...

IL BRUTTO ANATROCCOLO - professione Architetto

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

IL BRUTTO ANATROCCOLO - professione Architetto
PRIMA
EDIZIONE 2015
IL BRUTTO
ANATROCCOLO
CONCORSO DI IDEE PER RIQUALIFICARE LA CITTÀ
Il Comune di Calenzano e l’Università degli Studi di
Firenze, Dipartimento di Architettura DIDA, indicono
un concorso di idee sul tema della riqualificazione
di manufatti non più integrati nel contesto urbano di
Calenzano.
ART. 1 - OGGETTO DEL CONCORSO
Oggetto del concorso è la riqualificazione di tre manufatti non più integrati nel contesto urbano
di Calenzano.
Gli edifici-siti oggetto del bando sono:
- LA CABINA ELETTRICA DAVANTI ALLA SCUOLA PRIMARIA DI SETTIMELLO
- LA CABINA ELETTRICA A LATO DEL PONTE SUL CHIOSINA IN VIA GIUSTI
- IL CASOTTINO ALLA FERMATA DELL’AUTOBUS AL PONTE ALLA MARINA
Possono essere proposti progetti di restyling e di installazioni artistiche di ogni tipo realizzate
con qualsiasi materiale anche vegetale, purché non comportino interventi edilizi o modifiche
delle destinazioni d’uso degli immobili.
Un riferimento è l’intervento di riqualificazione della cabina elettrica di piazza Vittorio Veneto
di Calenzano che rappresenta un esempio di restyling di un manufatto che si trova in pieno
centro, ottenuto attraverso un’installazione vegetale e la realizzazione di un progetto artistico.
L’idea alla base di ogni concept deve essere quella di trasformare i problemi in opportunità,
di non nascondere gli edifici non più integrati nel contesto urbano, ma di evidenziarli e farli
diventare oggetti urbani completamente rinnovati con nuovi significati e in grado di suscitare
emozioni e riflessioni.
www.comune.calenzano.fi.it
ART. 2 - PARTECIPAZIONE AL CONCORSO
La partecipazione è gratuita e aperta a tutti i progettisti e a studenti italiani e stranieri. I progetti
potranno essere presentati da singoli o da gruppi. Nel secondo caso dovrà essere individuato
un rappresentante secondo quanto previsto dalla scheda di partecipazione allegata.
ART. 3 - ISCRIZIONE AL CONCORSO E ANONIMATO DEL PROGETTO
1. La consegna del materiale potrà essere effettuata per posta raccomandata A/R o a mano
presso: Comune di Calenzano (Piazza Vittorio Veneto, 12 Calenzano - Firenze) entro le ore
12:00 del 8 ottobre 2015.
2. Trascorso il termine per la scadenza della presentazione della proposta non è riconosciuta
valida alcuna altra proposta anche se sostitutiva od aggiuntiva a proposta precedente.
3. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente: Il Comune non si assume
responsabilità alcuna qualora, per qualsiasi motivo, il plico non venga recapitato entro il
termine.
4. Per le proposte pervenute in ritardo non sono ammessi reclami.
5. Ciascun progetto presentato dovrà essere contrassegnato da un titolo o da un motto
riportato sul plico inviato alla segreteria del Concorso. Tutti i materiali presentati nel plico
inviato dovranno essere contrassegnati esclusivamente dal titolo prescelto per identificare
il progetto. La mancanza di tale indicazione comporterà l’esclusione degli elaborati dal
premio. Una busta sigillata che riporta all’esterno solo il titolo o il motto conterrà i nomi dei
progettisti.
ART. 4 - ELABORATI RICHIESTI
1. Ogni partecipante potrà inviare più proposte progettuali.
2. Il materiale relativo alla proposta potrà essere rappresentato secondo una libera
impostazione grafica e compositiva nella quale sono ammesse tutte le tecniche, nonché
l’ausilio di informazioni fotografiche o descrittive sotto forma di testo scritto, per meglio
precisare tutte le informazioni ritenute necessarie per una migliore comprensione della
genesi progettuale.
3. Ogni partecipante dovrà altresì consegnare un CD/DVD, contenente le proposte salvate in
formato .jpg con risoluzione a 300 dpi.
ART. 5 - MODALITÀ DI CONSEGNA DEL MATERIALE
1. Le proposte devono essere consegnate, pena esclusione, sia in formato digitale, su CD/
DVD, in alta risoluzione (300 dpi in formato .jpg in quadricromia), sia stampate su carta in
formato A3.
2. Tutti i materiali presentati al concorso non verranno restituiti e restano di totale proprietà del
Comune di Calenzano e dell’Università degli Studi di Firenze (Dipartimento di Architettura)
che ne acquisiscono ogni diritto d’uso.
ART. 6 - COMMISSIONE GIUDICATRICE PER LA VALUTAZIONE DELLE
PROPOSTE
1. Dopo la scadenza del termine di presentazione delle proposte progettuali, si provvederà alla
nomina della Commissione giudicatrice per la valutazione delle proposte di cui al presente
concorso.
www.comune.calenzano.fi.it
2. I componenti la Commissione giudicatrice dovranno dichiarare ai sensi del DPR 445/00
che non hanno rapporti di parentela e di affinità fino al terzo grado di cui all’art. 51 c.p.c. e
l’inesistenza di cause di incompatibilità di cui alla L. 190/2012.
3. Il giudizio della Commissione giudicatrice è vincolante e insindacabile.
4. La Commissione, qualora ritenga che nessuno degli elaborati presentati corrisponda agli
obiettivi del concorso, ha facoltà di non procedere alla nomina del vincitore.
5. La Commissione, in accordo con il vincitore, potrà apportare alle proposte selezionate,
eventuali e non sostanziali modifiche, al fine di consentire una più ampia e meglio indirizzata
declinazione delle proposte progettuali prescelte.
6. Il giudizio della Commissione è insindacabile.
ART. 7 - CRITERI DI VALUTAZIONE
1.
2.
3.
4.
5.
6.
Originalità e innovatività del progetto.
Riconoscibilità e valenza del contenuto artistico e simbolico.
Appropriatezza ed adeguatezza del linguaggio grafico.
Realizzabilità dell’idea in relazione alla natura dei materiali e ai costi.
Eco-sostenibilità e attenzione alle tematiche ambientali.
Rispondenza alle richieste del bando.
ART. 8 - PROPOSTE SELEZIONATE AI FINI DEL CATALOGO
1. Il concorso, attraverso la Commissione giudicatrice e le modalità di valutazione descritte,
individuerà le proposte indicate come selezionate. All’interno delle proposte selezionate
saranno individuati i premi.
2. Il premio è così definito:
• Primo premio: € 500,00
• Secondo premio: € 300,00
• Terzo premio: € 200,00
3. Per proposte particolarmente meritevoli sono previste menzioni speciali, a discrezione della
Commissione giudicante, denominate “premi speciali della Commissione”.
ART. 9 - UTILIZZO E PROPRIETÀ
1. I partecipanti al concorso, in relazione alle proposte presentate, rispondono in proprio ed in
via esclusiva della violazione di eventuali diritti spettanti a terzi, comprese le violazioni del
diritto d’autore ed esonerano il Comune di Calenzano, l’Ateneo fiorentino e ogni membro
della Commissione Giudicatrice, nonché gli uffici universitari da ogni responsabilità.
2. Gli esecutori dei progetti selezionati per il catalogo, rinunciano ad ogni diritto di utilizzazione
commerciale dei progetti elaborati. I diritti, dal momento dell’acquisizione, diventano
proprietà esclusiva del Comune e dell’Ateneo.
3. Ogni concorrente si impegna a firmare una liberatoria dichiarando di rinunciare a ogni forma
di copyright sull’utilizzo dei materiali che rimane a uso esclusivo del Comune e dell’Ateneo.
4. Il Comune e l’Ateneo declina ogni responsabilità qualora dovesse arrecare danno nei
confronti di terzi.
5. Il concorrente si impegna ad autorizzare il Comune e l’Ateneo all’utilizzo, in relazione alle
norme in materia di riservatezza (Legge 675/96), dei propri dati.
www.comune.calenzano.fi.it
ART. 10 - TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
1. Il Comune e l’Ateneo tratteranno i dati personali forniti dai soggetti partecipanti,
esclusivamente per le finalità connesse all’espletamento del concorso del presente bando.
2. Il trattamento dei dati personali sarà improntato a liceità e correttezza nella piena tutela
dei diritti dei partecipanti ai sensi dell’art. 10 della Legge 675/96 e del Decreto Legislativo
196/2003.
3. Si prevede la possibilità che tutti i prodotti presentati, possano essere oggetto di mostra e
di pubblicazione.
4. La partecipazione al presente concorso con il deposito del materiale elaborato, contiene
l’implicita autorizzazione alla pubblicazione e all’esposizione dei prodotti elaborati.
ART. 11 - ACCETTAZIONE DELLE CLAUSOLE DEL BANDO
1. La partecipazione al concorso implica la conoscenza e l’incondizionata accettazione di tutte
le clausole contenute nel presente bando.
2. La partecipazione al concorso è gratuita.
www.comune.calenzano.fi.it
IL BRUTTO ANATROCCOLO
CONCORSO DI IDEE PER RIQUALIFICARE LA CITTÀ
SCHEDA DI PARTECIPAZIONE
TITOLO DEL PROGETTO
Progettista o responsabile del gruppo di progettazione
Nome
Cognome
Data di nascita
Luogo di nascita
Residenza
Email
Telefono
ALTRI COMPONENTI DEL GRUPPO
Nome
Cognome
Data di nascita
Luogo di nascita
Residenza
Email
Telefono
Nome
Cognome
Data di nascita
Luogo di nascita
Residenza
Email
Telefono
Nome
Cognome
Data di nascita
Luogo di nascita
Residenza
Email
Telefono
Il/la sottoscritto/a, acquisite le informazioni di cui all’art. 13 del
Decreto Legislativo n. 196 del 2003, ai sensi dell’art. 23 della
legge stessa conferisce il proprio consenso
al trattamento dei propri dati personali.
Firma leggibile e per esteso di ciascuno dei progettisti
www.comune.calenzano.fi.it
IL BRUTTO ANATROCCOLO
CONCORSO DI IDEE PER RIQUALIFICARE LA CITTÀ
I progetti presentati potranno essere oggetto di pubblicazione per via cartacea o telematica.
A tal fine è necessario il rilascio di apposita autorizzazione.
Firma leggibile e per esteso di ciascuno dei progettisti che intende rilasciare autorizzazione.
Allegato: copia della carta d’identità di ciascuno dei progettisti.
(Nel caso i progettisti fossero in numero maggiore a quelli previsti dalla scheda, aggiungere un altro foglio).
www.comune.calenzano.fi.it
Fly UP