...

IL Piccolo Principe lavoro rivisto dalla classe 5A

by user

on
Category: Documents
1

views

Report

Comments

Transcript

IL Piccolo Principe lavoro rivisto dalla classe 5A
Laboratorio di letto-scrittura
creativa
Il Piccolo principe
di Antoine de Saint’Exupery
Racconto letto, illustrato
e commentato
dagli alunni della classe 5^A
A.s. 2015/2016
Coordinatrice: Ins.Pina Berto
Primo Capitolo
I bambini disegnano anche
quello che non vedono , ma
quello che vedono e sentono
con gli occhi del cuore.
Gli adulti si fermano alle
apparenze.
Secondo Capitolo
L’ autore era caduto nel deserto
del Sahara .Quando si sveglia
sente una vocina che gli dice “mi
disegni una pecora ?” E davanti a
sé aveva un bambino .Lui ci prova e
non ci riesce , poi disegna una
scatola e il bambino pensa che
dentro la scatola ci sia una pecora
che dorme. Il piccolo principe
guarda con gli occhi del cuore .
Terzo capitolo
L’autore capì che il
piccolo principe
veniva da un altro
pianeta, molto
piccolo.
Quarto capitolo
L’autore pensa che il
pianeta da cui viene
il piccolo principe è
l’ asteroide B 612,
che è stato scoperto
da un astronomo turco,
il quale non è stato subito preso in
considerazione perché vestiva abiti
turchi.
Quinto capitolo
Il piccolo principe ogni giorno
pulisce il suo pianeta con la
paura che i Baobab crescano.
Sesto capitolo
il piccolo principe dal suo
pianeta vede tanti tramonti
un giorno ne ha visti 43.
Settimo capitolo
Il piccolo principe chiede a Saint
Exupery se l e pecore mangiano
i fiori con le spine. Rispondendogli
di sì, il piccolo principe si rattrista,
allora Antoine lo consola dicendogli
che avrebbe fatto una museruola
per la pecora e una cupola per
il fiore.
Morale: i grandi a volte credono
che alcune domande dei bambini
siano stupide e li lasciano perdere,
mentre solo quando i bambini
piangono vengono ascoltati
Ottavo capitolo
Un giorno, il
piccolo principe,
vide, un fiore bellissimo
ma vanitoso che voleva
essere al centro delle
attenzioni.
Il piccolo principe .
cominciò a seccarsi.
Quando andò sulla terra
il piccolo principe sentì
la sua mancanza
Nono capitolo
Il Piccolo principe spazza i suoi
due vulcani prima di partire
e toglie gli ultimi fiori di baobab,
perché pensa di non tornare più.
E il fiore non gli vuole rivolgere
la parola perché è molto triste
e non ha il coraggio di parlare.
Decimo capitolo
Bisogna esigere da ciascuno
quello che può dare. Durante il suo
viaggio , il piccolo principe incontra
un re, che non aveva sudditi e
chiede al piccolo principe di
restare come suo suddito.
Ma il piccolo principe non
può accettare, quindi saluta
e riparte.
Undicesimo capitolo
Nel secondo asteroide in cui e
andato il piccolo principe,ha
trovato un vanitoso
il quale diceva che i grandi
sono molto strani, e in effetti
è vero!!!
Anche nella realtà ci sono
persone che si sentono importanti
degli altri.
Dodicesimo capitolo
Nel terzo pianeta il piccolo
principe
incontra un ubriaco che gli
fece compassione .
L’ ubriaco diceva ,che lui
beveva per dimenticare la
sua vergogna di bere.
Il Piccolo principe quando
andò via si disse che i
grandi erano tanto bizzarri.
Tredicesimo capitolo
Nel quarto pianeta abitava
un’uomo d’affari , che contava
le stelle e scriveva tanto , ma
talmente tanto che se gli
cadeva il sigaro , non poteva
prenderlo per accenderlo.
Secondo lui possedeva le
stelle ed era molto occupato.
Quattordicesimo capitolo
Nel quinto pianeta, il piccolo
principe incontra un uomo che
accende e spegne un lampione,
in un pianeta in cui il giorno dura
un minuto.
Il piccolo principe, pensa che dei
cinque uomini trovati nei pianeti
lui, è l’ unico che potrebbe
diventare un buon amico.
Quindicesimo capitolo
Nel sesto pianeta il piccolo
principe incontra un geografo,
il piccolo principe pensa che
il suo è l’ unico vero mestiere,
il geografo sa dove si trovano i mari,
le montagne e i boschi, però sono
gli esploratori gli dicono dove si
trovano e lui lo annota ma nel
pianeta non ci sono né esploratori
né montagne né mari.
Capitolo XVI- XVII- XVIII
Prima dell’ invenzione dell’ elettricità
bisognava mantenere una vera
armata di 462.511 lampioni e la terra
vista da lontano era una meraviglia.
IL settimo pianeta è la terra e
quando il Piccolo Principe ci arrivò
non trovò nessuno perché era
atterrato nel deserto.
XVII
Il Piccolo Principe incontra’ un
serpente che gli dice che si trova in
un deserto.
XVIII
Il piccolo Principe incontra un fiore
con tre petali che gli dice che in
tutta la sua vita , ha visto solo 6 o
7 .persone.
Capitolo XIX,XX,XXI
Cosa vuol dire addomesticare?
Disse il Piccolo Principe alla volpe.
”Creare dei legami.
Se tu mi addomestichi,”disse la volpe al
piccolo principe, “noi avremo bisogno
l’uno dell’altro.Tu sarai per me unico
al mondo , e io sarò per te unica al mondo.”
”E’ il tempo che hai perduto per la tua
rosa che ha fatto la tua rosa così importante”
”Tu diventi responsabile per sempre di
quello che hai addomesticato.”
Che cos’è un rito? “Anche questa è una
cosa da tempo dimenticata.
E’ quello che fa un giorno diverso dagli altri
giorni,un’ora dalle altre ore .
"Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi
alle quattro, dalle tre io
comincerò ad essere felice. Col passare
dell'ora aumenterà la mia felicita'.
Quando saranno le quattro, incomincerò ad
agitarmi e ad inquietarmi;
scoprirò il prezzo della felicita'!
Capitolo XXII-XXIII - XIV
Il piccolo principe incontra un controllore
che porta i treni da destra a sinistra e i
treni si incrociano.
Il piccolo principe incontra un mercante
che beve delle pillole per togliersi la
sete, così risparmiava il tempo di bere
l’acqua o di trovarla.
Ma il piccolo principe non capisce
perché.
Il piccolo principe non aveva più acqua
da bere.
Lui ed Exuperì si incamminano alla
ricerca di un pozzo per bere. Quando lo
trovano, di sera Exuperì prende in
braccio il piccolo principe che si
addormenta sulle sue braccia.
Capitolo XXV
Nel momento in cui il pilota riesce a riparare il suo velivolo, è trascorso un anno
esatto dall’arrivo del “piccolo principe” sulla terra. Il protagonista, desideroso
di rivedere la sua rosa, decide di tornare nel suo pianeta: i due si recano così dal
serpente, da cui il piccolo Principe deve farsi mordere poiché è troppo pesante
tornare sull’asteroide B-612 così com’è.
Capitolo XXVI- XXVII
il “piccolo principe”non vuole essere visto partire, per non far soffrire l’amico, ma il
pilota decide di rimanere al suo fianco.
Il serpente morde il protagonista, che cade a terra senza far rumore. Il pilota, pur
triste, sa che il “piccolo principe” é tornato sul suo pianeta perché il giorno dopo il
suo corpo é scomparso. come gli ha svelato il piccolo principe, ogni volta che egli
vorrà ritrovare il suo amico, gli basterà guardare le stelle e ritrovarvi il sorriso del
“piccolo principe”.
CONCLUSIONI
Il piccolo principe può essere letto come un lungo dialogo tra un adulto
e un bambino, da cui emerge un percorso di crescita sia del
“piccolo principe” sia del pilota adulto.
L’amicizia tra i due nasce, in un contesto “estremo” come quello di
un atterraggio di emergenza nel deserto del Sahara,
Il pilota sa che molto spesso gli adulti non capiscono le fantasie dei
bambini e che altrettanto spesso questa incomprensione è motivo
di sofferenza per i più piccoli.
il “piccolo principe” è proprio una metafora dello sguardo
infantile sul mondo.
L’addestramento dell’animale selvatico e la scelta volontaria di incontrarsi
ad un’ora fissa (per dare valore all’attesa dell’incontro) fanno crescere il
“piccolo principe”, che capisce i suoi errori nel rapporto con la sua rosa
prediletta e che soprattutto capisce che ciò che conta davvero
non è la realtà materiale ma i legami d’amicizia e d’affetto tra le persone.
La ricerca d’acqua del pilota può essere letta come la difficoltà
dell’uomo di trovare ciò che davvero conta, al di là delle apparenze
e delle false illusioni.
Fly UP