...

IL GIORNALE -14/07/06 [GDB] L`ANNO SCORSO AVEVANO

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

IL GIORNALE -14/07/06 [GDB] L`ANNO SCORSO AVEVANO
IL GIORNALE -14/07/06 [GDB]
L’ANNO SCORSO AVEVANO PRESO IL CHRYSLER BUILDING NEW YORK, GLI
ITALIANI COMPRANO UN GRATTACIELO SIMBOLO DELLA CITTÀ UNA SOCIETÀ
DI GESTIONE IMMOBILIARE ACQUISISCE IL CELEBERRIMO FLATIRON,
L’EDIFICIO A FORMA DI FERRO DA STIRO
Quando lo ideò, Daniel Burnham pensò di aver fatto un capolavoro. Non era un tipo modesto Burnham,
però non si sbagliava. il Flatiron Building è il grattacielo più antico di New York ed è rimasto il più
incredibile. Da oggi uno dei simboli della Manhattan dei primi del Novecento è italiano. A comprare
l’edificio è stata Sorgente Sgr, la società di gestione del risparmio del settore immobiliare che due anni fa
già acquisì una delle icone di New York, il Chrysler Building. La valutazione del Flatiron, che da circa 40 anni
è quasi interamente locato alla casa editrice tedesca Holtzbrinck Publishers, è di 120 milioni di dollari (quasi
95 milioni di euro), pari a 6mila dollari al metro quadro.
L’edificio si trova tra la Quinta Strada e Broadway: fu completato nel 1902 su progetto di Burnham e
commissione della compagnia di costruzione di George Fuller.
Per la sua particolare forma a ferro da stiro, resa necessaria dalla convergenza delle due strade, venne
denominato Flatiron (ferro da stiro, appunto). Il capolavoro non era solo nella forma: il Flatiron è stato il
primo grattacielo autonomo fornito di un sistema antincendio e dotato di una centrale termica per la
produzione di energia il cui vapore residuo viene utilizzato per riscaldare gli ambienti interni e per
alimentare l’originale meccanismo di funzionamento dell’ ascensore.
Con un’altezza di 87 metri distribuita su 22 piani, rappresentava poi, all’epoca, l’edificio più alto di New
York. Non solo. Verso la fine del 1902 venne infatti eretta la torre dell’ orologio del New York Life Building
che fece superare di parecchio il record. Con i suoi 180 centimetri di larghezza, il Flatiron però non è
riuscito a perdere il primato di palazzo più stretto. Per questo qualcuno lo definì «l’anoressico». Anzi, a dirla
tutta, lo definì così proprio Burnham tra il serio e il divertito. I newyorkesi lo amano, anche se i più dubbiosi
amavano chiamarlo Burnham’s Folly.
La sottigliezza dell’edificio crea delle correnti d’aria particolari al livello della strada.
Tempo addietro un poliziotto aveva il compito di controllare che nessuno rimirasse troppo a lungo le
gambe delle donne, scoperte da quel vento malizioso.
Fly UP