...

2 OCCHI 2 NONNI - Orecchio Acerbo

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

2 OCCHI 2 NONNI - Orecchio Acerbo
2 OCCHI 2 NONNI I-IV COVER
ALFREDO STOPPA · PIA VALENTINIS
6-06-2007
12:16
Pagina 1
2 OCCHI 2 NONNI
orecchio acerbo
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 1
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 2
© 2007 Alfredo Stoppa (per il testo)
© 2007 Pia Valentinis (per i disegni)
© 2007 orecchio acerbo s.r.l.
viale Aurelio Saffi, 54 - 00152 Roma
www.orecchioacerbo.com
UN RACCONTO DI ALFREDO STOPPA IILLUSTRATO DA PIA VALENTINIS
2 OCCHI 2 NONNI
Grafica orecchio acerbo
Stampato su carta Fedrigoni Canova
Elemental Chlorine Free
Finito di stampare nel mese
di luglio 2007
orecchio acerbo
da Telligraf - Civita Castellana (Viterbo)
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 4
6
IO HO
ANNI E GLI ALTRI MI CHIAMANO BAMBINO.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 6
2 CANI CHE FANNO PIPÌ SENZA ALZARE LA ZAMPA, HO 2 PALLONI MEZZI SGONFI
HO 2 SORELLE GRANDI CHE MI FANNO RIDERE
HO 2 ALBERI CHE FANNO UN PO’ OMBRA E UN PO’ NO, HO 2 ALBUM DI FIGURINE.
IO HO
IO HO
2
ORECCHIE
2 2 2 2
BRACCIA
MANI
GAMBE E
PIEDI.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 8
IO HO DUE OCCHI UGUALI E DUE NONNI DIVERSI.
IO HO DUE NONNI CHE HANNO OCCHI DIVERSI.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 10
MIO NONNO POTENTE ARRIVA DALLA CITTÀ CON UNA MACCHINA GRANDE,
ARRIVA CON UNA NONNA PICCOLA E FA SEMPRE TANTA CONFUSIONE.
MI PRENDE
MI RIDE
FORTE
FORTE
IN BRACCIO
MI STRINGE
NELLE ORECCHIE E INTANTO PARLA
FORTE
FORTE
LE GUANCE
ALLA MAMMA.
MIO NONNO POTENTE MI FA TANTI REGALI,
UN SACCO DI GIOCATTOLI TUTTI UGUALI E TUTTI LUCIDI COME QUELLI DELLA PUBBLICITÀ,
PIENI DI CARTA COLORATA E NASTRI.
LI BUTTA SUL TAVOLO DELLA CUCINA,
VUOLE CHE LO BACI E GLI DICA GRAZIE MENTRE LUI, INTANTO,
CHIACCHIERA E CHIACCHIERA.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 12
Mio nonno gentile arriva in bicicletta, arriva da solo e cammina senza far rumore come un fantasma.
Mi sfiora la testa con la mano, mi accarezza il viso, sorride e si siede vicino a me.
1
quando torna da un viaggio, mi porta
1
Mio nonno gentile,
soldatino di gomma, una volta
1
cowboy, una volta
pellerossa.
Li tiene chiusi nella mano, io indovino subito in quale, e lui allora fa una faccia buffa.
Io mi giro per baciarlo e lui è già a cavallo della sua bici: a me sembra un eroe del Far West.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
IO HO
MIO NONNO POTENTE HA
6
12:06
Pagina 14
ANNI E GLI ALTRI MI CHIAMANO BAMBINO.
2 2
CASE
UFFICI
2 2
AUTO
TELEFONINI
2
GATTI CICCIONI.
QUANDO VIENE A MANGIARE DA NOI PORTA UN SACCO DI ROBA DAL SUPERMERCATO, PARLA SEMPRE DI INVESTIRE,
CHIAMA LE PERSONE NON CON IL LORO NOME MA DICE
“LA GENTE”
E DISCUTE CON I MIEI GENITORI SENZA ASCOLTARE MAI LE RISPOSTE.
MIO NONNO POTENTE DICE SEMPRE CHE NELLA VITA DEVO FARMI VALERE, CHE SONO IL PIÙ INTELLIGENTE,
CHE SONO FURBO COME LUI, CHE DEVO STUDIARE PER DIVENTARE IMPORTANTE,
CHE NON DEVO FARE COME LE MIE SORELLE E CHE, SE SEGUIRÒ QUELLO CHE DICE LUI, NON AVRÒ MAI PROBLEMI DA GRANDE.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
Io ho
6
12:06
Pagina 16
anni e gli altri mi chiamano bambino.
Mio nonno gentile sta in una casa di campagna,
se va lontano prende il treno (lui dice quello che va più piano, ma io non so se scherza),
ha un cane più vecchio di lui, tanti quadri a colori appesi al muro, una montagna di libri pieni di pagine
e su un tavolino rotondo un fiore e la foto della nonna da giovane.
Quando viene a pranzo da noi porta un bottiglione di vino per il papà,
del rosmarino per la mamma e un cartoccio di mele verdi per me.
Parla un po’ con i miei, poi mi racconta cosa combinava da piccolo, si inventa delle filastrocche strambe
e ricorda spesso un suo amico pittore.
Conosce tante storie perché, dice, ha ascoltato la voce degli altri:
io non capisco cosa vuol dire ma gli credo.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
IO HO
6
12:06
Pagina 18
ANNI E GLI ALTRI MI CHIAMANO BAMBINO.
MIO NONNO POTENTE QUANDO INCONTRA MIO NONNO GENTILE FA UNA FACCIA STRANA,
POI LO SALUTA A VOCE ALTA, GLI CHIEDE COME STA DI SALUTE E QUANDO PENSA DI CAMBIARE QUELLA SUA TESTA MATTA.
E INTANTO
RIDE
RIDE
RIDE
ANCHE SE LA NONNA GLI FA CENNO DI SMETTERE.
METTE IN MOTO LA MACCHINA E PARTE STROMBAZZANDO...
IO GLI FACCIO CIAO CON LA MANO E TORNO A GIOCARE.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 20
Mio nonno gentile quando vede mio nonno potente fa un piccolo movimento con la testa,
gli sorride appena e va a sedersi su una grande sedia di legno.
Tira fuori dalla tasca un libro e si mette a leggere, nasconde gli occhi dentro le pagine e, sono sicuro,
immagina tante altre cose, lontane dal mio cortile.
Quando se ne va saluta tutti e si ferma un attimo da me: mi arruffa i capelli e mi guarda dentro...
Io gli faccio ciao con il cuore e mi metto a pensare.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
Io ho
12:06
Pagina 22
6
anni e gli altri mi chiamano bambino.
Io, a volte, mi sento un po’ matto, mi viene una voglia gigantesca di correre,
le gambe non sono capaci di stare ferme e vanno dietro a una farfalla o inseguono un piccione,
mi piace sentire il vento che mi entra forte in bocca e mi fa girare la testa, immagino di essere una specie di uccello
e faccio dei versacci che superano il rumore dei camion che passano sulla strada che taglia il paese.
A volte, quando gioco a volare, i grandi mi dicono di stare calmo e di fare qualcosa di meno esagerato.
A volte mi diverto a non far niente, mi siedo sotto il mio abete spelacchiato
e mi metto a raccogliere tutti i sassi bislunghi che mi stanno in una mano
o seguo con gli occhi il su e giù delle formiche (un giorno ne ho contate
)
o guardo il muro della casa del vicino che è pieno di macchie grigie
con la faccia di strani animali disegnati dalla pioggia.
112
A volte quando gioco per terra i grandi mi dicono di non stare lì imbambolato e di fare qualcosa di più divertente.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 24
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 26
IO HO
6
ANNI E GLI ALTRI MI CHIAMANO BAMBINO.
CERTE VOLTE MIO NONNO POTENTE MI CHIAMA VICINO E MI ALLUNGA UNA MONETA TUTTA DI CARTA.
LA MAMMA DICE CHE SONO TROPPI SOLDI PER UN BAMBINO
MA LUI RIDACCHIA SODDISFATTO E MI FA L’OCCHIOLINO.
QUANDO POI SE NE VA, LA MAMMA MI FA METTERE QUELLA CARTA IMPORTANTE NEL MIO SALVADANAIO:
ADESSO È ABBASTANZA PIENO,
STA LÌ DA SOLO SU UNA SCANSIA E IO NON LO TOCCO MAI.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 28
Un giorno mio nonno gentile ha tirato fuori dal panciotto una scatoletta,
come sempre ha messo le braccia dietro la schiena, poi i pugni chiusi davanti alla mia faccia.
Ha sorriso e con un cenno della testa mi ha spinto a scegliere una delle due mani:
ho vinto, e dalla scatoletta è uscito un vecchio orologio da taschino.
Adesso è tutto mio! Una volta, mi ha raccontato, era del suo nonno e veniva da lontano,
al di là delle montagne, da una città che si chiama Parigi.
Lo tengo sul mio comodino, tra le figurine dei calciatori e il mio peluche preferito.
5
Il giorno del mio compleanno numero
il nonno gentile mi ha regalato tre monete di ferro:
erano dure e lucenti e le aveva trovate in un paese dal nome buffo che si chiama Slovacchia.
Nessun bambino della mia classe ha un tesoro così ricco!
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
Io ho
12:06
Pagina 30
6
anni e gli altri mi chiamano bambino.
Alberto e Nicola sono due miei amici e quando vengono a trovarmi giochiamo a più giochi possibili,
un po’ alla guerra, un po’ disegniamo, un po’ con i dinosauri, ma soprattutto facciamo tante partite a pallone.
Prima, nessuno di noi vuole fare il portiere, poi si fa a turno e tiriamo la palla forte
fino a far tremare il cancello di ferro.
Strilliamo come matti, e ci scartiamo, ci diamo spintoni, ci tiriamo calci, caschiamo per terra,
e così possiamo battere un sacco di rigori.
Ci divertiamo assieme, anche se teniamo per tre squadre diverse.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 32
IL NONNO POTENTE, QUANDO CI VEDE GIOCARE, SI METTE COMODO SU UNA SEDIA
E URLA CHE DOBBIAMO DIVENTARE
ANCORA PIÙ BRAVI E PIÙ FURBI
SE DA GRANDI VOGLIAMO FARE QUEL LAVORO.
DICE CHE SI FANNO MUCCHI DI SOLDI A TIRARE PALLONATE E SE SEI DAVVERO IN GAMBA
TI COMPRANO,
TI VENDONO
E TI RIEMPIONO DI ORO,
DI AUTO VELOCISSIME
E VAI SEMPRE IN TV.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 34
Il nonno gentile, invece, viene a giocare con noi, sa fare dei tiri al volo e anche delle rovesciate,
ma si fa anche scartare come un pollo o, se sta in porta, si fa passare la palla sotto le gambe.
Io e i miei amici lo prendiamo in giro.
Lui dice che è fantastico correre dietro a un pallone,
ma poi ci racconta che i campioni di adesso pensano solo ai soldi e che quando li intervistano in tv
ripetono sempre le stesse parole, come i robot.
Poi, fa due giri sulla bici, intorno, stacca di colpo le mani dal manubrio, fa finta di agitare al vento un cappello,
fischia un’arietta da circo, lancia nel cielo il cilindro, urla:
“GOOOAAALLL!”
e, scampanellando, pedala via.
Gli corriamo dietro con gli occhi finché diventa un puntino blu.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
Io ho
6
12:06
Pagina 36
anni e gli altri mi chiamano bambino.
Io, certe notti, faccio dei sogni brutti, mi sveglio di colpo con una paura pesante che mi schiaccia.
Allora m’infilo nel letto di mamma e papà, me ne sto fermo in mezzo, e aspetto che i mostri si sciolgano.
Di giorno non parlo mai della mia paura con i grandi, tanto so già
che la mamma mi dice che non devo più vedere certi film alla tv,
che il papà, per farmi contento, ci scherza su,
e che il nonno potente mi prende in giro e mi chiama fifone.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 38
Una sera, dopo cena, ho raccontato un incubo al nonno gentile.
Mi ha fatto sedere sulle sue gambe e mi ha svelato un grande segreto:
anche lui da piccolo vedeva nel buio delle brutte facce schifose e poi, proprio come me, tremava sotto le coperte
aspettando, tutto agitato, la luce del primo sole.
Succede, mi ha spiegato, perché i bambini, anche se non se ne accorgono, hanno in testa come delle antenne
e così, di giorno, sono capaci di sentire tante parole e vedere tante cose che ai grandi sfuggono.
Alcune, quelle che li fanno sentire troppo tristi e soli, di notte ritornano, passano attraverso i muri e,
approfittando del buio, corrono per la stanza e si divertono a fare scherzacci paurosi.
Molte volte, però, se uno fa un brutto sogno è solo perché si è pappato una fetta chilometrica
di formaggio puzzolente, e allora la colpa
è solo esclusivamente del suo chilometrico appetito.
Il nonno si fa serio, butta fuori la pancia, gonfia le guance come un rospo e fa:
“BUM”
Io scoppio a ridere, e anche lui ride.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 40
12
Io ho
anni e gli altri non mi chiamano più bambino.
Ieri, alla mia festa di compleanno, c’era solo un nonno e una nonna.
Il mio nonno gentile non è venuto perché da poco è partito per un viaggio interminabile.
Io lo penso, sì, quando è sera mi viene voglia di parlare con lui.
Come una volta quando ero bambino, lo penso.
Lui sta seduto in un vagone, è un treno di quelli che vanno piano e si fermano in tutte le stazioni del mondo.
Lui è là, davanti al finestrino. Guarda fuori. Fuori nevica. Dentro, il treno è vuoto, silenzioso, e profuma.
Lui chiude l’ultima pagina dell’ultimo libro.
Stringe nella mano una scatoletta luccicante.
Socchiude gli occhi e, come una volta, quando ero bambino, mi pensa.
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 42
2OCCHI2NONNI X PDF
6-06-2007
12:06
Pagina 44
2 OCCHI 2 NONNI I-IV COVER
euro 12,00
6-06-2007
12:16
Pagina 2
Fly UP