...

L`orto che verrà - Famiglia cooperativa

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

L`orto che verrà - Famiglia cooperativa
MENSILE DELLA COOPERAZIONE DI CONSUMO TRENTINA
ANNO XXIII • APRILE 2016
postatarget
postatarget
magazine
magazine
DC00S4234
NAZ/62/2008
DC00S4234
NAZ/62/2008
Posteitaliane
Posteitaliane
L’orto
che verrà
La nuova iniziativa
della Cooperazione
di Consumo Trentina
dedicata ai bambini
SINFONIA:
TUTTE LE NOVITÀ
Torna la raccolta-punti
con Carta In Cooperazione
Rovereto, dal 15 al 17 aprile
EDUCA 2016:
INCONTRI, LABORATORI
E SPETTACOLI
22 aprile
CIBO
Nell’anno dell’Expo
“Nutrire il pianeta”,
due nuove occasioni a Trento
di riflessione e conoscenza
sul tema del cibo: la mostra
“Il cibo conta” del Muse
e il festival di cinema e cibo
“Tutti nello stesso piatto”
(5-28 novembre)
GIORNATA
PER LA TERRA
TRENTINO A TEATRO. STAGIONE TEATRALE
2015-2016: PER I POSSESSORI DI CARTA IN
COOPERAZIONE INGRESSI E ABBONAMENTI
A TARIFFA RIDOTTA O SCONTATA IN MOLTI
TEATRI IN TUTTO IL TRENTINO
MUSEI TRENTINI. CON CARTA IN COOPERAZIONE
AL: MART, CASTELLO BUONCONSIGLIO, SASS
TRIDENTUM, MUSEO RETICO, MUSEO DELLE
PALAFITTE, MUSEO USI COSTUMI GENTE TRENTINA,
MUSEO TRIDENTINO SCIENZE NATURALI
16
sommario
n Educa 2016
Ospiti di fama nazionale, laboratori,
spettacoli, presentazioni di libri: dal 15 al 17
aprile a Rovereto il festival dell’educazione
proporrà più di 60 appuntamenti aperti
a tutti sul tema “Libertà e Regole”
Cooperazione di consumo7
La nuova raccolta punti. Sinfonia: tutte le novità
Cooperazione di consumo9
L’iniziativa dedicata ai bambini. L’orto che verrà
Famiglie Cooperative10
Famiglia Cooperativa Valle di Cavedine
Il successo arriva dall’ascolto
di Sara Perugini
Cooperazione di consumo10
Famiglia Cooperativa di Cavalese
120 anni in Famiglia Cooperativa
Fa’ la cosa giusta13
Rigenerarsi con l’orticoltura
Educazione e famiglia15
Gestire i conflitti
Litigare bene per amare meglio
a cura di Alessandra Cavallin
26
Educazione16
Educa 2016: incontri, laboratori e spettacoli
per un dialogo plurale sull’educazione
di Silvia De Vogli
n Ragazzi: sole, vacanze, sport e studio
Solidarietà18
Anffas, “Canti della montagna”
Unisciti anche tu al coro!
Consumi18
Tuttoverde di Ravina
Progetto 92: l’agricoltura diventa “sociale”
(e rimedio alla disoccupazione)
Un’estate dedicata al relax e allo sport,
al mare o in montagna. Ecco le occasioni
di vacanza con gli speciali sconti riservati
ai soci possessori di Carta In Cooperazione
Società/Educazione31
Pedalare per donare
Da Trento a Brindisi per sostenere Admo
Etica dello sviluppo21
22 aprile, Giornata della Terra
La cura della casa comune
di Alberto Conci
Ambiente 24 Volontariato animalista in Trentino
In aiuto degli animali: quotidiani gesti di civiltà
di Maddalena Di Tolla Deflorian
30
Tempo libero 26 Le convenzioni Carta In Cooperazione
Ragazzi: sole, vacanze, sport e studio
30
CID Centro Internazionale della Danza
Yoga, ginnastica dolce e un workshop teatrale
n Yoga e ginnastica dolce
Al CID Centro Internazionale della Danza
i corsi per lavorare sul corpo e sulla
mente, e quelli mirati alla prevenzione
o al contenimento dei principali problemi
legati all’età
n Il talento del carciofo
Il re degli ortaggi si presta a mille ricette
di ogni tipo, sempre ottime. Eccone
qualcuna (in forma di strudel o sfogliata)
per farlo apprezzare anche ai ragazzi
Coltivare 35 La ginkgo biloba
La memoria del fossile vivente
di Iris Fontanari
rubriche
34
Cultura 28 Stagione 2015-2016
Trentino a teatro. Gli spettacoli di aprile
10 Cooperazione di consumo
Notizie e appuntamenti
20
Libri: le recensioni del mese
a cura di Franco Sandri
34 Mangiare e bere.
Ricette. Il talento del carciofo
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
3
IL
IL LAVORO
LAVORO NERO
NERO
DÀ
DÀ SOLO
SOLO
PESSIMI
PESSIMI FRUTTI.
FRUTTI.
ScEgLI
ScEgLI II FRUTTI
FRUTTI
DELLA
DELLA LEgALITÀ.
LEgALITÀ.
OGNI GIORNO COOP SI IMPEGNA A
OGNI
GIORNO
SI
A
OGNI
GIORNO
COOP
SI IMPEGNA
IMPEGNA
A
GARANTIRTI
LA COOP
LEGALITà
DEL LAVORO.
GARANTIRTI
LA
LEGALITà
DEL
LAVORO.
GARANTIRTI LA LEGALITà DEL LAVORO.
editoriale
ANNO XXIII - APRILE 2016
Mensile della Cooperazione
di consumo trentina
casella postale 770 - 38121 Trento
Aut. Trib. di Trento n. 829 del 6-7-1994
Direttore responsabile
Giuseppe Ciaghi
Responsabile editoriale
Cristina Galassi
Per informazioni, richieste e commenti
tel. 0461 920858
lunedì-venerdì, ore 9,30-11,30
e-mail: [email protected]
Comitato di redazione
Giuseppe Ciaghi, Alberto Conci,
Egidio Formilan, Cristina Galassi,
Walter Liber, Michela Luise,
Klaudia Resch, Franco Sandri,
Tullio Waldner
Hanno collaborato
Alessandra Cavallin,
Alberto Conci, Silvia De Vogli,
Maddalena Di Tolla Deflorian,
Iris Fontanari, Cristina Galassi,
Walter Liber, Dario Pedrotti,
Sara Perugini, Franco Sandri.
Editore
Sait, Consorzio delle cooperative
di consumo trentine società cooperativa
Per informazioni
[email protected]
tel. 0461.808641
Impaginazione
Scripta sc
Stampa
a cura di Scripta sc
con utilizzo di carta certificata TCF,
priva di sbiancanti ottici e
certificata FSC®, proveniente da fonti
gestite in maniera responsabile
Questo numero è stato chiuso
in tipografia il 15-3-2016
La tiratura del numero di marzo 2016
di “Cooperazione tra Consumatori”
è stata di 86.192 copie
di Giuseppe Ciaghi
La terra non tradisce mai
i è venuto naturale, vista la copertina di questo numero, collegarla a “L’orto dei
bambini”, tre interessanti libretti dall’aspetto gradevole e ammiccante, destinati
M
agli alunni delle scuole dell’obbligo per realizzare un piccolo orto vicino a casa, su un
balcone o in una cassetta, sussidio di un progetto educativo di notevole valore sociale
che mi ha fatto tornare bambino, quando anch’io frequentavo le elementari. Portano
la firma di Morena Paola Carli e sono introdotti da Andrea Segrè, il presidente della
Fondazione Mach di San Michele all’Adige, l’uomo che a Bologna avviò la campagna
contro gli sprechi alimentari attivando la raccolta dei prodotti in scadenza nei negozi
per distribuirli a quanti ne avevano bisogno. Con un approccio giocoso il testo insegna a
progettare gli spazi, a scegliere le specie adatte a un terreno o a un ambiente, a coglierne
e annotarne lo sviluppo, a raccoglierle e degustarle. Interessanti spunti e occasioni
di conoscenza della natura invitano a curarla e custodirla. Mi ha fatto grande piacere
che la scuola si stia occupando di temi come questo. Mi è parso ravvisarvi un sano
ritorno alle origini, alle sue funzioni primarie di avviare gli scolari ad apprendere le
pratiche indispensabili alla vita di tutti i giorni in un ambiente naturale. Nell’immediato
dopoguerra, quando le lezioni iniziavano il primo di ottobre e le classi erano affidate
a un solo insegnante, una maestra per i più piccoli e un maestro per i più grandicelli,
oltre naturalmente al parroco per la “dottrina”, nelle valli si andava a scuola mattina e
sera, dalle 8 alle 11 e dalle 14 alle 16 con la “vacanza” del giovedì. Le ore antimeridiane
servivano a imparare a leggere, a scrivere (con l’asticciola e il pennino da intingere nel
calamaio e la carta assorbente per evitare le macchie), a far di conto, alla grammatica,
alla storia, alla geografia e al disegno, quelle del pomeriggio al “lavoro”, alla ginnastica
e al canto. Le bambine apprendevano a filare la lana, a lavorare a maglia, a cucire e
rammendare, a intrecciare le foglie di mais per la suola delle pantofole, a fare il bucato
con la cenere, a preparare gli sciroppi con le bacche del corniolo e le fette di cotogne,
le marmellate di mirtillo rosso e di ribes, come cucinare e tenere in ordine la casa; ai
ragazzi si insegnava a custodire le bestie, capre e pecore, mucche e maiale, a mungere,
fare il burro, le formaggelle e la ricotta, a raccogliere le foglie di gelso per il baco da
seta, a coltivare gli alberi da frutto, a fare innesti, a tagliare nel tempo opportuno i rami
del salice e a trattarli per costruire cesti e canestri, a scegliere e intagliare il legno adatto
a costruire i rebbi dei rastrelli o i pioli delle scale, a distinguere le essenze degli alberi
del bosco, a praticare i fori per la trementina, a cubare il legname, a ricavare zufoli dai
rami del nocciolo e tante altre cose utili al vivere quotidiano. In aprile maschi e femmine
insieme si dedicavano alla cura dell’orto accanto all’edificio scolastico e del giardino
vicino alla chiesa. Si provvedeva alla concimazione del terreno con letame vecchio e per
la semina si teneva conto delle fasi lunari; quando necessario si annaffiava il terreno e si
seguiva la crescita delle piante annotandone le peculiarità su un quaderno in classe. Certo
quel mondo non c’è più; di sicuro avvicinava molto alla natura, insegnava a conoscerla
e a rispettarla, in quanto fonte di vita e di sostentamento. Conforta che in questi tempi,
dopo averla abbandonata per altre occupazioni, si assista a un ritorno dei giovani
verso la pratica dell’agricoltura, che non è certo quella del passato. Sono gli aspetti
positivi delle crisi, che portano a eliminare il superfluo per un recupero del genuino
e a salvaguardare l’ambiente. La terra non tradisce mai. Siamo stati noi a infettarla e
inquinarla con scorie e rifiuti, inseguendo illusioni che ci hanno portato a situazioni
di degrado insostenibili. Fa male pensare al denaro usato per costruire armi e ordigni
infernali se ci si rende conto che con quelle cifre si sarebbe potuto bonificare e rendere
fertile il Sahara intero (gli israeliani insegnano!) o creare condizioni di vita accettabili a
quelle masse di uomini che oggi scappano dalle loro case perché noi le abbiamo private
delle loro risorse. La speranza è che ricominciando dalla terra, da un piccolo orto,
tramite di conoscenza, e dai ragazzi delle scuole, qualcosa possa cambiare.
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
5
primo piano
economia
10 €
A SOLI
AL MESE
600 minuti +
600 SMS verso tutti
Web 3 Giga senza limiti
Per Sempre
Passa a CoopVoce dall’1 Marzo al 20 Aprile 2016
Scopri le offerte CoopVoce su
www.coopvoce.it
Scopri le offerte CoopVoce su
www.coopvoce.it
Condizioni della promozione: L’ offerta “ChiamaTutti 600”, sottoscrivibile dall’1 Marzo al 20 Aprile 2016, prevede 600 minuti di chiamate nazionali, verso numeri fissi e mobili, 600 SMS nazionali e 3 Giga di traffico internet nazionale ogni 30 giorni. I minuti sono tariffati sugli
effettivi secondi di conversazione e le connessioni internet a singolo kbyte. Al superamento del traffico voce ed SMS compreso verranno applicate le condizioni del piano tariffario sottostante per il traffico voce ed SMS, mentre il traffico internet sarà gratuito ma la velocità di
connessione sarà limitata a 32 kb/sec. L’offerta ha un costo di 10€ al mese e si rinnova automaticamente ogni 30 giorni in caso di credito sufficiente. Se il credito residuo non è sufficiente, l’offerta risulterà sospesa per 7 giorni. Per riattivarla sarà necessario ricaricare entro la
scadenza dei 7 giorni, altrimenti l’opzione verrà disattivata. I minuti, gli SMS ed i Mega non consumati nel mese, non si sommano con i minuti e gli SMS o il traffico internet del mese successivo. Per maggiori dettagli sulle compatibilità e su tutte le offerte visita il sito www.coopvoce.it.
CERCA IL PUNTO VENDITA ATTIVATORE PIÙ VICINO A TE
6
PROVINCIA DI TRENTO: AVIO P.zza Roma,5 • BORGOVALSUGANA CorsoVicenza,4 • CALDONAZZOVia Marconi,28 • CARANOVia Nazionale,18 • COREDOViaVenezia,17 • LAVISVia Degasperi,2 • MALÈVia 4 Novembre • MEZZOCORONAVia Romana,16 • MOENA Strada De
Prealon,26 • PERGINE Piazza Gavazzi,6 • PREDAZZOVia C.Battisti,21 • RIVA DEL GARDA Piazzale Mimosa • ROVERETO Millenium Center -Via Mazzini,65 - VialeTrento,31 - P.zza N.Sauro,19/A • STRIGNOVia Roma,27 • STOROVia Conciliazione,22 •TIONE DITRENTOVia F.Filzi,
16 • TRANSACQUA Viale Piave, 75 • TRENTO Big Center - P.zza G.Cantore, 30 - Via Brigata Acqui, 2 - Via Solteri, 43 -Ravina - Via Herrsching, 1 - Madonna Bianca - Via C.Menguzzato, 85 -Corso 3 Novembre, 2 -P.zza Lodron, 28 • TUENNO P.zza Alpini, 24 • VEZZANO Via Roma, 45 •
BOLZANO Via Macello, 29 • MONGUELFO Via Pusteria, 17 • SALORNO Via Trento, 18 • PROVINCIA DI BELLUNO: AGORDO Via Insurrezione, 18 • FALCADE Via del Mercato, 6 • SEDICO Via Gerolamo Segato, 11
VILLALAGARINA
Via 25 Aprile,
50 • PROVINCIA DI-BOLZANO:
cooperazionetra
consumatori
aprile 2016
cooperazione
di consumo
incooperazioneperlascuola.it).
I risultati della prima edizione ci parlano di 429 scuole
iscritte, quasi 21300 premi
consegnati.
Ricordiamo poi le associazioni
che anche quest’anno potremo
sostenere, donando i punti raccolti:
- Banco Alimentare Trentino
Alto Adige onlus, l’associazione che recupera ecceden-
Torna la raccolta-punti con Carta In Cooperazione
Sinfonia: tutte le novità
Ha preso il via il 21 marzo la seconda edizione della
raccolta punti Sinfonia. Tra le tante novità, la possibilità,
con CoopVoce, di fare l’autoricarica di traffico telefonico
con i punti della spesa. Tutte le informazioni in negozio
e su www.laspesainfamiglia.coop
opo il grande successo della prima, ecco la
nuova edizione della raccolta punti Sinfonia,
D
con molte conferme e tante novità che contribuiscono a farne uno strumento veramente prezioso
per valorizzare al massimo la spesa di ogni giorno nei negozi della Cooperazione di Consumo
Trentina.
Sinfonia è infatti l’iniziativa che premia con dei
punti la spesa che si fa nei negozi della Cooperazione di Consumo Trentina, ma non solo, poiché
lo stesso avviene anche in altre occasioni di spesa, con l’obiettivo di valorizzare le tante risorse
che fanno parte della comunità locale e partecipano a Sinfonia, in un circuito di alleanze che
genera per i soci occasioni di risparmio, sconti e
punti bonus, ma anche molte azioni sociali e di
solidarietà.
Iniziata il 21 marzo, la raccolta-punti terminerà il 31 dicembre 2016, mentre i punti
accumulati potranno essere utilizzati fino al 31 gennaio 2017.
QUOTIDIANO RISPARMIO
Tra le tante novità di questa
nuova edizione di Sinfonia c’è la possibilità di scegliere, con la telefonia
CoopVoce, di fare l’autoricarica di traffico te-
lefonico con i punti della
spesa; tra le conferme della
prima edizione, ecco la possibilità di fare la spesa con
i punti raccolti, nei negozi
aderenti all’iniziativa, e
quella di cumulare punti anche
tra più Carte In
Cooperazione
(due oppure tre).
Con i punti si possono poi avere in
premio delle ecoborse e anche acquistare la rivista Fior
Fiore In Cucina.
A SOSTEGNO
DELLA COMUNITÀ
Molte le iniziative,
confermate anche
in questa seconda edi- zione, che permettono una diversa valorizzazione dei punti raccolti, prima tra tutte Cari soci fate i buoni...
scuola!, l’iniziativa che offre un aiuto concreto alla scuola (primarie e secondarie di primo
grado, pubbliche, private e paritarie) fornendo
materiale didattico, attrezzature informatiche
e multimediali: con i punti Sinfonia si può richiedere in negozio il buono
scuola da consegnare alla
propria scuola, che a sua
volta potrà trasformarlo in
strumenti per la propria attività didattica, da scegliere
nel catalogo online (www.
ze alimentari e le ridistribuisce gratuitamente ad
associazioni ed enti caritativi;
- Anffas Trentino onlus, l’as-
sociazione di famiglie che
opera nel campo della disabilità intellettiva e relazionale;
- Medici dell’Alto Adige per
il Mondo, che riunisce, in
un’unica associazione, medici,
operatori sanitari e volontari
per aiutare le popolazioni che
››››
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
7
cooperazione
di consumo
abili, che, attraverso il lavoro
cercano un riscatto.
INTERCOOPERAZIONE
Cioè tutte quelle occasioni
in cui si accumulano punti
Sinfonia presso le organizzazioni aderenti al progetto:
EVENTI DI COOPERAZIONE
Tante novità: eventi come il
corso di degustazione dei
vini, o la lezione per imparare
a fare la pasta fresca, o quella
dedicata alla conoscenza dei
funghi, o infine l’escursione
in montagna.
››››
vivono in situazione di bisogno e di povertà;
- Libera, associazioni, nomi
e numeri contro le mafie,
che promuove la nascita di
cooperative sociali che gestiscono beni confiscati alla criminalità organizzata.
E un sostegno altrettanto significato può essere offerto scegliendo come premio gli oggetti,
peraltro molto belli, prodotti da
queste organizzazioni:
- Cooperativa Sociale Samuele, che offre interventi
individualizzati di formazione
professionale per persone in
difficoltà che per diversi motivi non riescono ad entrare nel
mercato del lavoro;
- Clab, la cooperativa sociale di
Bolzano che si occupa di training lavorativo di persone con
TEMPO LIBERO
Con i punti Sinfonia è possibile visitare il MART,
o il MUSE, oppure andare alle Terme di Comano o all’Aquardens di Pescantina o al Parco Natura Viva di Bussolengo; oppure a sciare in Val di
Fiemme o sull’Adamello.
Casse Rurali Trentine (polizze assicurati e carte
prepagate), Risto3 (quattro ristoranti), Cassa rurale e artigiana di Cortina d’Ampezzo e delle Dolomiti (fondi pensione), Gruppoalpin automobili
Renault e Kia, Car Sharing Trentino e Alto Adige
(abbonamenti car sharing), Sport & Mind (vendita e riparazione bici), Acustica Trentina, e molti
altri.
PREMI
Nel catalogo 2016 c’è una scelta vastissima, e tutta
nuova, di utilissimi oggetti Made in Italy: grande
qualità e stile per la casa, la cucina,
la tavola, gli animali, il bricolage.
disabilità psichica, cognitiva e
fisica;
- Redo Upcycling il laboratorio tessile, officina meccanica, con designer, artigiani,
creativi, una rete commerciale
e... tante persone più o meno
8
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
cooperazione
si avvicinano alla terra e prendono coscienza che il cibo prima di
essere sui banchi del supermercato nasce dalla terra.
I bambini scoprono, sotto i propri occhi, come crescono le verdure e le piante aromatiche e imparano cos’è la semina, la cresci-
tiva all’uso della plastica in orticoltura; una pastiglia di torba e cocco come concime (da
diluire in acqua); una bustina
di semi; un cartoncino con le
istruzioni di massima.
Le piante aromatiche e gli
ortaggi selezionati per il pro-
Dal 18 aprile al 14 maggio
L’orto che verrà
istemare i semi
nel piccolo vaso dove
S
è stata aggiunta la torba e l’acqua. Poi aspettare,
hi semina bene
ACCOGLIE BENE
L2
di consumo
prendendosi cura ogni giorno di quel vasetto, della
sua sete o del suo bisogno di luce, e di lì a breve
veder spuntare il primo filo verde, le prime minuscole foglioline, che in poco tempo diventano insalata, o piante vere come quelle dei pomodorini.
Una vera magia di cui si può essere artefici, anche
piccolissimi,
basta provarci.
ALda
30
APRILE
2016 La Cooperazione
di Consumo Trentina ha deciso di offrire a tutti
questa bella possibilità di sperimentarla coltivazione dell’orto: con “L’orto che verrà”, nei suoi
negozi, dal 18 aprile al 14 maggio, ogni 20 euro
di spesa si riceverà in omaggio un miniorto: semi,
vaso e torba.
L’ORTO, STRUMENTO
DI EDUCAZIONE
“L’orto che verrà” è un nuovo progetto
educativo, dedicato ai bambini, che prevede la preziosa collaborazione delle scuole.
L’orto è infatti uno strumento di educazione dalle infinite potenzialità: insegna
come nasce la vita, come coltivarla, come
nasce il cibo, perché è prezioso e non va sprecato.
L’iniziativa si propone in primo luogo di incoraggiare un’alimentazione corretta e sana: attraverso l’esperienza concreta dell’orto i bambini
Nei negozi della Cooperazione di Consumo
Trentina ogni 20 euro di spesa si riceve
in omaggio un miniorto: semi, vaso e torba.
Per veder crescere, anche sul balcone,
piantine aromatiche e ortaggi
ta, il rinvaso; sperimentare quanta attenzione, cura
e passione servono per coltivare un orto spinge il
bambino allo sviluppo di un comportamento finalizzato alla riduzione dello spreco alimentare,
e quindi più ecologico, cioè rispettoso della
natura, consapevole e solidale.
COLTIVARE INSIEME, A SCUOLA
Alle scuole verrà donato un vassoio contenitore di tutti i vasetti, insieme al libretto che spiega
le tecniche di coltivazione; questo potrà aiutare le
scuole a sensibilizzare i bambini in modo interes-
sante e
divertente sui temi
della corretta alimentazione e della
educazione alla riduzione dello spreco alimentare. Le esperienze simili precedentemente
condotte nelle scuole hanno creato tra i bambini che coltivano insieme un piccolo orto
una maggiore conoscenza e sensibilità sui
temi della sostenibilità e della alimentazione,
dell’ecologia e della solidarietà, e un senso
di comunità e di appartenenza.
IL MINI ORTO
Il mini orto che si riceve in omaggio è
composto da un vasetto che misura
6x6 cm in materiale eco-compatibile,
compostabile e biodegradabile, l’alterna-
getto sono quelli ideali perché vivono bene in vaso: basilico, salvia, prezzemolo, menta, maggiorana, aneto, lavanda,
erba cipollina, sedano, carote,
cipolla gialla, rucola, lattuga, cicoria rossa, pomodori ciliegia,
finocchi, ravanelli, zucchine,
asparagi verdi, camomilla.
Questo permette di utilizzarli
anche da chi non possiede un
pezzetto di terreno, di sistemarli
in un luogo soleggiato e riparato durante la
bella stagione
per poi spostarli al riparo
in un posto
luminoso non
raggiungibile
dal gelo quando le nebbie autunnali e il freddo dell’inverno si
avvicinano.
Chi lo desidera troverà anche in vendita il vassoio-raccoglitore, dove
sistemare tutte e 20 le piantine e
al tempo stesso nutrirle e farle
crescere!
Ogni mini-orto, come qualsiasi altro
prodotto, genera un’emissione CO2.
L’emissione di CO2 generata verrà
compensata con un pari assorbimento, in questo modo ogni premio
oggetto di “L’orto che verrà” potrà
godere della certificazione “prodotto
compensato”.
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
9
famiglie
idea è quella di promuovere i prodotti della
nostra zona, come formaggi, miele, uova,
“L’
ma anche aceto e noci. In questo modo otteniamo due
risultati: soddisfiamo una richiesta espressa da soci e
clienti, e sosteniamo i piccoli produttori del territorio,
dando il nostro contributo allo sviluppo dell’economia locale”. Sandro Bertolini, direttore della
Famiglia Cooperativa Valle di Cavedine, traccia con soddisfazione il bilancio dell’attività
dopo i cambiamenti introdotti tenendo conto
delle informazioni emerse un’analisi realizza-
cooperative
Una ricerca per conoscere
i nuovi bisogni di soci e clienti.
Uno strumento di ascolto che
aiuta anche a comprendere
e condividere il senso
dell’agire della Cooperazione
di Consumo di oggi
di Sara Perugini
Famiglia Cooperativa Valle di Cavedine
Il successo arriva dall’ascolto
ta in collaborazione con la Federazione e condotta con l’obiettivo, come spiega il presidente Gianluca Caldera, di raccogliere elementi
utili ad affrontare le difficoltà del momento e
a coinvolgere maggiormente la base sociale.
Grazie ai gruppi di lavoro, hai quali hanno
partecipato amministratori e collaboratori, e
ai questionari distribuiti agli oltre 1.100 soci della cooperativa, era stato possibile in-
dividuare i punti di forza e di debolezza del
servizio offerto e la strada da seguire per migliorare. Tra le novità introdotte spicca una
maggiore selezione di alimenti biologici, sfusi
e a km zero, proprio sulla base della richiesta
avanzata dall’82% dei soci. “Una scelta – spiega Bertolini – che, insieme ad alcuni cambiamenti
nella gestione, ci ha fatto registrare nel 2015
un incremento del fatturato del 10% rispetto all’anno precedente. Un dato in assoluta controtendenza con l’andamento generale del settore dei
consumi”.
L’aumento dell’offerta disponibile sugli
scaffali in realtà è solo una delle ultime
iniziative avviate dalla Famiglia Cooperativa, che nell’ultimo anno ha affrontato
diversi cambiamenti. Il più evidente probabilmente è stato il rinnovo del punto vendita
di Cavedine, che è stato dotato del servizio
macelleria e di un sistema di refrigerazione
all’avanguardia. Per l’occasione sono stati
10
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
realizzati, al piano superiore, anche una sala
polifunzionale di 35 mq a disposizione della
comunità e quattro appartamenti da destinare
ad anziani. “Ci stiamo impegnando – commenta
Caldera – per garantire ai nostri soci e clienti e alle
loro famiglie un servizio che vada oltre la semplice
vendita di prodotti. Essere una cooperativa significa anche mettersi in relazione con gli altri soggetti
del territorio, riconnettersi con gli altri attori socioeconomici per sostenere l’economia locale e dar vita a dinamiche
relazionali in grado di rigenerare
il tessuto sociale mettendo la comunità al primo posto”.
Una necessità emersa con
chiarezza dalla ricerca condotta dall’Osservatorio ricerche e sviluppo intercooperativo della Federazione che
ha approfondito proprio il
senso cooperativo e le motivazioni alla base dell’agire della Famiglia Cooperativa. L’obiettivo del lavoro
realizzato alla fine del 2014
è stato ricostruire insieme a chi amministra e
lavora in cooperativa il senso del proprio servizio e della funzionale sociale svolta nei confronti della comunità locale.
“Oggi – aggiunge Cesare Dossi, responsabile
del gruppo di lavoro che ha condotto la ricerca
– arrivano da tutto il mondo beni di cui conosciamo il
prezzo, ma non gli effetti, che possono danneggiare il
tessuto sociale e l’economia locali. Per questo motivo con
le nostre ricerche cerchiamo di fare emergere il valore
complessivo per la comunità prodotto dalle cooperative,
non solo di consumo. Quando si compra qualcosa, si
acquista anche la filosofia di chi produce e fornisce quel
prodotto o servizio: ad esempio, acquistare in Famiglia
Cooperativa prodotti locali di qualità, significa creare
valore per la comunità intera perché si uniscono le forze,
si legano insieme i produttori e le aziende del proprio
territorio irrobustendo l’economia locale attraverso un
circuito di mutuo aiuto”.
continua a pag. 12
››››
on una singola festa, ma un
anno per realizzare insieme
N
progetti a favore della comunità,
promuovendo e valorizzando le
migliori produzioni locali, e legando a questa scelta l’obiettivo
di offrire sostegno ad una cooperativa sociale, che a sua volta parteciperà organizzando percorsi
didattici su consumi e ambiente.
Festeggiamenti e premi per i soci
comunque non mancheranno: in
palio subito ci sono tante bellissime biciclette elettriche, per una
mobilità sostenibile e comoda, e
al termine altri importanti premi.
Un anniversario pensato insomma come una occasione nuova
per promuovere la partecipazione e sottolineare l’orientamento
verso la sostenibilità dei consumi
e degli stili di vita, con iniziative
che aiutano ad unire le forze e a
creare valore, da restituire al territorio e alla comunità.
È questo lo spirito della serie di
iniziative pensate per celebrare il
120° anniversario della Famiglia
Cooperativa di Cavalese, hanno
spiegato il presidente Giorgio
Parolari e il direttore Marino
Sbetta ad inizio marzo.
Sarà un anno speciale, lungo il
quale le iniziative si svilupperanno, per rafforzare il rapporto
con i soci e tutta la comunità,
chiamata a partecipare con l’obiettivo di offrire vantaggi a tutto il territorio.
IL CUORE OLTRE
PER LA VAL DI FIEMME
“Il cuore Oltre per la Val di Fiemme” è l’iniziativa di solidarietà che la Famiglia Cooperativa
ha progettato insieme ad una
ventina di produttori della Val di
Fiemme e alla Cooperativa Sociale Oltre.
famiglie
cooperative
Dall’8 marzo al 30 novembre, l’acquisto da parte
di soci e clienti nei negozi della Famiglia Cooperativa dei prodotti locali evidenziati con il cartellino “il cuore Oltre” si tradurrà in sostegno
alla Cooperativa Sociale Oltre: ogni mille “cuori”
la Famiglia Cooperativa destinerà infatti 30 euro
ai progetti della cooperativa, che in Valle di Fiemme aiuta le persone in situazioni di svantaggio
sociale e psichico.
Grazie a “Il cuore Oltre per la Val di Fiemme” potranno quindi essere realizzati nuovi progetti per la
comunità: nelle scuole saranno attivati alcuni percorsi didattici e di manualità sul tema della filiera corta, del consumo responsabile, dell’orto didattico e dell’autoproduzione. Saranno
organizzate anche le giornate di “Maso aperto”:
un’occasione per favorire la conoscenza di Maso
Toffa e delle attività svolte dalla Cooperativa Oltre.
Famiglia Cooperativa di Cavalese
120 anni in Famiglia Cooperativa
una storia fatta d’impegno, valori, passione
Un anniversario pensato come una occasione nuova per partecipare,
per unire le forze e creare valore, da restituire al territorio
e alla comunità. È questo lo spirito della serie di iniziative
pensate per celebrare il 120° anniversario della cooperativa
Masi, Daiano, Capriana, Casatta di Valfloriana, Montalbano,
e naturalmente Cavalese). Nel
2015 ha realizzato un fatturato
di 15,4 milioni di euro e un utile
di 232.000 euro. (c.galassi)
Tutti i dettagli
su www.coopcavalese.it
saranno assegnate 9 biciclette elettriche
Atala, per contribuire a promuovere una mobilità più sostenibile anche in Val di Fiemme.
L’estrazione finale metterà in palio una crociera nel Mediterraneo per due persone, 2
computer portatili, 15 buoni spesa.
IL CONCORSO PER I SOCI
Solo per i soci, invece, la Famiglia Cooperativa ha pensato al concorso “il 120° premia i
soci”. Fino al 30 novembre ogni 25 euro di spesa
il socio possessore di Carta In Cooperazione guadagnerà automaticamente una partecipazione
all’estrazione di fantastici premi. Ogni tre mesi
LA STORIA: LA MOSTRA FOTOGRAFICA
“La Famiglia Cooperativa è il vostro negozio, dove troverete convenienza di prezzi,
garanzia di qualità, trattamento familiare” si
leggeva nei primi documenti della Famiglia
Cooperativa, e qualcosa di quella atmosfera si
rintraccerà facilmente nella mostra fotografica, allestita nel grande negozio di Carano,
che ripercorre le tappe della storia della cooperativa.
La Famiglia Cooperativa di Cavalese è nata
nel 1896 per iniziativa di 96 soci, che elessero
come primo presidente don Giovanni Amech,
curato di Varena. Il capitale sociale iniziale era
costituito da 1.170 fiorini.
Lungo un secolo di storia si arriva al 1999, con
la fusione con la Famiglia di Capriana; segue
nel 2009 l’unificazione con le cooperative di
Molina e Valfloriana, e nel 2013 l’apertura ad
Anterivo, in provincia di Bolzano.
Oggi la cooperativa conta 3.950 soci e occupa
60 dipendenti, a cui si aggiungono 20 stagionali. I punti vendita sono complessivamente 15
(a Carano, Veronza, Castello, Molina, Predaia,
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
11
consumo
ostre, conferenze, evenM
ti di scambio, spettacoli,
laboratori, cibo: è il Festival
dell’Ambiente 2016, a Pergine
Valsugana, la manifestazione
dedicata alla sostenibilità e alla
cittadinanza attiva, organizzata dall’Associazione Gruppo
Famiglie della Valsugana in
collaborazione con ariaTeatro,
con l’obiettivo di contribuire
alla cultura dei comportamenti
sostenibili e solidali nei confronti dei beni ambientali, coinvolgendo i cittadini di tutte le
fasce d’età e valorizzando le
molte realtà del territorio e le
sostenibile
lità della vita insieme al risparmio delle risorse.
Il Festival entrerà nel vivo il 15,
16, 19 e 22 aprile in diverse località della Comunità di Valle
in Alta Valsugana e Bersntol,
ma il processo di coinvolgimento della cittadinanza ha preso il
via ai primi di marzo con l’invito
a partecipare a esposizioni “green” e a eventi di riciclo e riuso, e
con i laboratori eco-sostenibili.
Molte le attività per bambini e
adulti dedicate al tema del riuso e della riduzione dei rifiuti, compresi tre diversi Swap
Party (15-16 aprile, Teatro di
Pergine, 15, 16, 19 e 22 aprile
Festival dell’Ambiente 2016
In Alta Valsugana la manifestazione dedicata al riuso
e all’artigianato sostenibile, con mostre, feste di “baratto
giocoso” e laboratori dedicati a tutti
iniziative che lo scorso anno
hanno vinto il bando “Più con
Meno” indetto da AMNU e
STET per promuovere la qua-
Pergine), gli eventi di “baratto giocoso” (il 16
aprile anche con buffet a km zero) durante i quali
un oggetto non più utilizzato (anche un libro) può
trovare nuova vita: per partecipare basterà portare
Info e iscrizioni
festivaldellambiente.blogspot.it
[email protected]
tel. 347-7969323 o 329-6638868
›››› continua da pag. 10
Inoltre, è fondamentale che chi lavora ogni giorno all’interno della cooperativa sia consapevole
del valore complessivo del servizio offerto in
modo che, anche attraverso il proprio comportamento, possa comunicare gli elementi distintivi
che rendono unica la propria impresa.
Il terzo elemento chiave è avere una visione chiara di ciò che si vuol fare. “Dai lavori condotti finora
– racconta Dossi – è risultato che i bisogni attuali richiedono un atteggiamento diverso. Le soluzioni tradizionali
appaiono inadeguate, ci vuole una nuova declinazione del
ruolo e dello stile della cooperativa. E questo ruolo non
può prescindere dal creare una speciale alleanza con la
comunità servita. Per questo motivo è importante avere
consapevolezza di ciò che la cooperativa è, fa, e di ciò che
spera di ottenere attraverso le proprie attività, come dire
conoscersi per distinguersi”.
Tre ingredienti
per il successo
Non esistono ricette infallibili
per ottenere successo, ma è possibile individuare alcuni elementi
che favoriscono il miglioramento, a cominciare dall’ascolto
dei bisogni non solo della base
sociale, ma di tutti i portatori di
interesse, come amministratori,
collaboratori, istituzioni e associazioni locali.
12
gli oggetti da barattare al Centro Famiglie di Pergine o a Pergine CREA entro l’11 aprile.
Dedicati ai bambini i Laboratori Eco-creativi
di sabato 2 aprile (ore 16) con l’Associazione
Levico In Famiglia allo Spazio Incontro di Levico
(Via Sluca De Matteoni 8), e venerdì 8 aprile (ore
17-19) con l’Associazione Eureka al Centro pluriservizi di Mala, Sant’Orsola (iscrizione tramite
modulo online).
Il 15 e 16 aprile, nel Foyer del Teatro Comunale
di Pergine, spazio al suggestivo Hand Made and
Green Market: opere
d’artigianato realizzate
con materiali di riciclo o
di riuso.
Il 19 aprile (ore 20.30) il
Foyer del Teatro di Pergine ospiterà “Cucina
naturale e sostenibile”,
la conferenza sulla sostenibilità della ristorazione.
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
Un risultato alla portata di tutti
È un’esperienza replicabile anche in altri contesti? “Le nostre – precisa Dossi – sono ricerche orientate a produrre motivazioni al miglioramento. Le cooperative che si rivolgono a noi devono essere consapevoli che
saranno chiamate a mettersi in gioco completamente. Il
nostro lavoro consiste infatti nel dar loro la consulenza
necessaria a individuare il percorso più adatto per la loro
crescita in modo che poi possano continuare a camminare
da sole”.
fa’ la cosa giusta
presso l’Accademia Italiana di Permacultura e in
Agricoltura Organica Rigenerativa in Messico,
membro dello staff tecnico, didattico e organizzativo di Deafal ONG (organizzazione impegnata nella diffusione dell’Agricoltura Organica Rigenerativa e nella difesa dell’agricoltura famigliare
in Italia e all’Estero) e presidente dell’Associazio-
di detergenti a base di microrganismi, per la pulizia della scuola
materna.
L’esperimento è consistito nel
confronto, attraverso analisi
batteriologica, della pulizia della struttura ottenuta attraverso
1-3 aprile a Imer
Rigenerarsi con l’orticoltura
A Imer l’associazione culturale “Le Quattro Stagioni”
organizza un corso teorico-pratico adatto a tutti, molto
interattivo, per dar vita ad un orto con metodi organici.
In modo piacevole e rilassante
ui media spesso sono le
brutte notizie a trovare più
S
spazio, e il pessimismo sembra
La permacultura (nella foto
sopra un esempio: patate
piantate sotto la paglia) è
un metodo per progettare e
gestire paesaggi antropizzati
in modo che siano in grado
di soddisfare bisogni della
popolazione quali cibo, fibre
ed energia e al contempo
presentino la resilienza,
ricchezza e stabilità
di ecosistemi naturali.
(wikipedia.org)
l’unica opzione realistica. Invece
la società trentina è fatta più di
quei milioni di alberi che compongono la silenziosa foresta
che cresce, che di quegli alcuni
che cadendo fanno più rumore.
Uno dei tanti esempi è l’associazione culturale “Le Quattro Stagioni” che a Imer, nella
lontana Valle di Primiero, oltre
a “crescere”, “semina” a piene
mani dal 2009, proponendo laboratori, incontri informali, serate a tema e momenti di relax e
divertimento.
L’associazione è stata fondata da
Laura, un’ostetrica determinata
nel promuovere l’allattamento al
seno, il parto naturale ed il sostegno alla donna in tutte le fasi
della sua vita, ma i suoi obiettivi spaziano dalla conservazione
dell’ambiente, allo stimolare stili
di vita semplici e sobri, alla diffusione di una alimentazione sana, alla promozione del concetto di salute e benessere, allo stimolo
della conoscenza di sé, alla tutela della salute della
donna, senza dimenticare il “fare rete” con le associazioni della Valle di Primiero, e non solo, favorire
la condivisione di questi principi.
Proprio per muoversi nella direzione di molti di
questi obiettivi, per l’inizio di aprile “Le Quattro
Stagioni” propongono “Rigenerarsi con l’orticoltura”, un corso teorico-pratico, molto interattivo,
che illustra strumenti e metodologie alla portata di
tutti per iniziare (o migliorare) la propria pratica
del lavoro in orto, visto non come il campo di una
faticosa battaglia, ma come un habitat piacevole e
rilassante, dove molte convivenze sono possibili.
Il corso sarà tenuto da Marco Pianalto, laureato in Scienze Agrarie a Padova, diplomato
ne SemInAmore, attiva nella diffusione di temi
e pratiche legati a Permacultura, Transizione e
Decrescita.
La prima giornata verrà dedicata ad imparare a
conoscere e riconosce il proprio suolo, la seconda a pratiche sostenibili per “nutrire” il suolo,
mentre la terza sarà incentrata sulla disposizione
e preparazione delle piante e sulla possibilità di
“chiudere i cicli”, riciclando risorse già normalmente disponibili in casa.
i comuni detergenti chimici,
con quella ottenuta attraverso
l’utilizzo dei “microrganismi
effettivi”. Dalla comparazione dei risultati è emerso che
in entrambe le verifiche erano
presenti cariche microbiche che
facevano ritenere ambienti e superfici “igienicamente validi”, e
dunque, come si legge sul sito
del Comune di Imer “tenuto
presente il fatto che questi prodotti sono ecocompatibili, in
quanto ottenuti da un miscuglio
di microrganismi presenti in natura, si ritiene che i microrganismi effettivi siano un’alternativa
efficace per la pulizia quotidiana
della struttura, delle attrezzature
e delle superfici di un ambiente sensibile come quello della
scuola materna”. (D.Pedrotti)
Microrganismi che puliscono
Durante il corso verrà presentato anche il procedimento per farsi i microorganismi attivi, altro
“pallino” dell’associazione, che ha portato il comune di Imer ad essere il primo comune italiano a condurre una sperimentazione sull’utilizzo
Per maggiori informazioni
sul corso o sulle attività dell’associazione tel. 331-6711782, oppure scrivere a 4stagioni.imer@
gmail.com o consultare https://
le4stagioni.wordpress.com
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
13
società
La Coccinella al rifugio Maranza il 25 aprile
Porte aperte nel bosco
All’interno del programma “20+1”
della Coccinella per festeggiare i suoi
20 anni di attività, una giornata dedicata
a “L’asilo nel bosco”
ra i molti eventi del proTlacoccinella.coop)
gramma “20+1”, (www.
il 25 aprile ci
sarà “Porte aperte nel Bosco”,
un’intera giornata per scoprire le
novità di “Asilo nel Bosco” che,
da fine 2015, è entrato a far parte della cooperativa
La Coccinella.
La giornata inizierà alle 9.30: gli educatori accoglieranno grandi e piccoli al rifugio Maranza
(Loc. Strada per Maranza, Trento), dove verranno
proposte attività in natura, tra laboratori, gio-
chi, avventure, e da dove partiranno delle passeggiate alla scoperta del piacere di camminare
circondati dal verde e dai rumori di piante, prati,
alberi, animali; a mezzodì, un’altra esperienza in
natura sarà offerta dal buffet preparato dai gestori
del rifugio con i prodotti del territorio.
“Asilo nel bosco è una filosofia, che si declina nella realtà attraverso una serie di attività all’aperto, a contatto con la natura. I bambini, seguiti dagli
educatori, nell’esperienza quotidiana nel bosco, avvolti dal
silenzio della natura, ne imparano a riconoscere i suoni e a
scoprire come ogni elemento che li circonda può diventare un
gioco, un motivo di esplorazione, un’esperienza unica – ha
affermato Mattia Garibaldi, direttore della cooperativa – La conoscenza, il contatto con il mondo
naturale che ci circonda, fanno parte di
molti progetti educativi de La Coccinella”.
La Coccinella di Cles gestisce 19 nidi d’infanzia in tutto il Trentino e, attenta ad
intercettare le esigenze del territorio, nel
tempo ha saputo dare risposte anche all’avanguardia ai suoi piccoli e grandi utenti:
con “Asilo nel Bosco” ha arricchito ulteriormente il suo calendario di proposte (iscrizione online su www.lacoccinella.
coop) per il tempo libero, sia nel periodo estivo, sia
durante l’anno in occasioni particolari.
La partecipazione a “Porte aperte nel Bosco”
è gratuita, con obbligo di prenotazione, entro
il 19 aprile, allo 0461-421808 o scrivendo a [email protected]
L’assicurazione auto copre anche i danni fisici
subiti dai trasportati, ma non copre invece quelli
subiti dal conducente in caso di responsabilità allo
stesso imputabile.
Molte Compagnie di assicurazione esercitano
la cosiddetta rivalsa qualora il trasporto sia
L’acronimo RCA indica la Responsabilità Civile
effettuato non in conformità con le disposizioni
Autoveicoli e corrisponde al contratto assicurativo
vigenti e con la carta di circolazione. Cinture non
che viene associato a ogni veicolo immatricolato
allacciate da parte dei trasportati, trasportati in
Sportello
circolante su strada. Attraverso la sottoscrizione
numero superiore al massimo consentito dalla
assicurativo
di questo contratto l’assicurato si tutela
carta di circolazione, il non utilizzo dei seggiolini
Indirizzate le vostre domande a:
economicamente da possibili rischi che si
per bambini, oppure ancora bambini che prendono
Cooperazione tra consumatori
possono verificare mentre si è alla guida,
posto sul sedile anteriore in età non consentita,
C.P. 770 - 38100 Trento
quindi riconducibili alla propria responsabilità, e
possono dare origine alla rivalsa da parte delle
che arrecano danni materiali e/o lesioni a terzi. Le
Compagnie assicurative. Alcune assicurazioni
compagnie assicurative, dietro il pagamento del
rinunciano al diritto di rivalsa con il pagamento di
premio da parte dell’assicurato, s’impegnano a
un sovrappremio, ovvero un aumento del costo
risarcire i danni arrecati a terzi dalla circolazione
della polizza assicurativa. Per questo motivo
del veicolo. L’assicurato è coperto per una
raccomandiamo di analizzare, sempre, le
somma limite, definita massimale, stabilita al
esclusioni e la rivalsa.
momento della sottoscrizione del contratto rca.
La sola ed esclusiva valutazione del costo della
polizza di assicurazione può
riservare sorprese amare. La
sottoscrizione della polizza
Per i Soci della Cooperazione
Rca deve essere preceduta
di Consumo Trentina
dalla valutazione di quanto
SCONTO fino al 30%
è ricompreso e di quanto è
escluso: la disattenzione e la
agenzia di assicurazioni
su assicurazioni auto - moto - camper
superficialità possono sortire
PARTNER ASSICURATIVO DEL CONSORZIO SAIT DAL 1982
un effetto boomerang, con
38122 Trento - Via Brennero, 35 - Tel. 0461 822321 - [email protected]
conseguenze disastrose per
Lo sconto è calcolato sulla tariffa base RCA della soc. Cattolica di assicurazione e può variare rispettando le condizioni tariffarie rese pubbliche a norma di legge.
Rivolgiti all’agenzia Assicom o consulta il sito www.cattolica.it per visionare la nota informativa e le condizioni generali di assicurazione.
l’economia familiare. (a. castoldi)
Responsabilità Civile Autoveicoli
RCA e “trasporto
non conforme”
14
2016
cooperazionetraconsumatori - aprile
educazione
c’è il bellissimo sì, ma..., cioè l’accoglienza congiunta al contenimento. Prenditi il tempo che ti serve,
rimanda la trattativa se in quel momento sogni solo
di strozzare tuo figlio. Preparati, le parti devono
sapere che cosa chiedono l’una all’altra e che cosa
sarebbero disposte a dare in cambio. Separa i fatti
Gestire i conflitti
Litigare bene per amare meglio
uando un figlio è piccolo in genere preferisce
stare dalla stessa parte dell’adulto, cercando
Q
nel genitore un alleato per affrontare la sua quoti-
dianità. Con l’ingresso alla scuola media, prendendo contro piede ogni genitore, i ragazzi passano
dall’altra parte del campo, e cominciano a tirare
la fune per far entrare l’adulto nel suo territorio.
A questo punto, occorre trovare un equilibrio tra
i giocatori. Ecco la vera fatica del genitore: non
arrivare allo sfinimento giocando al tiro alla fune,
ma saper invece tirare la corda con una forza ben
ponderata per ogni singola situazione. Tra il genitore forte, che tira sempre dalla sua e il genitore
che molla subito c’è una terza via: tirare la fune
solo quando occorre. In altre parole il genitore
dovrebbe essere disponibile a giocare la partita con
il figlio, calibrando la forza, e tra un tirare e un cedere affinare l’arte del buon negoziatore, caratteristica che ogni genitore ‘sufficientemente
buono’ (un genitore normale insomma)
dovrebbe esercitarsi a praticare.
Ecco quali sono i punti di una buona
negoziazione genitoriale per Giuseppe Maiolo, psicologo e autore di L’arte di negoziare con i figli (Erickson,
2015). Allena tuo figlio fin da piccolo a
riconoscere che hai le competenze per
gestirlo. Non ha senso pretendere che
una 14enne rispetti gli orari se a 4 anni
la lasciavi libera di mangiare quando e quello che
voleva. Non avere paura del conflitto, dire sempre
di sì è comodo e ti rende popolare, ma bambini e
ragazzini vogliono regole e sanzioni. Anche se non
lo sanno. Per ridefinire, ogni volta meglio, il loro
coraggio. Dai spazio alle sfumature, tra il no e il sì
APPUNTAMENTI IN LIBRERIA
Giovedì 7 aprile, ore 17:15: età 7-9 anni
Mitmach Deutsch. Lettura e laboratorio in
lingua tedesca che avvicina alla lingua straniera
attraverso l’esperienza e il gioco. A cura
delle Fabuline.
Giovedì 21 aprile, ore 17:45
L’arte di negoziare con i figli. Dal genitore
«bancomat» al genitore competente. Saper
negoziare vuol dire essere capaci di raggiungere
compromessi con i figli, significa «vincere
insieme» senza rinunciare alle regole ma
stimolando la cooperazione in famiglia. Incontro
Nella coppia, come tra genitori
e figli, il conflitto non si
contrappone all’amore.
E per amarsi meglio occorre
imparare a negoziare
a cura di Alessandra Cavallin*
dalle persone e spostati dal “tu” all’“io”, risalteranno più le tue preoccupazioni e le tue competenze che le tue accuse. Loda i suoi sforzi. Rifletti se,
dopo, non occorra una controspinta per renderlo
più audace in altri campi. Concludi con un accordo
scritto in doppia copia.
Posso fare tardi? Fino a che ora? Perché no? Cosa
mi succede se faccio tardi? Esempi di una frontiera
che mette alla prova la resistenza dell’adulto. E qui
patteggiare aiuta. Tanto più che gli accordi si possono periodicamente rivedere.
Negoziare serve ai genitori, per arginare le esuberanze, e ai figli per meritarsi i traguardi. E non lascia sul
campo né vincitori né vinti.
Maiolo, in accordo con molti pensatori del nostro tempo, sottolinea come la
negoziazione genitori-figli si incroci con
un altro grande tema educativo contemporaneo: quello della figura paterna. È
infatti destinata a fallire se la figura paterna latita. Troppe madri, oggi. Troppa
energia femminile. Il “mammo” ha spesso dimenticato che il compito fondamentale di un padre è
insegnare la disciplina e il dovere. E presiedere ai
riti d’ingresso nella vita adulta.
Per costruire una vita di coppia solida e piena è
condotto da Giuseppe Maiolo, psicoanalista
di formazione junghiana e Giuliana Franchini,
psicologa e psicoterapeuta infantile.
Venerdì 29 aprile, ore 17:15: età 3-5 anni
Tell me a story: English storytelling lab. Storie
semplici in lingua inglese per bambine, bambini
e i loro genitori. La lettura è seguita da un
laboratorio artistico ideato e condotto
da Alessia Carli.
Sabato 30 aprile, ore 10: età 2-3 anni,
ore 11:30: età 4-6 anni
Leggere a crepapelle. Laboratorio di lettura
animata per bambini che attraverso il sorriso
hanno la forza di toccare argomenti profondi
e famiglia
necessario imparare a “dirsele”, ma nel modo giusto. Allo
scontro generazionale si affianca
poi lo scontro tra pari, ad esempio tra i genitori, nella coppia.
Imparare a negoziare non riguarda solo il rapporto con i figli
ma può essere utile anche per
migliorare le proprie relazioni, al
di là del rapporto di sangue. Secondo Daniele Novara, esperto
di gestione dei conflitti in Italia,
e autore di Meglio dirsele. Imparare a litigare bene per una
vita di coppia felice (Bur, 2015)
la soluzione non è quella di cercare di evitare gli attriti; l’autore,
pedagogista, counselor e fondatore del Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione
dei conflitti, dopo aver dedicato
la sua attenzione all’importanza del conflitto nel­l’età infantile
(Litigare fa bene e Urlare non serve
a nulla) con questo nuovo libro
sposta lo sguardo sugli adulti e in
particolare sulla coppia. Novara
sfata il pericoloso luogo comune
che amarsi significhi vivere sempre in armonia e
spiega come trasformare gli inevitabili dissensi
che ogni rapporto comporta in
un’occasione di
ascolto e rinnovamento reciproco. In un percorso che tocca le
diverse fasi della vita di coppia,
l’autore offre preziosi orientamenti e indicazioni pratiche per
governare, con soddisfazione di
entrambi, gli inevitabili conflitti.
* La Libreria Erickson
come l’autonomia personale,
il rafforzamento dell’identità, il
rapporto con gli altri. L’attività
segue con un breve laboratorio
creativo per i bambini e
uno spazio di counseling
pedagogico per i genitori.
A cura delle Fabuline.
Gli incontri sono gratuiti e si
svolgono presso La Libreria
Erickson, Via del Pioppeto,
Gardolo. È richiesta la
prenotazione telefonica
allo 0461-993963.
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
15
educazione
ome far rispettare le re“C
gole ai bambini e agli
adolescenti? Come insegnare
il valore della libertà?”. Quante volte genitori e insegnanti si
fanno queste domande. “Sono interrogativi che ritmano, a
volte anche in modo doloroso,
la quotidianità di genitori e in-
TI docente all’università della Svizzera italiana che
inviterà il pubblico a riflettere sul tremendo carico
di responsabilità che oggi si pone sulle spalle
dei bambini: amati (troppo) e liberi (in apparenza), in realtà sono soffocati dalla richiesta di saper
fare tutto, addirittura di salvare il mondo. Un carico
di responsabilità che rischia di trasformarsi spesso in forme di disagio psichico, come racconterà
la dottoressa COSTANZA GIANNELLI nel
Il programma della 7ª edizione
Educa 2016:
incontri, laboratori e spettacoli
per un dialogo plurale sull’educazione
Ospiti di fama nazionale, laboratori, spettacoli,
presentazioni di libri: dal 15 al 17 aprile a Rovereto
il festival dell’educazione proporrà più di 60
appuntamenti aperti a tutti sul tema “Libertà e Regole”
di Silvia De Vogli
segnanti – afferma il professor
Remo Job, coordinatore scientifico di EDUCA – Domande
che abbiamo messo al centro di
questa VII edizione del festival,
senza però avere la pretesa di
dare risposte certe e definitive.
Troppo spesso oggi assistiamo alla diffusione di manuali e
corsi che offrono decaloghi o
ricette per avere in poche mosse
figli perfetti e obbedienti. Testi
e corsi che finiscono in realtà
per lasciare, anzi per accrescere
la solitudine di mamme e papà,
insegnanti ed educatori”.
Il programma del festival frutto di un lavoro collettivo
tra i promotori di EDUCA e i
partner, e del contributo delle molte organizzazioni che
hanno risposto, mai numerose come quest’anno, all’invito
a partecipare e fare proposte
- affronta le domande su libertà e regole collocandole in un
contesto sociale, in cui la ricerca
delle direzioni da intraprendere
è collettiva ed è alimentata da un
dialogo plurale ed esteso.
GLI INCONTRI
Come ogni anno molti gli ospiti
di fama nazionale, appartenenti
a discipline diverse. Ci sarà la filosofa FRANCESCA RIGOT16
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
seminario “Il dolore dei narcisi”. Un numero crescente di bambini e ragazzi arriva infatti nei reparti
di neuropsichiatria pur avendo, almeno apparentemente, vite normali, ma forse troppo ricche di
attività competitive e intellettuali e segnate da un
uso massiccio dei mass media.
Molti appuntamenti - anche laboratori esperienziali - focalizzeranno l’attenzione sulla riconfigurazione individuale e sociale del ruolo delle madri e dei padri. A parlarne, tra gli
altri, lo psicanalista MASSIMO
RECALCATI che al tema ha dedicato molta parte dei suoi studi e
delle sue pubblicazioni tradotte in
numerosi Paesi. Sull’agire il ruolo
genitoriale o comunque educativo
pesa certo lo stress e la mancanza
di tempo della vita moderna; ma
urla, punizioni e minacce non servono a nulla, afferma il pedagogista DANIELE NOVARA, già ospite lo scorso
anno e che torna anche in questa edizione del festival. La strada da percorrere, secondo Novara, è
piuttosto quella di un’educazione basata su regole
chiare, una precisa organizzazione e una buona
comunicazione che metta i genitori
in grado di aiutare i figli a crescere
sviluppando tutte le loro risorse.
Ai problemi, ma anche alle molte
risorse dell’infanzia ha dedicato
numerosi libri di successo anche la
scrittrice DACIA MARAINI che
ha da poco pubblicato “La bambina e il sognatore” dove tratta anche il
tema della paternità negata raccontata da un’intensa voce maschile. A
EDUCA la famosa scrittrice parlerà dei suoi libri
ma anche della sua vita: dall’infanzia vissuta in prigionia alla libertà della parola che si fa letteratura.
In una prospettiva sociale e politica si pongono
gli appuntamenti con il giurista ed ex magistrato GHERARDO COLOMBO e il pedagogista
dell’Università Cattolica RAFFAELE MANTEGAZZA che si confronteranno sul processo
di formulazione di norme e vincoli e quello con
il matematico e filosofo della scienza GIULIO
GIORELLO a fare un excursus sulla libertà.
I LABORATORI
Moltissimi i laboratori dedicati a tutte le età dove
il tema Libertà e Regole sarà declinato attraverso una molteplicità di linguaggi e con metodologie differenti: dalla Philophy for
Chldren alla pedagogia obliqua,
dalla pratica del restorative circle alla
pedagogia della natura fino all’approccio del Confronto Creativo.
Si andrà dall’arte con i laboratori del MART e di Artebambini ad
esempio, allo sport da praticare e
su cui riflettere, con gli incontri con
l’allenatore Maurizio Buscaglia e il
giocatore Jamarr Sanders della Dolomiti Energia Basket Trentino; il laboratorio tutto
“in movimento” della cooperativa AMICA e quello
sulla carta dei diritti allo sport proposto dall’Associazione Italiana Calciatori. Non mancheranno poi
la musica, la scrittura, la natura, l’arte e la letteratura, quest’ultima sia con presentazione di libri sia con laboratori educativi ispirati a grandi classici
“disobbedienti” come Pinocchio
o Pippi Calzelunghe. E ancora si
parlerà di altre forme espressive
tipicamente giovanili come l’hip
hop di cui si approfondiranno gli
elementi di valore formativo con la
presentazione di pratiche in contesti educativi e scolastici. Spazio
educazione
anche alle nuove tecnologie, come
negli incontri per adulti su “cyberbullismo: opportunità e rischi delle
nuove tecnologie”, e “web: spazio
della libertà o del controllo”.
ALCUNI DEI PROTAGONISTI
DI EDUCA 2016. Qui a
sinistra, un fotogramma
del documentario “Fuori
classe”; sotto, un ritratto
di Gioele Dix; in basso:
gli Oblivion. Nella pagina
accanto, al centro,
Massimo Recalcati e,
sotto, Dacia Maraini.
GLI SPETTACOLI
Le narrazioni artistiche aiutano a
parlare di grandi temi coniugando serietà e leggerezza, semplicità
e profondità; attivano la mente ma
anche le emozioni. Per questo anche
in questa settima edizione del festival non mancheranno cinema, mostre, musica e teatro, a partire
dagli spettacoli del venerdì dedicati agli studenti. Si
inizierà con POP ECONOMIX di Nadia Lambiase, Alberto Paglierino e Paolo Piacenza, rappresentazione teatrale dedicata alle scuole superiori
che andrà a scena all’Auditorum Melotti e ripercorrerà gli ultimi quindici anni di recessione: dal crack
dei mutui immobiliari alle tensioni sul debito in Europa, raccontando le storie di personaggi rimasti
imbrigliati nella rete della crisi economica. Al Teatro Rosmini, invece,
i bambini dai 6 ai 10 anni potranno
stupirsi seguendo lo spettacolo L’AVIATORE con la regia di Michele
Comite e ispirato al Piccolo Principe, il racconto dello scrittore francese Antoine de Saint-Exupéry che ha
incantato milioni di piccoli e grandi
lettori in tutto il mondo.
Una scuola fantastica, osservata e
vissuta in prima persona dai bambini sarà invece la protagonista del
documentario FUORI CLASSE di
Stefano Collizzolli e Michele Aiello prodotto da 360degreesfilm con Raicinema. Il
film racconta l’esperienza di sei laboratori creativi
condotti in alcune scuole elementari della periferia
italiana: dall’incontro con gli asini di Rho (Milano),
alla scoperta della storia di Antigone a Padova, al
mitico ed enorme cavallo di carta pesta costruito a
Napoli; dall’esplorazione dei paesaggi umani della
Basilicata segnati da una frana, alla ricerca dei lupi
dell’Appennino toscano, fino alla “radio bambina”
della scuola di Roma che “viaggia” per i laboratori
e dialoga con i bambini di tutti gli
altri territori coinvolti nel progetto.
Di estrema attualità “TAH­RIR”,
il secondo documentario in programma nonostante sia stato girato
nel 2011. La pellicola, che racconta
la rivoluzione pacifica dei giovani
egiziani al Cairo, si conclude con la
voce di una ragazza che si chiede
cosa si debba fare ora che il dittatore ha mollato il potere. Quella
domanda che appariva piena di entusiasmo, assume oggi toni tragici.
Cinque anni dopo quelle vicende,
infatti, l’Egitto è ancora teatro di
violenze e soprusi: molti giovani - egiziani e non
- vengono privati non solo della libertà di parola, ma anche della vita. Insieme al regista Stefano
Savona si proverà a capire se ci sono e dove i
segni per tornare a sperare.
Sabato sera il teatro Zandonai ospiterà GIOELE DIX con lo spettacolo Vorrei essere figlio
di un uomo felice. Con la sua potenza interpretativa, il poliedrico attore rievocherà i primi
quattro canti dell’Odissea, quelli meno conosciuti
na e internazionale che va dai
Ricchi e Poveri ai Rapper, da
Ligabue ai Cori Gospel, da Morandi ai Queen, dal geniale micro-musical “I Promessi Sposi
in 10 minuti” a “Pinocchio in
6 minuti”. Uno spettacolo mai
uguale al precedente con uno
stile originale che mescola modernità e tradizione, vintage e
attualità.
UN MOVIMENTO
COLLETTIVO
e raccontati. Il racconto del viaggio di Telemaco
alla ricerca del padre. Un viaggio iniziatico dove
il figlio di Ulisse prova a uscire dall’ombra e cerca
di diventare uomo.
Festa grande infine domenica pomeriggio in
Piazza Mart con gli OBLIVION e il loro spettacolo che rompe con intelligenza gli schemi e le
regole della letteratura e della musica. Le parodie culturali degli Oblivion sono diventate ormai
cult: un repertorio dei grandi della musica italia-
In attesa del pubblico a Rovereto
(e di tutti quelli che aderiranno
alla campagna on line “l’educazione mi sta a cuore”), si è registrato già un ampliamento della
partecipazione a EDUCA nel
processo di costruzione di questa
edizione: ai promotori (Provincia
autonoma di Trento, Università
degli studi di Trento e Comune
di Rovereto) e a ConSolida, che
fin dal 2008 organizza il festival,
si sono uniti nuovi partner: Cooperazione trentina, Fondazione Bruno Kessler e Fondazione Franco Demarchi; Iprase,
Itas e Risparmiolanda delle
Casse Rurali.
Più di 70 sono state poi le organizzazioni (musei, cooperative sociali, associazioni enti culturali, scuole) che hanno
risposto all’invito con le loro
proposte per il programma.
EDUCA ha inoltre creato sinergie culturali e incroci con il programma di altre manifestazioni,
in particolare con il Festival
della Famiglia della Provincia autonoma di Trento e con
“Utopia500/cercando una società più giusta” promosso dalla
casa editrice Il Margine.
Info: www.educaonline.it
fb tw #leducazionemistacuore
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
17
solidarietà
Lasino, 2 aprile 2016
Un mondo dipinto di blu
Un pomeriggio di festa in occasione della “Giornata
mondiale della consapevolezza dell’autismo”
E MA È UN
SIS TE MA O PER
ATI VO D I VE R S O
ERRORE DI ELABORAZION
AU T
2016
UN
MONDO
DIPINTO
DI
BLU
DI UN
: N O N SI TRATTA
2 APRILE
ISMO
ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO
nità Murialdo Valle dei Laghi, Avis
Comunale Valle dei Laghi, Camera
OASI
90 Multimedia di Roberta Gober,
pro-loco Lasino Lagolo, Circolo Ricreativo Culturale San Siro, Compagnia Teatrale San Siro, Associazione
S A B A T O
giovani insieme, Associazione noi,
Gruppo Alpini, Catechisti della Valle dei laghi, Vigili del Fuoco, BiblioGIORNATA MONDIALE
DELL’AUTISMO
teca Valle di Cavedine e Maddalena
Lasino
Fronza che ha messo a disposizione
[ Villa Ciani Bassetti ]
Villa Ciani Bassetti. Grazie a tutti. È
ore 14,00
veramente importante creare reti tra
chi opera nel volontariato e con le
famiglie con disabilità o fragilità di
qualsiasi genere. Come importante è
P R O G R A M M A
sottolineare quante persone sensibiore 14.00 / Ritrovo al parco di Villa Ciani Bassetti.
ISCRIZIONI alla “passeggiata in blu”
li ai bisogni degli altri ci siano intor[quota d’iscrizione 5,00 euro.
Alla partenza verrà consegnata una maglietta]
no a noi, pronte a dare una mano,
ore 14.30 /PARTENZA
[tappa a Madruzzo dove ci sarà un punto di ristoro]
in una rete di relazioni positive che
ore 16.00 / MERENDA A LASINO [NUTELLA PARTY,....]
ore 16.30 / SPETTACOLO di BURATTINI con TEODORA
ore 17.00 / “Conoscere l’autismo. Storie e testimonianze”
arricchisce tutti. Siamo così riusciti
con Roberta Santuliana, Simone Daves e David Tavernini
ore 17.30 / Distribuzione di palloncini blu ai quali si potrà allegare un messaggio
ad organizzare un pomeriggio ricco
da lanciare in cielo...
di iniziative, “un mondo dipinto di
inoltre... uno spazio morbido per i più piccoli / baby trucco
Mostra di libri sul tema a cura della Biblioteca
blu” (il blu è il colore legato all’autismo). Ecco il programma (che
potrà subire variazioni).
in collaborazione con:
Comunità Murialdo / AVIS Valle dei Laghi
Pro Loco Lasino / Compagnia teatrale “S. Siro”
Ass. Noi Valle dei Laghi / Ass. Giovani “Insieme”
Gruppo Alpini e Vigili del Fuoco di Lasino
Circolo Ricreativo Culturale “San Siro”
Catechisti della Valle dei Laghi
Biblioteca Valle di Cavedine
Camera 90 multimedia di R. Gober
“Autismo: non si tratta
di un errore
di elaborazione,
ma di un sistema
operativo diverso”
stato un incontro speciale
quello con Andrea, un raÈgazzino
di 13 anni, il bel visetto
contornato da capelli castani,
gli occhiali che nascondono lo
sguardo sfuggente, che sembra
assente ma non lo è, perché è
solamente nel suo “mondo dipinto di blu”, per noi difficile
da capire. Andrea è un ragazzo
autistico e quando lo abbiamo
accolto all’Oasi è stata una ventata di freschezza. Il suo papà ci
ha parlato della possibilità di organizzare la Giornata mondiale
della consapevolezza dell’autismo, il 2 aprile 2016. “Si può
fare” è stata la nostra risposta e
di lì è partita la voglia di tutti per
costruire qualcosa insieme.
Sono state attivate, oltre alla Comunità di Valle, le associazioni
di volontariato di Lasino: comu18
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
Lasino, sabato 2 aprile,
Villa Ciani Bassetti, p.za Degasperi 17
ore 14: ritrovo a Villa Ciani Bassetti nel parco; iscrizione alla “passeggiata in blu”, quota d’iscrizione € 5 e
consegna maglietta
ore 14.30: partenza, con tappa a Madruzzo per ristoro
ore 16: merenda A Lasino, con nutella party e altro…
ore 16.30: I Burattini di Teodora
ore 17: una storia per imparare a conoscere e accogliere le persone autistiche; con Roberta Santuliana,
Simone Daves e testimonianze
ore 17.30: distribuzione dei palloncini blu e lancio con
messaggio
Ci sarà anche: uno spazio morbido per i più piccoli,
baby trucco, mostra di libri sul tema a cura della
biblioteca della valle di Cavedine
L’associazione di volontariato “Oasi valle dei Laghi” è attiva nella valle dal 1991 a sostegno degli
anziani e adulti soli e della diversa abilità, in
stretto contatto con il servizio sociale di zona
e con l’obiettivo di offrire risposta ai bisogni
delle persone tramite l’attivazione delle risorse presenti nel territorio. Attraverso i progetti
rivolti ai disabili (Talea, Mixabile, Teatro, Prove di
casa, The Staff) si promuovono processi d’inclusione sociale con percorsi che favoriscono la visibilità
positiva della disabilità.
nffas rappresenta da sempre lo sforzo
“corale” di quanti si sono attivati per
A
offrire assistenza e cura alle persone con
disabilità e alle loro famiglie. Anche per
questo motivo il bellissimo concerto che si
è tenuto lo scorso 24 settembre all’Auditorium di Trento in occasione del 50° anniversario di Anffas ha un valore doppio: quello
musicale, straordinario grazie all’Orchestra
Haydn di Trento e Bolzano e al Coro della
SAT, e quello che sottolinea appunto l’importanza della presenza sul nostro territorio
di un’associazione che da 50 anni si occupa
di persone con bisogni speciali.
Dalla registrazione del concerto del
24 settembre è nato il CD “Canti della
montagna”, che vi proponiamo a pagina
39 di questo numero della rivista: anche in
questo caso, come per l’iniziativa annuale
“Un morso un sorso”, che la Cooperazione di consumo promuove nei suoi negozi,
partecipare acquistando il CD significherà
sostenere le attività di Anffas Trentino.
Anffas Trentino oggi è presente in modo
capillare su gran parte del territorio provinciale con 35 centri e 47 servizi; i dipendenti
e i collaboratori superano le 500 unità, 340
sono i volontari, 1.800.000 sono le ore di attività riabilitativa, di assistenza e di cura erogate in un anno. Una presenza seria, professionale e attenta alle esigenze della persona.
La Cooperazione di Consumo Trentina
D
a inizio febbraio la cooperativa
sociale Progetto 92 ha assunto
la gestione, subentrando alla famiglia
Detassis, del negozio Garden
Tuttoverde di Ravina, a fianco del
vivaio dove la cooperativa opera dalla
primavera 2015. Con questa iniziativa
Progetto 92 intende ampliare l’offerta
di opportunità lavorative e di inclusione
sociale per i giovani in situazioni di
fragilità. Sono un’ottantina i giovani
Neet (Not in education, employment
or training), cioè non più inseriti in
percorsi di formazione e nemmeno
occupati, che la cooperativa ha seguito
nel 2015.
L’Italia ha la quota più alta d’Europa
di giovani tra i 15 e i 29 anni che non
lavorano, perché disoccupati o inattivi,
né studiano: nel 2015 hanno raggiunto
quota 2,4 milioni; anche in Trentino il
loro numero è in crescita: secondo gli
ultimi dati Istat sono più di 14 mila. Il
principale problema dei giovani Neet
è la rinuncia ad investire sul proprio
capitale umano in termini di formazione
e di sviluppo di competenze
professionali; le conseguenze
solidarietà
L’offerta riservata ai soci a pagina 39 di questo numero della rivista
Unisciti anche tu al coro!
Acquistando il CD “Canti della montagna” dell’Orchestra
Haydn di Trento e Bolzano e Coro della SAT sostieni i progetti
Anffas Trentino Onlus
A”
N
NTAG
MO
ELLA
TI D
“CAN
RA
EST
H
C
R
N
D
Y
LLA
E
D
HCA
RO
E O
SAT
O
CONCERTO TENUTO IN OCCASIONE DEL 50° DI ANFFAS TRENTINO ONLUS
sostiene Anffas Trentino Onlus dal 2005, insieme alle Casse
Rurali Trentine; in 10 anni di
questo speciale sodalizio sono
stati raccolti circa 120 mila euro, che Anffas Trentino Onlus
ha destinato al Fondo Anffas
Oggi per necessità come l’acquisto di attrezzature sanitarie
e riabilitative, l’arredamento
per le proprie strutture diurne
e residenziali.
IL CD “CANTI
DELLA MONTAGNA”
Vedere e ascoltare insieme Orchestra Haydn di Trento e Bolzano – una fra le migliori formazioni sinfoniche non solo
italiane – e Coro della SAT – da
quasi 90 anni impegnato nella
diffusione e conservazione del
patrimonio popolare costituito
TUTTOVERDE DI RAVINA
Progetto 92: l’agricoltura diventa “sociale”
(e rimedio alla disoccupazione)
possono essere gravi: disaffezione, mancanza di
prospettive occupazionali, criminalità giovanile,
problemi di salute mentale e fisica.
A beneficio dei ragazzi e ragazze trentini
che si trovano nella condizione di Neet, la
Progetto 92 ha avviato nel 2013 l’iniziativa
Jobs4Neet che fa leva sull’agricoltura
sociale; alla produzione vivaistica bio a Maso
Pez di Ravina, si è affiancata dal luglio 2013 la
gestione della serra tropicale e della serra
di propagazione del Muse; ultima tappa di
questo progetto è l’assunzione, un anno fa,
della gestione dei vivai della storica Garden
Tuttoverde (circa 5 mila mq di area produttiva).
Con l’acquisizione del negozio ora Progetto
92 potrà vendere direttamente alla clientela i
prodotti della propria agricoltura sociale: piante
e fiori tradizionali, piantine biologiche da
orto, aromatiche e officinali, ma anche prodotti
per il giardinaggio. I ragazzi inseriti nel progetto
Jobs4Neet potranno occuparsi dell’intera filiera
delle piantine: dalla coltivazione nelle serre alla
vendita al dettaglio in negozio, che occupa una
superficie di 600 mq.
All’inaugurazione della nuova gestione del
Garden Tuttoverde, Paolo Mezzena, presidente
di Progetto 92, ha sottolineato: “Con il Garden
Tuttoverde e le serre di coltivazione Progetto 92
intende inserirsi nel nuovo sistema di welfare
generativo: da costo ad investimento”.
Con lui il sindaco di Trento Alessandro
dai canti per cori – è molto raro: è accaduto solo nel 2001 e
nel 2009.
Per il concerto dedicato ad Anffas Trentino lo scorso 24 settembre, che ha fatto registrare
il tutto esaurito all’Auditorium
di Trento, sono stati proposti
18 canti popolari tratti dal repertorio del Coro della S.A.T.
– opera di grandi musicisti quali
Luigi Pigarelli, Antonio Pedrotti, Arturo Benedetti Michelangeli, Andrea Mascagni e Renato
Dionisi – nell’elaborazione per
coro e orchestra del maestro
Armando Franceschini.
Uno dopo l’altro sono stati
eseguiti capolavori come «La
Montanara», «Sui Monti
Scarpazi», «Senti l’martelo»,
«La sposa morta», «Il Canto
del minatore». Alla fine applausi scroscianti del pubblico - sul
podio i maestri Luigi Azzolini e
Mauro Pedrotti - e tanta emozione per essere stati partecipi
di una serata straordinaria che
potrà essere rivissuta prorpio
grazie al CD edito per l’occasione da Anffas Trentino grazie alla
generosità dei due complessi. Andreatta, che ha parlato
dell’importanza di riscoprire
l’agricoltura e di aiutare i
giovani che non lavorano e
non studiano a crearsi delle
prospettive; infine il dirigente
del dipartimento salute e
solidarietà sociale della
Provincia Silvio Fedrigotti:
“Servono attività che
accompagnino i giovani dopo
la maggiore età, perché è in
quella fase che mancano le
iniziative a loro rivolte”.
(W. Liber)
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
19
cultura
FUOCHI ACCESI
di Giuseppe Grosselli, ed. Vita Trentina, Trento 2013
Libri:
le recensioni
del mese
a cura di Franco Sandri
Per informazioni e segnalazioni:
Cooperazione tra consumatori
C.P. 770 - 38100 Trento
[email protected]
[email protected]
Don Giuseppe Grosselli, don Bepi,
cappellano dell’Anpi. Da sempre un
lottatore, uno che accende fuochi e li
mantiene cocciutamente vivi. Chi l’ha incontrato
lo conosce così. E così appare nella puntigliosa
ricerca che ha fatto per scrivere questa sua storia
di uomini e di anime: “Una faticaccia - mi confidava -,
ma dovevo farlo per questioni di riconoscenza, di verità, di
rilancio dei sogni attualissimi di coloro che hanno fatto la
Resistenza”. Con due citazioni introduttive: “Beato
colui che sa resistere - Beati coloro che hanno fame e sete di
opposizione - Nessuno viva, un giorno solo, con il suo fuoco
IL SENSO STATISTICO
DELL’EUREGIO
di G. Fambri, M. Marcantoni, V. Bertozzi, ed. Tsm, Trento 2016
Trentino-Sud Tirolo-Nord Tirolo dal 2011 sono costituiti in euroregione - Euregio -, secondo
quanto previsto dal Regolamento del Parlamento Europeo n. 1082 del 5 luglio 2006. La relativa
convenzione sottoscritta dai Presidenti delle due
Province autonome e del Land austriaco, ha posto le basi giuridiche e istituzionali per un agire
comune. Tre territori con storia e cultura diverse,
ma caratterizzati dall’essere ‘terre alte’ e con tratti che li accomunano tanto da poter presentarsi e
P.O.W. PRISONER OF WAR
a cura di Donata e Maria Loss, ed. Osiride, Rovereto 2015
Carlo Ismaele Loss nasce nel pieno della prima
guerra mondiale, il 16 luglio del 1917 a BraunauAustria, da una famiglia di profughi roveretani.
Poi la seconda guerra mondiale, quando a 23 anni
combatte sul Fronte Occidentale e in Africa Settentrionale, fino alla cattura nel maggio del 1943,
i due anni di prigionia negli Stati Uniti, il ritorno a
casa. E scrive, dai fronti e dagli internamenti.
Qui le figlie Donata e Maria presentano il suo epistolario. “Ci siamo accostate a queste lettere con il rispetto,
quasi religioso, di chi entra in contatto con la profondità
NÉ SERVA NÉ PADRONA
di Claudia Condin Arlecchino, ed. Forme Libere, Trento 2015
È un libro che - sfogliato,
letto, approfondito qua e là
nei monologhi nelle immagini
20
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
nelle riflessioni critiche - infine, ti lascia così - te
maschio - come perplesso. Con dentro il senso di
un incontro inaspettato; anche con una persona
ricca di genialità, ma ancor più con un mondo
che solo credi di conoscere. Come appunto
quando ti lasci immergere nelle atmosfere ignote
dell’arte teatrale. Qui, è la confessione buffa
sulle donne della Commedia dell’Arte di Claudia
Condin Arlecchino, a partire da quando alle donne
era vietato calcare le scene in quanto mestiere
equivoco se non peccaminoso. Lei che è autrice,
spento - Ognuno scelga , ogni giorno, la sua
parte di combattimento” (p. David Maria
Turoldo); “In quello che tu scrivi, non ci
dev’essere nulla che faccia venire il sospetto di
interesse di parte o di inimicizia” (Cicerone, Or. 11).
Sono queste le ispirazioni sottese a Fuochi Accesi, dove si documenta - attraverso vite vissute e
testimonianze orali - la presenza cattolica nella Resistenza in Trentino, come elemento specifico ma
fuso nella comune lotta di liberazione. Con una
difficile ricostruzione storica, senza mitizzazioni,
secondo l’onestà intellettuale propria di don Bepi. Contributo efficace per affermare il significato
‘unitario’ della Resistenza.
agire congiunti nel panorama del regionalismo europeo. Questo denso volumetto ne offre una lettura comparata delle dinamiche socio-economiche,
oggettivando in termini statistici differenziazioni e
convergenze. Le convergenze sono misurate nei
settori istruzione, sanità, turismo, agricoltura, tasso di attività, occupazione femminile, innovazione
economica e sociale. Sono appunto queste le connotazioni che costituiscono la struttura portante
dei tre territori, tali da conferire loro “un’identità
territoriale spiccata e collocabile nella fascia alta dei livelli di
sviluppo dell’UE”, pur conservando ciascuno le differenziazioni come propria caratteristica ricchezza.
Identità che diventi autocoscienza diffusa, come
necessità per un operare da soggetto unitario.
dell’anima di un altro. Un altro che era nostro padre”.
Ne emerge un’originale lettura degli avvenimenti
individuali e collettivi vissuti da “un uomo strappato
agli affetti quotidiani da una guerra di cui non sa prendere
la misura, e alla cui logica si sottopone senza reagire, ben
sapendo che cercare di contrapporsi significherebbe soccombere”. È la vicenda scritta di Carlo Loss, che lotta
per salvare la propria dignità, copia delle vicende
non scritte di milioni di altri travolti dalle assurdità delle guerre. Con una conclusione: “Non esistono
guerre giuste o ingiuste, esiste solo una grande, profonda,
sistematica opera di distruzione di uomini, di corpi, di anime, che noi chiamiamo guerra”.
regista e artista figurativa, conosciuta ovunque
come la prima donna a interpretare il carattere
maschile di Arlecchino. Né serva né padrona
riprende il titolo dello spettacolo teatrale del
2015, in prima nazionale l’8 marzo al Castello del
Buonconsiglio: un recital comico con il doppio
gioco, appunto, di donna nel personaggio
maschile di Arlecchino. Ripercorre, così, i segreti
e le conquiste dell’emancipazione femminile,
attraverso confessioni buffe di una donna in
scena, recitate o narrate nelle molte forme della
fotografia, della grafica, della pittura. Il tutto come
filosofia auto-ironica sull’essere donna e sul
mestiere di attrice comica.
etica
ono passati ormai quarantasei anS
ni da quando, il 22 aprile 1970,
venne indetta la prima Giorna-
dello sviluppo, ma fu solo con Primavera silenziosa che divenne famosa. Il titolo era molto eloquente e
prendeva spunto dalla scomparsa
nei campi degli uccelli in seguito
all’uso massiccio dei pesticidi e in
particolare del DDT, che anche
grazie alla pubblicazione del libro
venne proibito negli Stati Uniti nel
1972 e in Italia nel 1978. L’occasione di
dello sviluppo
mo bene, non si misurano solo
nei danni diretti agli esseri viventi, ma hanno profonde ripercussioni sul piano sociale con lo
sfruttamento del lavoro, la guerra per il controllo delle risorse,
lo squilibrio planetario, l’ingiusta
spartizione della ricchezza. Da
questo punto di vista Primavera
silenziosa era un grido di allarme
ta della terra (l’Earth Day), che
avrebbe ricevuto dall’anno successivo il patrocinio delle Nazioni Unite e che rappresenta da
allora un’occasione per governi,
organizzazioni e società civile
per riflettere sulle condizioni di salute del nostro pianeta e proporre soluzioni concrete. Forse oggi ci sembra scontato in- 22 aprile, Giornata della Terra
terrogarsi sulla grave crisi ambientale, sul riscaldamento globale, sugli effetti dell’inquinamento e di
un modello di sviluppo che fatica a porsi dei limiti;
e allo stesso modo ci sembra ovvio che a pagare il
La Giornata della Terra è da 46 anni un’occasione
prezzo più alto di tale modello siano proprio i più
per governi, organizzazioni e società civile per riflettere
poveri. E tuttavia non dobbiamo dimenticare che
tale consapevolezza è frutto di un lungo cammino,
sulle condizioni di salute del nostro pianeta. E proporre
costellato di resistenze e di difficoltà.
azioni condivise a livello planetario per proteggere
Le radici del dibattito che portò all’istituzioe migliorare la nostra casa comune
ne della Giornata della terra vanno ricercate
di Alberto Conci
negli Stati Uniti degli anni Sessanta: un decennio di profonde trasformazioni, caratterizzato da scrivere un libro che analizzasse gli effetti irrever- che andava ben oltre l’ambito
un clima sociale e politico nel quale i movimenti sibili dell’utilizzo dei pesticidi le venne dalla solle- specifico che analizzava. Non è
giovanili avevano messo in discussione il modello citazione di un’amica, Olga Owens Huckins, che le un caso che esso fosse stato dedi sviluppo occidentale, con le sue nefaste conse- chiedeva di attivarsi per avviare un’indagine scienti- dicato dalla sua autrice ad Albert
guenze sul piano della giustizia interna e interna- fica sulle conseguenze dell’utilizzo dei fitofarmaci. Schweitzer, che aveva ricevuto
zionale (si pensi alla questione razziale e alla de- La ricerca della Carson mise in luce così uno dei il premio Nobel per la pace nel
colonizzazione), su quello delle relazioni interna- grandi dilemmi di fronte al quale si trovava – e 1952 per i suoi sforzi per mettere
zionali (è il decennio nel quale si
si trova ancora oggi – l’uma- fine alla corsa agli armamenti nusviluppano i movimenti pacifisti
nità: «Ci troviamo ora di fronte cleari. Ma nel riprendere la citacontro la guerra del Vietnam), e,
– scriveva – a due strade diver- zione di Schweitzer, «L’uomo ha
appunto, sul piano ambientale.
genti. Ma […] queste due strade perduto la capacità di prevenire
È in questo periodo che si
non sono ugualmente giuste. La e prevedere. Andrà a finire che
sviluppa una crescente costrada su cui stiamo viaggiando distruggerà la Terra», la Carson
scienza ambientalista, ai cui
da molto tempo è ingannevol- non intendeva prestare il fianco
albori si trova l’enorme eco
mente semplice, una superstrada ai pessimisti che vedevano nello
suscitata dalla pubblicazioliscia su cui andiamo avanti a tut- sfruttamento del pianeta e nella
ne, nel settembre 1962, del
ta velocità, ma alla fine di questa corsa agli armamenti un proceslibro Primavera silenziosa di
strada risiede il disastro. L’altra so avviato senza possibilità di
Rachel Carson, nel quale l’aubiforcazione della strada – quella ritorno. Al contrario, rimaneva
trice analizzava i danni provocameno battuta – è la nostra ulti- convinta che il cambiamento di
ti dall’uso massiccio dei pesticidi
ma, la nostra unica possibilità rotta non era solo necessario, ma
nelle coltivazioni americane. Il
di raggiungere una destinazione era anche possibile. Con ciò la
libro divenne ben presto una
che assicuri la conservazione biologa americana non si dimosorta di manifesto ambientadella terra». La dura reazione dei strava un’ingenua: anzi, è proprio
lista, perché costringeva per la
produttori di fitofarmaci e dei dalla piena consapevolezza della
Fu anche grazie alla
prima volta l’opinione pubblica
colossi dello sfruttamento mon- gravità del danno ambientale che
pubblicazione del libro di
a riflettere in maniera documendiale delle risorse agricole non si ricavava il motivo del suo imRachel Carson, Primavera
tata sul rapporto fra sfruttamenfece attendere, e la Carson venne pegno per modificare il modelsilenziosa, che venne
to incontrollato dell’ambiente e
denigrata, offesa, minacciata, e la lo nel quale ci troviamo ancora
proibito l’uso del DDT,
salute pubblica, e distruggeva
portata della sua ricerca sminui- oggi immersi. In altre parole,
negli Stati Uniti nel 1972
quel mito occidentale secondo
ta. Ma fu anche questa reazione se di fronte all’inquinamento
e in Italia nel 1978.
il quale l’odore dello smog proalla sua ricerca a far crescere la radioattivo provocato dai test
dotto dalle grandi automobili
consapevolezza dei rischi dello nucleari in mare, a pochi giorni
americane altro non era che il profumo del benes- sviluppo incontrollato per l’ambiente e per gli es- dal discorso di insediamento di
sere e dello sviluppo.
seri viventi: contro l’equivalenza semplicistica fra J.F. Kennedy, ebbe a dire «Gli
Rachel Carson sarebbe morta in una giornata di benessere e sviluppo illimitato, la biologa america- elementi radioattivi depositati in
primavera solo due anni dopo, a cinquantasei anni, na costringeva ad allargare lo sguardo e a non sot- mare restano irrecuperabili. Gli
per un tumore al seno. Biologa e zoologa, ave- tovalutare la portata degli “effetti collaterali” dello
va da anni posto l’attenzione sul lato oscuro sfruttamento dell’ambiente. Effetti che, lo sappia››››
La cura della casa comune
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
21
etica
››››
errori commessi ormai sono fatti per tutti i tempi», da qui non
ricava una visione rassegnata sul
futuro dell’umanità. Anzi, è proprio la consapevolezza realistica
del danno irreversibile e della
necessità di prevenire ulteriori
disastri nel futuro che la spinge
a scrivere un libro che va oltre
l’analisi scientifica ed è uno dei
fondamenti del pensiero della decrescita. «La storia della
vita sulla terra – scriveva nel
secondo capitolo – è la storia
dell’interazione fra gli esseri
viventi e la natura circostante.
L’ambiente esterno ha avuto una
grande importanza nel plasmare
la morfologia e il comportamento del regno vegetale e animale.
Al contrario, da quando la terra
esiste, gli esseri viventi hanno
modificato l’ambiente in misura
trascurabile. Soltanto durante il
breve periodo che decorre dall’inizio di questo secolo ai giorni
nostri una sola specie – l’uomo –
ha acquisito una notevole capacità di mutare la natura del proprio
mondo. Nel corso degli ultimi 25
anni questo potere non solo è
diventato tanto grande da costituire un pericolo, ma ha assunto
anche un aspetto completamente nuovo. Il più allarmante assalto, fra tutti quelli sferrati dall’uomo contro l’ambiente, è la contaminazione dell’aria, del suolo,
dei fiumi, dei mari con sostanze
nocive e talvolta mortali. Questo
inquinamento è, nella maggior
parte dei casi, irreparabile».
In questo modo Rachel Carson
anticipava di oltre un decennio
le riflessioni sulla responsabilità
di fronte alle generazioni future
del filosofo Hans Jonas e stabiliva i fondamenti per lo sviluppo
del pensiero ambientalista degli
anni successivi.
Ma se la denuncia della Carson
costituisce la premessa concettuale per l’istituzione della Giornata della terra, fu alla fine degli
anni Sessanta che maturarono
le condizioni che ne permisero
la nascita. Condizioni che non
vanno ricercate solo nella maturazione di una critica al modello di sviluppo occidentale che
22
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
dello sviluppo
i movimenti del Sessantotto avevano provocato,
ma anche in un disastro ambientale che colpì
profondamente l’opinione pubblica mondiale.
Il 28 gennaio 1969 a Santa Barbara, in California,
14 milioni di litri di greggio fuoriuscirono da un
fondale di circa 1000 metri di profondità sotto una
piattaforma della Union Oil. L’inquinamento colpì
poco meno di sessanta km di coste e fu uno dei disastri ambientali più drammatici della storia: «Abbiamo pensato – ricordava James Bottoms, uno
dei testimoni della tragedia – che il mondo stesse
finendo. La gente andava alla spiaggia e piangeva». L’impressione fu così grande che ancora oggi
Nella giornata delle Nazioni Unite per la
Terra, venerdì 22 aprile 2016, il Comitato delle
associazioni per la Pace e i Diritti Umani di
Rovereto organizza, con la collaborazione
del Decanato di Rovereto, la tavola rotonda
sull’enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco:
“La cura della casa comune”, con il prof.
Michele Dossi, docente di filosofia, e
Maurizio Pallante, divulgatore scientifico
e consulente, fondatore del Movimento
per la Decrescita Felice.
Rovereto, ore 20.30, Sala Filarmonica,
Corso Rosmini
sono in molti a sostenere che quel disastro abbia
costituito una sorta di punto di non ritorno dopo il
quale sono cambiate le regole relative all’estrazione in mare aperto.
Fu proprio la tragedia di Santa Barbara a spingere
Gaylord Nelson – eletto al senato nel 1962, l’anno
dell’uscita del libro di Rachel Carson – a immaginare, per l’anno successivo, una serie di incontri,
relazioni, manifestazioni per portare la questione
ambientale al centro dell’agenda sociale e politica.
Così un anno dopo, il 22 aprile 1970, grazie al lavoro del gruppo coordinato da Nelson venti milioni
di cittadini americani manifestarono da costa a costa nelle piazze, nei parchi, negli auditorium, per
chiedere misure politiche più efficaci per la tutela
dell’ambiente. E ciò che colpisce maggiormente è
il fatto che in realtà Nelson, che aveva denunciato
già nel 1962 la mancanza di una politica ambientale negli Stati Uniti, raccolse consensi tanto dai
democratici quanto dai repubblicani. Il risultato
superò le attese e fu l’inizio di un processo che da
allora non si è più fermato, di una scommessa, come la definì Nelson, che alla fine venne vinta dagli
organizzatori della giornata.
Vent’anni dopo, nel 1990, la Giornata della
terra coinvolgeva 200 milioni di persone, appartenenti a 141 Paesi diversi. Il tema scelto per
quell’anno fu quello del riciclaggio e della cultura
dello scarto. Due anni dopo, il Vertice della Terra
di Rio riprendeva molti dei temi che la Giornata
della Terra aveva proposto.
Negli ultimi anni l’Earth Day si è confermato come
uno degli appuntamenti più importanti per lanciare un messaggio globale di attenzione sul clima e
un’occasione per promuovere campagne di azione per la salvaguardia ambientale. È stato così nel
2009, quando si mise in campo il tema dell’economia verde come occasione per la creazione di milioni di posti di lavoro, nel 2010, quando si lanciò
la campagna “Un miliardo di azioni verdi”, o nel
2012, quando si mise al centro la necessità di una
mobilitazione generale per la salvaguardia dell’ambiente. E allo stesso modo si è sottolineata la necessità di un impegno personale per la salvaguardia
dell’ambiente anche lo scorso anno, quando non
ci si è limitati a chiedere l’attuazione di protocolli
più rigorosi per la riduzione delle emissioni dopo
gli accordi USA-Cina, ma è stata lanciata anche la
campagna “Un miliardo di alberi”, chiedendo alle
persone di piantare un albero nel proprio giardino
o di donarne uno alla propria amministrazione.
Quello che anima questa giornata, dunque,
non è solo la denuncia di ciò che va cambiato.
Sarebbe già molto, ed è vero che numerose resistenze alle campagne dell’Earth Day vengono proprio da coloro che ritengono impossibile cambiare
la direzione imboccata dai sostenitori dello sviluppo illimitato. Ma oltre a questo, la Giornata della
terra vuole essere l’occasione per azioni condivise a livello planetario per proteggere e migliorare la nostra casa comune. È questo che, a
distanza di quarantasei anni dalla prima edizione
colpisce di più: che esistano persone che in tutto
il mondo si riconoscono nella necessità di tutelare
prima di tutto l’ambiente in cui viviamo e gli esseri
viventi, a cominciare dall’uomo, che lo abitano. E
viene da chiedersi se la tutela dell’ambiente,
che ci riguarda tutti, non potrebbe essere uno
dei campi nei quali sperimentare quelle forme ancora embrionali di democrazia globale
che potrebbero aiutarci a vivere assieme in un
mondo che sentiamo patria di ciascuno.
cultura
Dal 28 aprile all’8 maggio
Trento Film Festival: il Cile Paese ospite
Sarmiento (che sarà rievocata
durante il festival) compiuta
da Carlo Mauri e dal trentino
Clemente Maffei, con una
spedizione ideata e diretta da
padre Alberto De Agostini.
Sarà il Cile il Paese ospite della 64ª edizione
del Trento Film Festival; l’omaggio al Paese
sudamericano è inserito nella sezione
“Destinazione…”, un itinerario cinematografico e
artistico, tra film e documentari, in prime italiane,
mostre e spettacoli.
La sezione racconterà la storia, la cultura e
l’ambiente naturale del Cile con i parchi naturali
tra i più importanti del mondo per le varietà di
specie animali e vegetali e le montagne della Terra
del Fuoco e del versante cileno della Patagonia.
L’omaggio è organizzato anche in occasione del
60° anniversario della storica scalata del Monte
Per i soci
possessori
di Carta In
Cooperazione gli ingressi
per partecipare al Festival a
Trento sono a tariffa ridotta.
“Storie nel vento” il manifesto della 64ª edizione disegnato dall’illustratore
Michele Tranquillini
he cosa hanno in comune un pallone da pallaC
volo, un costume da nuotatore, un robot o un
modello in scala di un treno? al MUSE una mostra
racconta il potere della matematica e l’influenza che
quest’antichissima disciplina esercita anche nella vita quotidiana. Made in Math. Scopri la matematica del
mondo è una speciale dedica a chi non ha mai amato
le formule, i numeri e i calcoli: un invito ad avvicinarsi senza timore e con curiosità agli aspetti più
nascosti della matematica, quelli legati alla possibilità di descrivere e trasformare la realtà intorno a noi.
La matematica è per tutti!
Fino al 18 maggio 2016 la Sala conferenze del
MUSE ospiterà gli incontri attorno alla mostra Made in Math. Gli incontri si svolgeranno
alle 17.30 e sono rivolti al pubblico delle scuole
superiori e medie, al mondo dell’università, agli insegnanti e a tutti gli appassionati con il pallino per
la matematica. Non è necessaria la prenotazione.
L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.
12 aprile: Come guadagnare un milione di dollari con la geometria. Nel 2000 l’Istituto Clay ha
selezionato tra le questioni matematiche ancora
aperte 7 “problemi del millennio” e ha bandito per
la soluzione di ciascuno un premio di un milione
di dollari; ad oggi è insoluto anche un problema
di geometria: la congettura di Hodge. Di che cosa
MUSE, Museo delle Scienze Trento
Made in Math
Scopri la matematica del mondo
Una mostra per scoprire che
numeri, calcoli, formule sono
(piacevolmente) parte integrante
della vita di tutti. Gli incontri
aperti a tutti. La sfida Guinness
della Spugna di Menger
sono necessari 8000 cubi e circa
600 ore di lavoro. Il Guinness
dei Primati segnala la prima persona che è riuscita nell’intento
di costruire un livello 3; ad oggi
nessuno ha mai costruito un livello 4: il Muse ce la farà? Per
provare a farlo ha attrezzato un
si tratta? Perché risulta tanto difficile?
Relatore: Prof. Claudio Fontanari, Università di Trento
27 aprile: Infiniti. Partendo dall’antichità si ripercorrono alcuni passi
nell’evoluzione della nozione d’infinito e si presentano le idee che sono alla
base della moderna teoria matematica degli infiniti.
Relatore: Prof. Stefano Baratella, Università di Trento
MUSEmenger
Una Spugna da Guinness dei Primati
La Spugna di Menger è un particolare frattale tridimensionale con volume zero e superficie infinita,
un origami modulare che si costruisce piegando
e incastrando tra loro 6 cartoncini delle dimensioni di un biglietto da visita; il cubo ottenuto va a incastrarsi in un secondo cubo e così via fino a formare un cubo più grande; per costruire un livello
1 è necessario assemblare 20 cubi, per un livello
2 servono 20 livelli 1 (400 cubi), per un livello 3
laboratorio permanente all’ingresso del MUSE: allestito con
tavoli, sedie e carta, accoglierà i
visitatori che potranno fermarsi e lavorare da soli o aiutati dai
volontari del MUSE per procedere, cubo dopo cubo, nella costruzione del grande frattale.
I soci possessori di
Carta In Cooperazione hanno diritto
all’ingresso con tariffa ridotta
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
23
ambiente
elva è una cavalla anziana.
Si stima che abbia più di 30
S
anni, molti dei quali trascorsi, in
una valle trentina, reclusa in un
casotto senza contatti con l’esterno, senza contatti con altri cavalli, malnutrita, non registrata in
anagrafe e quindi, probabilmente
sottoposta a maltrattamenti attivi, considerate le ferite sul suo
territorio con meno problemi di
altri. Tuttavia, anche qui vi sono
drammi e crimini. Il contributo
della società civile si declina in
vari modi.
In Trentino esistono le delegazioni locali delle principali associazioni animaliste italiane,
ad esempio di Arcadia, Anpana,
Enpa, Il Cercapadrone, Lac, Lav,
Volontariato animalista in Trentino
In aiuto degli animali:
quotidiani gesti di civiltà
Aiutano, soccorrono, salvano. Assistono, curano,
prevengono. Orientano, educano, sensibilizzano.
Le associazioni animaliste operano in favore degli animali.
Ma per molti aspetti anche in favore dell’ambiente.
E della società
di Maddalena Di Tolla Deflorian
corpo al momento del sequestro
che la salvò, ad opera della forestale di Trento. Se oggi Selva vive
felicemente in un rifugio insieme
ad altri cavalli, libera di correre,
interagire con i suoi conspecifici, lo si deve al lavoro di due
associazioni: Legambiente Trento prima e poi Il Cercapadrone
Trento, che l’hanno adottata e
hanno sostenuto il costo del suo
mantenimento e delle sue cure.
Se non fossero intervenute, lo
Stato, in assenza di un’organizzazione adeguata, l’avrebbe mandata all’asta, dopo averle dedicato
una procedura giudiziaria per tutelare le leggi vigenti.
Questa attività (il cosiddetto
“rescue”), come altre svolte
dalle associazioni, è attuata in
sostituzione dello Stato, delle
istituzioni, che spesso, nonostante le leggi, non sono in grado
di risolvere e affrontare i problemi. La storia di Selva assomiglia
a tante altre storie, di animali
abusati, trafficati, abbandonati, a volte torturati, che le
associazioni del territorio
trentino, come accade nelle
altre regioni, trasformano in
storie di civiltà, che riguardano tutti, non solo gli animali.
Il Trentino è senza dubbio, come attestano tutti coloro che
si occupano di questi temi, un
24
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
impunità dei maltrattatori
è diffuso, come emerge
da ogni indagine legata a
singoli casi. In alcuni casi
le violazioni che provocano morte, malattie, dolore agli animali accadono
insieme a violazioni delle
norme igienico-sanitarie
o fiscali, e a volte, come accaduto ad alcune guardie zoofile Enpa in Vallagarina di recente e in passato a volontari della Lav, il criminale di turno si
spinge a fare violenza sui volontari stessi, con un
esito processuale.
Un’altra attività svolta con assiduità dalle associazioni è il salvataggio diretto, soprattutto
di cani, gatti, uccelli da compagnia e di conigli e
cavie. Si interviene perché famiglie, persone anziane, malate, o spesso, casi di tutt’altro genere, persone superficiali ed egoiste, non sanno/vogliono/
riescono più a gestire i propri animali. In tanti casi
Lega nazionale del cane, Lipu, Oipa, accanto ad associazioni e gruppi locali come Ada (Arco), Felici
Zampe (Valsugana), Gli amici degli animali della Val
di Fiemme, Le Fusa onlus e Pan Eppaa (Rovereto),
Volontarie per i Gatti, per citarne
solo alcune.
LE PAGINE FACEBOOK DI SERVIZIO SOCIALE
Operano in favore degli aniAdozioni
mali ma anche, per molti
https://www.facebook.com/Trentino-adozioni-animaliaspetti, in favore dell’ambien981426401917762/?fref=ts
te e della società.
Animali smarriti
I volontari innanzitutto monitohttps://www.facebook.com/trentinoanimalismarriti/?ref=ts&fref=ts
rano i fenomeni, come maltratCinofilia generale
tamenti, violenze, trattamenti
https://www.facebook.com/trentinodogs/?fref=ts
poco rispettosi nei negozi e gli
abbandoni di animali domestiAssociazioni e strutture
ci (comportamenti vietati per
Ada Arco, associazione e struttura
legge, presenti e non rari anche
https://www.facebook.com/Ada-Arco-722315871211008/?fref=ts
in Trentino). Spesso riescono a
Arcadia onlus, canile Rovereto, associazione e struttura
segnalare problemi e violazioni
https://www.facebook.com/arcadiaonlus.
che le Asl veterinarie non veparcocanilerovereto/?fref=ts
dono, perché spesso i casi sono
Le Fusa onlus, gattile Rovereto, associazione e struttura
occultati, di difficile scoperta ma
https://www.facebook.com/associazionelefusa/?fref=ts
anche perché al reale controllo
Il Cercapadrone onlus Trento, associazione
del benessere degli animali lo
https://www.facebook.com/IlCercapadroneOnlusTrento/?fref=ts
Stato e le autorità locali dedicaLega del cane Trento onlus, canile di Trento, associazione e struttura
no risorse e volontà insufficienhttps://www.facebook.com/Canile-di-Trento-Lega-Nazionale-perti, come negli anni hanno detto
la-Difesa-del-Cane-149044375143719/?fref=ts
a chi scrive tutti i responsabili
Lipu Trento onlus, Centro recupero avifauna selvatica
delle associazioni, con i quali ha
https://www.facebook.com/liputrento/?fref=ts
parlato.
Oipa Trento, associazione
In molti casi le violazioni avhttps://www.facebook.com/oipatrento/?fref=ts
vengono ai danni di animali
Pan Eppaa onlus, associazione e struttura
cosiddetti “da reddito”, negli
https://www.facebook.com/Pan-eppaa-1601834240075978/
allevamenti, nei macelli, nelle
Volontarie per i gatti, gruppo
stalle o sui pascoli, luoghi dohttps://www.facebook.com/volontarieperigatti/?fref=ts
ve è ancora più difficile entrare
Zampefelici, associazione
https://www.facebook.com/associazionefelicizampe/?fref=ts
e controllare e dove il senso di
cultura
Scuola Musicale Alto Garda
Lo Zoo della Fantasia
Via libera all’immaginazione nel nuovo cd dei ragazzi
della SMAG, che unisce alla musica la poesia e l’ironia
I
Per aiutare Shiva
a tornare a correre
Un appello dell’associazione trentina
Sos Animali Pinè, che raccoglie fondi per
aiutare Shiva: “è ancora molto giovane,
ma fin da cucciola ha subito violenze
fisiche e psicologiche tali da lasciarle
il segno. Shiva ha una grave displasia
bilaterale dell’anca e un accorciamento
del femore sinistro, che le causano forti
dolori articolari. L’intervento di protesi
costa 3000 euro più iva per anca. Grazie
di cuore a tutti!”. https://www.facebook.
com/events/535039509998878/ -
le istituzioni stesse si rivolgono ai volontari (ad
esempio i servizi sociali per persone anziane
o economicamente in difficoltà). Lo si fa con
stalli casalinghi o rifugi gestiti a onere delle
associazioni. In altri casi le associazioni gestiscono strutture pubbliche (i canili di Trento e
Rovereto, il Centro Recupero Avifauna selvatica di Trento, ad esempio) o in convenzione,
sempre con meno soldi del necessario va detto, affrontano i problemi delle colonie feline,
protette per legge. Spesso i volontari e le associazioni risolvono e riducono un altro problema pubblico, quello del randagismo (che da
noi è soprattutto felino, anche perché proprio
i volontari evitano alla fonte quello canino):
sterilizzare e far adottare gli animali toglie problemi sanitari, di ordine pubblico e finanziari
alla collettività. L’intervento dei volontari
evita anche il diffondersi di malattie pericolose per altri animali (come cimurro o
Felv) o di zoonosi trasmissibili all’uomo (come rabbia o leishmaniosi). Si aggiunga a questo l’attività di educazione e sensibilizzazione
svolte costantemente con famiglie, allevatori,
commercianti, adottanti.
Infine, esiste un particolare tipo di servizio sociale che ha preso avvio sui social
network, quello delle pagine informative
di utilità pubblica, come Trentino Animali
smarriti, Trentino Adozioni animali, Trentino
Dogs e altre, dove volontari esperti aiutano
centinaia di persone ogni anno a cercare animali persi, a trovare il compagno giusto per
la propria vita, a conoscere le corrette informazioni per convivere con gli altri animali. La
domanda sociale di tutti questi servizi e attività
è sempre più alta.
l Coro Garda Trentino Voci Bianche
e Gruppo Vocale Giovanile della
SMAG Scuola Musicale Alto Garda
di Riva del Garda ha concluso in
dicembre la registrazione de Cd Lo
Zoo della Fantasia, raccolta di brani
composti da Enrico Miaroma su testi
di Giuseppe Calliari.
Nella prima parte i bambini e le
bambine del coro “Voci Bianche”
presentano 13 brani, tratti dalla
raccolta che dà il titolo al cd “Lo zoo
della fantasia”, un mondo popolato di
bizzarre creature, che un divertente
gioco di musica e parole esplora:
l’Usignoto (usignolo sconosciuto), la
Farfallina (metà farfalla, metà gallina),
il Cavaluccio (un cavallo di mare
ma anche di fiume),
il Brucolino (un po’
bruco, un po’ colino),
il Canarinoceronte
(metà canarino,
metà rinoceronte),
la Battibalena (una
balena veloce
come un baleno),
il Ramarronglassè
(metà ramarro, metà
marronglassè), il
Moscarabo (metà
mosca, metà
scarafaggio), il
Pipirastrello (un
po’ pipistrello, un
po’ rastrello), il
Trichecocomero (un
po’ tricheco, un po’
cocomero), la Zanzebra
(metà zanzara, metà
zebra), la Squaglia (una quaglia
che si scioglie come un gelato), per
concludere con il rap dello Zoo della
fantasia. I canti sono introdotti dalla
lettura dei testi dalla voce del poeta
Giuseppe Calliari.
Nella seconda parte, spazio alla
sezione giovanile del Garda Trentino,
con la nuova raccolta che unisce alle
poesie di Giuseppe Calliari la musica
di Enrico Miaroma, il “Florilegio di
primavera”, 8 composizioni per coro
di voci bianche e pianoforte, su tema
delle piante e dei fiori.
Alla realizzazione del cd hanno
partecipano anche alcuni insegnanti
della SMAG: Paolo Orlandi al
pianoforte, Luminita Evy Dirlosan al
flauto; le percussioni sono state affidate
agli stessi ragazzi del giovanile.
Il libretto che accompagna il cd è
arricchito dalle presentazioni dei brani
della giornalista Rossana Palliaga
e di Giovanni Acciai, musicologo il
secondo di fama nazionale, insieme
ai disegni dei bambini della III A della
Scuola Primaria Rione Degasperi
dell’Ist. Comprensivo Riva 2 di Riva
del Garda, coordinati dalla maestra
Grazia Giuliani; la copertina è opera
del corista Filippo Ferrari. Gli aspetti
tecnici sono stati curati da Elvio Cis.
È possibile acquistare il Cd presso la
SMAG, rivolgendosi in Segreteria.
SMAG
Tel. 0464 556774
www.scuolamusicalealtogarda.it
[email protected]
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
25
tempo
libero
Casa
per ferie
Mirandola
Casa Mirandola a
Cesenatico (70 posti letto) è la casa
per ferie estive in un
contesto protetto,
curato e cordiale; la struttura confina con il campeggio di Cesenatico; Cesenatico centro è a circa
1 km ed è facilmente raggiungibile a piedi o in
bici lungo la spiaggia. La Casa - della Provincia
Autonoma di Trento, e gestita dalla Cooperativa A.E.R.A.T. - dispone di ascensore, bar, sala
ESTATE 2016
Ragazzi: sole, vacanze, sport e studio
Un’estate dedicata al relax e allo sport, al mare
o in montagna, per divertirsi, stare all’aperto, studiare
le lingue. Ecco le occasioni di vacanza con gli speciali
sconti riservati ai soci possessori di Carta In Cooperazione
English
summer camp
Monte Baldo
Per studiare l’inglese divertendosi l’Hotel Bucaneve a San Valentino di Brentonico organizza,
anche per l’estate 2016, corsi
estivi di una settimana, da sabato 3 settembre a sabato 10
settembre per i bambini delle
elementari a partire da 8 anni e
per i ragazzi delle medie e della
prima superiore..
I corsi sono organizzati da Ben
Appleby e Antonella Previdi
che vantano una lunga esperienza nell’insegnamento della
lingua inglese a ragazze e ragazzi delle elementari e medie.
I partecipanti al corso vengono
seguiti durante tutta la giornata:
la mattina è dedicata alla didattica, suddividendo
i ragazzi in piccoli gruppi (a seconda del livello
d’inglese) seguiti da insegnanti madrelingua; durante il pomeriggio e la serata si organizzano attività sportive (piscina, calcio, tennis, basket, pallavolo, tiro con l’arco e arrampicata sportiva) musicali e teatrali, condotte dagli insegnanti sempre
in lingua inglese. Nel corso della settimana viene
fatta anche un’escursione nel Parco Naturale del
Monte Baldo, insieme ad una guida naturalistica. Per i figli dei soci possessori di Carta In Cooperazione è previsto uno sconto del 10% sulla
quota individuale settimanale (440 € anziché
490 €). La quota comprende: pensione completa, attività
sportive e didattiche, utilizzo materiali didattici e assistenza durante il Camp.
Informazioni e prenotazioni
Hotel Bucaneve,
tel. 0464-391557 www.hotel-bucaneve.com [email protected]
polifunzionale, parco giochi esterno per bambini, campo bocce, canoe, biciclette e biliardo. La
spiaggia, più di 1500 mq, con ombrelloni, lettini
e assistenza bagnino, è in esclusiva per gli ospiti e
vi si accede in pochi minuti mediante una passerella pavimentata in legno, ombreggiata e di solo
accesso agli ospiti di Casa Mirandola.
Per i soci possessori di Carta In Cooperazione le quote giornaliere a persona in pensione completa sono: 1° aprile-10 giugno 40€; 11
giugno-10 luglio e 23 agosto-4 settembre 50€; 11
luglio-22 agosto 60€.
Riduzioni:
bambini 0-24 mesi gratis, bambini* 2-4 anni
65%, bambini* 5-7 anni 30% (*) bambini che soggiornano
nella stessa camera con almeno 2 adulti paganti.
Sconto
del 10% per gruppi con più di 30 persone e permanenza
minima di 7 giorni se la prenotazione avviene entro il 15
aprile 2016.
Gratuità di 2 giorni in caso di soggiorno 14
giorni consecutivi (non cumulabile alla riduzione gruppi e
altre riduzioni). Supplemento camera doppia, uso singola:
bassa stagione 25%, alta stagione (luglio/agosto) 30%.
Aggiunta terzo lettino in spiaggia 2 € al giorno.
Nella quota giornaliera sono compresi: connessione
Wi.Fi in tutte le camere, cambio lenzuola settimanale,
cambio asciugamani ogni 2 giorni, 1 ombrellone e 2 lettini
per coppia (a tariffa intera), servizio assistenza bagnino,
servizio self-service acqua minerale e/o frizzante, colazione a
buffet, pranzo e cena a scelta su due menù, attività di fitness
in spiaggia dal lunedì al venerdì a partire dal mese di giugno,
uso della cassaforte in camera, utilizzo biciclette su cauzione,
utilizzo canoe in spiaggia.
LE VACANZE PER BAMBINI E RAGAZZI
La cooperativa, specializzata da più di 35 anni
nelle attività rivolte ai ragazzi, organizza i soggiorni marini aperti a tutti i ragazzi in età
scolare (6-17 anni) e residenti sul territorio
Trentino. L’iscrizione, fino ad esaurimento posti, può essere fatta on-line sul sito di A.E.R.A.T.
sul quale si possono trovare e scaricare tutte le
informazioni sul soggiorno.
Oltre ai soggiorni marini la cooperativa organiz26
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
tempo
za soggiorni e camp residenziali ed effettua pacchetti personalizzati per associazioni, gruppi
sportivi, parrocchiali o aziendali che vogliono
soggiornare presso le strutture del complesso di
Cesenatico. Nei mesi di maggio, giugno e settembre la disponibilità di spazi offerta da Casa Mirandola si amplia grazie alle palazzine “Nuova Trento” e “Centro Servizi”, dotata di camere da 5 a 7
posti letto, alloggio ideale per gruppi di ragazzi,
scout e sportivi.
Per informazioni preventivi e prenotazioni
Società Cooperativa [email protected]
Centro vacanze
e formazione
di Candriai
Il Centro Vacanze e
formazione di Candriai,
aperto tutto l’anno, è
composto di due edifici
immersi nel verde del
Monte Bondone ed è il luogo ideale per convegni, soggiorni di studio, vacanza, ovvero per
coniugare formazione, benessere e relax. Durante l’estate il Centro ospita camp diurni e residenziali per ragazzi. Il Centro Vacanze e for-
mazione di Candriai dispone di 72 posti letto con
camere singole, doppie, triple e quadruple dotate
di impianto di riscaldamento e bagno. La struttura offre, inoltre, un bar interno, aule studio, aula
magna, palestra con parete di roccia e ampi spazi
verdi esterni. È possibile prenotare il centro per
seminari, percorsi di outdoor training, eventi formativi ed utilizzare la aule attrezzate con proiettore e sistema di diffusione sonora.
Per i soci possessori di Carta In Cooperazione
le quote giornaliere sono: pensione completa 45€;
mezza pensione 38€; pernottamento e colazione 32€.
Supplemento camera doppia, uso singola:30%.
Riduzioni: bambini: 1° bambino 0-5 anni gratis, 2°
bambino 0-5 anni sconto 50% fino a 2 bambini 5-10 anni
sconto 30%. Gruppi sconto 10% per gruppi di almeno 30
persone e permanenza minima di 7 giorni. Nella quota
giornaliera sono compresi: connessione Wi.Fi in tutte le
camere, cambio lenzuola settimanale, cambio asciugamani ogni
2 giorni, servizio self-service acqua minerale e/o frizzante,
colazione a buffet, pranzo e cena a scelta su due menù.
PROPOSTE SPECIALI
PER GRUPPI E RAGAZZI
Il Centro è il luogo ideale per gruppi. A.E.R.A.T.
organizza pacchetti per gruppi di almeno 20 persone. A richiesta è possibile organizzare attività
sportive e naturalistiche per godere appieno del
paesaggio e delle possibilità offerte dal centro (sci
libero
di fondo, orienteering, nordic
walking, arrampicata in palestra
con guide alpine, passeggiate e
ciaspolate con accompagnatori
qualificati).
Nei pressi del Centro Vacanze e Formazione di Candriai è
situato un nuovo sentiero didattico realizzato in collaborazione da Corpo Forestale
e Muse, adatto a tutti, dove si
possono scoprire caratteristiche
e curiosità della flora e della fauna della montagna. Passeggiando nel bosco si raggiungono
facilmente malghe e parchi per
praticare sport all’aperto, gite
in famiglia e tante attività divertenti da praticare sia in estate
che in inverno. In occasione
di convegni ed eventi sportivi
il Centro offre la possibilità di
abbinare l’utilizzo della palestra
e dell’aula magna a momenti di
ristoro e coffee break da consumare nel ristorante interno della
struttura. Durante i mesi estivi
è possibile iscrivere i propri figli ai camp diurni che offrono
la possibilità a ragazzi dai 6 ai
14 anni di trascorrere una o più
settimane fra sport e natura. Per informazioni preventivi
e prenotazioni
Società Cooperativa [email protected]
www.aeratscarl.com
ALTRE POSSIBILITÀ
DI VACANZA
per ragazzi, sempre
convenzionate con Carta
In Cooperazione, sono su
www.e-coop.it/web/
politiche-sociali/vacanzeragazzi
Carta In Cooperazione
Per informazioni
Ufficio Relazioni Soci, Sait
tel. [email protected]
http://www.laspesainfamiglia.
coop/Carta-in-Cooperazione/
Convenzioni
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
27
cultura
teatro
Teatro Portland
Portland d.o.c., il teatro a km zero
La rassegna di spettacoli di compagnie trentine
15 aprile, ore 21
LuHa
IL GRANDE CAVALLO BLU
Spettacolo di lettura e sand art
Stagione 2015-2016
Trentino a teatro
Gli spettacoli di aprile
Info e dettagli sulle convenzioni Carta In Cooperazione
su www.laspesainfamiglia.coop
Trento
CENTRO SERVIZI
CULTURALI S. CHIARA
Portland Scuola di Teatro
I corsi di primavera
di e con Orenla Marcon
e Nadia Ischia
La storia di Marco Cavallo, simbolo del diritto alla libertà dei
malati di mente
APERTURA AL PUBBLICO: la pratica della “narrazione”, il lavoro dell’attore
nella relazione con il pubblico; workshop condotto
da Andrea Brunello.
Prosa
Teatro Sociale
28, 29 e 30 aprile, ore 20.30
1 maggio, ore 16
Teatro Stabile di Napoli, Théatre
National (Bruxelles), Festival
d’Avignon, Folkteatern (Göteborg)
LE SORELLE MACALUSO
29 aprile, ore 21
ariaTeatro
EMIGRANTI
2-3 aprile 2016; sabato e domenica, 10-13 e 14.30-18.30; costo:
80€ + 20€ quota associativa
di Sławomir Mrozek
con A. Anselmi e D. Fontanari;
regia di G. Amato
Lo straniero non è altro che l’uomo stesso, il viaggiatore, l’Ulis­se
di ogni epoca e nazione
13 maggio, ore 21
Finisterrae Teatri
ULISSE SULLA BANCHISA
Shakleton, andata e ritorno
con C. Cenini, A. Kogoj,
A. Morsella, P. Vicentini,
F. Vivaldi; regia di G. Anderle
La prima tappa di un lungo progetto di ricerca e di creazione teatrale, alla scoperta di nuovi Ulisse
L’ARTE DELLA PAROLA: percorso di formazione
all’uso corretto ed espressivo della voce condotto da
Silvia Salvaterra.
aprile-maggio (sei incontri); inizio:
14 aprile 2016; giovedì 20.3022.30; costo: 120€ + 20€ quota
associativa
CLOWNERIE: senza naso
rosso alla ricerca del comico, condotto da Giacomo
Anderle. Il laboratorio ha l’obiettivo di creare una troupe
clown con esercitazione
“sul campo”.
aprile-maggio; inizio: 19 aprile 2016; martedì, 20-23; costo:
200€ + 20€ quota associativa
Info e prenotazioni:
tel. 0461 924470
prenotazioni@
teatroportland.it
www.teatroportland.it
Con Carta In Cooperazione:
- biglietto d’ingresso a tariffa ridotta (10€ anziché 12€)
- sconto 10% su corsi e laboratori organizzati dalla
Scuola di teatro
28
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
regia Emma Dante
con Serena Barone,
Elena Borgogni,
Sandro Maria Campagna,
Italia Carroccio
Altre tendenze
Teatro Sociale
7 aprile, ore 20.30
Emilia Romagna Teatro Fondazione
e Teatro Nazionale Croato
di Zagabria
STILL LIFE
con Anna Gualdo,
Giuseppe Sartori,
F. Gomiero, L. Laera,
F. Scolletta
regia Stefano Ricci
InDanza
Teatro Auditorium
12 aprile, ore 20.30
A Negro Producciones,
Chema Blanco, Cisco Casado
ISRAEL GALVÁN
LA EDAD DE ORO
Dir. art. Pedro G. Romero
coreografia e danza Israel Galván
canto David Lagos
chitarra Alfredo Lagos
Jazz’about
Teatro Auditorium
23 aprile, ore 21
ROBERT GLASPER
‘EXPERIMENT’
Teatro Ragazzi
PROGETTO “DIRITTI
NEGLI OCCHI”
Teatro Cuminetti
5 aprile, ore 10
Teatro delle Briciole - Cantiere
Nuovi Sguardi per un Pubblico
Giovane, in collaborazione
con Teatro Metastasio
Stabile della Toscana,
progetto Teatro Sotterraneo
LA REPUBBLICA
DEI BAMBINI
regia Sara Bondaventura,
Iacopo Braca,
Claudio Cirri, Daniele Villa
dagli 8 ai 12 anni
n Con Carta In Cooperazione:
tariffa “ridotto convenzioni” (pari a
uno sconto del 10% circa) per l’acquisto dei biglietti d’ingresso e sugli
abbonamenti della Stagione teatrale
Si declina ogni responsabilità per eventuali errori, omissioni
o variazioni circa date, luoghi e descrizione degli eventi.
cultura
di prosa, danza, musical e jazz, operetta. Carta in Cooperazione dà diritto
all’acquisto di un biglietto e un abbonamento.
Eventi
2 aprile, ore 20.45
GRATITUDINI
Trento
TEATRO PORTLAND
La Bella Stagione
1 aprile, ore 21
ILINX teatro
IL BOMBAROLO
con Luca Marchiori
regia Nicolas Ceruti
drammaturgia Barbara Pizzo
TEATRO DEL COMUNE
DI PERGINE VALSUGANA
Prosa
6 aprile, ore 20.45
Centro d’Arte Contemporanea
Teatro Carcano e Mismaonda
MATTI DA SLEGARE
di Axel Hellstenius
(versione italiana della commedia
Elling & Kjell Bjarne)
con Giobbe Covatta, Enzo
Iacchetti, Irene Serini
e Gisella Szaniszlo
regia di Gioele Dix
Vezzano
Tione di Trento
Salotti musicali
9 aprile, ore 17.30
Smag vox populi
A(F)RORISMI
Stagione di primavera 2016
Il teatro del benessere
1 aprile, ore 21
Filò da la Val Rendena di Pinzolo
LA CINA
DAI TARTANÒC
liberamente tratta da “Le dîner
di cons” di Francis Veber
con Valerio Giorgesi,
Daniela Binelli, Mattia Maffei,
Pio Tisi, Silvio Viviani,
Carmen Maturi, Fabio Maturi
regia di Lucio Binelli
TEATRO VALLE DEI LAGHI
in scena Erica Taffara
regia di Gianni Bozza
testi tratti da “Noi non restiamo
a guardare” (Medici Senza Frontiere
nel mondo, lettere e testimonianze,
prefazione Dacia Maraini,
Feltrinelli) e di Francesco Puccio
TEATRO COMUNALE DI TIONE
7 aprile, ore 21
Centro d’Arte Contemporanea
Teatro Carcano e Mismaonda
MATTI DA SLEGARE
Made in Trentino
23 aprile, ore 20.45
N.A.N.O.
23 aprile, ore 17.30
Smag vox populi
ELOGIO DELLA FOLLIA
n Con Carta In Cooperazione:
• biglietto d’ingresso a tariffa ridotta (10€ anziché 12€) per gli spettacoli
della Stagione teatrale La Bella Stagione presso il Teatro Portland.
• sconto 10% sui corsi organizzati
dalla Scuola di teatro.
Pergine
teatro
30 aprile, ore 17.30
Smag vox populi
SE C’È LA LUNA
NON TI FIDAR
n Con Carta In Cooperazione:
• tariffa ridotta su biglietti d’ingresso
a spettacoli e abbonamenti.
Borgo Valsugana
TEATRO DEL COMUNE
DI PERGINE VALSUGANA
Prosa
6 aprile, ore 20.45
Centro d’Arte Contemporanea
Teatro Carcano e Mismaonda
MATTI DA SLEGARE
Specchi riflessi
2 aprile, ore 20.45
Coro Highlight
Banda Sociale di
Pietramurata Band
GOES MUSICAL
16 aprile, ore 17.30
INCONTRO CON
ANDREA VITALI
16 aprile, ore 20.45
Fondazione Aida
PIANOFORTE VENDESI
tratto da Andrea Vitali
di Axel Hellstenius
(versione italiana della commedia
Elling & Kjell Bjarne)
con Giobbe Covatta, Enzo
Iacchetti, Irene Serini
e Gisella Szaniszlo
regia di Gioele Dix
15 aprile, ore 21
Filobastia di Preore
BON DI BON AN,
DAME NA BONA MAN
16 aprile, ore 20.45
Compagnia Arditodesìo
SLOI MACHINE
con Andrea Brunello
musiche originali di Carlo Casillo
regia di Michela Marelli
di Axel Hellstenius
(versione italiana della commedia
Elling & Kjell Bjarne)
con Giobbe Covatta, Enzo
Iacchetti, Irene Serini
e Gisella Szaniszlo
regia di Gioele Dix
Danza
10 aprile, ore 17
Compagnia Simona Bucci
IL GATTO
CON GLI STIVALI
di Corrado Vallerotti
con Gioachino Castellani,
Deborah Bertolini,
Stefano Valentini, Claudia
Martinello, Paolo Viviani,
Arianna Battocchi, Erika
Planer, Veronica Fedrizzi
regia di Jacopo Roccabruna
n Con Carta In Cooperazione:
• tariffa ridotta su biglietti d’ingresso
a spettacoli e abbonamenti.
n Con Carta In Cooperazione:
• tariffa ridotta sui biglietti d’ingresso
agli spettacoli.
n Con Carta In Cooperazione:
• riduzione del 10% sul prezzo del
biglietto intero
Si declina ogni responsabilità per eventuali errori, omissioni
o variazioni circa date, luoghi e descrizione degli eventi.
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
29
tempo
libero
MAG Museo di Riva del Garda
Il paesaggio protagonista
Con la pittura e la fotografia, il video e la scultura
nei nuovi progetti espositivi 2016 del Mag
Dopo la consueta pausa invernale, il Museo di Riva del Garda ha riaperto
in marzo i suoi spazi permanenti dedicati alla Pinacoteca, all’Archeologia,
alla Storia, lo spazio INvento per bambini e famiglie, e le nuove mostre
temporanee Die Perle am Gardasee. Immagini del lago di Garda negli
anni Venti, Assorti nel paesaggio. Vedute a confronto in Pinacoteca
e la prima tappa di Der Blitz 2016, che si dispiegheranno per tutta la
stagione espositiva del MAG di Riva fino al prossimo 6 novembre.
Info: www.museoaltogarda.it/it/
Nella foto: Carl Heinzmann, L’osteria del Ponale a Gardasee, 1844
CID Centro Internazionale della Danza
Yoga, ginnastica dolce
e un workshop teatrale
CID Formazione e
Animazione Territoriale
dove l’azione si compone di gesto e parola, ritmo
e metrica, esecuzione e interpretazione nelle dinamiche di relazione tra sé, l’altro e il gruppo. Dal 7
aprile ogni giovedì, ore 20-22; costo 170 € per 10 incontri
* con Carta In Cooperazione sconto dal 5% al 10%
CID Centro Internazionale della Danza
YOGA con Marianna Pachera: lavorando sul corpo, sulla
mente e sullo spirito si raggiunge
uno stato di meditazione in movimento, che consente di ripulire
la mente, migliorare l’intuito, e
vivere appieno il momento presente. Dal 13 aprile tutti i lunedì,
ore 18.45-20 e mercoledì, ore 19.1520.30; costo 55 € per 4 incontri (1
incontro a settimana), 100 € per 8
incontri (2 incontri a settimana)
GINNASTICA DOLCE per
la terza età, con Alessandro
Gelmi*: mirata alla prevenzione o al contenimento dei principali problemi legati all’età, come reumatismi, artrosi cervicali,
lombari o articolari, osteoporosi, ecc. Da aprile a giugno, 10 incontri a 70 euro
OFFICINA MOVIMENTO
con Gloria Potrich*: un percorso di danza contemporanea
30
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
LABORATORIO DI DANCEABILITY con
Pierluigi Zonzin La DanceAbility è una tecnica
di danza che vive d’improvvisazione e può essere
praticata da tutti, senza limiti fisici o di età, sottolineando il piacere dell’aggregazione, di danzare
insieme in modo spontaneo. 2/4, ore 14.30-17.30,
3 aprile, ore 10-13; 7/5, ore 14.30-17.30, 8/5, ore 1013; costo 95 € per 2 weekend, con Carta In Cooperazione
sconto dal 5% al 10%.
IL PENSIERO DEL GESTO, seminario di
tecnica Nikolais con Simona Bucci: una prima
parte di lavoro sul corpo per renderlo strumento
disponibile alle necessità del danzatore; una seconda sulle possibilità estetiche del
movimento; una di teoria, improvvisazione e composizione
come ricerca di un’espressione
consapevole e originale. 9/4,
ore 14-18, 10/4, ore 10-14, costo
95 €; con Carta In Cooperazione
sconto dal 5% al 10%.
LET’S SWING! Stage di
Lindy Hop con Swing Dance Trento Il Lindy
Hop è un ballo che ha avuto origine ad Harlem,
New York, negli anni ‘20-’30 del secolo scorso: un
ballo gioioso, sulla base di facili figure, che rispecchia la musica jazz del tempo. 9/4, ore 15-18, 10/4,
ore 10-13; costo 60 € per una persona, 100 € per coppia;
con Carta In Cooperazione sconto dal 5% al 10%.
WORKSHOP TEATRALE “LA FORCE FEMININE”, con Cathy Marchand-Living Theatre Attraverso l’atto teatrale si scopre una dimensione altra dell’energia personale: il canto, il suono, la voce e il corpo andranno all’unisono, senza
nessun “giudice” interiore, ricercando la forza del
mettersi in gioco in un viaggio collettivo. 16 e 17/4,
ore 10.30-13 e 14-18; costo 140 €
WORKSHOP HILAL DANCE, con Suraya
Hilal: una danza d’arte creata da Suraya Hilal, eclettica artista d’avanguardia, che ha saputo fondere nel
suo personale stile la sintesi della coreutica contemporanea occidentale all’estetica orientale. 23/4, ore
14-18, 24/4, ore 10-14; costo 90 €; con Carta In Cooperazione sconto del 5%.
TEATRO DANZA con Marigia Maggipinto: ex componente dello storico Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch,
Maggipinto guiderà i partecipanti al laboratorio nella creazione di coreografie o semplici movimenti, per sviluppare
consapevolezza, spirito di osservazione e compositivo-creativo. 23/4, ore 1319, 24/4, ore 10-13 e 14-17; costo 95 €; con Carta In
Cooperazione sconto del 5%.
Per info e iscrizioni
[email protected] - www.centrodelladanza.it
tel. 0464 431660
stare
in salute
edalarexDonare nasce da
un’idea di 6 ciclisti trentini
P
e pugliesi, amici e innamorati
pazzi della bicicletta, che in sella alla loro bici partiranno il 24
aprile da Mori (Trento) e dopo
1000 km in 6 tappe arriveranno
a Carovigno (Brindisi), attraversando l’Italia da Nord a Sud
per diffondere il messaggio di
ADMO, Associazione Donatori Midollo Osseo. L’ADMO ha
come scopo principale, infatti, quello di informare la popolazione sulla possibilità di combattere
leucemie, linfomi, mieloma e altre malattie del
sangue attraverso la donazione e il trapianto di
midollo osseo.
In ogni tappa della pedalata saranno presenti i
volontari di ADMO (Trentino, Emilia Romagna,
Marche, Abruzzo, Puglia) e assieme si attiveranno per promuovere la donazione di midollo osseo
perché ancora 4 malati su 10 non trovano un
donatore compatibile per il trapianto.
Durante il tragitto, i sei protagonisti saranno accompagnati da ciclisti professionisti, come Michele Scarponi, già vincitore di un giro d’Italia, ex
ciclisti professionisti come Alessandro Bertolini
e cantanti cicloamatori come Paolo Belli. Nella
no destinati all’Associazione
Donatori Midollo Osseo.
I sei ciclisti: Fabrizio Bertolini,
Angelo Lanzilotti, Raffaele Filomena, Leopoldo Lerose, Oliviano Bresson, Pasquale Basile.
Il percorso: I tappa, 24/4:
Mori-Carpi, 166 km, dislivello 370 metri. II tappa, 25/4:
Carpi-Cesenatico, 169 km, dislivello 0 metri; III tappa, 26/4:
Dal 24 al 29 aprile la pedalata a favore di Admo
Pedalare per donare
Da Trento a Brindisi per sostenere Admo
Cesenatico-Civitanova Marche,
180 km, dislivello 960 metri.
IV tappa, 27/4: Civitanova
Marche-Ortona, 140 km, dislivello 240 metri. V tappa, 28/4:
Ortona-S. Giovanni Rotondo,
166 km, dislivello 1.450 metri.
VI tappa, 29/4: S. Giovanni
Rotondo-Carovigno, 240 km,
dislivello 400 metri.
Tutti possono partecipare
virtualmente acquistando
i km su sito pedalarexdonare.it
tappa di Cesenatico verrà reso omaggio a Marco
Pantani.
Sarà possibile contribuire alla causa di ADMO
acquistando i km virtuali direttamente dal sito pedalarexdonare.it: tutti i proventi saran-
Sabato 16 aprile a Madonna di Campiglio
SCIARE COL CUORE, INSIEME AI CAMPIONI
T
orna la gara benefica di sci organizzata
dall’Associazione Sciare Col Cuore onlus
in collaborazione con ADMO Trentino onlus e
che coinvolge i campioni dello sci azzurro del
presente e del passato per raccogliere fondi
a favore di ADMO Trentino.
La gara si svolgerà come una sfida fra sci
club sulla pista GROSTÈ a Madonna di
Campiglio insieme ai grandi nomi dello
sci italiano che sono anche testimonial
di ADMO (come Chiara Costazza, Mattia
Casse, Francesca e Matteo Marsaglia, Davide
Simoncelli, Peter Fill, Christof Innerhofer,
CHRISTOF INNERHOFER
Giuliano Razzoli, Johanna Schnarf, Nadia
DAVIDE SIMONCELLI
DANIELA MERIGHETTI
e Elena Fanchini, Werner Heel, Daniela
GIULIANO RAZZOLI
Ogni club avrà come
DOMINIK PARIS
Merighetti, Verena Stuffer, Irene Curtoni,
capitano un
CHIARA COSTAZZA
CAMPIONE AZZURRO
Elena Curtoni, Cristian Zorzi, Giorgio Rocca,
KRISTIAN GHEDINA
NADIA e ELENA FANCHINI
Patrick Thaler, Kristian Ghedina, Peter
e molti altri...
Runggaldier e Federica Brignone).
Tutti, bambini e adulti, potranno iscriversi
sempre fortemente sostenuta dalla band
UN DONO CHE TI DONA
GARA SOLIDALE
per sciare insieme ai Campioni Azzurri
“The bastard sons of Dioniso” formata
da tre
si ringraziano gli amici sostenitori per la sensibilità dimostrata:
SUGLIdiSCI
che in questi anni sono sempre stati presenti
giovani rockers testimonial di ADMO
cui
a Sciare col Cuore.
uno, Jacopo Broseghini, ha donato il midollo
L’evento prevede anche una lotteria
osseo. Oltre ai testimonial ADMO, sono tanti
benefica, con premi offerti dalle aziende del
i campioni azzurri che sostengono il progetto
Pool Sci Italia e da altre aziende sponsor.
Sciare col cuore: da Alberto Tomba, a
La giornata di Sciare col cuore è stata
Beppe Bergomi, da Tania Cagnotto a Jury
SCIARE
CON I
CAMPIONI
Concept Filrouge Studio
SFIDA
TRA
SCI CLUB
FEDERAZIONE
ITALIANA
SPORT
INVERNALI
COMITATO REGIONALE
TRENTINO
Chechi, da Kristian Ghedina
a Manuela Moelgg, da
Gilberto Simoni a Gustav
Thoeni, Angelo Weiss,
Ivano Brugnetti e molti
altri insieme alla Nazionale
DI CAMPIGLIO
ArtistiMADONNA
Tv.
Sabato
16 Aprile
2016
(TRENTINO)
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
31
convenzioni
Carta In Cooperazione
semplicità molto utile. Infatti attiva dei sistemi di
difesa normalmente presenti nel nostro organismo, quali il sistema mucociliare delle prime vie
aeree, favorendo in tal modo l’espulsione di muco
e particelle dannose in esso contenuto; ha inoltre
un ottimo meccanismo battericida verso gli stafilococchi, batteri interessati nelle comuni patologie cutanee quali eczemi, acnee..., con un’azione
osmotica. Quindi con l’Halobenessere si attiva un
meccanismo naturale con rischi ed effetti collaterali praticamente nulli ma tantissimi e svariati
vantaggi e benefici.
Le Terne di Sale sono consigliate a tutti, dal
bambino piccolo all’anziano. Sono adatte a
chi sta già bene ed entra per innalzare le difese
immunitarie, per contrastare lo stress e stati di affaticamento emotivo, ma sono anche e soprattutto
L’
halotrattamento si effettua
all’interno di uno specifico ambiente nel quale si “respira” il salgemma, cioè il sale
di miniera, il quale non ha la
composizione chimica del sale
marino, quindi non contiene
iodio, ma è cloruro di sodio puro, consigliato a tutti, anche a
chi, come i pazienti ipertiroidei,
non è compatibile con questo
elemento.
Ma oltre all’insostituibile salgemma, l’halobenessere fonda
la sua efficacia su altri tre fattori: il clima, il microclima delle miniere
di sale e l’habitat,
che consente di
ricreare correttamente e fedelmente l’ambiente che permette
l’halobenessere
stesso.
Per fare una stanza di
sale infatti non basta ricoprirla di sale: la stanza deve
essere costruita rispettando dei
parametri senza i quali sarebbe
impossibile ricrearne le caratteristiche idonee per essere una
struttura “Le Terne di Sale”,
per la quale vengono utilizzati
materiali di ottima qualità, certificati e garantiti attraverso un
metodo esclusivo di lavorazione
che amalgama resine minerali
atossiche e salgemma; pareti
e soffitto della stanza vengono ricoperte per creare quella
coibentazione che permette di
32
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
I benefici effetti dell’Halobenessere
Le Terne di Sale:
gli effetti benefici del cloruro di sodio
n “Terne” perché tre sono i fattori
che determinano l’efficacia
del trattamento con il sale:
il clima, il microclima e l’habitat
giusti che trovate nelle nostre
“Le Terne di Sale”
riprodurre fedelmente il
clima delle miniere,
con un’umidità dal
45 al 55% e una
temperatura che
oscilla dai 18° ai
24°, senza riscaldamento o aria
condizionata.
Il microclima viene ricreato attraverso il
micronizzatore, un dispositivo unico nel suo genere e riconosciuto a livello europeo, che consente di micronizzare il sale nelle dimensioni ideali per raggiungere
le sezioni delle vie respiratorie. Nelle Terne di Sale
viene utilizzato solo il salgemma, il purissimo sale
delle miniere, privo di iodio e quindi adatto a tutti.
Solo quella con il salgemma è la vera haloterapia.
Le Terne del benessere: l’efficacia del salgemma nei disturbi respiratori, allergici e
dermatologici. Studi scientifici e approfondimenti medici confermano che l’Halobenessere ha
notevole efficacia su tre principali tipi di manifestazioni: respiratorie, allergiche e dermatologiche. Il cloruro di sodio o salgemma ha un meccanismo d’azione molto semplice e pur nella sua
indicate per prevenire e contrastare diversi tipi di
manifestazioni dell’apparato respiratorio, dermatologiche e allergiche.
Il beneficio nei centri Le Terne di Sale è pressoché
immediato ed evidente dalla prima alla terza seduta. Ciascuna seduta dura 45 minuti e vi si accede vestiti con un abbigliamento comodo e senza
scarpe ma con il monouso fornito dai centri.
Le Terne di Sale vi aspettano a:
Agordo (Bl), via Insurrezione 4,
tel. 0437 646321
Bolognano d’Arco (Tn), via Stazione 6,
tel. 366 3143323
Cadine, via Coltura 11,
tel. 0461 866190 cell. 331 2830419
Cembra, v.le IV Novembre 13,
tel. 0461 682133
Moena, Piaz de Ramon 60,
tel. 366 9348740
Pergine Valsugana (Tn),
via Fabio Filzi 4/C, tel. 345 9806963
Rovereto (Tn), v.le del Lavoro 18,
tel. 340 7562810
Sedico, via Belluno 72, tel. 0437 1841761
Carta In Cooperazione
I soci possessori di Carta
In Cooperazione hanno
diritto allo sconto del 20% sugli
ingressi singoli ed anche sulle formule
abbonamento. La convenzione è valida
per due persone.
DIAMOCI UNA MOSSA
stare
in salute
Schiena e gambe:
due esercizi facili
La primavera sta arrivando e la voglia di muoversi e di ritrovare una buona forma fisica è forte; le opportunità di movimento che il nostro
territorio ci offre sono tante… allora perché
non sfruttarle? Si va dalla possibilità di camminare e nuotare al passeggiare nella natura. L’obiettivo è quello di stare bene “dentro e fuori”.
Qui sotto troverete due esercizi di facile esecuzione che possono essere eseguiti in autonomia;
ricordiamo però che l’obiettivo dei nostri suggerimenti è di aiutare le persone a 1
ritrovare il piacere di muoversi,
e non di sostituirci ai professionisti che quotidianamente lavorano a contatto con le persone.
Posizione di partenza 1:
schiena dritta, arti superiori
lungo i fianchi, piedi ben
appoggiati al pavimento. (foto 1)
Esercizio 1:
2
3
dalla posizione
di partenza,
portare il
ginocchio destro
verso il petto e
mantenerlo con
le mani per circa
10 secondi (foto
2). Durante tutta
l’esecuzione cercare di mantenere la schiena
dritta; tornare alla posizione di partenza e
successivamente ripetere l’esercizio con l’arto
inferiore sinistro (foto 3). Il movimento è lento
e controllato, la respirazione naturale; eseguire
5 ripetizioni con l’arto destro e 5 ripetizioni con
l’arto sinistro.
Esercizio 2:
4
5
dalla posizione
di partenza
ruotare il busto
verso destra
e mantenere
la posizione
raggiunta per
circa 10 secondi
(foto 4); tornare
alla posizione di partenza e successivamente
ripetere l’esercizio ruotando il busto verso
sinistra (foto 5). Durante tutta l’esecuzione
cercare di mantenere la schiena dritta. Il
movimento è lento e controllato, la respirazione
naturale; eseguire 3 ripetizioni ruotando il busto
a destra e 3 ripetizioni ruotando il busto a
sinistra.
Cooperativa AM.IC.A
Canezza di Pergine Valsugana
www.amicacoop.net
tel. 0461.992177
Dona il tuo 5x1000 a Lilt
La speranza è nelle mani
di chi aiuta
Un dono per la nostra comunità, per noi stessi
e la nostra famiglia. Per contribuire a costruire un mondo
dove la malattia non farà più così paura
a Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori
onlus interviene su più fronti per contrastare
Lla malattia
oncologica e realizzare le iniziative per
combattere il cancro da tutti i punti di vista. L’aiuto viene offerto ai pazienti oncologici tramite
l’attività di professionisti altamente qualificati
per sostenere loro ed i loro familiari sia per il
recupero psicologico di relazioni sociali equilibrate e soddisfacenti e di una quotidianità sostenibile,
sia per la riabilitazione fisica postchirurgica con
interventi di fisioterapia, trattamento del linfedema, corsi di ginnastica di vario tipo. Ai pazienti
oncologici che arrivano a Trento da lontano per
le cure in ospedale o presso il nuovo Centro di
Protonterapia, l’Associazione mette a disposizione il servizio di ospitalità in Casa Accoglienza,
mentre nelle strutture ospedaliere gli ammalati e
familiari possono godere dell’auto, dell’ascolto e
della disponibilità dei volontari LILT.
I tumori sono purtroppo la seconda causa di morte dopo le malattie cardiovascolari; sono in costante aumento, anche se la mortalità sta diminuendo:
oltre il 50% dei tumori attualmente viene guarito.
Nella nostra provincia si gode di un’età media tra
le più alte, ma al nord Italia ci si ammala di tumori
molto di più che al sud dove le abitudini, in particolare la dieta, sono diverse. Gran parte dei tumori
non sono ereditari ma causati da fattori ambientali
e dalle abitudini di vita: il 70% dei tumori potrebbe essere evitato adottando uno stile di vita sano
ed eliminando le cause di insorgenza della malattia
(fumo, dieta scorretta, sovrappeso ed obesità, forte
consumo di alcol, incontrollata esposizione al sole).
Ecco perché LILT è molto attiva anche con
iniziative d’informazione e educazione alla salute di grandi e piccoli (Settimana della Prevenzione
Oncologica, Giornata Mondiale senza Tabacco, Campagna “Nastro Rosa” per la prevenzione del tumore al seno)
e con un servizio di visite di
diagnosi precoce (dermatologica e prevenzione del melanoma, urologica, ginecologica e
Pap-test, di oncologia generale).
LILT è attenta anche al futuro,
con investimenti nella ricerca
medica ed epidemiologica e l’organizzazione di convegni e seminari per l’approfondimento e
la divulgazione, tra gli specialisti,
di tematiche aggiornate.
Per fare tutto questo l’aiuto di
tutti è indispensabile. Ad esempio con la dichiarazione dei
redditi si può scegliere LILT
come beneficiaria del proprio
5x1000: una scelta che non costa nulla (e se non si indica a chi
devolvere il 5x1000, questa cifra
rimarrà allo Stato) e che non è
nemmeno alternativa all’8 per
mille. È invece un modo molto semplice per offrire un aiuto
importante: basta SCRIVERE
IL CODICE FISCALE LILT
01457220224 nella casella “Sostegno al volontariato…”.
Info
Lilt, tel. 0461.922733
www.lilttrento.it
Ricordiamo che LILT non
raccoglie offerte inviando
volontari a casa né
telefonando né incarica
nessuno a farlo.
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
33
ricette
Classici
Il talento del carciofo
Ricette,
bottiglie e libri
scrivete a:
Cooperazione tra consumatori
C.P. 770 - 38100 Trento
Il re degli ortaggi si presta a mille ricette
di ogni tipo, sempre ottime. Eccone qualcuna
(in forma di strudel o sfogliata) per farlo
apprezzare anche ai ragazzi
CARCIOFI GRATINATI
Ingredienti: 4 carciofi, 4 cucchiai
grana grattugiato, 4 cucchiai pane
grattugiato, prezzemolo, aglio, olio
evo, limone, sale.
Pulite ed eliminate le foglie e le
parti più dure dei carciofi, tagliateli a spicchi; in padella scaldate
l’aglio, aggiungete i carciofi, 4
cucchiai d’acqua, una spruzzata
di limone e lasciate cuocere semicoperto; preparate il composto per la gratinatura con il grana, il pangrattato e il prezzemolo tritato; a fine cottura unite ai
carciofi 1 cucchiaio abbondante
del composto per la gratinatura,
mescolate, mettete poi in una
pirofila, coprite con il composto
di pane e grana, pepate e mettete in forno per gratinare.
STRUDEL DI CARCIOFI
Per 4 persone: 1 rotolo di pasta
sfoglia, 5 carciofi, 150 g ricotta
viviverde, 100 g pecorino, sale olio
34
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
evo viviverde, latte, 1 spicchio
di aglio.
Pulite ed eliminate le foglie e
le parti più dure dei carciofi;
metteteli a lessare per qualche
minuto in acqua salata. In una
padella grande fate soffriggere
l’aglio con un filo d’olio, poi toglietelo e aggiungete nella padella i carciofi appena lessati; fate
insaporire per qualche minuto,
toglieteli dalla padella per farli
raffreddare. In una ciotola unite
la ricotta, il pecorino grattugiato e i carciofi. Allargate il foglio
di pasta sfoglia su una tovaglia
infarinata stendendolo leggermente con un mattarello, distribuite il composto sulla pasta,
ripiegate verso l’interno i lati più
lunghi e con l’aiuto della tovaglia
cominciate ad arrotolarlo. Chiudete bene la pasta e spennellate
con latte o tuorlo d’uovo. Ponete in forno a 180° per 10-15 minuti. (www.facebook.com/viviverdecoop)
CARCIOFI
CON SALSA ALL’AGLIO
Ingredienti: 4 carciofi, 4 spicchi
d’aglio, 1 bicchiere di vino bianco,
1 tazza di maionese, olio evo e sale.
Sbucciate l’aglio e sbollentatene 2 spicchi in acqua salata per
4 minuti, scolateli, asciugateli e
frullateli con la maionese, aggiungendo un filo di olio evo,
mettete la salsina in una ciotola e
tenetela in frigo. Pulite* ed eliminate le foglie e le parti più dure
dei carciofi, raschiatene i gambi;
tagliateli a spicchi e togliete il fie-
SFOGLIATA
CON CARCIOFI,
prosciutto e mozzarella
Ingredienti: ½ kg di pasta sfoglia
fresca coop, 1 mozzarella Fiorfiore,
5 carciofi, 1 limone, 150 g di
prosciutto cotto Fiorfiore, 1 spicchio
d’aglio, 1 tuorlo, vino bianco, olio
d’oliva ev, prezzemolo, sale e pepe.
Pulite ed eliminate le foglie e le
parti più dure dei carciofi, tagliateli a spicchi piccoli e fateli
cuocere con olio, aglio e prezzemolo; sfumate col vino bianco
e una spruzzata di limone; salate e pepate, fate asciugare sul
fuoco. Stendete la pasta sfoglia,
disponetevi sopra il prosciutto,
la mozzarella a fettine sottili,
i carciofi, ancora mozzarella e
prosciutto. Ricoprite con altra
pasta, spennellate con il tuorlo
sbattuto e infornate a 200°C per
circa 30 minuti.
no interno; rosolateli in un po’
di olio con l’aglio, a fuoco alto,
per 5 minuti (non fate bruciare
l’aglio, toglietelo); abbassate la
fiamma, salate, unite il vino e
proseguite la cottura a fuoco alto
ancora per 7-8 minuti**. Serviteli subito con la salsa all’aglio.
(consumatori.e-coop.it)
* Pulite generosamente i carciofi: potrete
riutilizzare le parti scartate cuocendole in
poca acqua e limone e frullandole: otterrete un concentrato di sapore da aggiungere
a un risotto!.
** Questa cottura, alla quale è possibile
aggiungere a piacere erbe aromatiche come
prezzemolo o timo, è quella che si presta
anche per farcire lasagne, tartine, o torte
salate, o per condire la pasta.
coltivare
stente all’inquinamento atmosferico e quasi immune ai parassiti animali e vegetali.
Il Ginkgo biloba è un albero massiccio e maestoso, sicuramente il più vecchio esistente
sulla Terra, oltre ad essere anche uno dei più
longevi; le piante più vecchie (alcune di circa 1000
anni!) raggiungono da noi anche 25 metri); in
Cina esistono esemplari che superano i 48 metri
d’altezza e si ritiene che possano avere un’età di
circa 4000 anni.
Negli esemplari più giovani esiste di solito un ramo più forte che costituisce il tronco principale;
la corteccia grigia riveste un tronco liscio e regolare, coronato da una folta chioma di foglie affascinanti: dal lungo picciolo, infatti, si estende una
lamina fogliare a forma di ventaglio (labelliforme),
leggermente bilobata, percorsa da innumerevoli sottili venature che seguono l’andamento delle
stecche di un ventaglio; sono coriacee ed elastiche,
La ginkgo biloba
ste a temperature molto basse e
cresce bene anche nelle regioni
mediterranee, purché non gli
manchi l’acqua. Il suo sviluppo è favorito da un’esposizione
soleggiata. Le potature vanno
ridotte al minimo perché il tempo, più dei tagli, può correggere
l’eventuale aspetto sgraziato di
una giovane pianta.
Proprietà terapeutiche
La pianta viene coltivata su scala
industriale nel mondo per l’utilizzo terapeutico delle sue foglie, i cui numerosi componenti
(polifenoli, flavonoidi, terpeni
ecc.) lo rendono effettivamente
un “farmaco” utile per migliorare sia le abilità cognitive e
la memoria a breve termine
sia la circolazione del sangue
nel cervello.
I principi attivi contenuti nelle
foglie, oltre a proteggere le arterie, le vene e i capillari e a prevenire la formazione delle vene
varicose, contrastano anche la
formazione dei radicali liberi,
rallentando i fenomeni di ossidazione e i processi d’invecchiamento.
Recenti studi scientifici hanno messo in evidenza i benefici del ginkgo biloba anche
nei confronti del­
Le particolari foglie
di un verde chiaro in estate,
l’alopecia, della
del Ginkgo biloba: il più
giallo compatto e smagliante
calvizie, del ronzio
vecchio tra gli alberi
in autunno, quando il ginkgo
auricolare cronico
esistenti sulla Terra, e
costituisce uno spettacolo
(acufeni) e di alcuanche uno dei più longevi
bellissimo che dura 2 o 3 setne disfunzioni sestimane; quando poi le foglie
suali maschili. Viecadono, quasi tutte insieme, sembra di passeggiare ne, inoltre, utilizzato per ridurre
sopra un tappeto d’oro...
il colesterolo e per alleviare l’eIl Ginkgo biloba è una pianta dioica, cioè i fiori ma- micrania.
schili e femminili crescono su alberi separati: le Sotto forma d’integratore alisacche del polline sono portate da individui ma- mentare, si trova in farmacia
schili, mentre gli ovuli, di solito appaiati, si trovano e in erboristeria, confezionato
solo su piante femminili. I semi maturano soltan- in tavolette e capsule ed anche
to dopo essere caduti a terra e sono avvolti da un in forma liquida da assumere
soffice strato carnoso esterno che, quando entra a gocce. È importante tenere
in decomposizione, emana uno sgradevole odore ben presente che il ginkgo
di burro rancido, tanto che nei parchi si preferisce biloba non è privo di concoltivare solo individui maschili. In primavera sugli troindicazioni, in particolare
individui maschili, dai corti rametti che portano le per chi assume farmaci anticogiovani foglie, pendono le infiorescenze di colore agulanti o nei casi di epilessia,
giallo (se mature) che possiedono numerose sac- durante la gravidanza e l’allattache ripiene di polline.
mento, ed è perciò opportuno,
Solitario o in gruppo, il ginkgo è uno degli prima di iniziare l’eventuale cualberi ornamentali più belli ed è una pianta ra, seguire sempre i consigli
molto rustica, che tollera qualsiasi tipo di terreno, del proprio medico curante o
pur prediligendo quelli freschi e profondi. Resi- del fitoterapeuta.
La memoria del fossile vivente
Le proprietà terapeutiche
di questa antichissima pianta
permettono di migliorare
le abilità cognitive e la memoria
a breve termine, ma rallentano
anche i fenomeni di
ossidazione e i processi
d’invecchiamento
di Iris Fontanari
Ho sentito parlare di recente di una pianta, la Ginkgo
biloba, che sembra molto utile per aumentare le
prestazioni mentali, in particolare la facoltà mnemonica.
Poiché da qualche anno riscontro in me un notevole
calo di concentrazione mentale e di memoria, vorrei
conoscere qualcosa su questa pianta e sulle sue proprietà
terapeutiche, per potermene servire evitando eventuali
controindicazioni. Vi ringrazio (Anna P.).
biloba, detto anche nocella del Giappone
il suo luogo di origine, è un albero antichisIsimo,lperGinkgo
considerato addirittura un “fossile vivente”,
ed è anche l’unica specie presente sul nostro pianeta che rappresenti l’ordine delle Ginkgoacee, della
classe Coniferine, alla quale appartengono anche
le conifere. Il termine ginkgo deriva dal giapponese
Yin-kuo, che significa “albicocca d’oro”, mentre il
nome della specie, biloba, deriva dal latino bis e loba
per la divisione in due lobi delle sue particolari foglie. Questa pianta sacra per la religione buddista,
simbolo della capitale Tokyo, è stata coltivata per
molti secoli in Giappone e in Cina, in particolare
vicino ai templi. In Europa i primi esemplari furono piantati nel XVIII secolo. In Italia la troviamo
spesso come pianta ornamentale nei parchi e nei
giardini e lungo i viali di città, perché molto resi-
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
35
I TÀconvenzioni
Carta In Cooperazione
V
O
Per
i
Soci
N
con Carta InCooperazione
un ulteriore
MARKETING SAIT
5
%
SU TUTTI I VIAGGI
SCONTO
del sito www.viaggi-insieme.coop
Visita il sito e scopri tutte le proposte Falk Travel per i tuoi viaggi!
Liguria - Lavagna
Hotel Bristol***
Viaggio autonomo, 3 notti in camera doppia,
mezza pensione, parcheggio secondo
disponibilitá
per persona a partire da € 129,00 - Soci €
122,50
Toscana - Asciano/Siena
Hotel Montaperti ****
Viaggio autonomo, 3 notti in camera doppia,
mezza pensione, accesso al centro benessere
per persona a partire da € 159,00 - Soci €
151,00
Lago Maggiore - Massino Visconti
Hotel La Capannina ***
Viaggio autonomo, 3 notti in camera doppia,
mezza pensione, parcheggio secondo
disponibilità
per persona a partire da € 149,00 - Soci €
141,50
Adria - Pesaro
Hotel Nautilus ***
274,50
Per informazioni e prenotazioni:
Viaggio autonomo, 7 notti in casa mobile, solo
pernottamento, Shuttle bus per la spiaggia
per persona a partire da € 119,00 - Soci €
Viaggio autonomo, 5 notti in camera doppia,
All Inclusive, Tessera club
per persona a partire da € 289,00 - Soci €
Friuli - Trieste
Camping Mare Pineta ****
113,00
Sicilia - Mazara del Vallo
Hotel Mahara****
Viaggio autonomo, 5 notti in camera doppia,
mezza pensione, Shuttle bus gratuito per la
spiaggia
per persona a partire da € 279,00 - Soci €
265,00
0461 808 222
Il Call Center risponderà da lunedì a venerdì con orario 8-20, sabato 9-20 e domenica 9-14. Costo della chiamata in base al profilo tariffario.
Organizzazione tecnica: Falk-Tours srl / Falk Travel Italia, Via Isarco, 1 - 39040 Varna (BZ). SAIT non svolge alcuna delle attività indicate nell’art. 83 del Dlgs 206/2005. Si consideri che, per tutti i viaggi, la classificazione in stelle dell’alloggio viene effettuata in base alla categoria del paese. Per la consulenza e la prenotazione del viaggio tramite call center e tramite il sito web, come per l’erogazione di tutti i servizi, risponde Falk-Tours. Sono valide le condizioni di vendita di cui è possibile prendere visione visitando la pagina web www.viaggi-insieme.coop. Valgono le condizioni di viaggio e di pagamento di Falk-Tours (consultabili
su www.viaggi-insieme.coop) che si differenziano in parte dalle Condizioni Generali di viaggio dell’associazione di categoria delle agenzie di viaggio. Al ricevimento della conferma di prenotazione da parte di Falk-Tours si rende necessario il pagamento di una caparra pari al 20% del costo del viaggio. Il saldo dovrà
essere corrisposto 30 giorni prima della partenza. Salvo errori di stampa. Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’art. 17 della legge n.38 del 06/02/2006: la legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione o alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero.
38
cooperazionetraconsumatori - aprile 2016
più convenienza al socio
convenzioni
Carta In Cooperazione
PRENOTAZIONE
ENTRO IL 16 APRILE 2016
CONSEGNA DAL 23 AL 31 MAGGIO 2016
nr.
118
CD – CANTI DELLA MONTAGNA
Il concerto dell’Orchestra Haydn
e del Coro della SAT
a favore di Anffas Trentino Onlus
Il CD “Canti della montagna” nasce dalla registrazione dello
straordinario concerto in occasione del 50° anniversario di
Anffas Trentino. Un concerto che ha fatto registrare il tutto
esaurito all’Auditorium di Trento, durante il quale sono stati
proposti canti popolari tratti dal repertorio del Coro della S.A.T.
Solo per i Soci
8,80 €
Offerta valida nei punti vendita che espongono la locandina dell’iniziativa, dove sono presenti i prodotti promozionati salvo
esaurimento scorte. I prezzi possono subire variazioni nel caso di eventuali errori tipografici o modifiche alle leggi fiscali. Le
foto sono solo rappresentative dei prodotti. Il cliente può esercitare il diritto di recesso entro giorni 10 dalla data di sottoscrizione
della nota d’ordine, tramite semplice restituzione del bene presso il punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto.
L’olio di chi ama l’olio.
Nell’olio extravergine di oliva la tradizione è molto più di un valore simbolico. Da
sempre l’Oleificio Viola interpreta fedelmente l’anima genuina e magica di questo prodotto millenario, accostandosi ad
esso con tutto l’amore e il rispetto che
solo un’azienda a carattere familiare
riesce ad infondere nel proprio lavoro.
LA COLOMBARA Ideale per la tavola, ha un
gusto delicatamente aromatico e un basso indice di acidità.
BRUNO VIOLA L’olio più prezioso, per i veri
intenditori. È conservato in bottiglia scura per proteggere profumo e gusto.
BARDO È l’olio da usare tutti i giorni in famiglia, per
un’alimentazione sana ma, al tempo stesso ricca di sapore.
OLEIFICIO VIOLA & C.
Bardolino (VERONA) - Tel. 045/7210143 - Fax 045/6212299
e-mail [email protected] / Internet www.oleificioviola.com
aprile 2016 - cooperazionetraconsumatori
39
più convenienza al socio
PRENOTAZIONE
ENTRO IL 16 APRILE 2016
CONSEGNA DAL 23 AL 31 MAGGIO 2016
TRAPUNTINO DOUBLE LE TELE NATURALI BIANCALUNA
nr.
117
TV 22”LED
FHD TREVI
LTV2204 SAT
Solo per i Soci
179,00 €
- Tessuto esterno double in cotone 100% con filato 40/40
- Imbottitura interna in poliestere siliconato 100 g/mq
- Prodotto in Italia
CORDA
GRIGIO
AZZURRO
nr.
nr.
nr.
Solo per i Soci
1 PIAZZA
cm 175x270
85
86
87
28,90 €
Solo per i Soci
1 PIAZZA
E 1/2
cm 220x270
nr.
88
nr.
89
nr.
90
34,90 €
Solo per i Soci
2 PIAZZE
cm 260x270
nr.
91
VARIANTE J12
nr.
92
nr.
93
VARIANTE
J13
39,90 €
- Ricevitore TV per il sistema
Digitale Satellitare DVBS
MPEG2/MPEG4 per
visualizzare canali in chiaro
“free to air”
- Schermo LCD 22” (cm 54,6) 16:9 con
retroilluminazione a LED ad alta luminosità
- Tuner HD per visualizzare canali HD in
chiaro
- Display FULL HD 1080p (blue-ray®)
- Funzione HOTEL (blocco sorgenti, canali e
volume)
- Risoluzione max 1920x1080 FULL HD dpi
- Luminosità 250cd/m²
- Contrasto 3000:1
- Connessione CAM per visualizzazione
canali Pay per View
-
Telecomando per tutte le funzioni
Funzione TELETEXT
Funzione spegnimento automatico
Ingresso HDMI, USB 2.0
Ingressi SCART, mini-Y/Pb/Pr a jack, mini
– Audio/Video a jack
Ingresso VGA/audio PC
Uscita presa cuffie e audio coassiale
Standard VESA 100 per montaggio a parete
Doppia alimentazione: Rete 230V/50Hz
DC 12V con cavo presa accendisigari in
dotazione
Classe efficienza energetica B
Dimensioni con piedistallo: mm
508x176x342 H; senza piedistallo: mm
508x81x308 H
TELO ARREDO/COPRILETTO NATURAL
VARIANTE J12
VARIANTE J13
BEIGE
AZZURRO
GRIGIO
BEIGE
GRIGIO
nr.
nr.
nr.
nr.
nr.
- Telo arredo/copriletto in
tessuto 80% cotone+20%
altre fibre
- Lavorazione jacquard
- Prodotto in Italia
Solo per i Soci
1 PIAZZA
cm 160x280
94
95
96
100 101
12,90 €
Solo per i Soci
2 PIAZZE
cm 250x280
40
cooperazionetraconsumatori - marzo 2016
nr.
97
nr.
98
nr.
99
nr.
nr.
102 103
17,90 €
LIBRI
“I VILLAGGI DAI CAMINI SPENTI” VOLUME 1
“I VILLAGGI DAI CAMINI SPENTI” VOLUME 2
nr.
nr.
116
nr.
119
120
VOL. 1
VOL. 2
IDROPULITRICE NINJA PLUS 130
CON LAVAPATIO LAVOR
nr.
110
Un reportage fotografico dalle vallate del Trentino, tra
cronaca e storia, in 2 volumi. Il racconto di comunità che
si vanno assottigliando, con le case abbandonate sulle
quali spuntano i cartelli “vendesi”. L’inchiesta rivela anche
storie che vanno controcorrente. Ecco il maestro che ha
preferito la stalla alla scuola, o l’impiegato che ha lasciato
il posto fisso per fare l’allevatore…
Solo per i Soci
19,90 €
cadauno
BATTERIA ABSOLUTA 8PZ TOGNANA
Solo per i Soci
99,50 €
Solo per i Soci
113,90 €
- Idropulitrice ad acqua
fredda 130 bar max
- Potenza 1800 W
- Portata 420 l/h
- Pistola con attacco
rapido
- Tubo alta pressione 6
metri
- Lancia con ugello
standard + ugello turbo,
spazzola fissa, spazzola
lavapavimenti
- Serbatoio detergente
esterno
- In alluminio forgiato per garantire
leggerezza e un’ottima conducibilità termica
- Esclusiva superficie interna Floatech,
esterno finitura nero matt
- Fondo Flat adatto a tutti i tipi di cottura inclusa induzione
- I manici delle padelle e della casseruola cm 16
si rimuovono per guadagnare
spazio in cucina e per la cottura
al forno
- Composizione
- casseruola 1 manico: cm 16
- casseruola 2 manici:
cm 20 e 24
- padella 1 manico: cm 24 e 28
- coperchi in vetro temperato con foro: cm 16 - 20 – 24
nr.
115
CAPPUCCINATORE FOMINI JET CASO GERMANY
Solo per i Soci
49,90 €
- Ideale per latte macchiato, cappuccino, cioccolata e
frappè, sia caldo che freddo,
- Il latte può essere versato freddo, in pochi secondi
il milk shaker riscalda e forma la crema grazie al
potente dispositivo rotante (fino a 5000 rotazioni al
minuto),
- Rivestimento interno antiaderente per evitare
bruciature, esterno laccato,
nr.
111
PORTA DOLCI/SALATI PIEGHEVOLE
CON ALZATA EMSA
Solo per i Soci
34,90 €
- Extralarge, anche per
torte di grandi dimensioni
(fino a 15,5 cm altezza,
ø fino a 30 cm e
fino a kg 3,5 di peso)
- Pieghevole fino al 50% in meno di spazio occupato
- Piatto con guide per le fette incluso
- Chiusura safe lock sicura 100%
- Colore rosso
-
Coperchio trasparente
Capacità di schiumatura: ml 100-150
Capienza: ml 100-250
Dimensioni: Ø cm 11,8x19,5 H (incluso coperchio)
Potenza 420-500 W - con interruttore accensione/
spegnimento automatico
MESCOLATORE MIXI’ ARIETE 619
Solo per i Soci
- Mescolatore automatico senza filo, ideale per preparare polenta,
risotti, ragù, besciamella, marmellata e tutto ciò che richiede di
essere mescolato continuamente.
- Misure regolabili in altezza: cm 8,5-17,5 e in larghezza cm 16-26
- Due velocità selezionabili
- Funzionamento cordless
- Batteria ricaricabile, di lunga durata (circa 2h)
- Interamente smontabile
- Dimensioni prodotto cm 40x18x27
- Tasto On-Off
47,90 €
nr.
113
nr.
112
ARANCIO
nr.
114
VIOLA
GIALLO
Offerta valida nei punti vendita che espongono la locandina dell’iniziativa, dove sono presenti i prodotti promozionati salvo
esaurimento scorte. I prezzi possono subire variazioni nel caso di eventuali errori tipografici o modifiche alle leggi fiscali. Le
foto sono solo rappresentative dei prodotti. Il cliente può esercitare il diritto di recesso entro giorni 10 dalla data di sottoscrizione
della nota d’ordine, tramite semplice restituzione del bene presso il punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto.
marzo 2016 - cooperazionetraconsumatori
41
più convenienza al socio
PRENOTAZIONE
ENTRO IL 16 APRILE 2016
CONSEGNA DAL 23 AL 31 MAGGIO 2016
TROLLEY DIAMANTE
MEDIA
cm 65x40x24
kg 3,3
PICCOLA
cm 54x35x21
kg 2,6
nr.
nr.
GRIGIO
121
123
nr.
nr.
122
ROSSO
Solo per i Soci
- Trolley in poliestere con 2 ruote
- Tasca frontale superiore
- Misure da cabina adatte per
compagnie Low Cost
- Chiusura TSA
per dogana USA
nr.
- Misure
cm 55x40x20
- Peso kg 2,5
NERO
- Colori rosso o nero
43,90 €
125
124
Solo per i Soci
TROLLEY VULCANO
Solo per i Soci
nr.
126
ROSSO
55,90 € 47,90 €
-
Trolley in ABS con 4 ruote piroettanti
Scomparto divisorio interno
Chiusura TSA per dogana USA
Colori grigio o rosso
nr.
106
nr.
105
329,00 €
108
109
- Pergola in metallo
color antracite
- Pali in ferro mm 73x73
- Travi in alluminio
mm 50x31
- Copertura scorrevole
in poliestere, colore
grigio
- Misure mt 3x3x2,34h
TENDA BUTTERFLY GAZ 500
107
cooperazionetraconsumatori - aprile 2015
- Struttura in ferro ø
mm 75 epoxy bianco
- Telo poliestere,
colore bianco
- Misure mt 3,5x3,5x
2,87 / 2,21 H
139,00 €
Solo per i Soci
229,00 €
104
DONDOLO
3 POSTI
SV 113
459,00 €
SEDIA MONEGLIA IN
ALLUMINIO WOOD CHE 31G
Solo per i Soci
nr.
Solo per i Soci
- Struttura in allumino, color grigio
- Schienale e seduta in resina Wood, colore champagne
- Impilabile
42
- Struttura in ferro
mm 40x40 epoxy
grigio antracite
- Telo poliestere,
color sabbia
- Misure mt
3x4x 2,51 / 2,09 H
TAVOLO RIOMAGGIORE IN
ALLUMINIO WOOD RTE 54
- Tavolo allungabile,
struttura in allumino
color champagne
- Piano in resina Wood,
colore grigio
- Misure cm 89x150/210
nr.
nr.
PERGOLA IN METALLO GAZ
503
Solo per i Soci
nr.
PERGOLA A PARETE
IN FERRO GAZ 361
Solo per i Soci
69,00 €
- Dondolo 3 posti
- Struttura ø mm 48 color
antracite
- Telo textilene nero
- Portata kg 240
- Misure cm 200x125x182 H
Solo per i Soci
189,00 €
più convenienza al socio
mangiare
PRENOTAZIONE
ENTRO IL 28 MAGGIO 2016
CONSEGNA DALL’1 APRILE AL 31 MAGGIO 2016
PRENOTA I GERANI
PRESSO LA TUA
FAMIGLIA COOPERATIVA
Geranio edera
Fiore semplice di colore rosso,
lilla, rosa e bianco a fioritura precoce.
Vaso cm 10 - Colli da 15 pezzi
A tutto fiore!
Geranio zonale
Fiore doppio di colore rosso,
lilla, rosa e bianco a fioritura precoce.
Vaso cm 10 - Colli da 15 pezzi
✁
BUONO “GERANI”
Da presentare alla cassa della Famiglia Cooperativa
presso la quale sei Socio.
15 Gerani
(vaso cm. 10) al pz. e 0,95
a soli
E
14,25
Promozione valida esclusivamente per l’acquisto di colli interi (15 vasi).
Il socio non ha limiti di acquisto.
Offerta valida nei punti vendita che espongono la locandina dell’iniziativa, dove sono presenti i prodotti promozionati salvo
esaurimento scorte. I prezzi possono subire variazioni nel caso di eventuali errori tipografici o modifiche alle leggi fiscali. Le
foto sono solo rappresentative dei prodotti. Il cliente può esercitare il diritto di recesso entro giorni 10 dalla data di sottoscrizione
della nota d’ordine, tramite semplice restituzione del bene presso il punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto.
aprile 2015 - cooperazionetraconsumatori
43
più convenienza al socio
convenzioni
Carta In Cooperazione
OFFERTA
DALL’1 APRILE AL 31 MAGGIO 2016
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI NEL TUO PUNTO VENDITA
SACCOLETTO A COPERTA LAGUNA LITE
Solo per i Soci
CUSCINO GONFIABILE
NANNA
BEAUTY DA VIAGGIO OUTBACK
- Spazioso beauty-case con gancio in
metallo per poterlo appendere
- Dotato di specchio, due grandi tasche
con cerniera, sette tasche a rete
- Cerniera perimetrale
- Colore verde/nero
- Misure
cm 26x10x57H
(appeso)
anziché E 27,90
20,90 €
- Completo di pratico
cappuccio
- Compatto e facile da
trasportare
- Apribile completamente a
coperta mediante cerniera
a 2 vie
- Ideale per campeggio
estivo, per caravan e moto
- Misure aperto
cm 185x25x75
- Chiuso ø cm 14 x 24,5
- Peso g 660
- Cuscino poggiatesta gonfiabile
- Fodera esterna misto cotone
(30% Cotton, 70% Polyester)
- Misure cm 41x33
Solo per i Soci
Solo per i Soci
anziché E 8,90
anziché E 17,90
7,90 €
MATERASSINO GONFIABILE
ALVEOBED DOUBLE
- I materassini
Alveobed sono
comodi, pratici e
resistenti, ideali per
lettini da campeggio
- Con valvole Boston
- Colore grigio/verde
- Sacca custodia
inclusa
- Misure aperto
cm 220x142
- Sacca ø cm 25x36 H
15,90 €
PLAID PICNIC
- Coperta picnic
leggermente imbottita
con lato superiore
in resistente fibra
sintetica e lato
inferiore in tessuto
impermeabile ed
antisdrucciolo
- Ripiegabile
- Misure cm 200x150
Solo per i Soci
Solo per i Soci
anziché E 56,90
anziché E 17,90
48,90 €
SEDIA
PIEGHEVOLE
CRUISER
cooperazionetraconsumatori - marzo 2015
TAVOLO
PIEGHEVOLE
SILVER
GAPLESS 4
Solo per i Soci
anziché E 34,50
28,90 €
- Confortevole sedia pieghevole con braccioli
imbottiti e sostegno laterale della seduta
- Grande stabilità grazie alla struttura in
acciaio ed alle basi larghe regolabili
- Robusto tessuto di poliestere
- Portata massima 110 kg
- Colore blu
- Completa di sacca custodia
44
14,90 €
- Tavolo realizzato
interamente in alluminio con
ripiano a listelli, ottima stabilità
- Arrotolabile, montaggio rapido
- Completo di sacca custodia
- Misure cm 140x81x70H
Solo per i Soci
anziché E 69,90
65,90 €
coltivare
TENDA HOT RUN
Solo per i Soci
anziché E 57,90
49,90 €
- Tenda a cupola con doppio
tetto
- Entrata anteriore con
protezione antipioggia e
bocca di areazione
- Completa di accessori di
montaggio e borsa custodia
- Adatta per 3 persone
- Colore grigio/blu
- Misure cm 210x210x130H
OFFERTA
DALL’1 MARZO AL 30 APRILE 2016
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI NEL TUO PUNTO VENDITA
RASAERBA
A SCOPPIO
BL 460 S
RASAERBA
A SCOPPIO
BL 410
RASAERBA
ELETTRICO
BL 320 E
TAGLIABORDI
ELETTRICO
T 350 E
Solo per i Soci
Solo per i Soci
Solo per i Soci
Solo per i Soci
anziché E 249,00
anziché E 219,00
anziché E 79,90
anziché E 39,90
239,00 €
199,00 €
MOTOSEGA A SCOPPIO A 4000
64,90 €
ELETTROSEGA
EA 1800
29,90 €
DECESPUGLIATORE A
SCOPPIO BS 25 J
Solo per i Soci
Solo per i Soci
Solo per i Soci
anziché E 179,00
anziché E 89,00
anziché E 129,90
139,00 €
64,90 €
109,00 €
ASSISTENZA TEL 0461-823575
Offerta valida nei punti vendita che espongono la locandina dell’iniziativa, dove sono presenti i prodotti promozionati salvo
esaurimento scorte. I prezzi possono subire variazioni nel caso di eventuali errori tipografici o modifiche alle leggi fiscali. Le
foto sono solo rappresentative dei prodotti. Il cliente può esercitare il diritto di recesso entro giorni 10 dalla data di sottoscrizione
della nota d’ordine, tramite semplice restituzione del bene presso il punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto.
marzo 2015 - cooperazionetraconsumatori
45
più convenienza al socio
OFFERTE VALIDE SOLO AL COOP SUPERSTORE
TRENTO ROVERETO
Via Degasperi, 1-17
tel 0461 - 362600
Via del Garda, 95
tel 0464 - 426000
PRENOTAZIONE DAL 29 MARZO AL 20 APRILE - CONSEGNA A PUNTO VENDITA ENTRO 15 GIORNI
MACCHINA PER CUCIRE TOYOTA JCB15
SMARTPHONE ASUS ZENFONE2
ZE500KL DUAL SIM
SMARTPHONE HUAWEI ASCEND
Y520 DUAL SIM
-
- Display 4,5”
- Rete 3G
- Sistema Operativo
Android 4.4
- Processore Dual
Core 1.3 GHz
- Dual Sim
- Ram 512 Mb
memoria 4GB
incluso sistema
operativo
- Fotocamera 5
Megapixel
- Batteria 1730 mAh
- Bluetooth 4.0,
WiFi
- Hsdpa 21Mbps
- Garanzia 2 anni
-
-
15 Punti
Rammendo
21 Operazioni cucito
Luce incorporata
Asolatore automatico
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€
€
-
Cucitura elastica
Avvolgi bobina
Ricamo
Punto a zig zag
Garanzia 2 anni
159,00
139,00
124,00
-
SCONTO
%
22
Display 5”
Rete 4G LTE
S.O. Android 5.0
Processore Quad
Core 1.2 GHz
Dual Sim
Ram 2 GB
Memoria 16GB
incluso S.O.
Fotocamera 8
Megapixel
Batteria 2070
mAh
BT 4.0
WiFi
Hsdpa 42,2
Mbps
Garanzia 2 anni
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€
€
199,00
174,00
159,00
SCONTO
%
20
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€
€
99,00
85,00
79,00
SCONTO
%
20
OFFERTA DAL 29 MARZO AL 13 APRILE
POLO UOMO MEZZA MANICA LACOSTE
PANTALONE UOMO CHINO CARRERA
JEANS UOMO LEGGERO CARRERA
- Colori assortiti
- Modelli e colori assortiti
- Taglie dalla 48 alla 58
- Colori assoriti
- Taglie dalla 48 alla 58
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€
€
74,00
59,00
49,00
SCONTO
%
33
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€
€
35,00
30,00
22,00
SCONTO
%
37
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€
€
35,00
30,00
22,00
SCONTO
%
37
più convenienza al socio
OFFERTE VALIDE SOLO AL COOP SUPERSTORE
TRENTO ROVERETO
Via Degasperi, 1-17
tel 0461 - 362600
Via del Garda, 95
tel 0464 - 426000
PRENOTAZIONE DAL 7 APRILE AL 31 AGOSTO - CONSEGNA A DOMICILIO DAL FORNITORE
CASETTA IN LEGNO GEORGIA
CASETTA IN LEGNO LIVERPOOL
-
Costruzione a pannelli
Pavimento incluso
Guaina inclusa
Pareti, tetto e pavimento in perlinato abete 20 mm
Ferramenta inclusa
Vetro incluso
Dimensioni: esterne cm 295x290; interne cm 291x285
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
-
€
€
650,00
587,00
525,00
975,00
SCONTO
%
11
CASETTA IN LEGNO OREGON
Costruzione a pannelli
Pavimento non incluso
Guaina inclusa
Pareti, tetto e pavimento in perlinato abete 15 mm
Ferramenta inclusa
Fissaggio a terra incluso
Vetro incluso
Dimensioni: esterne cm 193x200; interne cm 183x190
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€ 1.100,00
€ 1.037,00
-
Costruzione a pannelli
Pavimento incluso
Guaina inclusa
Pareti, tetto e pavimento in perlinato abete 20 mm
Ferramenta inclusa
Vetro incluso
Dimensioni: esterne cm 200x194; interne cm 196x190
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
SCONTO
%
19
€
€
725,00
685,00
645,00
SCONTO
%
11
PRENOTAZIONE DAL 21 APRILE AL 4 MAGGIO - CONSEGNA A PUNTO VENDITA ENTRO 15 GG
SALOTTO DANA
-
Salotto Dana in resina con cuscini
Divano cm 124x65x77
2 poltrone cm 65x65x77
1 tavolino cm 54x79x38 H
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€
€
279,00
239,00
199,00
SCONTO
%
28
DONDOLO DA GIARDINO 3 POSTI TIPO CLASSIC
-
Telaio in acciaio verniciato ø 60 mm
Molleggio in acciaio di sedile e schienale
Cuscini imbottiti 8 cm
Tessuto 100% poliestere
Sfoderabili e reversibili
Tettuccio in poliestere resistente alle intemperie
2 tasche laterali portaoggetti
1 volant salva materasso
2 tavolette laterali rimovibili
Seduta utile cm 172
Dimensioni totali cm 250x102x165 H
PREZZO
OFFERTA
PREZZO
SOCI
€
€
299,00
265,00
229,00
SCONTO
%
23
Fly UP