...

Presentazione

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Presentazione
Ministero dei Trasporti e della
Navigazione
GALLERIA
DELLE ESPERIENZE
Controllo di Gestione:
Best Practices
Comando Generale del
Corpo delle Capitanerie
di Porto
IL CONTROLLO DI
GESTIONE
NEL CORPO DELLE
CAPITANERIE DI
PORTO
PROGETTO FINALIZZATO
Controllo di gestione: BEST PRACTICES
1° Workshop
Roma, 29 Settembre 2000
CV (CP) Pierluigi CACIOPPO
UFFICIO CONTROLLO DI GESTIONE CAPITANERIE DI PORTO
Tel. 06/59084261 – Fax.: 06/59084672
Email: [email protected]
Sito internet: www.trasportinavigazione.it/cp/
Ministero dei Trasporti e della
Navigazione
Comando Generale del
Corpo delle Capitanerie di
Porto
IL CONTROLLO DI GESTIONE NEL
CORPO DELLE CAPITANERIE DI
PORTO
INDICE
1- PREMESSA
2- INTRODUZIONE
3- L’EFFICIENZA
4. L’EFFICACIA
5- LA QUALITA’
6- CONCLUSIONI
ALLEGATI
CAC/COGEST/WORK/DIF/2/
1- PREMESSA
L’idea di sperimentare un sistema di controllo di gestione nell’ambito del Corpo
delle Capitanerie di Porto è nata sia per dare attuazione alla recente normativa di cui al
D.Lvo. 286/99 che per i forti impulsi ricevuti dal Ministro dei trasporti (con la direttiva
per l’anno in corso), dalla Corte dei Conti e dal Servizio di Controllo Interno del
predetto Ministero; ma forte è stato anche lo stimolo ad attuare il controllo di gestione
per avanzare sempre più nel processo di miglioramento delle Capitanerie.
La realizzazione del sistema di controllo di gestione nelle Capitanerie di Porto è
stata attuata esclusivamente con personale del Corpo, senza ricorso a consulenze esterne
e con l’utilizzo di programmi informatici creati espressamente per tali finalità da
personale dipendente, grazie anche a specifiche professionalità di Ufficiali di
complemento.
Quanto attuato ha pertanto un carattere del tutto sperimentale e non ha
assolutamente la presunzione di aver realizzato un sistema completo ed esaustivo, ma
vuole essere solo una fase iniziale che ci auguriamo vada sempre più avanti, proprio con
l’ausilio del progetto“Best Practices” e di questo “ 1°Workshop”.
2 – INTRODUZIONE
Per meglio far comprendere in quale realtà si sia svolta la precitata fase iniziale
del controllo di gestione, si accenna brevemente all’organizzazione delle Capitanerie di
Porto.
Le Capitanerie di Porto sono un Corpo della Marina Militare fondato nel 1865. Lo
stato giuridico del personale è quello di militare (con un organico di circa 10.000
persone), ma il Corpo svolge prevalentemente attività istituzionale del Ministero dei
trasporti
e della navigazione di cui costituisce un Centro di responsabilità
amministrativa.
I compiti principali delle Capitanerie di Porto sono la ricerca ed il soccorso in
mare, la sicurezza della navigazione, la polizia marittima e demaniale, il controllo e
monitoraggio del traffico mercantile, il controllo su naviglio da traffico e da diporto, su
pesca e ambiente, il comando dei porti ed una molteplice e variegata attività
amministrativa in tema di demanio, gente di mare, leva reclutamento e mobilitazione,
ecc., nonché il concorso nella lotta all'immigrazione clandestina. Alcuni dei predetti
compiti sono espletati nell’ambito delle competenze di altri dicasteri: difesa, politiche
agricole e forestali, ambiente, beni culturali.
Le Capitanerie sono articolate in circa 300 Uffici periferici dislocati capillarmente
lungo tutto il litorale nazionale e sono dotate di circa 360 unità navali e 22 velivoli. Il
Corpo è diretto e coordinato dal Comando Generale con sede a Roma, cui è preposto il
Comandante Generale Ammiraglio Ispettore del Corpo che è il titolare del relativo
Centro di responsabilità amministrativa.
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
1
In linea con gli indirizzi della contabilità economica analitica per centri di costo il
controllo di gestione ha preso in considerazione tutti i 48 uffici periferici retti da
dirigenti (o equiparati). Quanto sopra fermo restando che già nel 2001 saranno presi in
considerazione ulteriori centri di costo del Corpo per ampliare ulteriormente l’analisi.
Come banca dati per alimentare l’indispensabile flusso di informazioni è stato
utilizzato il sistema statistico IGESTAT, già disponibile nel Corpo, cui confluiscono
con frequenza quindicinale i dati relativi a circa 500 codici concernenti un po’ tutte le
attività delle Capitanerie. Tali dati, come accennato già disponibili, non sono
espressamente mirati alla misurazione dei rendimenti, ma si è ritenuto comunque di
utilizzarli per evidenti motivi di semplificazione delle procedure, oltre che per
economicità di tempo e risorse, avvalendosi altresì di un nuovo programma informatico
con un sistema di invio telematico finalizzato a razionalizzare e velocizzare le relative
procedure.
Da notare la necessità emersa di individuare parametri ”correttivi”, indispensabili
per aumentare l’attendibilità degli elementi ricavati, in relazione alle complesse e
peculiari fattispecie rinvenibili nei servizi di istituto delle Capitanerie di Porto che,
come è noto, concernono attività non sempre misurabili e prevedibili (soccorso in maresicurezza della navigazione, polizia, difesa) ma che, comunque, devono
necessariamente essere mantenute al massimo dell’efficacia e della “prontezza”.
3 – L’EFFICIENZA
Per ciò che concerne l’analisi dell’efficienza, sono state prese in considerazione,
in via sperimentale, più attività significative svolte dalle Capitanerie di Porto nei vari
settori di competenza, così come individuate nell’allegato 1.
Ciascuna di tali attività viene identificata con Ai.
Sono stati altresì fissati tre parametri di ponderazione, per calcolare il peso Pi di
ciascuna attività Ai, ad ognuno dei quali corrispondono più valori in relazione alla
complessità individuata nell'attività presa in esame. I tre parametri (vedasi allegato 2) si
riferiscono:
1. al tempo medio effettivo di realizzazione (t);
2. ai mezzi utilizzati (m);
3. al personale in media impiegato (p).
Il parametro di pesatura così determinato (Pi = t • m • p), che potrà comunque
essere "raffinato" includendo nel calcolo ulteriori elementi di riferimento, viene
moltiplicato per la quantità delle singole attività svolte (Ai • Pi), desunte dalle citate
comunicazioni IGESTAT. Tale operazione consente di quantificare il lavoro effettuato
(l’output - convenzionalmente indicato in “chililavoro”) per ogni singola attività Ai.
La sommatoria del lavoro realizzato (L) per ciascuna delle Ai di una Capitaneria
di Porto j, indica la quantità di lavoro prodotto da quella unità organizzativa Lj = ∑ (Ai ·
Pi).
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
2
Dividendo il lavoro (Lj) prodotto da ciascuna Capitaneria di Porto per il budget
annuo (Mj) di cui la stessa dispone, si ottiene la quantità di chililavoro prodotti per
milione di budget; si ottiene cioè l'economicità Nj che, rapportata a 1000, fornisce
l'indice 1 (di economicità – termine usato in senso meramente letterale):
Nj = Lj
Mj
Lo stesso valore Lj diviso per il personale in servizio (Uj) presso j, esprime invece
la quantità di lavoro prodotto per unità di risorsa umana che, rapportato a 1000, fornisce
l'indice 2 (di produttività).
Dalla somma dei due indici, di seguito riportata, si ottiene un valore che esprime
la capacità di produrre convenientemente il migliore effetto (ovvero il rapporto tra
l’output e l’input, tra il prodotto ottenuto ed i fattori produttivi impiegati - le risorse-) e
cioè l'efficienza Zj:
 Lj
Z j = indice1 + indice2 = 
 Mj

  Lj
+
  Uj
1000 




1000 
Il rapportare a 1000 i vari quozienti ottenuti, oltre che servire a creare i diversi
indici, costituisce un correttivo finalizzato ad omogeneizzare i valori da sommare.
Sulla base degli indici di cui sopra e del flusso di informazioni pervenute si è
provveduto ad elaborare un sistema di misurazione sperimentale con una ipotesi, si badi
bene sempre sperimentale, di classifica di efficienza (allegato 3). I risultati desunti si
sono rilevati inizialmente non sempre attendibili, per carenze nel flusso di informazioni
trasmesse dagli uffici periferici, successivamente sempre più colmate con l’invio di dati
maggiormente completi. Da notare che in tale elaborazione sono stati inseriti dei
correttivi ritenuti opportuni in relazione, ad esempio, al “disagio territoriale” della
laguna veneta ovvero a quello provocato dal fenomeno dell’immigrazione clandestina
nell’area pugliese e calabrese.
Nella rilevazione di cui sopra si ritiene opportuno evidenziare, come già
accennato in precedenza, che molte delle attività delle Capitanerie di Porto, pur
impiegando considerevoli risorse umane e di mezzi, non sono suscettibili di una
valutazione quantitativa; ci si riferisce alla prontezza operativa per la ricerca e soccorso,
sia delle sale operative degli uffici periferici che dei mezzi navali ed aerei che devono
necessariamente essere “pronti” 24 ore su 24.
4 – L’EFFICACIA
Per ciò che concerne l'analisi dell'efficacia, sono state selezionate dodici attività,
tra le più rappresentative di quelle intraprese “di iniziativa” dai singoli Comandi
periferici, e che prescindono dalle richieste dell’utenza; in relazione a queste sono stati
fissati (quantificandoli sulla base anche delle medie degli scorsi anni) dei "target
minimi" da raggiungere (prodotto da realizzare) che configureranno per la singola
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
3
Capitaneria j cui vengono assegnati, il rendimento programmato (obiettivi prefissati)
OPj (vds. allegato 4). Tali obiettivi specifici si ritengono sufficientemente
rappresentativi per essere utilizzati al fine di valutare l'efficacia dell'azione
amministrativa/operativa delle Capitanerie di Porto.
Il rapporto tra gli obiettivi raggiunti (rendimento realizzato) ORj e quelli
prefissati OPj fornirà l'indice di efficacia Rj di ciascuna Capitaneria di Porto j:
Rj =
OR j
OPj
Tale indice sarà uguale o maggiore di 1 in caso di rendimento positivo; minore di
1 quando, invece, non si è raggiunto il risultato previsto.
L'individuazione degli obiettivi specifici, coerenti a quelli di cui alla direttiva del
Sig. Ministro, è stata operata sulla base sia della necessità di verifica dei risultati, sia in
relazione alle informazioni comunque già disponibili, senza gravare ulteriormente
l'organizzazione periferica con pesanti richieste di ulteriori dati, ad eccezione di quelli
strettamente indispensabili. Nell'allegato 5 è riportato un prospetto con un esempio di
analisi dell’efficacia (relativo alla gestione delle Capitanerie nel 1° semestre 2000),
dove sono indicati i predetti obiettivi con a fianco i parametri di riferimento e le medie
nazionali degli obiettivi prefissati e di quelli raggiunti, dal cui raffronto (Or/Op) si
ricava appunto l'indice di EFFICACIA. In proposito si desidera evidenziare che il
programma informatico, espressamente realizzato per la valutazione dell’efficacia,
consente di monitorare in tempo reale (con aggiornamento ai più recenti dati pervenuti)
il raggiungimento degli obiettivi sia in modo globale che per singola capitaneria.
In questo modo il “cruscotto” o meglio la “plancia” della nostra “nave” è dotata
di una strumentazione che consente al “comandante”, cioè al titolare del Centro di
responsabilità amministrativa di tenere sotto costante controllo l’andamento della
gestione delle Capitanerie, per gli interventi correttivi.
5 - LA QUALITA’
Il nuovo sistema di controlli sin qui trattato, se razionalmente interpretato, deve
anche contribuire ad avvicinare il cittadino-utente all’ente erogatore di servizi.
E’ pertanto indispensabile non solo prevedere ed istituire sistemi per la
valutazione dei risultati dell’attività amministrativa e dei servizi pubblici, ma anche
assicurare la tutela dei diritti dell’utente e la sua partecipazione alla definizione delle
carte dei servizi ed alla valutazione dei risultati.
Si tratta, in effetti, di misurare il grado di soddisfazione dell’utente che nel gergo
aziendalistico è comunemente denominata “customer satisfaction”.
Il citato decreto legislativo 286/99, come è noto, ha dedicato tutto il capo III alla
trattazione dell’argomento relativo alla qualità dei servizi pubblici, prevedendo,
nell’erogazione degli stessi, modalità finalizzate al miglioramento della qualità e ad
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
4
assicurare la tutela di cittadini ed utenti e la loro partecipazione, come già accennato,
alle procedure di valutazione e definizione degli standard qualitativi.
In tale contesto si è dato corso ad un “progetto pilota” con un sondaggio di
opinione, finalizzato, appunto, all’attuazione di quanto previsto dall’art. 11 del d.l.
286/99, costruito sui seguenti argomenti, meglio illustrati nello stampato allegato 6:
1. COSA SONO LE CAPITANERIE.
2. ANALISI DEI CONTATTI CON LE CAPITANERIE.
3. ASPETTATIVE SULLE CAPITANERIE.
4. SUGGERIMENTI PER MIGLIORARE
5. SETTORI DA INCREMENTARE
La scheda è stata diffusa sia sul sito internet del Corpo, che direttamente presso
alcuni uffici periferici.
Il progetto è in fase conclusiva e pur considerando il limitato campione è da
ritenersi comunque utile anche come linea guida per elaborazioni future.
6 - CONCLUSIONI
Ci si augura, in conclusione, che l'esperienza sin qui descritta risulti utile per le
Amministrazioni interessate e che possa ulteriormente progredire, superando le iniziali
difficoltà, grazie anche al confronto con altre esperienze analoghe fatto nell’ambito del
“progetto finalizzato best practices” e del 1° workshop.
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
5
ALLEGATO 1
Comando Generale del Corpo
delle Capitanerie di Porto
Peso delle attività (Pi = t*m*p) (t=tempo; m=mezzi; p=personale)
!
Codice
Attività
1) Operativa - sala operativa
1290
Operazioni di soccorso condotte
1300
Operazioni di soccorso coordinate
2) Operativa - mezzi nautici
1680
n. missioni MIEX (esercitazioni)
1751
n. controlli antinquinamento effettuati dai mezzi navali
1790
n. missioni VIPE (vigilanza pesca)
1791
n. controlli vigilanza pesca effettuati dai mezzi navali
1830
n. missioni VIRM (vigilanza riserve marine)
1851
n. controlli diporto nautico effettuati dai mezzi navali
3) Operativa - Antinquinamento e difesa archeologica
2000
Interventi per prevenzione inquinamento
2040
Atti amministrativi posti in essere per inquinamento
4) Operativa - NODM - Pol. Marit. - Sic. Nav.
2150
Sopralluoghi effettuati per polizia marittima
2170
Ispezioni, controlli e visite in materia di traffico mercan.
2180
Ispezioni, controlli e visite in materia di pesca
2190
Ispezioni, controlli e visite in materia di diporto
2194
Ispezioni, controlli e visite per demanio
2197
Ispezioni, controlli e visite per attività balneare
2200
Ispezioni, controlli e visite in materia d'inquinamento
2350
Controlli allo sbarco, distribuzione e vendita del pescato
2510
Controlli effettuati per bordo libero
2540
Altre visite di controllo effettuate
2550
Navi straniere visitate ai sensi del M.O.U. 82
2630
Controlli effettuati su traghetti RO/RO pass. e da carico
5) Operativa - Nuclei Aerei
2650
n. missioni effettuate
6) Tecnico Amministrativo - Arm. e Spedizioni
3220* Passeggeri sbarcati
3230* Passeggeri imbarcati
3240* Passeggeri in transito
3250
Ruoli rilasciati
3260
Ruolini soggetti a decontazione rilasciati
3270
Ruolini non soggetti a decontazione rilasciati
3280
Convenzioni d'arruolamento stipulate
* Per frazione di1000 passeggeri
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
6
t*m*p
Pi
2*3*6
3*2*4
36
24
2*3*6
2*3*4
3*3*4
1*3*3
2*3*3
1*3*3
36
24
36
9
18
9
2*3*3
1,5*1*1
18
1,5
3*2*2
2*1*2
1,5*3*4
1*3*3
2*2*3
2*2*3
2*3*3
1,5*2*2
1*1*1
2*1*2
3*1*1
2*1*1
12
4
18
9
12
12
18
6
1
4
3
2
4*3*3
36
1*1*1
1*1*1
1*1*1
1,5*1*1
1,5*1*1
1*1*1
1*1*1
1
1
1
1,5
1,5
1
1
7) Tecnico Amministrativo – Tecnica
3430
Ordinanze emanate
3490
Autorizzazioni al noleggio rilasciate
3510
Autorizzazioni per merci pericolose rilasciate
8) Tecnico Amministrativo - Sic. Nav.
4*1*2
1,5*1*1
2*1*1
8
1,5
2
2*1*1
2*1*1
2*1*1
2*1*1
2*1*1
2*1*2
3*1*2
2
2
2
2
2
4
6
6*1*2
6*2*3
1,5*2*2
1,5*1*1
4*2*3
4*2*1
12
36
6
1,5
24
8
4180
Unità iscritte nelle Matricole Navi Maggiori
4190
Unità iscritte nei R.N.M.G.
4210
Imbarcazioni da diporto iscritte
4220
Atti presentati per la pubblicità navale
4240
Licenze rilasciate
11) Tecnico Amministrativo – Diporto
4*1*1
4*1*1
4*1*1
3*1*1
3*1*1
4
4
4
3
3
4360
Sessione d'esame per patenti nautiche tenute
4400
Patenti imb. a motore senza limiti rilasciate
4410
Patenti a vela senza limiti rilasciate
4420
Patenti a motore entro sei miglia rilasciate
4430
Patenti a vela entro sei miglia rilasciate
12) Tecnico Amministrativo – Pesca
4*1*1
2*1*1
2*1*1
2*1*1
2*1*1
4
2
2
2
2
2*1*1
1,5*1*1
2
1,5
2*1*1
2*1*1
2*1*1
2*1*1
2
2
2
2
3540
Certificati Sicurezza navi da passeggeri rilasciati
3550
Certificati Sicurezza dotazioni navi da carico rilasciati
3660
Annotazioni di Sic. rilasciate a navi da carico e passeggeri
3670
Annotazioni di Sic. rilasciate a navi da pesca
3680
Annotazioni di Sic. rilasciate ad unità da diporto
3750
Visite Tecnico-Sanitarie e Igiene Abitab. effettuate
3760
Visite ai servizi di bordo effettuate
9) Tecnico Amministrativo – Demanio
3900
Concessioni assentite con licenza
3980
Delimitazioni effettuate
4000
Abusive occupazioni accertate
4010
Ingiunzioni di sgombero emesse
4020
Ingiunzioni di sgombero eseguite
4070
Ispezioni triennali effettuate
10) Tecnico Amministrativo - Proprietà Navale
4520
Marittimi iscritti nel registro pescatori
4540
Certificati d'iscrizione imprese di pesca rilasciati
13) Tecnico Amministrativo - G.M. Collocamento
4630
4650
4670
4830
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
Marittimi iscritti in I^ Ctg.
Marittimi iscritti in II^ Ctg.
Marittimi iscritti in III^ Ctg.
Titoli professionali Marittimi rilasciati
7
14) Tecnico Amministrativo – Contenzioso
4890
Totale notizie di reato per contravvenzioni inviate all'A.G.
5060
Totale sequestri eseguiti d'ordine dell'A.G.
5190
Totali sequestri urgenti eseguiti d'iniziativa
5320
Totale violazioni amministrative contestate
5400
Totale sequestri amministrativi eseguiti
15) Tecnico Amministrativo - Lavoro Portuale
2*1*1
3*2*3
3*2*4
1*1*1
3*2*4
2
18
24
1
24
5560
Licenze d'impresa rilasciate
16) Direziomare
6*1*2
12
5830
Concessioni per atti formali rilasciate
5850
Ispezioni effettuate agli uffici dipendenti
5860
Ispezioni effettuate ai mezzi nautici del G.N.Z.M.
5900
n. titoli professionali marittimi superiori rilasciati
5910
n. inchieste formali concluse
17) Operazioni complesse di polizia
6*1*3
6*2*3
4*2*3
3*1*1
6*1*2
18
36
24
3
12
6*3*10
180
5960
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
n. operazioni complesse effettuate
8
ALLEGATO 2
Comando Generale del Corpo
delle Capitanerie di Porto
PARAMETRI DI RIFERIMENTO
1) Parametro:
Tempo medio effettivo di realizzazione
fino a 1 ora
da 1 a 2 ore
da 2 a 3 ore
da 3 a 5 ore
da 5 a 8 ore
da 8 a 12 ore
oltre 12 ore
Valore
1
1,5
2
3
4
5
6
2) Parametro:
Mezzi utilizzati:
Nessun mezzo
Mezzi terrestri
Mezzi navali/aerei
Valore
1
2
3
3) Parametro:
Personale in media impiegato
Meno di 2 persone
da 2 a 3 persone
da 3 a 4 persone
da 4 a 5 persone
da 5 a 8 persone
più di 8 persone
Valore
1
2
3
4
6
10
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
9
ALLEGATO 3
Comando Generale del Corpo
delle Capitanerie di Porto
TABULATO EFFICIENZA
CAPITANERIA
CP01
CP02
CP03
CP04
CP05
CP06
CP07
CP08
CP09
CP10
CP11
CP12
CP13
CP14
CP15
CP16
CP17
CP18
CP19
CP20
CP21
CP22
CP23
CP24
CP25
CP26
CP27
CP28
CP29
CP30
CP31
CP32
CP33
CP34
CP35
CP36
CP37
CP38
CP39
CP40
CP41
CP42
CP43
CP44
CP45
CP46
CP47
CP48
MEDIA
LAVORO
Lj
52.489
58.341
50.584
39.525
41.162
53.828
62.506
45.342
50.325
79.705
96.605
31.916
57.946
24.538
78.456
63.372
42.064
42.433
17.417
30.603
54.703
47.283
90.277
29.469
24.716
40.494
24.460
26.428
24.532
21.937
34.928
24.336
50.556
39.701
27.241
30.148
58.330
53.563
18.290
14.211
31.853
13.680
18.426
15.815
11.231
16.376
10.908
5.563
39.138
BUDGET Mj
Nj
ECONOMICITA'
133.350.000
140.000.000
153.500.000
136.000.000
192.000.000
207.500.000
192.250.000
207.500.000
176.727.095
340.000.000
547.369.370
144.472.720
342.500.000
124.750.000
438.000.000
413.000.000
232.500.000
232.500.000
80.019.640
165.263.964
366.000.000
325.000.000
1.197.000.000
291.100.000
209.500.000
298.300.000
307.100.000
268.000.000
246.000.000
220.000.000
270.775.000
266.000.000
673.500.000
356.000.000
253.174.083
296.499.576
724.137.875
926.500.000
255.000.000
195.062.275
633.500.000
298.500.000
337.500.000
420.000.000
370.897.915
676.750.000
419.000.000
307.100.000
333.481.240
393,62
416,72
329,54
290,63
214,38
259,41
325,13
218,51
284,76
234,43
176,49
220,91
169,18
196,69
179,12
153,44
180,92
182,51
217,66
185,17
149,46
145,49
75,42
101,23
117,97
135,75
79,65
98,61
99,72
99,71
128,99
91,49
75,06
111,52
107,60
101,68
80,55
57,81
71,73
72,85
50,28
45,83
54,59
37,66
30,28
24,20
26,03
18,11
148,30
INDICE 1
944,57
1000,00
790,79
697,41
514,46
622,51
780,21
524,37
683,35
562,55
423,53
530,12
405,99
472,01
429,84
368,22
434,15
437,96
522,32
444,36
358,67
349,12
180,98
242,93
283,10
325,76
191,13
236,64
239,31
239,28
309,55
219,54
180,13
267,61
258,20
244,00
193,30
138,73
172,12
174,83
120,66
109,97
131,01
90,36
72,67
58,07
62,47
43,47
355,88
Uj
Lj/Uj
60
89
70
73
61
103
180
82
122
203
215
95
133
68
213
157
123
127
73
106
191
169
218
83
97
211
83
111
106
100
223
112
203
235
163
173
328
253
115
159
258
115
202
198
126
172
120
132
146
874,81
655,51
722,63
541,44
674,78
522,60
347,26
552,95
412,50
392,63
449,33
335,95
435,68
360,85
368,34
403,65
341,98
334,12
238,59
288,70
286,40
279,78
414,11
355,05
254,80
191,91
294,69
238,09
231,43
219,37
156,63
217,28
249,04
168,94
167,12
174,27
177,83
211,71
159,05
89,38
123,46
118,95
91,22
79,87
89,14
95,21
90,90
42,14
302,54
INDICE 2
EFFICIENZA
Zj
1000,00
749,31
826,04
618,92
771,34
597,38
396,95
632,07
471,53
448,82
513,63
384,03
498,03
412,48
421,05
461,41
390,92
381,93
272,73
330,02
327,39
319,82
473,37
405,86
291,26
219,38
336,86
272,16
264,55
250,76
179,04
248,38
284,68
193,12
191,04
199,20
203,28
242,01
181,81
102,17
141,13
135,98
104,27
91,30
101,89
108,83
103,91
48,17
345,84
1944,57
1749,31
1616,83
1316,33
1285,79
1219,89
1177,16
1156,44
1154,88
1011,37
937,15
914,15
904,02
884,49
850,89
829,63
825,07
819,89
795,06
774,38
686,05
668,94
654,36
648,79
574,36
545,13
527,99
508,80
503,86
490,04
488,59
467,92
464,81
460,73
449,24
443,20
396,58
380,74
353,93
277,00
261,79
245,95
235,28
181,67
174,56
166,90
166,38
91,64
701,72
LEGENDA:
Lj = Quantità di lavoro prodotta dalla
Capitaneria J
Mj = Budget annuo della Capitaneria J
Uj = personale in servizio presso la
Capitaneria J
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
Nj = Chililavoro per milione di budget
Indice1 = indice di economicità
Indice2 = indice di produttività
10
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
11
ALLEGATO 4
Comando Generale del Corpo delle
Capitanerie di Porto
OBIETTIVI minimi per l'anno 2000
N.
Codice
Attività
Ordine
1
1680 N. missioni MIEX
(esercitazioni operative)
2
2000 Interventi per prevenzione
inquinamento
3
2150 Sopralluoghi effettuati per
polizia marittima
4
2170 Ispezioni, controlli e visite in
2510 materia di traffico mercantile
2540
2550
2600
5
2180
6
1610
1851
2190
7
2194
8
2197
9
2350
10
2510
11
2550
12
Ispezioni, controlli e visite in
materia di pesca
Ispezioni, controlli e visite in
materia di diporto
Ispezioni, controlli e visite per
demanio
Ispezioni, controlli e visite per
attività balneare
Controlli allo sbarco,
distribuzione e vendita del
pescato
Controlli effettuati per bordo
libero
Obiettivi Prefissati (OPj)
Pari almeno a 6 volte il numero dei
mezzi navali del Compartimento
Almeno 1 per 20Km di costa
Almeno 1 per Km di costa
Fino a 1000 navi arrivate: 25%
da 1000 a 2000: 15%
da 2000 a 3000: 10%
oltre 3000: 8%
Pari almeno alla metà delle navi da
pesca operanti in porto
Fino a 1000 posti barca: 20%
da 1000 a 2000: 15%
da 2000 a 3000: 10%
oltre 3000: 8%
Almeno 1 ogni Km di costa
Almeno pari al numero degli
stabilimenti balneari
Pari almeno alla metà del numero delle
navi da pesca operanti in porto
Fino a 1000 navi arrivate: 25%
da 1000 a 2000: 15%
da 2000 a 3000: 10%
oltre 3000: 8%
Navi straniere visitate ai sensi Almeno il 25% delle navi straniere
del M.O.U. '82
arrivate (Codice 2580) **
Giorni disponibilità mezzi navali Almeno 72,5%
del Compartimento
** Visite da concordare con le D.M.
I predetti obiettivi da raggiungere nel corso dell’anno costituiscono il prodotto minimo da realizzare, cioè il
rendimento programmato (Obiettivi Prefissati = OPj). Il rapporto tra gli obiettivi raggiunti (rendimento
realizzato) ORj e quelli prefissati fornirà l’indice di efficacia Rj di ciascuna Capitaneria di Porto J:
Rj =
ORj
OPj
Tale indice sarà uguale o maggiore di 1, in caso di rendimento positivo; minore di 1 quando, invece, non si è
raggiunto il risultato previsto.
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
12
ALLEGATO 5
Comando Generale del Corpo
delle Capitanerie di Porto
Analisi dell'Efficacia della Gestione delle Capitanerie di Porto
N.
Codice
Ordi
ne
Attività
*** Parametri
di
riferimento
attività
Obiettivi Prefissati (OPj)
Obiettivi
Raggiunti
(ORj)
Efficacia
(1)
Rj =
ORj / OPj
1
1680
N. missioni MIEX
(esercitazioni operative)
256
Pari almeno a 6 volte il numero dei
mezzi navali del Compartimento
768
1648
2,14
2
2000
Interventi per prevenzione
inquinamento
8123
Almeno 1 per 20Km di costa
203
317
1,56
3
2150
Sopralluoghi effettuati per polizia
marittima
8123
Almeno 1 per Km di costa
4061
15399
3,79
4
2170
2510
Ispezioni, controlli e visite in
2540
materia di traffico mercantile
2550
2600
163002
Fino a 1000 navi arrivate: 25%
da 1000 a 2000: 15%
da 2000 a 3000: 10%
oltre 3000: 8%
14061
15616
1,11
5
2180
Ispezioni, controlli e visite in
materia di pesca
14111
Pari almeno alla metà delle navi da
pesca operanti in porto
3527
4447
1,26
6
1610
Ispezioni, controlli e visite in
1851
materia di diporto
2190
94894
Fino a 1000 posti barca: 20%
da 1000 a 2000: 15%
da 2000 a 3000: 10%
oltre 3000: 8%
5127
7067
1,38
7
2194
Ispezioni, controlli e visite per
demanio
8123
Almeno 1 ogni Km di costa
4061
7676
1,89
8
2197
Ispezioni, controlli e visite per
attività balneare
5094
Almeno pari al numero degli
stabilimenti balneari
2547
2047
0,8
9
Controlli allo sbarco,
2350 distribuzione e vendita del
pescato
14111
Pari almeno alla metà del numero
delle navi da pesca operanti in porto
3527
5522
1,56
10
Controlli effettuati per bordo
2510
libero
39683
Fino a 1000 navi arrivate: 25%
da 1000 a 2000: 15%
da 2000 a 3000: 10%
oltre 3000: 8%
4557
8344
1,83
11
2550
2925 **
Almeno il 25% delle navi straniere
arrivate (Codice 2580) *
731
872
1,19
33749
35706
1,05
12
Navi straniere visitate ai sensi del
M.O.U. '82
Giorni disponibilità mezzi navali
del Compartimento
256
Almeno 72,5%
TOTALE (MEDIA
COMPLESSIVA)
* Visite da concordare con le D.M.
** Dato ricavato da media traffico anni precedenti
come da direttiva segretariato M.O.U.
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
13
1,63
(1 )
Ind ice d i Efficacia ( R j) =
O b iettivi Raggiunti ( O R j)
O b iettivi P refissati ( O Pj )
***In questa colonna sono stati inseriti per ciascuna attività i dati complessivi
di riferimento come di seguito elencati:
1 Numeri mezzi navali
7 Chilometri di costa
2 Chilometri di costa
8 Numero stabilimenti balneari
3 Chilometri di costa
9 Navi da pesca operanti
4 Navi arrivate (carico e passeggeri)
10 Navi arrivate (da carico)
5 Navi da pesca operanti
11 Navi arrivate soggette M.O.U.
6 Posti barca (diporto)
12 Numero mezzi navali
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
14
ALLEGATO 6
Comando Generale del Corpo
delle Capitanerie di Porto
Questionario sulle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera
Recapiti: Viale Asia, N. 2 – 00144 Roma
Tel. 06/59084620 – Fax.: 06/59084672
Email: [email protected]
Sito internet: www.trasportinavigazione.it/cp/
SCOPO E ISTRUZIONI:
La presente iniziativa mira ad avvicinare l’utente alle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera,
tutelandone i diritti e consentendo altresì la sua partecipazione alla valutazione dei risultati.
Il questionario potrà essere firmato ovvero anonimo; se firmato sarà garantita la “privacy” a norma delle
vigenti disposizioni ed inoltre verranno trasmesse le risultanze dell’iniziativa unitamente a depliant
informativi sulle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e sulla disciplina in materia di nautica da
diporto.
1.
COSA SONO LE CAPITANERIE DI PORTO – GUARDIA COSTIERA
(barrare solo una risposta)
A.
B.
C.
D.
E.
2.
θ
θ
θ
θ
θ
SI
NO
SE SI IN QUALI SETTORI? (E’ possibile segnare più risposte)
A.
B.
C.
D.
E.
F.
G.
4.
θ
θ
HA MAI AVUTO CONTATTI CON LE CAPITANERIE DI PORTO?
A.
B.
3.
UN’ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO PER IL SOCCORSO A MARE
UN CORPO MILITARE DELLO STATO CHE COMANDA I PORTI
UN CORPO MILITARE DELLA MARINA CHE HA LA RESPONSABILITA’
DEL SOCCORSO IN MARE E DELLA SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE
UFFICIO PERIFERICO DEL MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA
NAVIGAZIONE
ALTRO
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
NAUTICA DA DIPORTO
GENTE DI MARE
PESCA
DEMANIO
SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE
CONTENZIOSO
ALTRO
HA AVUTO OCCASIONE DI ESSERE COINVOLTO IN QUALCHE
SOCCORSO O CONTROLLO DI POLIZIA EFFETTUATO DALLE
CAPITANERIE DI PORTO – GUARDIA COSTIERA?
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
15
A.
B.
θ
θ
SI
NO
SE SI IN CHE CASO E CON QUALI RISULTATI?
θ SOCCORSO (Barrare al massimo 2 risposte)
A. TEMPESTIVO
B. LENTO
C. EFFICIENTE
D. NON EFFICIENTE
E. ALTRO
θ
θ
θ
θ
θ
θ CONTROLLO DI POLIZIA (Barrare al massimo 2 risposte)
A. PREVENTIVO
B. REPRESSIVO
C. PERSONALE CORTESE
D. PERSONALE POCO EDUCATO
E. ALTRO
θ
θ
θ
θ
θ
5.
RELATIVAMENTE AI PUNTI SOTTO INDICATI SI RITIENE
SODDISFATTO/A
A.
B.
C.
D.
E.
F.
G.
H.
UBICAZIONE UFFICI
SEGNALETICA PER
L’INDIVIDUAZIONE DELL’UFFICIO
ACCESSO ALLE STRUTTURE
PER I PORTATORI DI HANDICAP
LUOGO DI ATTESA
TEMPO DI ATTESA
DISPONIBILITA’ DEL
PERSONALE
CHIAREZZA DELLE INFORMAZIONI
RICEVUTE
CHIAREZZA DELLA
MODULISTICA
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
16
MOLTO
ABBASTANZA
POCO
PER
NIENTE
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
6.
VORREBBE UN CAMBIAMENTO PER LE CAPITANERIE DI PORTO?
(Barrare al massimo 2 risposte)
A.
B.
C.
D.
E.
F.
NO, VA BENE LA SITUAZIONE ATTUALE
SI, PIU’ EFFICIENTI
SI, CON PIU’ PERSONALE
SI, CON MOTOVEDETTE ED UFFICI PIU’ MODERNI E FUNZIONALI
SI, MENO BUROCRATICHE
NON SO
7.
QUALE SUGGERIMENTO DAREBBE PER MIGLIORARE L’IMMAGINE E
L’EFFICIENZA DELLE CAPITANERIE DI PORTO?
8.
QUALI SONO I SETTORI DOVE LE CAPITANERIE DI PORTO
DOVREBBERO INCREMENTARE L’ATTIVITA’
(Barrare al massimo 2 risposte)
A.
B.
C.
D.
E.
F.
G.
H.
I.
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
θ
SOCCORSO IN MARE
SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE
VIGILANZA PESCA
CONTROLLI SU SPIAGGE E NAUTICA DA DIPORTO
TUTELA AMBIENTE
VIGILANZA RISERVE MARINE
CONTROLLO ANTIMMIGRAZIONE
PREVENZIONE ED INFORMAZIONE
ALTRO
DATI DEMOGRAFICI:
L’inserimento del proprio nominativo è facoltativo ed ha il solo scopo di trasmettere i risultati del
sondaggio unitamente a depliant informativi riguardanti le Capitanerie di Porto.
Nome:
Cognome:
(facoltativo)
Sesso: M θ F θ
Età:
(facoltativo)
Indirizzo:
(se gradita documentazione)
Attività:
Hobby:
Sport:
Il sottoscritto, ai sensi della Legge 675/96 sulla riservatezza dei dati personali, dichiara di essere stato compiutamente informato delle finalità e
modalità del trattamento dei dati consapevolmente forniti nel presente questionario e di autorizzarne l’utilizzo e l’archiviazione in banca dati.
FIRMA________________________
CAC/COGEST/WORK/DIF/3/
17
Fly UP