...

Scarica il Documento

by user

on
Category: Documents
0

views

Report

Comments

Transcript

Scarica il Documento
pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì
pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine,
trovò dello zucchero, mi portarono all'ospedale e li dissero alla mamma che avevo il diabete
pag. 3 ma cos'era questo diabete? Il mio corpo non produce abbastanza insulina; devo fare delle
punture di insulina e stare attento a quello che mangio
pag. 4 L'insulina viene prodotta da una ghiandola chiamata pancreas, che si trova nel nostro corpo
g. 5 L'insulina controlla la quantita' di zucchero sciolto nel sangue e questo permette al nostro corpo
di funzionare bene.
pag. 6 Mi dissero che per star bene dovevo fare iniezioni di insulina tutti i giorni e gli esami del
sangue e delle urine
pag. 7 E poi devo stare attento a quello che mangio perchè certi cibi mi possono far male però non
devo saltare i pasti altrimenti mi indebolisco troppo.
pag. 8 Mi hanno detto che lo sport fa bene, anzi ho saputo che vi sono dei diabetici che sono
diventati campioni
pag. 9 Una volta papa' e mamma mi facevano loro le iniezioni ma adesso sono capace di farmi le
punture da solo
pag. 10 E' facile quando si sa come fare, si sente appena un pochino di male. Faccio le punture in
posti diversi per non avere le "montagnette" sotto la pelle
pag. 11 Ora mi arrangio da solo, ho tolto qualche preoccupazione ai miei genitori e mi sento più
adulto. Vedi? sono grande e voglio essere indipendente
pag. 12 Non mi occorre sempre la stessa quantità di insulina, ma la cambio secondo il valore di
zucchero nel sangue o nelle urine. Qualche volta il dottore mi chiede di controllare lo zucchero nel
sangue. Mi faccio un buchetto sulla punta del dito e metto la goccia di sangue su una striscia di
carta speciale che cambia colore a secondo della quantità di zucchero che ho nel sangue.
pag. 13 Devo mangiare più spesso degli altri bambini e per questo mi porto a scuola dei crackers o
della frutta.
pag. 14 "Posso uscire?" Gli insegnanti sanno che ho il diabete. E' successo una volta che mi hanno
fatto osservazione perche' mangiavo in classe e ho dovuto spiegare il perche'
pag. 15 Quando vado in gita scolastica, mi porto un panino e anche l'insulina. Ho sempre in tasca
dello zucchero o delle caramelle in caso di "IPO", che significa: troppa insulina entra nel corpo e
consuma rapidamente tutto lo zucchero.
pag. 16 Di solito me ne accorgo, perché il mio stomaco comincia a brontolare, qualche volta mi gira
la testa, mi tremano le gambe o sudo tanto. Allora mi siedo, mangio qualcosa di dolce e mi passa
subito, ma potrei anche svenire se non lo faccio
pag. 17 Qualche volta se mangio tardi mi viene l'ipo; quando faccio la gara di corsa, mangio
qualcosa prima per mantenere un po' di zucchero nel sangue
pag. 18 Ai pasti devo saperne quasi quanto un dottore! All'inizio mi pareva difficile, ma adesso so
quali cibi devo mangiare
pag. 19 La mamma ha un libro di ricette e ci sono dentro i consigli per fare un sacco di cose buone
pag. 20 Seguire una dieta non vuol dire stare senza mangiare
pag. 21 Se sono invitato a casa di un amico, so come comportarmi. Quand'ero piccolo la mamma
telefonava e spiegava prima cio' che potevo mangiare, ma adesso, le ho detto che sono capace di
fare da solo e puo' stare tranquilla che non mangero' troppo. "Lasciami fare da solo"
pag. 22 Il mio dottore dice che finora nessuno ha trovato una cura per guarire il diabete, pero' si
spera di trovarne una presto. Molti scienziati ci stanno lavorando e papa' dice che anche lui vuol
dare un contributo per la ricerca
pag. 23 Non si prende il diabete bevendo dal bicchiere di un compagno. Non si prende neanche da
una parente che ha il diabete. Non è una malattia contagiosa
pag. 24 Potrò diventare mamma? Potrò mangiare i gelati? Potrò andare in motorino? Potrò
diventare un campione?
pag. 25 L'anno scorso sono stato ad un campo invernale per giovani diabetici. Li', ho trovato altri
ragazzi come me
pag. 26 - "Tu cos'hai fatto al campo? Io ho imparato a ballare in discoteca!" - "Ho imparato a farmi
la glicemia e le punture da sola, esercitandomi su una bambola"
pag. 27
pag. 28 Il diabete e' una seccatura ma e' meno peggio di quello che si pensava all'inizio.
pag. 29 Essere diabetico non m'impedisce di divertirmi come tutti gli altri
pag. 30 Il ragazzo diabetico in mezzo agli altri e' uguale agli altri - fine -
Fly UP