...

Vivere bene dopo il cancro

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Vivere bene dopo il cancro
Italian/Italiano
Ogni anno, molte persone affette da cancro, sono trattate
con successo. È comune che persone che hanno avuto
il cancro vivano a lungo dopo le terapie. Alcune persone
guariscono. Questa scheda informativa si rivolge alle
persone che hanno completato le terapie per il cancro, ad
esempio chemioterapia o radioterapia. Queste persone
vengono definite ‘sopravvissuti al cancro’.
In Australia vi sono oltre 700.000 persone che hanno
avuto il cancro. Questo numero è in continuo aumento
grazie a diagnosi più precoci e migliori terapie.
Vivere bene
dopo il
cancro
• Se nutrite apprensioni nel dover uscire di casa per la prima
volta, chiedete a qualcuno che vi sta a cuore e di cui vi fidate di
accompagnarvi.
• Se qualcuno non sa come reagire, non prendetevela. Alcune persone
evitano il contatto perché il cancro fa emergere emozioni difficili da
controllare.
• Mettete parenti ed amici al corrente delle vostre sensazioni ed
apprensioni.
• Parlate al medico se temete di essere depressi.
• Provate qualche tecnica di rilassamento come meditazione, yoga e
respirazione profonda. Alcune persone si rilassano svolgendo altre
attività come fare giardinaggio, leggere, cucinare o ascoltare la musica.
• Tenete un diario per documentare le vostre sensazioni.
Quando la terapia finisce
• Leggete le storie di altri sopravvissuti. Sapere come altre persone hanno
interpretato una diagnosi di cancro potrebbe essere utile.
Durante la terapia per il cancro, potreste avere avuto la sensazione che la
vostra vita era in sospeso. Ora che il trattamento è finito potreste attendervi
che la vita torni alla normalità. Tuttavia, può essere difficile riprendere le
attività quotidiane. Potreste sentirvi diversi o avere un aspetto diverso.
Alcuni scoprono che le settimane, i mesi e gli anni successivi al
completamento delle terapie sono un momento opportuno per ripercorrere
le tappe della propria vita. Potrebbero riconsiderare ciò che è importante e
appagante oppure apportare modifiche al proprio stile di vita.
Con l’andare del tempo, i sopravvissuti spesso trovano un nuovo modo di
vivere. Molte persone definiscono questo modo di vivere ‘nuovo normale’.
Paura della ricomparsa del cancro
È normale che le persone interessate abbiano delle sensazioni contrastanti
quando completano la terapia. Potreste avere bisogno di una pausa per
riflettere su ciò che è accaduto prima di poter pensare al futuro.
Sentimenti comuni includono:
• sollievo che la terapia è finita
• solitudine o isolamento
• un senso di perdita e angoscia per com’era una volta la vita
• senso di colpa per il fatto di non sentirvi felici
• ansia sul ritorno alla vita normale
• stanchezza o esaurimento
• felicità o motivazione a provare nuove esperienze o apportare
cambiamenti allo stile di vita
• paura dell’eventuale ricomparsa del cancro.
Le vostre sensazioni dipenderanno dal tipo di cancro e dalle terapie cui vi
siete sottoposti e da altre forme di sostegno di cui potete avvalervi. Anche
eventuali effetti collaterali delle terapie svolgeranno un ruolo importante.
Alcune persone si accorgono che familiari e amici non capiscono le loro
sensazioni. I vostri cari vorrebbero che vi lasciaste alle spalle l’angoscia
procuratavi dalla malattia ma non si rendono conto che l’esperienza del
cancro non finisce quando finisce la terapia.
Potrebbe essere utile concedervi il tempo necessario ad adeguarvi a questi
cambiamenti e spiegare a familiari ed amici che avete bisogno del loro
sostegno. Sapere che queste sensazioni sono naturali ed essere capaci di
gestirle è una parte importante della condizione di sopravvissuto al cancro.
La sensazione di ansia e paura della ricomparsa (ricorrenza) del cancro è
il timore più comune per i sopravvissuti del cancro, soprattutto nel primo
anno dopo la conclusione delle terapie. Per alcuni, questo timore potrebbe
incidere sulla capacità di godersi la vita e formulare piani per il futuro. Vivere
con questo timore è stato descritto come una sorta di “spada di Damocle”.
Potrebbe essere utile parlare al medico del rischio di una ricomparsa della
malattia. Questo varia da persona a persona. Infatti dipende da molti fattori
tra cui tipo di cancro, fase della malattia all’atto della diagnosi, terapie e
tempo trascorso dalla conclusione di queste ultime. Di norma, più tempo
passa, minori sono le probabilità che il cancro ricompaia. Alcuni sopravvissuti
affermano che i loro timori diminuiscono con il passare del tempo.
Visite di controllo
Dopo la conclusione delle terapie, potreste necessitare di visite di controllo
periodiche. Queste consentiranno al medico di tenere d’occhio la vostra
salute e il vostro benessere.
La frequenza delle visite di controllo varia a seconda del tipo di cancro che
avete avuto. Alcune persone si sottopongono a visite di controllo ogni 3–6
mesi per i primi anni dopo il trattamento, e in seguito con minore frequenza.
Potreste chiedere al medico quali sono gli standard e le raccomandazioni
delle autorità sanitarie in merito alle visite di controllo dopo le terapie.
Molte persone si preoccupano che ogni dolore o malessere è
un segnale della ricomparsa del cancro. Questo è improbabile
ma se siete preoccupati o se notate sintomi nuovi o diversi,
interpellate il medico. Non aspettate fino alla prossima visita di
controllo in programma.
Suggerimenti utili
Dove posso procurarmi informazioni affidabili?
• Concentratevi su ogni nuova giornata e aspettatevi che vi saranno sia
giorni belli che giorni brutti.
Cancer Council NSW 13 11 20 – Informazioni e sostegno per voi e
per i vostri familiari al costo di una chiamata locale da qualsiasi località in
Australia.
• Fate le cose al ritmo che più vi si addice. Evitate la pressione di dover
prendere decisioni o iniziare nuove attività sul momento. Mettete in
programma delle pause tra un’attività e l’altra.
Sito web – www.languages.cancercouncil.com.au
Servizio traduzioni e interpreti (TIS) 13 14 50
CAN4196I 6/13
Le vostre sensazioni
Fly UP