertozzi N2, Mirri M3, Finarelli AC4, Fabrizio R3, Angelini P4, Bolognesi L1, De Togni A5, Fabbri F6, Ferrari AM7, Goldoni CA1, Mattivi A4,
Mingozzi O8, Nieddu A9, Pandolfi P10, Sacchi AR11, Sampaolo L1, Sangiorgi D2, Silvi G12, Stefanelli I13, Baldi A14, Biscaglia L15, Cristofori M16, Perra A15
Dipartimenti di Sanità Pubblica delle AUSL di: 1Modena, 2Cesena, 5Ferrara, 6Rimini, 7Reggio Emilia, 8Forlì, 9Parma, 10Bologna, 11Piacenza, 12Ravenna,
13Imola; Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali, Regione Emilia-Romagna: 3Servizio Governo dell´Integrazione socio-sanitaria e delle Politiche
per la non autosufficienza, 4Servizio Sanità Pubblica; 14ASL 1 Massa e Carrara – Zona Lunigiana; 15CNESPS, Istituto Superiore di Sanità, Roma;
16Servizio di Epidemiologia ASL 4 Terni
Introduzione
Obiettivo
Il Ministero della Salute in collaborazione con la Regione Umbria
e l’Istituto Superiore di Sanità ha avviato la sperimentazione di
un sistema di sorveglianza sulle persone anziane denominato
PASSI d’Argento (PdA), cui la regione Emilia-Romagna ha
aderito.
In questa regione tutti i Comuni hanno ritirato le deleghe per i
Servizi Sociali alle Aziende Sanitarie gestendo le attività sociosanitarie rivolte agli anziani direttamente o in associazione,
tramite le Aziende dei Servizi alla Persona (ASP).
Mostrare un modello di realizzazione della sorveglianza PASSI
d’Argento diverso rispetto a quello delle altre realtà italiane
che partecipano alla sperimentazione PASSI d’Argento e
valutarne la fattibilità.
Percorso
• Formalizzazione della partecipazione a PdA e creazione dell’organizzazione regionale interna.
• Scelta strategica della rete dei coordinatori PASSI come struttura tecnica di coordinamento regionale e locale.
• Comunicazione a tutti gli organi istituzionali (Cabina di Regia e Gruppo Tecnico dell’area Sociale, Comuni, Province, Uffici di
Piano, Distretti Sanitari, Terzo Settore, Ordini e Associazioni dei Medici di Medicina Generale).
• Inserimento del PdA tra le azioni del Piano di Azione Regionale per la popolazione anziana (PAR).
• Campionamento di comuni (cluster) e loro convocazione con:
adesione pressochè totale dei comuni selezionati (42 su 43)
adesione volontaria per testare il meccanismo: 17 comuni ed 1 intero distretto sanitario
• Formazione: 4 sessioni di cui 1 decentrata
• Attivazione di sinergia operativa con PASSI per:
campionamento locale
gestione operativa delle interviste
controllo della qualità e inserimento dati
Aspetti positivi e negativi
Interesse delle Istituzioni
Integrazione fattiva socio-sanitaria
Collaborazione ASP
Acquisizione bagaglio esperienza
Professionalità degli intervistatori
del sociale
Entusiasmo degli operatori
Costo-efficace
Ad una prima valutazione dati di
buona qualità
Collaborazione MMG
Non completa sintonia degli attori
sulle finalità
Non sistematico appoggio delle Direzioni
(sanitarie e sociali)
Sacche di burocraticismo
Strumenti da perfezionare
Controllo qualità interviste e inserimento
dati non ancora standardizzato nella pratica
Progetto nazionale con tempistica veloce
Ritardi nella creazione della rete regionale
Lontananza organizzativa coordinatore/
intervistatore
Conclusioni
Il pilota emiliano-romagnolo dimostra che:
• è possibile attivare PASSI d’Argento anche in realtà complesse in
cui l’erogazione dei servizi sociali è esterna alle Aziende Sanitarie
• in Emilia-Romagna appare possibile effettuare indagini con
campioni aziendali
• il modello organizzativo è sufficientemente adeguato, ottima la
sinergia con la sorveglianza PASSI
• il terreno è molto fertile: PASSI d’Argento sembra dare risposta
ad un bisogno diffuso di indagare l’area anziani
• condivisione e comunicazione iniziali sono fasi cruciali che
richiedono un investimento più forte privilegiando i momenti in
ambito locale
• la complessità del sistema impone tempi più lunghi
http://www.regione.emilia-romagna.it/par/
Fly UP